acetonemagazine.org
Nuove ricette

17 migliori catene di pizza in tutto il mondo

17 migliori catene di pizza in tutto il mondo


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Se hai voglia di una torta all'estero, colpisci queste catene fidate

Con condimenti e stile interessanti, la pizza ha un aspetto diverso dall'altra parte dello stagno.

L'origine della pizza è abbastanza umile. Come cibo di strada contadino, la pizza è passata da un pasto economico di bassa classe a una forma d'arte che è ambita e perfezionata dalle pizzerie di tutto il paese. Nel America, conosciamo la nostra pizza. Abbiamo opinioni concrete su ciò che rende o rompe un'ottima torta. Sia che tu stia camminando verso la mamma e il locale pop in fondo all'isolato, o ordini da uno dei le tue catene di fiducia preferite, sai esattamente dove andare e cosa ordinare. Ma se viaggi all'estero e desideri una fetta, il processo decisionale può diventare complicato.

Clicca qui per le 17 migliori catene di pizza in tutto il mondo (slideshow)

La gloria dei viaggi internazionali è spingere te stesso e le tue papille gustative fuori dalla tua zona di comfort. Ma spesso, i paesi stranieri prendono una brutta reputazione per la pizza ― e meritatamente. Anni fa, le catene erano colpevoli di aver spalmato ketchup sulle loro torte piuttosto che salsa marinara e altri crimini efferati. Mentre marchi americani come Domino's e Pizza Hut sono diventati globali, ci sono una quantità sorprendente di catene di pizze decenti che sono spuntate nel corso degli anni. Quindi, se stai cercando di soddisfare la tua voglia di pizza mentre ti avventuri in sicurezza fuori dalla tua zona di comfort, potresti prendere in considerazione alcune catene di pizzerie autoctone.

Abbiamo esaminato i blog di viaggio degli utenti popolari, con valutazioni elevate degli utenti per compilare il nostro elenco di catene di pizzerie che difficilmente troverai sul suolo americano. Sebbene la maggior parte di queste località abbia fette familiari come i peperoni, sono colpevoli di avere alcuni torte esotiche che almeno intrigherebbero qualsiasi amante della pizza. Considerando i loro condimenti folli e il fascino generale in combinazione con la loro base di fan social, abbiamo ristretto alcuni dei posti migliori in cui puoi ottenere una fetta classica (o almeno interessante).


12 migliori e 12 peggiori condimenti per pizza di sempre

Ho un amico che dice: "Non esiste una pizza cattiva". Ha torto. Mi vengono in mente 12 ragioni per cui la pizza può essere orribile. Ma a che serve essere così negativi? La pizza è fantastica e, al di fuori del condizionatore, forse la più grande invenzione di tutti i tempi. Nel tentativo di rendere questa fiera, questi condimenti sono considerati come singolo condimento ordini. In altre parole, andresti in una pizzeria e ordineresti una pizza con uno di questi condimenti, tutti da soli? Alcuni di questi potresti, ma alcuni davvero non dovresti.

Se il tuo preferito è nella lista dei cattivi, non preoccuparti! A qualcuno è piaciuto anche The Emoji Movie, quindi indossa il tuo orgoglio della pizza come un distintivo d'onore.


17 pizze surgelate che hanno un sapore migliore della consegna, classificate

Sappiamo che le pizze surgelate di solito non sono ciò a cui pensi quando ti immagini addentare una fetta calda e deliziosa, ma ci sono momenti in cui non puoi aspettare la consegna e congelati dovrà fare. Inoltre, la pizza surgelata si è davvero evoluta e (senza fiato!) Alcune di esse SONO davvero buone come la consegna!

Un team di assaggiatori ha provato ogni tipo di pizza surgelata venduta nei principali negozi di alimentari, valutandoli su una scala da uno (è anche pizza?) a cinque (è questa consegna?), così non devi sprecare il tuo soldi sulla roba di cartone.

Avevamo grandi speranze per questo quando uno dei nostri assaggiatori si è detto entusiasta di come lo avrebbe mangiato quasi ogni giorno da bambino. Ma non appena abbiamo addentato la pizza ci siamo resi conto che questo numero era meglio lasciare per i bambini. Dire che la pizza della festa era poco brillante sarebbe un eufemismo e il formaggio non fuso, la crosta poco brillante e i peperoni stranamente grossi ci hanno fatto mettere questo all'ultimo posto.

ACQUISTA ORA $ 2, Pizza Party di Totino, target.com

Whole Foods è un professionista del cibo sano, ma la pizza non è sempre il loro punto forte. Sebbene nessun assaggiatore odiasse completamente la pizza, non è andata oltre la decente. La lamentela più grande era che non aveva "molto sapore, ma un po' di grasso" e sicuramente non qualcosa che ti aspetteresti dalla catena.

Una pizza al formaggio è tutto questo, beh, formaggio! Ma nelle parole di uno dei nostri tester, "senza tanto successo, il formaggio deve consegnare. Questo formaggio no".

ACQUISTA ORA $ 12, pizza ai 4 formaggi di Amy, walmart.com

Come la sua controparte ai peperoni, questo supremo di Whole Foods non era uno schianto. Secondo un assaggiatore, i condimenti erano buoni e freschi, ma la torta nel suo insieme aveva bisogno di più sapore. "Non c'è niente di entusiasmante", ha detto un altro. Va bene però, perché Whole Foods ha tante altre cose deliziose!

Come la maggior parte delle altre pizze solo al formaggio, questa non è esattamente una stella. Come ha detto un tester, "il formaggio era gustoso, ma il resto è meh".

ACQUISTA ORA $ 3, Tombstone Original 5 Cheese Pizza, walmart.com

Secondo un assaggiatore, questa pizza potrebbe essere stata "troppo sottile per lasciare un'impressione". Se ti piace un super crosta croccante, questa è la pizza che fa per voi, ma tenete presente che data l'impasto fragile, mancheranno il sugo, il formaggio e i peperoni.

Questa pizza barbecue è per lo più sul punto. Sebbene alcuni assaggiatori abbiano descritto l'impasto come leggermente gommoso, che siamo tutti d'accordo che non è ottimale nella pizza, la salsa &mdash AKA l'attrazione principale &mdash non è mancata. Una salsa piccante con un leggero calcio dà a questa pizza il vantaggio di portarla dal congelatore allo stato di quasi consegna.

"Questa pizza non è la più eccitante, ma nemmeno minacciosa", ha detto un assaggiatore. Il formaggio è leggero, i funghi hanno davvero un sapore arrosto e gli spinaci sono un gradito tocco di verde. Non è straordinario, ma è sicuramente buono e probabilmente un'ottima opzione per un amante della pizza vegetariana.

Sulla base dei commenti iniziali degli assaggiatori, questa pizza surgelata ha creato un po' di divisione. Alcuni tester hanno adorato i peperoni, mentre altri hanno ritenuto che avessero il sapore di essere stati estratti direttamente dal congelatore. Ma come un buon vino, migliora con l'età (e con questo intendiamo i minuti che passano tra i morsi, non gli anni effettivi), e alla fine i nostri degustatori si sono divertiti.

ACQUISTA ORA $ 5, DiGiorno Original Rising Crust Pepperoni Pizza, walmart.com

Questo numero di peperoni andava bene, ma ancora una volta, niente di troppo speciale. L'unica lamentela che hanno avuto gli assaggiatori era che la crosta era leggermente troppo spessa e dovevi davvero morderla. A parte questo, questa è una tradizionale torta di peperoni.

Le verdure e i condimenti hanno un sapore super fresco per una pizza surgelata? e la torta ha un po' di piccante qualcosa per coloro che desiderano un tocco in più. Tuttavia, il formaggio sembra quasi inesistente e una crosta sottilissima significa che è probabile che tu abbia una pizza sbriciolata nel piatto invece di una fetta in mano.

Questa suprema potrebbe essere diventata un po' troppo ambiziosa. Questa torta aveva molto da fare e sebbene tutti gli ingredienti fossero freschi e saporiti, hanno sopraffatto la pizza. La salsa era di prim'ordine, ma il formaggio si perdeva (e tutte le verdure e le carni).

ACQUISTA ORA $ 5, DiGiorno Original Rising Crust Supreme Pizza, walmart.com

Come ha detto un assaggiatore: "Avevo basse aspettative per questo, ma in realtà non riesco a smettere di mangiarlo". Diciamoci la verità: Tony's potrebbe non essere la tua idea di pizza gourmet, ma c'è solo qualcosa in essa che non ti farà smettere di sgranocchiare finché non rimarrà più nulla. Non mettiamola in dubbio.

CPK è arrivato con questa torta ispirata al barbecue. Il pollo è davvero succoso e la salsa non è troppo opprimente, il che lo rende davvero piacevole. L'unico avvertimento è che con una crosta estremamente sottile questo numero assomiglia più a una focaccia che a una pizza, quindi se hai voglia di qualcosa sul lato più pastoso, potresti provare qualcos'altro.


Domande frequenti sui posti nel mondo dove mangiare la migliore pizza

Qual è il posto migliore per prendere la pizza?

Alcuni dei posti migliori al mondo per mangiare le migliori pizze sono Juliana's Pizza a New York, Joey's House of Pizza (Tennessee) e Duetto Pizza and Gelato (Florida) tra gli altri.

Quale città ha la pizza migliore del mondo?

New York è stata dichiarata avere la migliore pizza non solo in America ma anche nel mondo.

Quale città italiana ha la pizza migliore?

Se sei in Italia allora devi provare l'originale e la famosa pizza napoletana. Il posto migliore per assaporarlo è a Napoli.

Quale città ha la migliore pizza d'America?

New York, Chicago, Orlando, San Francisco, Washington, Las Vegas e San Diego sono alcune delle principali città dove si può mangiare la migliore pizza d'America.

Quanto è grande la pizza più grande del mondo?

La pizza più grande del mondo è lunga 122 piedi, 8 pollici di diametro e pesa 26.883 libbre.

Quale pizzeria guadagna di più?

Pizza Hut e Domino's sono stati registrati per guadagnare più soldi in qualsiasi città del mondo. Entrambe le aziende di pizza hanno un fatturato di miliardi di dollari.

Quale stato consuma più pizza?

Il West Virginia è stato registrato per consumare la maggior parte della pizza. Ha circa 1.553 pizzerie. Seguono Delaware, New Jersey, Ohio e Nevada.

Qual è la capitale mondiale della pizza?

Old Forge in Pennsylvania è famosa come la capitale mondiale della pizza dove si possono vedere le file fuori dalle pizzerie. È famoso in tutto il mondo per avere le migliori pizzerie che servono le pizze più deliziose.

Le persone leggono anche:

Uno scrittore per scelta, un fotografo per passione, un marinaio stagionale preferibilmente monsonico e un pilota quando il vento è giusto! Quando non sono in città, mi capita spesso di rincorrere albe in montagna o tramonti in spiaggia!


Le catene di pizza nazionali si sono classificate tra le peggiori e le migliori

Tutti sanno che la pizza è il cibo più popolare della domenica del Super Bowl.

Quest'anno non farà eccezione.

Infatti, catene di pizzerie nazionali come Pizza Hut venderà più di 2 milioni di pizze, e Domino's sostiene di vendere più di 12 milioni di fette, secondo le statistiche nazionali.

Julie Hoogland | [email protected]

La nostra migliore squadra del Michigan (che siamo noi, Amy Sherman e Giovanni Gonzalez) si è seduto mercoledì 31 gennaio 2018 per assaggiare le pizze di 13 catene a nostra disposizione nell'area di Grand Rapids.

Abbiamo campionato le 5 migliori catene nazionali, in ordine di fatturato lordo, secondo pizzatoday.com.

Pizza Hut (Classificato n. 1 nelle vendite lorde), Domino's (n. 2), Papà John's (Numero 3), Piccolo Cesare (n. 4) e Papà Murphy's (n. 5).

Insieme a quelle Top 5, abbiamo provato alcune altre catene nazionali disponibili nel West Michigan.

Gli altri contendenti: Hungry Howie's (Classificato n. 12 a livello nazionale n fatturato lordo), Jet's (n. 13), Old Chicago Pizza (n. 14), pieologia (n. 28), Cottage Inn (n. 55), BC Pizza (n. 99), così come Fazoli's e Mancino's.

John Gonzalez | [email protected]

Abbiamo ordinato tutte le pizze ai peperoni. Abbiamo ordinato piccoli, nella maggior parte dei casi. Abbiamo guardato aspetto, qualità di crosta, peperoni, formaggio e gusto generale. Molte delle pizze erano ancora calde, ma abbiamo tenuto conto del fatto che la maggior parte di esse si era raffreddata considerevolmente durante il trasporto nella nostra cucina speciale di prova, che in realtà era un tavolo nel nostro ufficio che poteva gestire tutte le nostre scatole per pizza.

(In questa foto i nostri assistenti ci aiutano ad organizzare le pizze. Grazie a Julie Hoogland e jessica pastore per l'assistenza).


Le 50 migliori pizze del mondo

Mi chiedo esattamente dove sia il la migliore pizza del mondo? Dopo aver valutato le torte in Australia, Europa, America, Canada e dozzine di altri paesi e città in tutto il mondo, abbiamo compilato l'elenco ufficiale dei la migliore pizza del mondo.

Mentre ci sono molte cose in giro per il mondo di cui potremmo discutere, c'è uno cosa su cui la stragrande maggioranza del mondo è d'accordo: quella è senza dubbio la pizza, uno dei piatti più gustosi del mondo. Abbiamo aggiornato la nostra lista annuale per il 2020, tenendo presente i posti aperti sia per l'asporto che per la cena.

Seguendo la nostra classifica del 2019, abbiamo ulteriormente setacciato il mondo e ascoltato il nostro pubblico per creare la nuovissima lista delle migliori pizze del mondo nel 2020.

La migliore pizza del mondo: 2020

Ecco un'istantanea di dove troverai le migliori pizze del mondo continua a leggere per la Top 10…

  • L'Antica Pizzeria da Michele, Napoli
  • Il Buon Figlio, . Toronto
  • Bæst, Copenaghen
  • Pizza Fabbrica, Singapore
  • PI, Dublino
  • Animaletto Pizza Bar, Bucarest
  • Pizza e Mozzarella Bar, Adelaide

Tutto quello che devi fare ora è prendere un amico e iniziare a farti strada attraverso la lista, una deliziosa pizza appetitosa alla volta… Quale scusa migliore di quella per visitare alcuni dei le migliori città della pizza al mondo? Tutto quello che puoi mangiare la pizza chiunque?

Dove trovare la pizza migliore del mondo?

50esimo. Lilla Napoli ha la migliore pizza a Falkenberg, in Svezia

Attualmente aperto per: Dine-in· Takeaway

Questo piccolo ristorante eccentrico con una graziosa terrazza è un posto sorprendente ma meraviglioso dove mangiare la pizza e bere un bicchiere di vino rosso. La chiave qui è che lo standard non si abbassa mai, ogni singola pizza è meravigliosamente gloriosa come l'ultima.

Controlla qui per il pieno di Le 7 migliori pizze a Stoccolma

49°. Figidini ha la migliore pizza del Rhode Island, USA

Attualmente aperto per: Dine-in· Takeaway

Figidini offre l'autentica pizza napoletana. L'elegante ristorante è di proprietà dello chef Frankie Cecchinelli, cresciuto facendo pizze italiane nei ristoranti di famiglia, e di sua moglie Kara. Il forno a legna e la griglia a legna sono al primo posto nella cucina aperta, così puoi guardare tutta l'azione.

48°. La mamma ha la migliore pizza a Copenaghen, in Danimarca?

Attualmente aperto per: Dine-in· Takeaway

La loro pizza è “una base sottile con un bordo gonfio, rigonfia per il calore intenso del forno a legna. Il centro rimane un po' morbido. Il modo napoletano di mangiare una fetta piegandola o arrotolandola”. Per un ulteriore vantaggio, prova i loro antipasti di verdure per iniziare, non te ne pentirai.

47a. Motorino ha la migliore pizza di Hong Kong

Questa elegante pizzeria con due sedi di Hong Kong fa pizze perfettamente sottili e croccanti, con una gamma di condimenti gourmet. Controversa, ma assolutamente da provare la pizza ai Cavoletti di Bruxelles: Fior Di Latte, Cavoletti di Bruxelles, Pancetta, Aglio e Pecorino.

46°. Paesano Pizza ha la migliore pizza di Glasgow, in Scozia

Cotti in forni a legna artigianali portati da Napoli, i loro pizzaioli sono orgogliosi di preparare tutte le torte secondo lo standard della pizza napoletana. Il loro impasto per pizza è un ibrido di lievito e lievito naturale, a prova di oltre 48 ore che ha un sapore assolutamente fantastico.

45esimo. Il ristorante Burrata ha la migliore pizza di Cape Town, in Sudafrica

L'attenzione ai dettagli di Burrata è anche il punto focale del ristorante. Il forno per pizza è stato costruito a mano da un'azienda familiare di terza generazione a Napoli. Questo forno è in grado di raggiungere temperature più elevate rispetto al normale forno per pizza, il che significa che ogni pizza prodotta da Burrata è incredibilmente gustosa. Probabilmente la pizza in stile italiano più autentica del paese.

44esimo. Proof Pizza + Wine ha la migliore pizza a Kuala Lumpar, in Malesia

Una vera pizza cotta nel forno a legna con il forno che porta vivacità e un profumo meraviglioso in tutta la stanza non appena varchi la porta. Prendi in considerazione la loro un'ottima lista di vini e questo è il tipo di posto che non vorrai mai lasciare.

43°. Pizzium Via Procaccini ha la migliore pizza a Milano, Italia

Un locale pluripremiato che è sempre nelle cronache come una delle migliori pizzerie, non solo a Milano ma in tutto il paese. È sempre pieno, quindi entra presto per assicurarti un tavolo.

42°. Pizzeria Montana ha la migliore pizza a Francoforte, in Germania

Una stanza moderna basata sulla pop art, con uno dei migliori forni che tu abbia mai visto (sembra un'emoji gigante). Nonostante tutti i tocchi di design jazz, ti assicuro che la pizza è proprio lì con i migliori in Europa.

41°. Imilla Alzada – La Paz, Bolivia

Questo posto dimostra perché La Paz è una destinazione gastronomica così incredibile. Imilla Alzada serve costantemente una pizza incredibile in stile napoletano con un tocco moderno. Pensa ai cetrioli affettati, al pesto fatto in casa e al formaggio vellutato.

Hanno anche una vasta gamma di birre artigianali, perfette per lavare l'impasto.

40esimo. Gazzo ha la migliore pizza a Berlino, in Germania

Gazzo è un ristorante pizzeria artigianale a Neukölln che crede nell'approvvigionamento di prodotti artigianali, locali quando disponibili, ma sempre deliziosi, sostenibili e naturali. Il risultato finale è una miscela unica di precisione tedesca con stile italiano. Una gioia assoluta di un ristorante.

39°. Basilicó ha la migliore pizza a Bratislava, in Slovacchia

Una casa di ottimo cibo italiano tra cui pasta e una meravigliosa bistecca, ma è la pizza la protagonista dello spettacolo. Le loro grandi croste soffici sono piene d'aria e meravigliosamente croccanti e gommose allo stesso tempo.

38 °. Emma ha la migliore pizza a Roma, in Italia

Questo raffinato ristorante romano serve deliziose pizze dalla crosta sottile che eclissano gli altri in città grazie all'attenzione ai condimenti di alta qualità provenienti da gastronomie locali, olio extra vergine di oliva e farina di prima qualità. Il risultato? Una pizza semplicemente sbalorditiva.

37a. Diavola ha la migliore pizza in Indiana, USA

Diavolo per nome, ma paradiso assoluto per sapore. Diavola ti trasporterà nelle piazze assolate d'Italia, dove la pizza ha la crosta di carbone e esplode di sapore. Una delle migliori pizzerie del mondo.

36°. Pizza Studio Tamaki ha la migliore pizza a Tokyo, in Giappone

Un tipo speciale di pizza in stile ‘Tokyo Napoletano’, l'impasto qui è extra fine e le pizze cotte in un forno a legna di cedro giapponese. Se sei abbastanza fortunato da prendere uno dei pochi posti al Pizza Studio Tamaki, assicurati di ordinare la semplice Marinara. Perfezione.

35esimo. nNea Pizza ha la migliore pizza ad Amsterdam, Paesi Bassi

Fanno il loro impasto per essere incredibilmente leggero e arioso, tanto che potrebbe sollevarsi e galleggiare lontano dal tavolo in qualsiasi momento. I loro condimenti sono originali, unici ed eccitanti e il servizio eccezionale e la splendida camera sono solo la ciliegina sulla torta.

34a. Gino's Brick Oven Pizza – Manila, Filippine

Le loro pizze sono cucinate in modo tradizionale all'italiana con un impasto cotto in casa e lievitato per almeno un giorno.

Quindi cuociono la pizza in un paio di minuti a 400 ° C, il che si traduce in una crosta perfetta. I condimenti sono ciò che rende davvero viva la loro pizza. Mai un pasto noioso qui.

33a. Made of Dough ha la migliore pizza di Londra, Inghilterra

Hanno quattro piccole sedi in giro per la capitale e sono state votate come la migliore pizza di Londra non una, ma due volte. I loro clienti felici di ritorno ti dicono tutto ciò che devi sapere.

32°. Daddy Greens Pizzabar – Helsinki, Finlandia

Il loro impasto per pizza biologico è una crosta ibrida NYC / napoletana, ma tutto ciò che fanno, incluso il loro forno incontaminato, è con il loro cuore a Napoli. Il risultato finale, come si dice, è "estremamente tenero, croccante e gommoso, con un sapore aspro e affumicato unico che deriva dalla cottura ad una temperatura estremamente elevata".

31. Pepe in Grani ha la migliore pizza a Caiazzo, in Italia

Il famoso locale del pizzaiolo Franco Pepe è sempre affollato e non ti delude mai – considerato da molti una delle migliori pizzerie del paese. I condimenti sono di provenienza locale e spesso creativi, con ceci, indivia, fichi e lardo tutte opzioni regolari.

30. Pizzeria I Masanielli – Caserta, Italia

Per una pizza campana davvero autentica, non c'è posto migliore da visitare della provincia di Caserta. Situata appena a nord di Napoli, questa sonnolenta cittadina piena di giardini è la personificazione del fascino del sud Italia. E quando ti viene fame, assicurati di visitare la Pizzeria I Masanielli. Gli ingredienti locali vengono utilizzati per realizzare pizze piene di sapori che davvero non troverai da nessun'altra parte se non nel cuore di Caserta Vecchia.

29. Pizzeria Via Mercanti ha la migliore pizza a Toronto, Canada

Pizzeria Via Mercanti porta la tradizionale pizza napoletana cotta a legna con croste gommose, salsa di pomodoro ricca e pezzi di mozzarella perfettamente posizionati che si scioglie in bocca. Assicuratevi di provare la loro Ciambella Ripena, una pizza margherita con crosta ripiena di ricotta, soppressata calda e pepe nero.

28. Rossovivo ha la migliore pizza a Dubai, Emirati Arabi Uniti

Rossovivo si impegna a realizzare solo la migliore e più autentica pizza napoletana possibile, quindi troverai un premiato pizzaiolo napoletano e un tradizionale forno a legna. L'impasto viene fatto lievitare per 12-24 ore rendendolo leggero, soffice e croccante. Una delle migliori pizzerie del mondo.

27. Gustapizza ha la migliore pizza a Firenze, in Italia

Con così tante ottime pizze tra cui scegliere in Italia, può essere difficile sapere da dove cominciare. Il nostro suggerimento è di iniziare proprio qui a Firenze. Prendi la pizza per andare in una scatola e sederti lungo il fiume che guarda e ammira questa meravigliosa città mentre mangi una delle migliori pizze d'Europa.

26. Pizza Nuova ha la migliore pizza a Praga, Repubblica Ceca

Aderiscono al meglio creando una pizza napoletana dal gusto puro e naturale con pomodori San Marzano italiani, mozzarella di bufala e olio extra vergine di oliva. Perché complicare le cose quando un piatto è così perfetto? Una pizza perfetta da manuale. Quando si tratta delle migliori pizzerie del mondo, questo è proprio lì.

25. Bráz Pizzaria ha la migliore pizza di San Paolo, Brasile

Con 20 anni di storia e cinque sedi a San Paolo, questa pizzeria affidabile utilizza solo i migliori ingredienti italiani. Le croste sono croccanti e la base dello spessore perfetto, mentre i condimenti spaziano dal classico italiano all'ispirazione brasiliana.

24. Pizza e Mozzarella Bar ha la migliore pizza di Adelaide, in Australia

Qui servono la cucina rustica dell'Italia meridionale, con i migliori ingredienti di stagione il formaggio si scioglie letteralmente in bocca. Le pizze sono leggere e ariose e non ti lasciano gonfio. Il sogno.

23. PI ha la migliore pizza a Dublino, in Irlanda

A pochi passi dal Castello di Dublino, probabilmente troverai PI attraverso il tuo naso, che seguirà il delizioso aroma delle pizze qui per portarti a casa. Come "fondamentalisti della pizza cotta a legna", le persone qui sanno una o due cose sulla cottura delle loro torte alla perfezione. La crosta è frizzante e soffice e il centro di formaggio appiccicoso è cotto direttamente. Aggiungi una birra artigianale al tuo ordine e preparati a qualcosa di eccezionale.

22. Malafemmena – Berlino, Germania

Non ci sono se e o ma Malafemmena serve alcune delle migliori pizze d'Europa e basta. Seriamente, un morso e anche tu sarai trasformato in un fan per tutta la vita. In bufala si fidano, e anche noi. Sanno come bilanciare perfettamente la deliziosa mozzarella di bufala con la loro crosta gonfia. Ogni pizza viene servita con la giusta quantità di salsa e condimenti, rendendola una vera delizia da divorare.

21. Paulie Gee's – Greenpoint, Brooklyn

Essi di solito non fare consegne, asporto o accettare prenotazioni e questo è tutto per un'ottima ragione. Le loro torte sono migliori appena sfornate, mangiate in pochi secondi. Ma ora puoi ritirarli freschi dal negozio per mangiare fuori e velocemente! Le croste perfettamente carbonizzate con condimenti freschi di classe mondiale rendono questa una delle migliori pizze del paese.

20. Razza ha la migliore pizza del New Jersey, USA

Razza è così dannatamente buono che anche i fedeli fan della pizza di New York passeranno sul treno Path solo per prendere una di queste torte. Quando si tratta della migliore pizza del mondo, questo è proprio lì.

Usano solo ingredienti locali, compresi formaggi fatti in casa e nocciole appositamente allevate. Le croste sono italiane della vecchia scuola, AKA perfettamente carbonizzate, gommose e fatte con passione.

19. Louie Louie ha la migliore pizza a Parigi, Francia

I francesi sono tra i migliori chef del mondo e sebbene non possano affermare di aver inventato la pizza, aggiungono dei tocchi sorprendenti al piatto tradizionale. Da nessuna parte più che a Louie Louie con i loro condimenti fantasiosi e freschi, con ingredienti sorprendenti al centro di ciò che fanno.

18. Animaletto Pizza Bar ha la migliore pizza a Bucarest, in Romania

Una stanza sul retro essenziale che è sempre assolutamente animata sia all'ora di pranzo che alla sera. Sono stati gli unici responsabili della definizione di uno standard completamente nuovo per la pizza in Romania. Una delle migliori pizzerie al mondo.

17. Via Napoli ha la migliore pizza a Sydney, in Australia

Il proprietario Luigi ha portato la sua tradizionale esperienza di pizzaiolo da Napoli fino alla soleggiata Sydney, e oh-ragazzo siamo contenti che si sia trasferito. Le pizze di Via Napoli vengono cotte in un forno a legna a cupola a 485°C per non più di 60-90 secondi. Perfezione.

16. Rudy's Pizza ha la migliore pizza a Manchester, in Inghilterra

Molti considerano Rudy's Pizza come la migliore pizza in Inghilterra: parla con veri intenditori di pizza e ti diranno che è buona come qualsiasi cosa tu abbia mai assaggiato. Si sono trasferiti nella loro seconda sede a Manchester in Peter Street e si sono anche espansi a Liverpool. La qualità non si perde man mano che crescono, il che è una vera testimonianza della loro eccellenza.

15. Farina ha la migliore pizza di Auckland, in Nuova Zelanda

Il locale è stato progettato e creato per Sergio Maglione – di Toto Restaurant e Toto Pizza by the meter – per mostrare il suo genuino cibo di strada italiano, la pasta fatta in casa e la pizza napoletana cotta a legna in un ambiente moderno e funky. Molti dicono che questa sia la migliore pizza della Nuova Zelanda e sarebbe difficile discutere con loro.

14. Pizza Fabbrica ha la migliore pizza di Singapore

Fabbrica porta l'autentica cucina italiana a un livello completamente nuovo. Cucinano con un grande rispetto per la tradizione e utilizzano solo i prodotti più freschi che sono la chiave del loro successo. Il protagonista è il forno a legna in rame, che sforna le pizze più gustose che si possano immaginare.

13. Pizza Pilgrims – Londra, Inghilterra

Aspettatevi niente di meno che una deliziosa pizza napoletana lenta e provata qui. Dopo aver acquistato solo i migliori ingredienti direttamente dall'Italia, Pizza Pilgrims realizza con cura alcune delle migliori pizze d'Europa. Si attengono alla tradizione e prestano attenzione alla crosta. Come fai a sapere che è il vero affare? Hanno compiuto un vero e proprio pellegrinaggio in tutta Italia per apprendere i segreti millenari necessari per realizzare una pizza di questa qualità.

12°. Di Fara Pizza ha la migliore pizza di New York, USA

Domenico De Marco, o “Dom”, ha aperto Di Fara Pizza nel 1965 dopo essere emigrato a Brooklyn dalla provincia di Caserta in Italia. Molti degli ingredienti provengono direttamente dall'Italia e il maestro stesso può ancora essere visto cucinare le pizze a 83 anni. Questo è il vero grande patrimonio alimentare.

11°. Gino Sorbillo ha la migliore pizza di Napoli, Italia

Il grande Gino Sorbillo ha sedi a Napoli, Milano e New York, quindi non sei mai troppo lontano da una di queste pizze napoletane carbonizzate semplicemente perfette. I condimenti per pizza sono progettati in circa 10 regioni italiane, quindi puoi assaggiare gli ingredienti speciali di tutto il paese.

Decimo. Kalò di Ciro Salvo – Londra, Inghilterra

Acclamato come il maestro della pasta, Ciro Salvo è un pizzaiolo di terza generazione che ha davvero rivoluzionato il cibo e la pizza italiani moderni in Europa. La location originale di 50 Kalò a Napoli è una delle sole sei pizzerie ad essere state incluse nella Guida Michelin d'Italia. E puoi visitare sia lì che a Londra per vivere la gustosa avventura che sta divorando una pizza di Ciro Salvo. Dall'impasto alla salsa, è semplicemente perfetto.

9°. La Svolta ha la migliore pizza di Melbourne, in Australia

Fondata da due migliori amici italiani, La Svolta è una delle poche pizzerie in Australia ad avere l'accreditamento dell'Associazione Verace Pizza Napoletana (AVPN). Ecco come dovrebbe essere il sapore della pizza.

8°. Del Popolo ha la migliore pizza di San Francisco, USA

Del Popolo è stata lanciata come pizzeria mobile nel maggio del 2012, sfornando pizza di ispirazione napoletana, ed è ora nella sua sede permanente a Lower Nob Hill. Belle bolle di macchie carbonizzate aggiungono sapore in più e i condimenti sono semplicemente perfetti.

7°. Pizzeria Via Tevere – Vancouver

In vero stile napoletano, la crosta di pizza sulle torte di Via Tevere Pizzeria è leggermente carbonizzata, leggermente gommosa e morbida al centro. Con i proprietari che trascorrono innumerevoli estati dell'infanzia a Napoli, la gente qui conosce davvero la buona pizza. Il ristorante è anche socio dell'Associazione Vera Pizza Napoletana (AVPN), che ne testimonia la genuinità.

6°. Bæst ha la migliore pizza a Copenaghen, in Danimarca?

Sai che è il vero affare qui perché hanno la propria fattoria che si concentra su carni biologiche e prodotti di alta qualità, nonché la propria salumeria e micro-caseificio - invece di importare la mozzarella, la producono da soli con il miglior latte crudo.

Questo posto sta portando le pizze a livelli completamente nuovi.

5°. Frank Pepe – Connecticut, USA

Essendo la più antica pizzeria del Connecticut, Pepe's è stata fondata nel 1925 ed è ancora a conduzione familiare. La loro pizza White Clam è famosa in tutto il paese ed è in cima a molti elenchi delle migliori pizze degli Stati Uniti.

Con le vongole fresche e il Parmigiano-Reggiano grattugiato, è una bellezza.

4°. Starita ha la migliore pizza a Napoli, in Italia

Con tre sedi in Italia e one a New York, Starita è una famosa pizzeria che vince costantemente premi per la sua incredibile pizza. La tua prima scelta dovrebbe essere la sua posizione a Napoli, dove le file sono lunghe ma le pizze valgono al 100% l'attesa.

3°. 400 Gradi ha la migliore pizza a Brunswick, in Australia

Il proprietario Johnny è stato incoronato Campione del Mondo della Pizza al Campionato Mondiale Della Pizza 2014 in Italia, il primo australiano ad aver mai vinto. Un boccone della loro pizza Portofino con pomodoro San Marzano, fior di latte, pomodorini, aglio marinato, peperoncino e gamberi all'origano e rimarrai colpito.

2°. The Good Son ha la migliore pizza a Toronto, in Canada

Questo accogliente ristorante di quartiere fa un? quantità di cose molto, molto bene, ma è la pizza che si distingue per noi. Scegli i condimenti indulgenti di guanciale di maiale affumicato, ananas arrosto e scotch Bonnet per una vera spinta di sapore.

1°. L'Antica Pizzeria da Michele ha la migliore pizza a Napoli, in Italia

Parla con chiunque sia stato qui o leggi le recensioni e vedrai molte persone che la definiscono la migliore pizza che abbiano mangiato nella loro vita. Le code sono sempre lunghe, ma l'atmosfera tra gli altri clienti in attesa è frizzante, perché tutti sanno che questo è vicino a un'esperienza religiosa. Se pensavi di essere felice di aspettare dovresti vedere quanto sei felice di partire.


La migliore pizza che tu abbia mai fatto

Consiglio del fornaio: da quando abbiamo pubblicato questo post nel 2015, abbiamo introdotto la nostra farina per pizza '00', progettata specificamente per produrre la classica pizza napoletana nel forno di casa. Prepara la nostra crosta di pizza alla napoletana per un gusto e una consistenza autentici, e se non hai la farina per pizza '00' a portata di mano, questa crosta di pizza artigianale senza impasto è ancora un'ottima opzione.

Ricordo quando io e il mio ragazzo, Jeremy, abbiamo deciso di fare la pizza perfetta a casa. Avevamo appena lasciato Los Angeles, e più del tempo, più del sushi, forse anche più dei nostri amici (scusate, ragazzi), ci siamo persi i nostri ritrovi di pizza locali.

A Los Angeles, la buona pizza non era mai lontana, quindi la motivazione per provare (e perfezionare) la nostra ricetta era del tutto inutile. Quando abbiamo deciso di trasferirci nei boschi del New England (lontano dalla portata della consegna) sapevamo che avremmo dovuto trovare un modo per mantenere un'ottima pizza nelle nostre vite.

Pizza al pesto e salsa rossa con mozzarella affumicata, salsiccia, scalogno e funghi.

Per quasi un anno abbiamo cercato in lungo e in largo la ricetta e la tecnica giuste, provando di tutto, dai processi complicati a quelli più semplici, e assaggiando più tipi di farina di quelli che prima sapevamo esistessero. (Per la cronaca, la farina per tutti gli usi non sbiancata di King Arthur Flour era, e probabilmente sarà sempre, la nostra scelta preferita per la sua qualità, versatilità e facilità d'uso.)

Un giorno ci siamo imbattuti in un articolo in Il New York Times sul pane senza impasto di Jim Lahey. Il processo sembrava troppo semplice, ma con nostra sorpresa ha reso belle pagnotte sbriciolate, con croste screpolate e interni teneri e gommosi.

I nostri occhi si sono improvvisamente aperti a un modo di sviluppare il glutine che non avevamo considerato in precedenza. Abbiamo deciso di provare il metodo della pizza senza impasto di Lahey e, in quel primo morso, abbiamo trovato la fetta del paradiso della pizza che stavamo cercando.

Queste pizze in stile napoletano ricordano le torte artigianali cotte a legna che andavano di moda quando stavamo lasciando Los Angeles. La pizza è leggera ma non piatta sostanziale ma tutt'altro che panata, con una crosta leggera e soffice che è parti uguali di glutine gommoso e aria. In breve, è la perfezione della pizza.

Questa pizza richiede un po' di accortezza, avendo bisogno di 24 ore (18 in una stanza calda) per lievitare. Richiede anche un po' di pratica per perfezionarsi, ma non lasciare che questo ti fermi! L'impasto può essere preparato fino a una settimana in anticipo e impiega meno di 5 minuti per essere montato, senza bisogno di impastare.

Abbiamo modificato la ricetta di Jim Lahey dimezzandola (facendo due pizze invece di quattro), e aggiungendo zucchero e un po' di acqua in più, che per noi si è rivelata la chiave per una pizza dalla crosta tenera e leggera, il fondo croccante e la perfetta quantità di masticare. Il bello di questa ricetta è che lascia molto spazio alla sperimentazione e alla modifica.

Ci siamo innamorati profondamente del nostro acciaio per pizza, che produce croste di qualità professionale per pizza, senza il problema di costruire un forno in pietra nel tuo cortile. Consiglio vivamente di investire in uno, se sei seriamente intenzionato a cuocere la pizza a casa. A stone will work for half the price but trust me when I say the steel is worth the extra cash. It radiates more heat than the stone, producing breads and pizzas with professional oven-quality lift.

This recipe is measured in grams, so a kitchen scale is helpful. I've added cup measurements for convenience, but the truth is grams don't convert neatly into cups – for best results, measure by weight.

Depending on the season, you may need a little more or a little less water – use the photos as your guide until you get a feel for how the dough should behave.

In a large bowl, measure the following:

250g King Arthur Unbleached All-Purpose Flour (approximately 2 cups + 1 tablespoon)
1/8 teaspoon active dry yeast
2g granulated sugar (1/2 teaspoon)
8g salt (1 1/4 teaspoons)
185g lukewarm water (3/4 cup + 1 tablespoon)

Mix the dry ingredients, then add the water. Mescolare fino a quando non è appena combinato.

The dough will look a bit dry and lumpy at first, but don't worry.

Cover and allow the dough to rise at room temperature for 24 hours.

Twenty-four hours later, the dough looks nice and hydrated.

Place your oven rack on the center rung, and preheat the oven to 550°F with the baking steel or stone inside. The position of the rack inside the oven is especially important, particularly if you're using parchment paper – too close to the broiler (you need at least 8" clearance) and the top of your pizza (and the parchment) will burn before the bottom has had time to cook through.

You'll want to allow the oven to sit at temperature for 30 minutes before baking your pizza, in order for the steel or stone to fully preheat. We find that if you turn on the oven right before you do the stretch-and-fold with the dough, it's ready at about the same time your pizza is ready to go in.

Use a bowl scraper to transfer the dough onto a well-floured surface – this inexpensive item makes it the ideal tool for working with a dough this wet. Make sure you use enough flour to keep things from sticking.

Dust the top of the dough with flour, then use a bowl scraper to cut the dough into two even sections.

Stretch and fold, as follows:

Holding onto the dough at two ends, pull one end away from the other, then fold it back onto itself. Ripeti dall'altra parte. As the photos show, the dough will likely be sticky – don't worry about it looking neat as you fold. Be sure to keep your hands floured as you work.

Repeat this process for the other side of the dough, so that all four corners of the dough have been stretched and folded.

Gently pull the ends towards the middle of the dough, then turn it over. Using your fingers, pull the dough under itself until the top is smooth, and the seams have been worked into the bottom of the dough.

Let's see that again, with some motion:

Repeat for the second half of the dough, and place each ball seam-side down into a floured bowl.

Cover the bowl and allow the dough to proof (rise) for 45 minutes to an hour, while your oven preheats. In the colder months, place the bowls on the stove top to stay warm.

Generously flour a wooden* peel, rubbing flour into the board to completely coat.

*If you're using a metal peel, or if this is your first attempt at homemade pizza, place a piece of parchment on your peel instead of using flour. Releasing the dough from a wooden board (even a generously floured one) takes some practice, and is even more difficult using a metal peel. Parchment is easier to use while you perfect your dough, and renders equally delicious crusts. Trim the parchment after you've stretched your dough onto it, so that it's flush with the remaining dough. Parchment paper is often rated below 500°F, so at 550°F the edges will char. We've never had any trouble with parchment catching fire when baking on the center oven rack, but be sure to keep a close eye on pizzas being cooked on parchment, just to be safe.

Scoop the proofed (risen) dough onto your well-floured surface, using care to pool the dough in as round a shape as possible for easier stretching.

If your dough feels wet, use a generous dusting of flour on top. For a drier dough, use slightly less flour. Getting the exact amounts down requires some practice, but use these photos as a guide as you get started – for reference, this was a very wet dough.

Using your fingertips, gently depress the dough, being careful to not touch the outer edge of the crust. This step is important – leaving the circumference untouched at this stage will result in a beautiful bubbly outer crust, post-bake.

Jeremy points to the outer area of the crust, which he hasn't touched.

Again, using care to not touch the outermost edge of the crust, lift the pizza from the board and use your knuckles to gently stretch the dough. If the dough is at all sticky, use more flour.

Move the dough from hand to hand, gently stretching as you go.

Use two hands at once to gently move the dough in a circle, allowing gravity to perform the stretch. Gravity is your friend! Let it do most of the work for you, as pulling will stretch the center more than the edges.

If you find your dough is difficult to stretch, set it down on a floured surface for 5 to 10 minutes to allow the gluten to relax.

Use the existing flour on the board to keep your dough from becoming sticky. Flour is your friend in this recipe! Don't be afraid to use it, as a sticky dough is an unworkable dough.

Above, Jeremy drags the dough through the flour on the counter top, making sure to flour both sides.

The dough is just about ready.

Stretch the dough until it's approximately 10" to 12" in diameter.

Move to your well-floured peel (or sheet of parchment) and adjust the dough to fit the surface. Remember – if the dough is sticky when you put it on the peel, it will stick to the peel! Make sure it's well-floured.

If using parchment, trim the excess around the dough to prevent it from burning. We generally leave an inch around the dough, but to be safe we recommend trimming the paper flush with the dough.

If you've been careful not to compress the outer edge of the dough, you'll notice it's thicker than the interior.

Lightly sauce the dough. We use regular pasta sauce, homemade or from a jar. Just make sure it's not too watery simmer watery sauce until the above consistency is reached. Depending on the toppings, pesto or béchamel (recipe below) can be used as well.

Add the rest of your toppings.

NOTE: if using a wooden peel with flour, be sure to apply your toppings quickly. The longer the dough sits on the peel, the more difficult it will become to release.

Top with the cheese of your choice above is shredded smoked mozzarella. Wetter cheeses (such as fresh mozzarella) should be used more sparingly.

Turn on the broiler in your preheated oven, and transfer the pie to your preheated steel or stone. If you don't have a top broiler*, don't sweat it! You may need to bake your pie for a few minutes longer, but with a steel or stone, it will still turn out just fine.

*Warning: DO NOT place your pizza under a broiler with less than 8" of space between it and the cooking surface (as is often found with bottom broilers.) This could cause a fire. Our oven has a broiler on top of the main oven compartment (see image below) and broiling instructions for this recipe are written with this style of oven in mind. If you have an oven where the broiler is on the bottom (usually in the bottom compartment of the oven) or on top in a smaller, separate compartment, make sure there's at least 8'' between the broiler and the cooking surface. If there isn't, do not use the broiler. Your pizza will still be great without being broiled, though it may take a few more minutes to bake.

If you're using a wooden peel, jiggle the uncooked pizza back and forth until it moves easily on the peel before quickly transferring it to the steel. You want to be sure the pizza isn't sticking to the peel before opening the oven we learned the hard way that jiggling the pizza over the steel usually causes toppings to fly onto the steel, burning immediately and setting off smoke alarms.

If using parchment, gently slide pizza and parchment onto the steel. The parchment will blacken around the edges, but remain intact under the pizza.

Bake the pizza for approximately 6 minutes on the steel, 7 minutes on the stone (give or take), until bubbly and charred on the edges.

Jeremy and Sandwich (the dog) watch as their pizza bakes, to be sure the broiler isn't burning the parchment.

NOTE: Depending on the strength of your broiler, you may need to turn it off before the 6-minute mark to avoid burning the crust/parchment. In my oven, a pizza placed on the center rack is perfect after 6 1/2 minutes under the broiler but your oven may be different. Watch your pizza closely, especially the first few times you use this recipe, until you know how your oven performs.

Remove the pizza from the oven, and top it with freshly grated Parmesan, if desired. Ripetere il procedimento con l'impasto rimanente.

Want to mix it up? The variations are endless! Above is a white pizza, with lemon zest, ginger (also zested, using this amazing Microplane grater), fresh mozzarella, mashed butternut squash (left over from dinner the night before), dried cranberries, coriander seeds, and kale.

My favorite – a Margherita pizza, with a combination of red sauce and pesto.

Fresh basil added after it comes out of the oven, for flavor and color.

Like it traditional? Try smoked mozzarella, mushrooms, cooked sausage, and shallots. Add black olives if you want it more salty.

Mix and match sauces and toppings, and play with temperature and placement of the steel in the oven. For the most amazing breakfast you've ever tried, crack 2 eggs on a par-baked Margherita pizza with some prosciutto, and bake until the whites have set. Add about 4 minutes to the bake time, and cover with aluminum foil once the crust looks done, to keep it from burning.

Turn last night's meatloaf and mashed potatoes into leftovers pie. The world is your pizza (that's how the saying goes, right?)

A few notes, to get your experimentation started:

•While dough is ready to use within 18 to 24 hours, a prolonged rise deepens the flavor. We've found the sweet spot to be around 72 hours (3 days). Allow the dough to rise for 18 to 24 hours at room temperature, then transfer it to the refrigerator for up to 6 days. Allow dough 2 hours to come back to room temperature before dividing. Dough that's divided and stretched while cold won't proof properly, and will render smaller, breadier pizzas.

•For a crisper crust, try placing the oven rack farther away from the broiler. For a softer crust, add a little more water to the dough. Play around with hydration and oven placement until you've found your pizza crust sweet spot.

•Don't over-top or over-sauce your pizza! If you want five different toppings, use less of each. Cut veggies small, and macerate especially wet veggies, like zucchini or eggplant, in salt prior to cooking, to release some of their moisture.

Béchamel Sauce (for pizza)

2 cucchiai di burro
2 tablespoons King Arthur Unbleached All-Purpose Flour
1/2 tazza di latte intero
sale e pepe

Melt the butter in a small pan over medium heat. Aggiungere la farina e frullare per amalgamare. Allow the mixture to cook for 1 minute. Slowly add the milk, whisking constantly, until thoroughly combined. Aggiungere sale e pepe a piacere.

We often add 1 tablespoon fresh garlic to the finished sauce, and sometimes 1 teaspoon lemon zest (grated lemon rind), depending on the pie we're creating. The garlic will cook on the pie, but retain some of its fresh bite.

I hope you enjoy this recipe as much as we do! And if you're looking to experiment with other pizza varieties, we have plenty of more recipes to try.

Special thanks to Jeremy Clauson, who took lots of notes and made more than a few pizzas in the name of perfecting this post. Thanks as well to my fellow b logger PJ Hamel, who risked flaming parchment and burned pizza to test the limits of this recipe!


All 37 frozen pizza brands available in N.J., ranked from worst to best

Who eats frozen pizza? The better question is, who doesn't? Sales of frozen pizza last year totaled $4.6 billion. Supermarkets may stock a dozen or more brands, with 25 or more varieties to choose from. The big player is DiGiorno, which will sell $1 billion worth of pizza this year. So who's the best — and worst? I went on a supermarket spree, buying two kinds of every pizza brand at eight supermarkets (the photo shows the result of just one trip). I ended up with 37 brands and 70 pizzas (several pizzas came in one form only), sampling every pizza, rating each brand, just as we did with our ranking of every chain burger. All the pizzas except one (Lean Cuisine, for microwave only) were cooked in a conventional oven. Our number one frozen pizza brand? You may not even have heard of them.

Peter Genovese | NJ Advance Media for NJ.com

Jeno's and Totino's are owned by General Mills more than 300 million of the two brands are sold every year. Rose and Jim Totino started making pizzas in Minneapolis in 1951 legend has it that Rose convinced a local bank to give her a $1,500 loan by bringing pizza to the bank.

Peter Genovese | NJ Advance Media for NJ.com

Maybe it's the "genetically-engineered cheese.'' Or the reddish-pink sauce. Or maybe because it's just plain bad. On my last day on earth Iɽ rather eat earth.

Peter Genovese | NJ Advance Media for NJ.com

Practically indistinguishable in appearance and taste to Jeno's, Totino's Party Pizza also contains nearly identical amounts of fat and sodium. In 1962, Rose and Jim Totino launched Totino's Finer Foods, soon becoming "the first big name in the frozen pizza industry,'' according to General Mills. The company was acquired by Pillsbury in 1975 General Mills acquired Totino's with its purchase of Pillsbury in 2001.


The 10 Best Pizzerias in Atlanta

Obviously, New York has the pizza market mostly cornered, and Chicago lays its own special claim—regardless of what you think of their "style"—but damn if Atlanta didn't go and turn itself into a bona fide pie town when no one was looking. From Neapolitan masters kicking it Old World to next-gen chefs unafraid to get a little out there with toppings, all the way to strip mall joints and college hangouts—hell, even pizzas off a tow-behind trailer. Let's just say pie fanatics could do a lot worse than booking a flight to Hartsfield-Jackson International and immersing themselves in our city's pizzascape for a few days. You won't have time to hit all the raveworthy pies in town, but here's a fully representative list of the best Atlanta has to offer.

Varasano's Pizzeria

Jeff Varasano is no stranger to Serious Eaters, having graced our corner of cyberspace for some time, sharing intel and weighing in on the State of Pizza in this country with a regularity you might not immediately expect from someone so universally lauded in piedom. But Jeff isn't just one of the top pizza ambassadors out there right now, he's also fabbricazione some of the very best pizzas out there right now, too.

His restaurant in Buckhead has turned five, and although many flashier newcomers have popped up (and some have already folded, too) in the years since, Jeff is still more often than not personally cranking out the pizzas that have garnered him a true cult following. (And often wandering the dining room doing Rubik's Cube tricks for the kiddos!)

His world-famous recipe is right there on his website for anyone with an ISP to hack, but odds are you won't get the same results that he pulls out of his PizzaMaster electric ovens with such astonishing consistency. Though he's currently revamping his menu, you can never go wrong with the house special. Nana's puts a noticeably herby San Marzano sauce atop a crisp and gorgeously-spotted crust that shatters on the tooth, and then adds delightfully gooey puddles of mozz. And when Jeff Varasano recommends that you add pancetta and garlic to one of his pizzas. Do. Esso.

Varasano's Pizzeria

2171 Peachtree Road NE, Atlanta, GA 30309

Don Antonio by Starita

Napoli. New York City. Atlanta. Don Antonio by Starita launched A-town into that upper tier of the pizzasphere by selecting a hidden gem of a kitchen on West Paces Ferry to house only their third global location. Chef and owner Roberto Caporuscio (and his daughter Giorgia) put out a dizzying menu of over 60 pizza varieties, from 11 different takes on the classic Margherita to wild creations featuring pistachio pesto, cream of walnut, and butternut squash and zucchini.

Whatever pie you choose, order the Montanara Starita (above) as your first bite. This deep-fried dough round dressed with tomato sauce, smoked buffalo mozzarella, and basil is the way Roberto grew up eating pizza, and it may just redefine your idea of the entire food category.

The dough is stretched by hand (but never tossed) and the mozz (from Green Bay, WI curd) is made in a glass room as a form of dinner theater. Suffice it to say that Caporuscio's crew takes every extra step to do every little thing the exact right way. If it weren't already a town that didn't already have Jeff Varasano and the hype machine that is Antico, Don Antonio by Starita might be the undisputed king of the city's traditional pizza scene. Capruscio's already the US president of the APN, after all.

Don Antonio by Starita

102 West Paces Ferry Road, Suite E, Atlanta, GA, 30305

Vingenzo's Pasta & Pizzeria

The quaint historic town of Woodstock might not be where you'd expect to find some of the best pizza you'll ever put in your mouth, but diners in the know on the northwest side have been packing Vingenzo's per anni. Chef Michael Bologna serves up "what they eat in Italy," not your idea of what they eat in Italy. So forget chicken parm and spaghetti and meatballs this is true Southern Italian fare.

The pizzas in particular show incredible attention to detail and quality. Il Regina (pictured above) features wild mushrooms grown at a local startup farm that Bologna has partnered with, and sausage that's hand-cranked on-site by Bologna himself, from a recipe handed down from his father, an Italy-born butcher.

Every Vingenzo's pie I've tried offers an interesting study in texture, with a liquefied center and a yeasty chew at the outer rim (deeply-scorched from its ride in the oak-fueled oven, where a last splash of wood chips blaze brightly to create the textbook leopard spots). Prepare to roll up your sleeves, though, because the pies don't come pre-sliced. But pizza this amazing is worth a little knife work, as well as the drive to the suburbs to get it.

Vingenzo's Pasta & Pizzeria

105 East Main Street, Suite 100, Woodstock, GA 30188

Antico Pizza Napoletana

Die-hard food fans (and even our own review from July 2012) will say that Antico has lost some of its shine. But try telling that to the long lines that still form every single afternoon and evening (save for Sunday) at this Westside hotspot, or to anybody in the 404, who, whenever a new pizza place opens, immediately asks with a smirk, "Yeah, but how is it compared to Antico?"

Owner (and mini-empire-builder) Giovanni Di Palma hit an over-the-stadium-wall-and-into-the-parking-lot (which this place needs, BTW) grand-slam home run with Antico, a bare-bones cinderblock building that features three imported Acuntos in the back room turning and burning pies that are sometimes ready before you've even found your seat at one of the communal tables. For all the deafening hype, though, Antico is (perhaps surprisingly for the first-timer) unpretentiously Spartan through and through pies are served on parchment-lined sheet pans amid tubs of plastic forks at the tables. Want some grated Parm or a few Calabrian chiles or a handful of fresh basil leaves? Step right up to the condiment station and help yourself.

Il San Gennaro never disappoints, with sweetness and spiciness in equal measures from the sausage, red peppers, and caramelized Cipolline onions. Antico serves an especially chewy pie—the dough is seriously floppy and spongy all the way out to the cornicione. It's tasty as hell, sure, but perhaps not as structurally sound as other Neapolitans in town.

But if you're nitpicking over bready pizza bones, you're missing half the point (and most of the fun) of Antico. It's hot and loud and crowded and totally high-energy, and God help me, you still actually feel a little cooler just for being there. In a town where so many people want to take all food so damn seriously (especially pizza, it seems), Antico still has that something that is becoming increasingly rare: people who look genuinely happy to be eating there.


2373 S Archer Ave

This is the moment we’ve been waiting for! The award for the number one pizza restaurant in Chicago goes to Connie’s. This restaurant has been serving delicious Italian food in the city since 1963.

At UrbanMatter, U Matter. And we think this matters.

Tell us what you think matters in your neighborhood and what we should write about next in the comments below!

Featured Image Credit: Connie’s

The 10 Best Bars to Visit in Logan Square of Chicago

Are you looking to experience the unique culture and residents of Logan Square? Logan Square has risen in popularity in recent years among Chicago residents. If you’re looking for places to party in Logan Square, these are the best bars to visit with friends.


Guarda il video: Ecco i migliori pizzaioli dItalia


Commenti:

  1. Dov

    Penso che abbiano torto. Scrivimi in PM.

  2. Yesuto

    Sembri un esperto)))

  3. Dugore

    Mi scusi, ho rimosso questa domanda

  4. Sigiwald

    Pensiero meraviglioso, molto utile



Scrivi un messaggio