acetonemagazine.org
Nuove ricette

CHISCAU

CHISCAU



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Lavare il riso e scolarlo bene

Mettere l'acqua in una pentola e quando inizia a bollire aggiungere il riso e farlo bollire per circa 5 minuti. Scolarla e lasciarla raffreddare

Facciamo bollire fegato e polmoni, facciamo bollire il sangue con un po' di sale e poi lasciamo raffreddare.

Laviamo bene il pasalaul e lo scoliamo bene dall'acqua

In una casseruola scaldare la cipolla tritata finemente, unire il riso, aggiungere il fegato e i polmoni tritati finemente, il sangue, il pasala, il pepe, le spezie, il timo, il sale e mescolare bene.

Riempiamo le stuoie di maiale (lavate bene) e le leghiamo alle estremità

Mettiamo l'acqua in una pentola con foglie di alloro, rametti di timo e quando inizia a bollire aggiungiamo l'hurca e facciamo bollire a fuoco lento, quando inizia a gonfiarsi li bucheremo con un ago.

Ci piace molto la griglia


AGGIORNAMENTO NICHITA E I LUOGOTENENTI TORNANO ALLA IAI, NELLE LORO CASE

Dopo 12 anni di silenzio in municipio, Gheorghe Nichita ha avuto ieri i primi seri problemi con la giustizia. Risvegliato dal sonno dagli arieti dei gendarmi, il sindaco è stato prelevato dai pm della Dna e portato alle udienze in un caso in cui le prime informazioni, fornite dalle fonti, delineano una situazione preoccupante: Nichita avrebbe trasformato la Polizia Locale nella propria squadra investigativa . Il sindaco avrebbe ordinato al capo della Polizia Locale di rintracciare le persone in città. Fonti legali hanno precisato per & bdquoZiarul de Iaşi & ldquo che il sindaco avrebbe chiesto una squadra della Polizia Locale per sorvegliare anche la sua ragazza. Ieri, mentre il capo della città era trattenuto nella villa di Copou dagli inquirenti, altri agenti del Dna hanno messo sottosopra il municipio. Sleghiamo il conto: interi sacchi di documenti, computer, memory stick sequestrati. La cattura finale è stata coerente per i pubblici ministeri: da parte di Nichita, sono stati anche portati dai gendarmi a Bucarest (da sinistra a destra nelle immagini) Dumitru Tomorug (direttore tecnico del municipio), Adina Samson, Eugen Costică Chişcă City Hall), Liviu Hliboceanu e Ştefan Av & icircrvarei (direttore e capo servizio della Polizia Locale).

Liberati Gheorghe Nichita, Liviu Hliboceanu e Ştefan Av & icircrvarei. I magistrati del Tribunale di Bucarest ne hanno ordinato il rilascio sotto controllo giudiziario. "La proposta di arresto è stata respinta ed è stata disposta la revisione giudiziaria. Stiamo aspettando il ricorso della Procura e abbiamo "massima fiducia nella giustizia", ​​ha affermato Ionel Nechita, che ha difeso Hliboceanu e Avîrvarei.

"Non si può arrestare un uomo solo perché è un leader politico, regionale e nazionale o perché è sindaco di una grande città, per accuse ridicole. "Il mio cliente sarà libero a partire dall'1:15, dopo la scadenza dell'ordine di detenzione", ha affermato Marius Striblea, l'avvocato del sindaco Gheorghe Nichita.

AGGIORNAMENTO: Dumitru Tomorug, Adina Samson e Eugen Chisca non hanno ricevuto mandati di arresto

Testo pubblicato sulle pagine di Ziaul de Iaşi, 1 maggio 2015

Ora 14.27. Petre Andrei Street, da Iaşi, quartiere Copou. Decine di persone di Iași fissano sbalordite la folla di telecamere e accessori video nella recinzione di ferro che circonda la villa del sindaco Nichita. & Icircn unfolding: una diretta messa a disposizione dai pm della Direzione nazionale anticorruzione (Dna). Affiancato da due & bdquomascaţi & ldquo, il capo del municipio di Iaşi, Gheorghe Nichita, lascia la sua casa nel quartiere di Copou. "Farò delle dichiarazioni", ha scritto Nichita in modo incontrollabile ai giornalisti, dopo pochi secondi prima di aver pronunciato un sorriso incomprensibile. Fu il culmine di una giornata in cui l'intera città ribolliva come una pentola a pressione. Ingredienti: DNA, perquisizioni, municipio.

& L'inizio della giornata

Poco dopo le sette del mattino, in 21 punti della città, decine di gendarmi sono scesi ieri in quella che sarà sicuramente la fila dell'anno a Iasi. Un'ora e mezza dopo, i funzionari della DNA hanno fornito la prima e unica informazione ufficiale sull'azione che ha dato fuoco alla città: i pubblici ministeri della DNA stanno indagando su un procedimento penale con l'accusa di aver commesso reati legati alla corruzione. Ora. Nel corso del 30 aprile 2015, a seguito dell'ottenimento delle autorizzazioni di legge da parte del tribunale competente, sono state effettuate perquisizioni domiciliari in 21 località ubicate nel Comune di Iasi, di cui tre sedi di enti pubblici, le restanti sedi di aziende e abitazioni di individui fisici. & ldquo

Ricerche in municipio e hellip

I furgoni dei gendarmi di Bucarest, che hanno sostenuto gli inquirenti, hanno inizialmente tentato di entrare nella sede del comune in via Colonel Langa, ma una barriera di catene ha confuso i loro piani e sono tornati indietro per entrare nella pedonale Ştefan cel Mare da Casa Modei. Almeno sei veicoli di intervento sono stati parcheggiati intorno al comune, quattro dei quali erano furgoni dei gendarmi. Una volta all'interno del municipio, i pubblici ministeri hanno impedito ai dipendenti di accedere a diversi uffici, compreso quello del sindaco. È interessante notare che alcuni lettori hanno notato che, mercoledì, intorno alle 23, diverse persone si sono viste in alcuni uffici e, otto ore dopo, sono scese sotto mentite spoglie. I lettori hanno sottolineato di aver notato luci intense nella parte dell'edificio dal parco del Teatro Nazionale (edificio B del municipio). Nel luogo da loro indicato si trovano l'aula protocollare del municipio, l'ufficio del sindaco e l'ufficio dove lavorano alcuni consiglieri del capo del sindaco. Alle perquisizioni di ieri hanno partecipato la segretaria del sindaco e avvocato Georgiana Antinia, dello studio legale Sanda Grădinaru. Le verifiche si sono svolte nell'arco di nove ore, al termine delle quali tre persone sono state prelevate dal Municipio per le audizioni: Dumitru Tomorug (responsabile dell'Ufficio Tecnico e Investimenti), Adina Samson (responsabile del Servizio Gestione Qualità e Controllo Interno di Gestione ) e Eugen Costică Chişcă (capo del servizio amministrativo). Sono stati caricati numerosi documenti, oltre a diversi laptop, supporti di memorizzazione (computer, n.r.) e ulteriori ricerche sono da svolgere. Dai documenti presentati si tratta di un'accusa che mira a reati di abuso d'ufficio, rispettivamente di accesso non autorizzato a un sistema informatico", ha affermato Antinia, avvocato presente alle perquisizioni effettuate nell'ufficio del sindaco.

. e il sindaco

Sempre di prima mattina, le "mascherine" sono arrivate all'abitazione del sindaco Gheorghe Nichita, situata in via Petre Andrei, n. 16. I gendarmi non hanno ricevuto alcuna risposta dall'interno della casa e hanno forzato il cancello di accesso, spruzzando e poi spruzzando gas lacrimogeni sulle caverne nel cortile del sindaco. Dopo che gendarmi e funzionari del DNA sono entrati in casa sua, il sindaco Gheorghe Nichita ha chiamato sua figlia, Ilinca, per assisterla nelle ricerche. Più tardi, Nichita chiamò a casa sua due dei più famosi avvocati di Iasi. Il primo è stato Ionel Nechita, che in seguito ha dichiarato al giornalista & bdquoZiarul de Iaşi & ldquo, che & bdquore & icircncredere & icircn giustizia & ldquo e che sta aspettando di vedere quali sono le accuse portate dal DNA. Il decano del bar di Iaşi, Marius Striblea, arrivò in seguito alla villa di Nichita. Dopo nove ore e mezza di perquisizioni, i due avvocati sono usciti di casa. Si tratta di un reato di abuso d'ufficio. Hanno perquisito tutta la casa, ma, cosa molto importante, gli investigatori non hanno trovato nessuno degli oggetti che stavano cercando. All'inizio delle perquisizioni, al sindaco è stato chiesto di consegnare gli eventuali depositi di cui disponeva. Sua Maestà ha rispettato. "Ha consegnato agli investigatori tre memory stick, un laptop e un registratore", ha detto Striblea. Pochi minuti dopo che la ricerca era stata completata, l'ex moglie di Nichita, Florentina, è arrivata alla villa di Copou, affermando di non sapere cosa fosse l'inchiesta contro il sindaco. Verso le 14.30, affiancato da due gendarmi, è uscito di casa anche Gheorghe Nichita. A seguito degli apostrofi di un uomo di Iași che ha scavalcato la recinzione per giurare sul sindaco, è stato travestito da un furgone mascherato e portato a Bucarest, dove è arrivato intorno alle 19.00.

Secondo alcune fonti legali, oltre ai beni elencati da Marius Striblea, gli investigatori di Iași avrebbero anche prelevato dalla casa di Nichita due diari sui quali aveva scritto varie attività specifiche per la sua posizione.

Perquisizioni Polizia Locale e Salubris

Parallelamente alle azioni in Comune ea casa del sindaco, i pm della Dna sono scesi ad altre due istituzioni pubbliche: la Polizia Locale e la Salubris. Il capo della polizia, Liviu Hliboceanu, è stato prelevato dai pubblici ministeri a casa sua e portato alle udienze a Bucarest. "Nessuna accusa è stata portata alla mia attenzione, sto assistendo nelle perquisizioni", ha detto Hliboceanu del "giornale di Iaşi" mentre gli uomini mascherati controllavano la casa. Poco dopo, il vicesindaco Mihai Chirica lo ha sospeso dall'incarico e le funzioni della posizione di leadership sono state rilevate da Georgel Grumeza. Un altro capo preso di mira dagli inquirenti è stato Stefan Avîrvarei, dell'Urban Control Service, anche lui portato alle udienze nella Capitale. Alla Salubris gli inquirenti hanno perquisito l'Ufficio Relazioni con il Pubblico e hanno prelevato un dipendente di questo dipartimento, dipendente dell'Ente dall'inizio dell'anno.

Gli uomini mascherati hanno frugato, il vicesindaco incoronato

Durante le perquisizioni, Chirica ha sposato la figlia dell'ex capo dei residenti di Iasi. La prima reazione del municipio è arrivata dal vicesindaco Mihai Chirica. Ha lasciato la sede comunale intorno alle 11.00. Ha detto di non conoscere i dettagli dell'indagine e ha detto che sarebbe andato al Registro Civile per officiare un matrimonio. Più tardi, i giornalisti hanno interrogato il vicesindaco e hanno scoperto che ha sposato Oana Roman e Sabin Iloaiei, una coppia di musicisti. Oana è la figlia dell'ex capo dei residenti di Iasi, Dorel Roman, che si è dimesso dal capo del Servizio Azioni Speciali nel gennaio 2015 a seguito di un'indagine DIICOT. "Conosco i due giovani e sono grandi musicisti", ha detto brevemente Chirica.

Riunione di emergenza al PSD

Per tutta la giornata, i rappresentanti del municipio hanno rifiutato di fornire informazioni sulle ricerche, affermando che si trattava di un'indagine in corso. Verso le 14, quasi contemporaneamente al completamento delle perquisizioni a casa del sindaco Nichita, diversi dirigenti del PSD Iaşi sono stati convocati presso la sede del partito Chirica. "Ho chiesto loro di non rischiare e di non fare dichiarazioni perché questa è una questione di amministrazione, non di politica", ha detto Chirica. Inizialmente i socialdemocratici volevano annullare le manifestazioni dedicate al 1 maggio a Ciric, il cui principale organizzatore è il sindacato dell'amministrazione, ma hanno ribaltato la decisione. Nella seconda parte della giornata, il vicesindaco ha detto che la situazione al municipio è "deplorevole". "La giustizia è quella che ha in questo momento di condurre l'inchiesta tutte le ragioni per mantenere la riservatezza, e nel momento in cui arriva a un risultato essere quella giusta", ha commentato, a sua volta, il vicesindaco Gabriel Surdu.

Clip tratta dall'account YouTube di B1TVChannel

& bdquoNichita ha richiesto e ricevuto dati non destinati alla pubblicità & ldquo

Riguardo alle accuse nel fascicolo costruito attorno al sindaco Nichita, fonti legali citate dalle agenzie di stampa hanno specificato che almeno una parte di esse riguarderebbe il modo in cui il sindaco avrebbe soggiogato la Polizia Locale. Secondo le fonti, Nichita avrebbe utilizzato i dipendenti della Polizia Locale, attraverso il direttore Liviu Hliboceanu, per seguire diverse persone di Iaşi della cui attività il sindaco voleva essere a conoscenza. Inoltre, il sindaco avrebbe fatto effettuare ai vigili urbani delle vere perquisizioni sulle rispettive persone, ma anche sulle persone con cui interagiscono. Gheorghe Nichita avrebbe usato Hliboceanu e il capo del servizio di pianificazione urbana, Ştefan Av & icircrvarei, come intermediari, e i dipendenti dei due hanno riferito dove erano, con cosa stavano, con chi stavano parlando e dove erano le persone in movimento. Fonti citate dagli agenti hanno anche affermato che il sindaco ha ordinato alla polizia di controllare i database dell'ente per controllare le auto utilizzate dalle persone che viaggiavano con le spie, per scoprire chi sono e qual è il loro entourage. Alcune persone interessate sarebbero state monitorate per alcune ore, quando il sindaco lo ha ordinato. & bdquoNichita Gheorghe, avvalendosi della posizione ricoperta, ha richiesto e ricevuto dati non destinati alla pubblicità, & icircn al di fuori di qualsiasi incarico di servizio, & & icircn & icircn adempimento di un interesse personale & ldquo, si mostra & icircn documenti ufficiali in questa vita. Tutte le spese per le limature ordinate da Nichita sono state rimborsate con denaro pubblico, da Hliboceanu e Av & icircrvarei, che hanno redatto ordini di servizio & icircn che hanno svolto attività professionale.

Fonti legali hanno affermato per & bdquoZiarul de Iaşi & ldquo che una delle persone che Nichita avrebbe supervisionato in questo modo è una donna del municipio, su cui si sospetta che il sindaco avesse una relazione amorosa.

Polizia locale - & bdquobodyguards del sindaco & ldquo

Nel corso del tempo, ci sono state una serie di situazioni in cui la polizia locale ha usato la forza per rimuovere i manifestanti dagli eventi a cui partecipava il sindaco Gheorghe Nichita. Lo scandalo più famoso è avvenuto nel febbraio 2012, quando uno degli avversari più accesi di Nichita, Sorin Bălănescu, è stato ammanettato nelle sale del municipio. Bălănescu ha cercato di prendere la parola alla riunione del Consiglio locale senza il consenso del presidente della riunione Sorin Iacoban (PSD), amico intimo di Nichita, ed è stato ripreso dalla polizia chiamata dai socialdemocratici. Mentre veniva portato fuori dalla sala, Bălănescu ha preso a calci due finestre. A seguito dell'incidente, è stato multato. Durante le ricerche del DNA di ieri al municipio, Bălănescu ha forzato il suo ingresso nella sede del comune, ma è stato fermato dalla polizia locale e successivamente identificato dai gendarmi. Incidenti tra polizia locale e manifestanti del sindaco sono stati registrati anche in altre occasioni, soprattutto in occasione di manifestazioni organizzate dal PSD, quando si potevano vedere con il sindaco della città, compresi agenti civili. & Icircn 2011, l'ex prefetto di Iaşi Dragomir Tomaşeschi & icircl accusa Nichita di aver trasformato la Polizia Locale & icircn & bdquogardă pretoriană & ldquo, sottolineando che gli agenti erano diventati & bdquobodyguarzii del sindaco & ldquo.

Quando il sindaco è sospeso

Gheorghe Nichita può essere sospeso dall'incarico solo se posto in custodia cautelare sulla base di una decisione del tribunale, ai sensi dell'art. 71 della legge sulla pubblica amministrazione (215/2001, ripubblicato). Il mandato del sindaco è sospeso per legge solo se è stato posto in custodia cautelare. La misura della custodia cautelare è immediatamente comunicata dal giudice al prefetto che, con ordinanza, constata la sospensione del mandato & ldquo, è riportato al par. 1 nell'art. 71. Secondo lo stesso atto normativo, il provvedimento di sospensione è valido solo per il periodo in cui si trova in stato di arresto. & bdquoSe il sindaco sospeso dall'ufficio è stato dichiarato non colpevole, ha il diritto, & icircn ai sensi di legge, di pagare i diritti salariali corrispondenti al periodo & icircn che è stato sospeso & ldquo, si evince dal par. 4, artt. 71. In caso di sospensione di Nichita, i consiglieri comunali nomineranno, a scrutinio segreto, un sindaco ad interim tra i due vicesindaci: Mihai Chirica o Gabriel Surdu. Il sindaco capo deve essere votato dalla maggioranza dei consiglieri in carica. La perdita della qualità di sindaco è invece regolata dalla legge sullo statuto degli eletti locali (393/2004, aggiornata). Tale situazione si verifica solo dopo una condanna per una pena detentiva con sentenza definitiva del tribunale. (art. 15, lett. e). La legge sullo statuto degli eletti locali prevede anche la decadenza dalla qualità di sindaco nei seguenti casi: dimissioni, incompatibilità, perdita del diritto elettorale o perdita, per dimissioni, della qualità di membro del partito politico su cui lista è stata eletta. In tutti i casi di cessazione anticipata del mandato, il prefetto ha l'obbligo di emanare un'ordinanza in tal senso.

Beni dichiarati

Il sindaco Gheorghe Nichita è uno dei sindaci più pagati del paese. Secondo l'ultima dichiarazione patrimoniale, Nichita aveva un reddito mensile di 6.409 lei nel 2013. Possiede tre appezzamenti di terreno di oltre 2.700 mq e una villa di 347 mq. Il sindaco ha dichiarato di possedere gioielli del valore di 7.500 euro e quadri del valore di 8.000 euro. Nichita ha cinque conti bancari di oltre 70.000 lei e investimenti finanziari di oltre 100.000 lei presso la NBR. Il capo del dipartimento tecnico e degli investimenti, Dumitru Tomorug, ha dichiarato un reddito mensile di 4.855 lei per il 2013. Possiede un terreno di 252 mq e una casa di 72 mq. Tomorug possiede due auto e l'anno scorso ha chiuso un prestito di 78.000 lei. Adina Samson guida il Servizio Gestione Qualità e Controllo Gestionale Interno all'interno dell'Ufficio Tecnico. Quando era un ispettore specializzato, nel 2013, ha dichiarato un reddito mensile di 3.396 lei. Nel 2014 ha acquistato un'auto Skoda e ha dichiarato gioielli del valore di 7.500 euro. L'ex autista del sindaco Nichita, Eugen Chişcă guida il servizio amministrativo. Secondo l'ultima dichiarazione di fortuna, Chişcă possiede una villa di 320 mq con un terreno di pertinenza di 1.054 mq, accanto ad un appartamento di 37 mq. Nel 2013 aveva un reddito mensile di 2.182 lei e nel 2012 ha contratto un prestito di 59.800 lei.


Tavola di Natale in Moldova e Bucovina & #8211 piatti tradizionali e tradizioni specifiche

Cosa c'è di più bello di un Natale lontano dal trambusto delle città, in un luogo dove la neve sembra non fermarsi mai, gruppi di cantanti carolers passano da ogni casa, i piatti della tradizione vengono messi in tavola e l'albero di Natale addobbato è aspettando i suoi doni? L'immagine perfetta di un Natale distaccato, per così dire, dai racconti della nostra infanzia è infatti la realtà dei borghi rurali.

La Moldova e la Bucovina sono tra le regioni dove le tradizioni ei costumi di questa festa sono ancora sacri.

Ecco alcuni dei segreti culinari del Natale trascorso lontano, tra i troiani delle nevi, nelle piccole e accoglienti pensioni e case nel cuore della Moldavia e della Bucovina:

• In Moldavia e Bucovina si digiuna fino a Natale e i piatti tradizionali di "frutta" (a base di carne) vengono messi sotto il portico, sotto la finestra, senza che nessuno li tocchi.

• Salsicce tradizionali moldave, borscht moldavo acido, brodo di rafano moldavo (maiale bollito, pollo o manzo con panna acida e salsa di rafano), cozonac e zuppa di borscht con costolette affumicate sono solo alcuni dei piatti tradizionali della Moldova.

• I sarmale contengono carne affumicata e una salsa speciale, da brodo, borscht, succo di carne, latte e vino, che vengono serviti con panna acida.

• Le casalinghe preparano torte con noci tritate, uvetta, cacao e semi di papavero.

• La chisca è specifica sia della Moldova che della Bucovina, essendo una braciola di maiale farcita con riso e carne macinata, bollita e poi fritta.

• In entrambe le zone vengono preparati per il Natale dei panini rotondi, che le persone paragonano al Sole e alla Luna, conferendo loro poteri magici.

• Negli ultimi giorni di digiuno, la gente della Bucovina cucina cibo da digiuno, poi consacrato la notte di Eva dal parroco del villaggio. Tra i piatti per Natale ci sono il succo di carne con i tocmagi (tagliatelle), i freddi di cocco, la Bucovina tochitura (salsicce di maiale fritte, costolette di maiale fritte, formaggio di pecora, uova e polenta), rafano e panna acida, salsicce affumicate, prosciutto affumicato, torta con le noci e semi di papavero e una torta specifica al mais.


Non ci sono vacanze senza un pasto ricco di piatti tradizionali rumeni. Ti insegneremo come preparare correttamente una delle ricette natalizie più amate.

Caltaboș fa parte delle ricette tradizionali che si fanno per il Natale, ha varie ricette, a seconda della zona o della casalinga ed è semplicemente assolutamente delizioso!

Di solito faccio anche caltabos quando faccio batteria e lebar, quindi scelgo gli organi da lì anche per i caltabos.

Mondate la cipolla e tagliatela a pezzetti, mettetela in una padella con 2-3 cucchiai di olio e fatela appassire leggermente, poi aggiungete il riso e 150 ml di acqua.

Tritare la carne attraverso un setaccio capiente, aggiungere gli organi tritati, la cipolla con il riso, le spezie a piacere e riempire l'intestino. Legate le estremità e bucherellate con uno stuzzicadenti da un posto all'altro, in modo da non rompersi durante la bollitura.

Ci sono diversi modi per prepararlo: bollito, fritto nell'olio o nello strutto e al forno.

È pronto quando non esce liquido, quando è punto.
Potete aggiungere al caltabos anche un po' di pancetta affumicata a dadini, in questo modo i caltabos avranno un leggero sapore affumicato e un bell'aspetto a mosaico.

Insomma, i caltabosii sono una specie di sarmale, ma in altra forma e senza cavolo. Il gusto è molto vicino a quello dei sarmales!


Chicădaga cementificio

Abbiamo effettuato investimenti ambientali per un totale di 20,7 milioni di euro. Questi sono costituiti da:

  • modernizzazione delle attrezzature per la rimozione della polvere
  • acquisto di impianti automatizzati di combustione di combustibili alternativi
  • acquisto di due moderni impianti di monitoraggio in continuo delle emissioni al camino (portata fumi, temperatura, umidità, emissioni polveri, ossidi di azoto, anidride solforosa, carbonio organico totale, acido cloridrico, acido fluoridrico, ammoniaca, ecc.).

Abbiamo modernizzato gli impianti di depolverazione utilizzati nei processi di produzione, trasporto e stoccaggio del cemento. Ad esempio, la principale macchina di depolverazione è un filtro a maniche di ultima generazione, che garantisce un'emissione massima di 10 mg / Nm3, essendo considerato l'attrezzatura di ritenzione della polvere più avanzata utilizzata nell'industria del cemento, secondo le migliori tecniche disponibili . Pertanto, abbiamo ridotto la quantità di polvere rilasciata nell'atmosfera e le emissioni di gas di scarico. Attualmente, sono al di sotto dei limiti legali.

Abbiamo anche acquistato impianti automatizzati di combustione di combustibili alternativi: pneumatici usati e combustibile solido preparato da rifiuti industriali e domestici differenziati - CDR. Attraverso queste misure, contribuiamo alla conservazione delle risorse non rinnovabili, in particolare i combustibili fossili, e rispettiamo i principi dello sviluppo sostenibile.

Prestazioni ambientali

Quando abbiamo rilevato lo stabilimento, le emissioni di polveri derivanti dai processi di combustione nel forno hanno superato i 500 mg/Nmc.

Attraverso gli investimenti fatti fin dai primi anni, le emissioni di polveri delle principali apparecchiature nel flusso tecnologico sono diminuite notevolmente, registrando valori inferiori a 20 mg/Nmc.

Le emissioni di polveri e gas sono attualmente al di sotto dei limiti richiesti.

Concentrazione media annua delle polveri del cementificio di Chișcădaga (mg/Nm3)

Al fine di monitorare la qualità delle acque reflue, rispettivamente per mantenere un impatto minimo sull'ambiente, le analisi vengono frequentemente eseguite tramite un laboratorio accreditato.


Tamburo domestico come in Moldova

Lasciar bollire per un massimo di 1 ora, a fuoco basso, bucherellandolo sempre in modo che non si rompa, quindi estrarlo e metterlo tra 2 ripiani di legno, e appoggiarci sopra dei pesi.

Fare attenzione a non rendere le cime di legno tenero o usate per il pesce, perché il tamburo catturerà odori specifici. Se non si dispone di piani di lavoro, utilizzare vassoi e pesi in cima, per premere.

Lasciare raffreddare fino al giorno successivo, quindi tagliare e gustare con grande appetito.

Puoi anche fumare, se vuoi e hai dove. & # 128578

I consigli di Gina Bradea

È così che faccio il tamburo, state molto attenti a mettere topi, scarpe da ginnastica o setole in abbondanza per gelificare bene il succo. Non mi piace usare la gelatina commerciale, meglio mettere un orecchio in più o adidas.

a tamburellare si usa anche la testa di maiale, ma io non la uso, non sopporto di vederla in pentola, ogni volta che compro maiale la do a mia madre.

Ai miei nonni, sulla linea Barlad, si aggiunge sangue al tamburo e al lebar, ma non mi piace. Quando il maiale viene tagliato, arriva subito una donna con una padella e raccoglie il sangue del maiale, fresco (di solito si seziona la giugulare e il sangue fuoriesce copiosamente, e il maiale muore velocemente e senza tormenti), poi si aggiunge una manciata di sale e si mescolato bene, così non si coagula.

Tamburo domestico come in Moldova

non mangio tamburo sanguigno o lebar, o sanguinamento di qualsiasi tipo. Nemmeno io sopporto di tagliare il maiale, sono stufo di quell'odore di sangue fresco. Anche se preparo tutto dopo, non voglio sentire l'odore del sangue fresco. & # 128578

E dedico questa ricetta a Diana, forte iscritta e commentatrice del blog Pofta Buna. Diana e quindi, perché non ne so più, è in incognito & # 128578

Puoi anche vedere il video con il nostro tamburo, come lo facciamo e che aspetto ha, nel video qui sotto. È fragrante, leggermente piccante e molto ben legato.

Puoi iscriverti al nostro canale Youtube e ti invitiamo a guardare le altre video ricette & # 128578


Torte di grano saraceno (caltaboş)

I Caltaboşii sono piatti tradizionali che non dovrebbero mancare sulla tavola dei rumeni durante il Natale. Scopri come realizzarli secondo una ricetta tradizionale, estremamente semplice! Ecco come prepararlo!

1. Lavate bene la carne e le interiora e lessatele in acqua fredda con la pancetta.

2. Quando inizia a bollire, montare la zuppa e aggiungere il pepe, l'alloro, il sale, due cipolle e due carote.

3. Nel frattempo, tritate finemente tre cipolle e fatele appassire in poco olio.

4. Dopo che le interiora e la carne hanno bollito, togliere dalla pentola e lasciar raffreddare. Quindi vengono passati al tritacarne, insieme alla cipolla indurita.

5. Mettere il riso e il grano saraceno in una padella e farli rosolare leggermente. Lasciare raffreddare, quindi mettere in una garza e far bollire nell'acqua in cui sono stati preparati gli organi.

6. Una volta pronto, unire alla composizione di carne e frattaglie, condire con sale, pepe, noce moscata e pimento e infilare nelle budella lavate e pulite.

7. I caltabos risultanti vengono posti in una garza e fatti bollire per circa 10 minuti.


Polpette con peperoncino e origano. Queste sono le migliori polpette che abbia mai mangiato.

Mi piacciono molto le polpette con peperoncino e origano. Ho rubato la ricetta 3 anni fa a mia cognata. Da allora, preparo le polpette solo dopo questa ricetta. Ti consiglio di provarlo anche tu. Non è affatto complicato, quindi non puoi sbagliare.

Hai bisogno:

  • 500 gr di carne di maiale macinata
  • 300 gr di funghi, 1 peperone rosso
  • 1 uovo, pangrattato
  • sale, pepe nero macinato, paprika, origano
  • Olio di semi di girasole (per friggere)

Metodo di preparazione:

Metti la carne di maiale macinata in una ciotola. Consiglio di usare la carne macinata a casa. È molto migliore e più sano di quello in negozio. Aggiungi l'uovo nella ciotola della carne. Condire la carne con paprika e sale.Sbucciare una zucca, grattugiarla e tritarla finemente. Metti una padella d'olio sul fuoco. Quando l'olio si scalda, mettete i funghi tritati nella padella. Fateli rosolare un po', poi aggiungete il peperoncino tritato finemente.Condire con sale e pepe nero macinato.

Dopo che i peperoni e i funghi sono fritti, aggiungili alla ciotola di carne macinata. Aggiungere 3 cucchiai di pangrattato e un po' di origano. Impastare il composto di carne macinata e verdure.Mettere il pangrattato in una ciotola. Dalla composizione della carne forma delle palline. Passate le polpette di carne macinata nel pangrattato.Rimettete sul fuoco una padella d'olio. Quando l'olio si scalda, aggiungere le polpette. Friggere le polpette da entrambi i lati in olio bollente fino a quando saranno ben dorate.Quando saranno pronte, toglietele dalla padella e adagiatele bene su un piatto. Potete servirli sia caldi che freddi. Sono altrettanto gustosi. Divertiti con i tuoi cari e aumenta la tua cucina!


Polpette con peperoncino e origano. Queste sono le migliori polpette che abbia mai mangiato.

Mi piacciono molto le polpette con peperoncino e origano. Ho rubato la ricetta 3 anni fa a mia cognata. Da allora, preparo le polpette solo dopo questa ricetta. Ti consiglio di provarlo anche tu. Non è affatto complicato, quindi non puoi sbagliare.

Hai bisogno:

  • 500 gr di carne di maiale macinata
  • 300 gr di funghi, 1 peperone rosso
  • 1 uovo, pangrattato
  • sale, pepe nero macinato, paprika, origano
  • Olio di semi di girasole (per friggere)

Metodo di preparazione:

Metti la carne di maiale macinata in una ciotola. Consiglio di usare la carne macinata a casa. È molto migliore e più sano di quello in negozio. Aggiungi l'uovo nella ciotola della carne. Condire la carne con paprika e sale.Sbucciare una zucca, grattugiarla e tritarla finemente. Metti una padella d'olio sul fuoco. Quando l'olio si scalda, mettete i funghi tritati nella padella. Fateli rosolare un po', poi aggiungete il peperoncino tritato finemente.Condire con sale e pepe nero macinato.

Dopo che i peperoni e i funghi sono fritti, aggiungili alla ciotola di carne macinata. Aggiungere 3 cucchiai di pangrattato e un po' di origano. Impastare il composto di carne macinata e verdure.Pune pesmetul intr-un vas. Din compozitia de carne formeaza bile. Trece bilele de carne tocata prin pesmet.Pune din nou o tigaie cu ulei pe foc. Cand uleiul se incinge, adauga chiftelele. Prajeste chiftelele pe ambele parti in ulei fierbinte pana se rumenesc bine.Cand sunt gata, scoate-le din tigaie si asaza-le frumos pe o farfurie. Le poti servi fie calde, fie rece. Sunt la fel de gustoase. Pofta buna alaturi de cei dragi si spor la gatit!


Caltaboș Bucovinean – Rețetă Tradițională Delicioasă

Chisca din Bucovina e sora buna cu caltabosul, caruia in Oltenia ii zice urat „matz – matze” si chisca inseamna pana la urma cam acelasi lucru in niste limbi slavone numai ca noua nu ne suna rau. Diferenta dintre chisca si caltabos este ca ea are si orez in compozitie.

Cum bate Craciunul la usa, nu mai aveti cum sa spuneti ca nu ati avut retete la indemana

Sa ne punem pe treaba. Capul porcului (taiat in 4), organele (ficatul, plamanii, rinichii, inima si splina) si cateva bucatele de carne si slanina le-am pus la fiert intr-un ceaun maaare, cu sare, cateva boabe de piper, cateva cepe si niste patrunjel

Dupa ce s-au fiert, le-am scos si le-am lasat la racit.

In apa in care au fiert organele, se fierbe si orezul, fiecare pune cat considera, eu am pus un pic mai mult de jumatate de kilogram la organele unui porc.

Dupa ce s-au racit, le-am dat prin masina de tocat carne, am potrivit de sare si piper, am pus orezul fiert si racit si el.

Am amestecat bine toate astea, in mod normal chisca se face in intestinele groase dar alea sunt mai greu de curatat si mai urate asa ca am umplut aceleasi intestine ca si la carnati.

Le-am legat la fiecare capat si am pus-o la fiert, trebuie fiarta la foc mic si inainte de asta trebuie intepata din loc in loc cu o scobitoare ca sa nu crape la fiert. Dupa ce a fiert

10 min. am scos-o pe un fund de lemn

Deasupra am pus alt fund si deasupra o oala ca sa o preseze.

Dupa ce s-a racit se mananca dupa preferinta, eu cu paine si mustar, bunica de exemplu o prefera prajita in tigaie cu mamaliga, mie mi se pare o combinatie pe care nu o pot incerca

Mare parte le-am congelat, e mult mai buna chisca fiarta dupa ce o decongelez decat daca as fi congelat-o gata fiarta.

O alternativa sanatoasa si foarte gustoasa pentru mezeluile injectate cu porcarii si apa din comert.


Chiftele cu ardei iute și oregano. Sunt cele mai bune chiftele pe care le-am mâncat vreodată.

Imi plac la nebunie chiftelele cu ardei iute si oregano. Am „furat” reteta acum 3 ani de la cumnata mea. De atunci doar dupa aceasta reteta prepar chiftelele. Iti recomand sa o incerci si tu. Nu este deloc complicata, deci nu ai cum sa dai gres.

Ai nevoie de:

  • 500 gr carne de porc tocata
  • 300 gr ciuperci, 1 ardei rosu
  • 1 ou, pesmet
  • sare, piper negru macinat, boia de ardei iute, oregano
  • Ulei de floarea soarelui (pentru prajit)

Mod de preparare:

Pune carnea de porc tocata intr-un bol. Iti recomand sa folosesti carne tocata in casa. Este mult mai buna si mai sanatoasa decat cea din magazin. Adauga oul in bolul cu carne. Condimenteaza carnea cu boia de ardei iute si sare.Curata ciupercile si taie-le fin. Pune o tigaie cu ulei pe foc. Cand uleiul se infierbanta, pune ciupercile taiate in tigaie. Prajeste-le putin, apoi adauga ardeiul rosu tocat fin.Condimenteaza cu sare si piper negru macinat.

Dupa ce ardeiul si ciupercile s-au prajit, adauga-le in bolul cu carne tocata. Adauga 3 linguri de pesmet si putin oregano. Framanta amestecul de carne tocata si legume.Pune pesmetul intr-un vas. Din compozitia de carne formeaza bile. Trece bilele de carne tocata prin pesmet.Pune din nou o tigaie cu ulei pe foc. Cand uleiul se incinge, adauga chiftelele. Prajeste chiftelele pe ambele parti in ulei fierbinte pana se rumenesc bine.Cand sunt gata, scoate-le din tigaie si asaza-le frumos pe o farfurie. Le poti servi fie calde, fie rece. Sunt la fel de gustoase. Pofta buna alaturi de cei dragi si spor la gatit!


Video: Cornel de la Chiscau