acetonemagazine.org
Nuove ricette

Il meglio del barbecue della Grande Mela di New York

Il meglio del barbecue della Grande Mela di New York



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Il sole era caldo, la salsa era appiccicosa e le costolette erano abbondanti al dodicesimo annuale Barbecue alla grande mela festival questo fine settimana al Madison Square Park, dove hanno suonato gruppi rock e pop del sud come The Roosevelts, e barbecue da tutto il paese hanno mostrato il miglior petto, costolette e maiale sfilacciato che avevano da offrire, tra cui il Blue Smoke di New York e il Barbecue in campagna, Texas' Salt Lick Bar-B-Que, e St. Louis' L'affumicatoio di Pappy.

Alcuni posti, come Que a Durham, nella Carolina del Nord, servivano persino un maiale intero.

Que è maiale. Foto di: Joanna Fantozzi

Le code sono state lunghe questo fine settimana in uno dei più grandi festival gastronomici di New York, ma Danny Meyer, che ha iniziato la festa 12 anni fa, ricorda quando era solo un isolato di fronte a Blue Smoke.

Il Madison Square Park era pieno fino all'orlo entrambi i giorni del festival. Foto di: Karen Lo

“La mia cosa preferita da fare qui è guardare le persone che mangiano barbecue; mi rende così orgoglioso come uno dei fondatori dell'evento", ha detto Meyer. "Il barbecue costruisce la comunità indipendentemente dal percorso di vita da cui vieni, guardati intorno sono tutti felici."

Tagliare la carne di maiale stirata per il barbecue Skylight Inn. Foto di: Karen Lo

Lo scorso fine settimana, il Blue Smoke di Meyer stava servendo la sfrigolante salsiccia Andouille con chow chow alla senape gialla, preparato dallo chef Jean-Paul Bourgeois.

Sicuramente c'è stata un po' di sana competizione questo fine settimana. È difficile non confrontare i venditori illustri - sono 17ns Street Bar e Grillle costolette affumicate e croccanti con una salsa dolce sono migliori del generoso aiuto di Pappy di costolette carnose e succulente? O forse era il panino con maiale stirato dello Skylight Inn.

Il sandwich di maiale sfilacciato dello Skylight Inn BBQ. Foto di: Karen Lo

Secondo il pitmaster di Salt Lick Scott Roberts, anche se fumavano tutti piatti simili (come la sua punta di petto, la salsiccia Andouille e l'insalata di cavolo), l'atmosfera tra i pitmaster è solitamente amichevole.

"Non cerchiamo di dire che siamo migliori di loro, quando dici i migliori è soggettivo, altrimenti ci sarebbero 250 milioni di migliori ristoranti barbecue", ha detto Roberts. "Cerchiamo solo di giudicare se abbiamo fatto un buon lavoro in base a come si sentono i nostri clienti".

Anche così, Roberts non avrebbe rivelato il segreto della sua salsa barbecue ispirata al Cajun. Questo è il genere di cose che i pitmaster difendono ferocemente.

Joanna Fantozzi è Associate Editor di The Daily Meal. Seguila su Twitter @Giovanna Fantozzi


Cheesecake newyorkese: un goloso assaggio della Grande Mela - ma qual è la migliore?

Non puoi battere una fetta di cheesecake newyorkese per concludere un pasto con stile. Tradizionalmente, dovrebbe essere costituito da uno strato superiore cremoso e piccante su una base di biscotto croccante. Il nostro team di esperti assaggiatori, guidati dalla specialista alimentare GHI Helen Wainwright, ha sgranocchiato nove cheesecake dei supermercati. Scopri perché pensiamo che Marks & Spencer faccia il meglio.

Punteggio: 76/100

La Marks & Spencer New York Cheesecake costa £ 4,50 ed è abbastanza grande da servire sei persone.

Questa torta ha una generosa quantità di ripieno di cheesecake morbido e profondo con una leggera consistenza di moussey. E' delicatamente aromatizzato con dolce vaniglia.

Punteggio: 73/100

La Waitrose New York Cheesecake è una cheesecake alla vaniglia cotta su base digestiva. Serve sei e costa £ 3,99.

Questa torta è meravigliosamente leggera e cremosa. La base è friabile ma morbida e burrosa, e ha un perfetto equilibrio di vaniglia dolce.

Punteggio: 73/100

La Tesco Finest New York Cheesecake costa £ 3 per sei persone. Si tratta di una cheesecake alla vaniglia del Madagascar cotta al forno su una base di biscotti digestivi.

Ha un delizioso strato cremoso di vaniglia con semi veri. Sapore ricco di vaniglia, cremoso con una bella nota acida. La base di biscotto è croccante con un buon sapore di biscotto digestivo.

Punteggio: 72/100

La Sainsbury's Taste the Difference New York Cheesecake è una cheesecake alla vaniglia del Madagascar cotta da 700 g condita con panna acida su una base di biscotti digestivi, costa £ 5.

Questa torta ha un autentico aroma di vaniglia e semi visibili. Ha un sapore aspro con un pizzico di acidità, cremoso e soddisfacente con una buona croccantezza alla base.

Punteggio: 70/100

Morrison's M Signature Madagascan Vanilla New York-Style Cheesecake è una cheesecake alla vaniglia cotta su una base di biscotti digestivi, serve sei persone e costa £4.

Questa cheesecake è dolce e cremosa con una piacevole acidità. Ha una deliziosa e leggera consistenza a mousse e una base davvero croccante.

Punteggio: 67/100

La New York Cheesecake Deluxe di Lidl costa £ 2,99 e serve sei persone. È una cheesecake alla vaniglia del Madagascar su una base di biscotto.

La cheesecake di Lidl ha una buona proporzione di ripieno della torta alla base. Ha anche un sapore dolce di vaniglia con un pizzico di acidità, ma la base è friabile e senza croccantezza.

Punteggio: 66/100

L'Asda Extra Special al forno New York Vanilla Cheesecake è una cheesecake al forno alla vaniglia del Madagascar su una base di biscotti - costa £ 4 e serve 6 persone.

C'è una bella aggiunta di veri semi di vaniglia qui, con una buona consistenza di cheesecake al forno. È friabile ma liscia con un sapore gradevole e piccante, anche se purtroppo la base morbida lo lascia leggermente.

Punteggio: 66/100

La New York Vanilla Cheesecake della cooperativa costa £ 2 ed è abbastanza grande da servire sei persone.

Questa cheesecake ha una copertura molto densa e un buon sapore con molta vaniglia. La base però è un po' troppo morbida e manca di sapore.

Punteggio: 54/100

La Cheesecake Aldi New York costa £ 2,69 ed è disponibile solo nei negozi Aldi.

Questa sottile cheesecake ha una base piuttosto asciutta e friabile. Ha un buon odore pungente, ma è eccessivamente dolce e cremoso e leggermente insipido e polveroso nella consistenza.


Krispy Kreme sta aprendo un nuovo flagship store a New York, ed è un posto dove i sogni di ciambelle diventano realtà

Il nuovo negozio Krispy Kreme apre il 15 settembre e la festa della donna ha uno sguardo esclusivo al paradiso delle ciambelle.

Il 15 settembre Krispy Kreme aprirà un nuovo flagship store situato a Times Square, ovvero il cuore di New York City. Ma prima di aprire le sue porte alle messe mascherate, ho potuto fare un giro del nuovo posto, che è come immagino sarebbe il paradiso delle ciambelle.

Quando ho varcato le porte verdi, i miei occhi si sono posati su un nastro trasportatore luminoso decorativo che avvolgeva il soffitto del negozio, imitando il vero affare, che spostava le ciambelle profumate verso i legittimi proprietari. Il merchandising colorato di Krispy Kreme, inclusa una linea di t-shirt in esclusiva per il negozio, è stato disposto in pile ordinate. C'erano persino pozze di &ldquoglaze&rdquo dipinte sul pavimento, come se ci fosse stata solo una fuoriuscita di zucchero.

Naturalmente, ho gravitato sull'evento principale: il nastro trasportatore che si trovava dietro una parete di vetro, su cui le ciambelle avrebbero attraversato ogni fase del loro ciclo di vita. Ho visto un plotone di ciambelle guadare dolcemente in una pozza d'olio da friggere, girare eccitato a metà e scivolare sotto la cascata di glassa alta due piedi.

Dall'altra parte della stanza da dove avviene la magia della preparazione delle ciambelle c'è un'area salotto in stile stadio, il punto di osservazione perfetto per trascorrere un pomeriggio rilassandosi e guardando le ciambelle che passano. Seduto sulle bretelle sotto la più grande luce "Hot Now" più grande del mondo, senti il ​​tipo di atmosfera rah-rah di giovinezza vertiginosa ed eccitazione che potresti provare in uno stadio in cui l'evento principale comporta più atletismo che pasta fritta.

Il retro del negozio è dove vengono prese le decisioni difficili. Ripieni di crema o di lamponi? Guarnizione Oreo o guarnizione di Reese? Glassa al cioccolato o granella (o entrambi)? Decine di sapori sono esposti con orgoglio dietro una teca di vetro, ognuno sussurrando &ldquoPick me! Pick me!&rdquo Stai tranquillo se sei troppo indeciso per gestire il colosseo di ciambelle nel retro del negozio, puoi fare un salto alla vetrina 24 ore su 24 per prendere rapidamente una glassa originale e una tazza di caffè senza essere distratto dalla moltitudine di sapori.

Ma se stai cercando di provare qualcosa di nuovo, c'è la ciambella della Grande Mela. Disponibile solo nel nuovo flagship store, la ciambella da $ 11 è stata ispirata dalla città che questo negozio chiama casa. È una ciambella farcita con crema al gusto di mela e ricoperta da una glassa rossa lucida più brillante del tuo lucidalabbra preferito. Ognuno è servito in una grande scatola verde scuro con impresso un logo dorato e pois che sembra più un orologio di lusso, non una ciambella di lusso. È un'esperienza Krispy Kreme come nessun'altra.

Ovviamente, l'apertura del nuovo negozio durante una pandemia globale non è mai stato nei piani, ma il negozio ha varie funzionalità per assicurarsi che le cose siano il più sicure possibile. Ci sono stazioni di disinfettante per le mani intorno al negozio e cartelli che consigliano ai clienti di mantenere una distanza di sicurezza, igienizzare e indossare mascherine. Ma le precauzioni di sicurezza non tolgono la gioia e la fantasia del negozio Krispy Kreme. Infatti, se c'è qualcosa che la pandemia mi ha insegnato, è l'importanza di trovare la gioia nelle cose semplici. E cosa potrebbe esserci di più delizioso in un mondo pieno di così tante preoccupazioni di una ciambella calda e fresca che non promette altro che essere la cosa migliore che mangerai oggi? Ne prenderò una dozzina.

Vuoi più festa della donna? Iscriviti oggi alla festa della donna e ottieni 73% di sconto sui primi 12 numeri. E mentre ci sei, iscriviti alla nostra newsletter GRATUITA per ancora più contenuti per la festa della donna che desideri.


Il re del barbecue di New York City

NEW YORK, N.Y. - I ricordi più belli di Hugh Mangum di Houston sono mangiare barbecue con suo padre.

Alla fine degli anni '90, Mangum era il batterista di una band di Los Angeles chiamata Maypole. Hanno fatto un giro del paese aprendo per The Wallflowers e si sono esibiti a Houston una o due volte l'anno. Suo padre, il defunto Hugh Mangum III, viveva nelle Alture.

"La band amava il barbecue, quindi (io e mio padre vorremmo) andare da Dozier e comprare rastrelliere di costolette da barbecue da portare alla band", dice Mangum. Dozier's, un tradizionale mercato della carne del Texas a Fulshear che serve barbecue per pranzo, era il preferito di suo padre.

Il barbecue era stata una costante nella vita di Mangum. Suo padre, un nativo di Houston che ha viaggiato per il mondo come impiegato federale, era un "guerriero del fine settimana" che grigliava e affumicava carne nel cortile di casa padre e figlio legati per l'attività. Tuttavia, allora Mangum non aveva idea di quanto sarebbe stato importante il barbecue nel suo futuro.

Come molti aspiranti musicisti, Mangum amava il suo lavoro, ma faticava a trovare un reddito stabile. Ha deciso di trasferirsi da Los Angeles a New York City (da dove proveniva sua madre) e ha frequentato il French Culinary Institute per seguire la sua passione per la cucina.

Si diploma nel 2001 e inizia a lavorare come apprendista in alcuni dei migliori ristoranti delle Grandi Mele. Ha incontrato la sua futura moglie Laura a scuola e negli anni successivi hanno avuto tre figli: Quinn, Lucas e Henry. Mangum ha dovuto sostenere una moglie e tre figli mentre viveva a Manhattan e lavorava come sous chef. Il reddito era costante, ma non sufficiente per sbarcare il lunario.

Mighty Quinn's - East Village

Ha deciso di rischiare e perseguire la passione per le carni affumicate che ha sviluppato crescendo cucinando con suo padre a casa. Nel 2011, lui e sua moglie hanno aperto uno stand barbecue a Smorgasburg, un mercato delle pulci di bancarelle di cibo a Williamsburg, Brooklyn, che è diventato famoso per promuovere il talento culinario nell'area di New York City.

"Non avevo idea se qualcuno si sarebbe presentato", dice Mangum. Il suo stand alla fine sarebbe diventato famoso per avere la fila più lunga al mercato.

L'anno successivo, ha collaborato con il fratellastro Micha Magid e il cognato di Magid, Christos Gourmos, per aprire un barbecue in muratura nel quartiere dell'East Village di Manhattan. Ironia della sorte, anche se forse non a caso, il ristorante si trova nell'edificio che un tempo ospitava il Fillmore East, uno dei locali di musica più famosi della città. Mangum ha chiamato il ristorante Mighty Quinn's in onore del figlio maggiore.

La grande occasione è arrivata nel 2013, quando Pete Wells, critico di ristoranti per il New York Times, ha dato a Mighty Quinn's una recensione brillante. Folle di newyorkesi neofiti del barbecue sono scese al ristorante. Il barbecue influenzato dal Texas di Mangum è diventato il brindisi della città.

Dopo diversi anni di perfezionamento di ricette e operazioni presso la sede dell'East Village, Mangum ei suoi partner hanno cercato di espandersi. Hanno aperto un commissariato centrale che ora serve quattro sedi a Manhattan, due a Brooklyn e una nel New Jersey (la sede originale cucina ancora in loco). Recentemente, Mangum ei suoi soci sono stati contattati da un gruppo di ristoranti a Taiwan e l'anno prossimo apriranno un avamposto a Taipei.

Vado all'East Village da quando ha aperto e, semmai, continua a migliorare. In una recente visita, il petto di Mangum è stato facilmente tra i migliori di New York City e ha rivaleggiato con il petto in molti barbecue del Texas.

Sebbene il suo barbecue sia principalmente influenzato dal Texas, Mangum ha aggiunto i suoi tocchi personali tra cui un eccellente maiale stirato, estremità bruciate influenzate da Kansas City e un memorabile piatto di guance di maiale affumicate e cotte lentamente.

Tuttavia, sono le costolette di maiale carnose e affumicate che potrebbero essere il mio piatto preferito qui. Sono un giusto tributo ai viaggi da Dozier che era solito fare con suo padre. Il mini-impero del barbecue di Mangum continua a crescere a New York e in tutto il mondo, con un cenno alle radici della sua famiglia a Houston.


La cosa migliore da mangiare in ogni stato

Alabama
Con le sue pareti rivestite in legno e le specialità del giorno, City Cafe a Northport offre rilassanti portate in stile meridionale, come bistecca fritta e fegatini di pollo fritti, abbinati a tre o quattro lati comfort, tra cui pomodori verdi fritti e zucca in umido. Nella maggior parte dei menu qui troverai un'insalata piccante delle Indie Occidentali, un piatto di pesce freddo con polpa di granchio, cipolla gialla tritata e una dose generosa di aceto. Più di 75 anni di Mobile La casa delle ostriche di Wintzell marina il loro per ben 24 ore, risultando in un piatto agrodolce rinfrescante come un pomeriggio su un dondolo.

Alaska
Nella minuscola Craig, sulla costa occidentale dell'isola del Principe di Galles, Rifugio Cove Lodge è un atterraggio rustico per gli sportivi che cercano di arrotolare l'halibut più alto di loro. Ma il vero problema è il ristorante del lodge, Latitude 55°Nord. Con un imponente focolare in pietra e ampie finestre che si affacciano sull'oceano, serve un salmone incredibilmente fresco laccato con una glassa di sciroppo di betulla e un mac e formaggio carnoso tempestato di salsiccia di renna.

Arizona
Non chiamare rivali le sorelle chef Sandra e Suzana Davila: anche se entrambi gestiscono ristoranti messicani a Tucson, la coppia non potrebbe essere più diversa. Come il suo bistrot di lusso Café Poca Cosa, Suzana è "classica ed elegante", afferma Sandra, e crea un menu in continua evoluzione di piatti tradizionali, tra cui la mole verde. "Adoro la consistenza della nocciola", dice Sandra, "e che puoi assaggiare tutti gli ingredienti, dai peperoni arrostiti ai semi di sesamo". Due isolati più in là, Sandra, che si descrive come "rumorosa e disinvolta", gestisce (con l'altra sorella, Marcela) il piccolo, festoso, solo contanti Il piccolo, dove gli oratori mettono tutto a tutto volume, dal reggae al rock e i piatti sono pieni di classici messicani per la colazione e il pranzo, oltre a opzioni vegetariane che vanno ben oltre il riso e i fagioli. Il suo segreto per verdure degne di un piatto principale: la torrefazione al fuoco, come nel taco vegano fatto con fiori secchi giamaicani e ancorato da barbabietole fresche arrostite. "Adoro anche le zuppe cremose di Sandra", dice Suzana, "come il chili poblano arrostito con noci pecan arrostite nel burro. Sono vellutate, ricche e così deliziose!"

Alla sedia di plastica-chic di Phoenix Chicago Hamburger Co., proprietario ed ex Chicagoan Bob Pappanduros porta un assaggio del Midwest nel sud-ovest. I suoi panini gloriosamente unti (molti dei quali gira da solo) possono trasudare formaggio, sono ricoperti di cipolle grigliate e praticamente chiedono senape tedesca i suoi hot dog provengono dalla sua città natale e, su richiesta, portano la consueta spruzzata di sale di sedano della Windy City e mucchio di peperoncini piccanti.

Arkansas
Dopo che Rhoda Adams ha iniziato a vendere con successo le sue torte di patate dolci e noci pecan più di 40 anni fa per raccogliere fondi per la sua congregazione, è stata ispirata ad aprire I famosi tamales caldi di Rhoda, il modesto locale di Lake Village dove da allora vende dolci e salati. Adams tiene le sue carte delle ricette vicino al giubbotto, ma non hai bisogno di un elenco di ingredienti per sapere che i suoi tamales di pollo e manzo piccanti, umidi ma sodi, sono squisiti. E le sue torte sono disponibili in così tanti gusti, solo un masochista ne sceglierebbe solo uno: fortunatamente, vende un cerchio del paradiso con noci pecan su un lato e patate dolci sull'altro. "La gente viene da ogni parte, e ne sono molto grato", dice Adams. "Amo le persone e quando vengono mi trattano con amore".

Il pensiero di un frullato dall'accogliente Fremont Diner a Sonoma, in California, riempie uno oh gli occhi dell'editore con lacrime di nostalgia.

California
Quando si visita Il mercato campestre della California di Ikeda ad Auburn, lo chef Craig Koketsu (di Smith & Wollensky e Quality Meats di New York, tra gli altri) raddoppia la torta, come in, chicken pot e marionberry à la mode. "Entrambi usano la stessa pasta sfoglia e i ripieni arrivano fino alla crosta superiore", dice. Sonoma è campagnolo Fremont Diner (sopra) è dove i sogni caseari diventano realtà: la base piccante del frullato di latticello è arricchita da un diluvio di gelato alla vaniglia e trifoglio, una combinazione che evoca una crema delicata leggermente infusa con melassa appena amara. Ordina un panino al bancone di Bell Street Farm a Los Alamos, vicino alla regione vinicola di Santa Ynez, poi goditela nel soleggiato patio sul retro. Due opzioni: tartine croccanti di pane alle olive spalmate di formaggio di capra e maiale al girarrosto infilato in una ciabatta morbida e con bordi croccanti. Fai come lo chef Masaharu Morimoto e fermati a L.A.'s Chinchikurin per okonomiyaki. L'alimento base giapponese è un pancake salato caldo impilato con noodles, carne e una salsa dolce. "Dalla tecnica al gusto al dialetto di Hiroshima parlato dal personale, è autentico in ogni modo", afferma Morimoto.

Colorado
Il forte, a Morrison, è così vecchio West che quasi ti aspetteresti che scoppi uno scontro a fuoco, e anche il menu è un inno ai tempi passati. L'antipasto spettacolare: ossa di midollo di bisonte arrosto o "burro della prateria". Scolatela, spalmatela sui crostini e poi bagnate il tutto con salsa jalapeño verde. Al Pueblo's Mauro Fattorie e Panetteria, troverai un pane sloveno simile al rugelach chiamato potica, un impasto dolce spalmato con ripieni come pasta di noci o crema di formaggio, poi arrotolato a spirale, come il cugino rustico di un panino alla cannella.

Connecticut
Il ristorante del posto a Guilford ha un grande fascino naturale: i commensali si appollaiano fuori sui ceppi d'albero. Il cibo è altrettanto semplice, ma straordinario: aragoste carnose, cozze profumate al vino e mais carbonizzati su un pozzo del fuoco di 18 piedi. Il menu di Ristorante del viaggiatore, un caldo paradiso boscoso a Union, offre allettanti pietanze per la cena - cioccolata calda coronata con panna montata, formaggio grigliato con pancetta, patatine fritte croccanti - resa ancora più deliziosa dal trattamento postprandiale: la tua scelta di un libro gratuito dalla fodera degli scaffali quasi ogni parete.

Foto: piccoli giganti all'aperto

Delaware
Il gelato al
Florida
Può sembrare una semplice bancarella di frutta, ma Il ragazzo di mamma ad Atene. O dirigiti verso l'eccentrico della città universitaria Tigre Bianca Gourmet, ospitato in uno spazio di 112 anni con tavoli e sedie colorati non corrispondenti, il suo panino Tofu Q affumicato, che presenta salsa barbecue, insalata di cavolo e un rotolo di kaiser tostato, è una degna alternativa alla versione di maiale preferita dai fan.

Hawaii
È probabile che incontrerai una linea in uno dei due di Honolulu Waiola Shave Ice luoghi, dove il piacere, ultrafine come la neve polverosa, racchiude così tanto sapore. E oh, i sapori! Scegli li hing mui (prugna acida salata) o POG (guava all'arancia della passione) e chiedi del latte condensato sciropposo in cima. Gommoso, colloso e nel complesso meraviglioso, il mochi giapponese è un riso appiccicoso pestato in una pasta e avvolto attorno a un ripieno dolce. Chiama in anticipo per ordinare le sfere glutinose dal piccolo, con la porta sullo schermo Due signore in cucina a Hilo, dove la proprietaria Nora Uchida vende un arcobaleno di sapori. La fragola (ripiena di una bacca intera e purè di fagioli azuki dolci) è un must, se non è esaurita.

Idaho
Piatto, arroccato sulla riva del lago Pend Oreille a Sandpoint, è una grigliata in riva al mare con pantaloncini e sandali, ma il cibo è una cosa seria, afferma Michael Stern, coautore di Cibo da strada: una guida per i mangiatori. Il caffè sfrutta appieno i prodotti di stagione in specialità come l'hamburger vegetariano Eat Mo' terroso (mangiatori di carne, non perdetevelo, potete sempre condirlo con pancetta speziata) e la margarita al mirtillo, fatta con frutta locale, che Stern chiama "vino profondo e solo questo lato del dolce".

Foto: per gentile concessione dell'azienda

Illinois
Walker Bros. a Wilmette sforna frittelle dal 1960, e la versione alle mele prende la "torta": bordi croccanti, cuore di noce moscata e una spolverata di Granny Smith leggermente aspre e speziate alla cannella. Il cibo italiano (servito su piatti di carta) a La pizza di Freddy in Cicerone è buono come qualsiasi altro a Chicago. "Sì, la pizza è ottima", dice Michael Stern, "ma dovete provare anche il pollo al limone molto agrumato, le melanzane al forno ripiene di vitello e maiale e il formaggio Timballo di Pasta", una fetta di lasagna, servita con , salsa di pomodoro fruttata su richiesta.

Indiana
Nella linea self-service di Caffetteria dei fratelli grigi a Mooresville, troverai una cornucopia di secondi, contorni e dessert fatti in casa. Mentre la torta al cioccolato tedesca ti chiamerà, tieni duro per la torta alla crema di zucchero (a.k.a. Hoosier pie): la sua crosta morbida culla una miscela divinamente pura e semplice che include burro, zucchero e panna. Birrificio Re Sole a Indianapolis offre degustazioni delle sue ale, sia crema che pallide, insieme a molte altre birre brillanti vendute solo in Indiana. Varie parole o frasi sono stampate sul fondo delle lattine uno scherzo del 2015 ordito da un fan particolarmente ardente degli Indianapolis Colts che ha lavorato presso il birrificio ha inviato migliaia di birre al mercato con la scritta TOM BRADY SUX.

Iowa
Il BPT (filetto di maiale impanato) è un pilastro regionale e nel 2003, Il posto di Darrell ad Hamlin, una baracca gialla in una città con meno di 300 residenti, ha vinto il premio di migliore dello stato dall'Iowa Pork Producers Association. Il panino è un panino arioso ripieno di carne di maiale croccante a doppia pastella, né troppo spessa né troppo sottile, che garantisce un rapporto carne-pane ideale e la massima succosità. Completalo con cipolla grigliata, pomodoro, sottaceti e lattuga e il gioco è fatto. Neanche un contorno di patatine da 1,50 dollari fa male.

Kansas
L'ora di inattività di Barto a Frontenac si balla la polka il venerdì e il sabato sera, ma la cena di pollo fritto, che puoi gustare con insalata di cavolo e anelli di cipolla, è un'attrazione ancora più grande. Ogni pezzo impanato all'aglio viene cucinato su ordinazione e, fidati di noi, il risultato croccante vale l'attesa.

Kentucky
Quale piatto ha soddisfatto i bevitori delle prime ore di Louisville dagli anni '20? Nato al The Brown Hotel, è noto come il marrone caldo: un umile tacchino dalla faccia aperta su bianco elevato dai suoi condimenti, tra cui pancetta, pomodoro Roma, un mucchio di formaggio grattugiato alla griglia e salsa Mornay con pecorino romano e sbuffi di noce moscata e pepe.

Foto: piccoli giganti all'aperto

Gayle King prende molto sul serio la sua pizza, e lei è raggiante quando parla di Buddy's nel Michigan. Le fette abbondanti ma non troppo pesanti non deludono.

Louisiana
Il boudin è una salsiccia cajun speziata a base di riso e maiale (e spesso anche cipolle e peperoni). Lo chef Alon Shaya, proprietario dello spot israeliano Shaya a New Orleans, si è innamorato della versione a Il miglior supermercato di fermata a Scotto. "Sembrava un rito di passaggio: quando l'ho avuto, sapevo che stavo finalmente diventando un meridionale". e vai al comune vietnamita Tan Dinh per suon chien xa ot (costole di citronella): "Hanno un sapore di aglio esplosivo che è così profondo e saporito".

Maine
Sulla Route 1 degli Stati Uniti a Waldoboro, i viaggiatori informati frenano al cartello per Moody's Diner. L'istituzione di oltre 80 anni, le cui pareti sono ricoperte di vecchie foto, ha perfezionato l'arte della torta. Rifatevi gli occhi con rabarbaro alla fragola, crema al burro di arachidi e altro ancora, ma ordinate il mirtillo, che ne fa uno oh il battito cardiaco dello staff: "Non è un intruglio artigianale e pignolo, è semplice e perfettamente aspro. Trattano i mirtilli nel modo in cui dovrebbero essere trattati".

Maryland
Puoi trovare la torta Smith Island - tradizionalmente da otto a 14 strati ultrasottili di torta gialla accarezzati con glassa al caramello - in tutta la sua omonima isola, ma la fetta a Ristorante Bayside Inn in Ewell è difficile da superare, specialmente se mangiato con le gambe penzolanti dal molo.

Massachusetts
Il panino con arrosto di manzo alla fermata del camion di Everett Roast Beef di Mike è orgogliosa della specialità del North Shore: carne extra-rara affettata sottilissima e spalmata con il tradizionale condimento a tre vie (maionese, salsa barbecue, formaggio a scelta). Sam's Bakery a Fall River è un locale libanese di una stanza noto per le deliziose torte di carne. Adoriamo anche la torta di spinaci, un sacchetto triangolare di pasta ripieno di foglie di spinaci freschi al limone e cipolle.

Michigan
Rallegratevi, amanti di labneh! Grazie alle diverse centinaia di migliaia di arabi americani a Dearborn e dintorni, la cucina mediorientale qui è tra le migliori del paese. Ristorante Al-Ameerl'hummus di Beirut, per esempio: la purea di ceci circonda un trito tonificante di pomodoro, prezzemolo e jalapeño. Il sorriso strabico della mascotte Cherry Jerry è stato inciso per la prima volta nel Capanna di ciliegie's pie crust nel 1922. Il ristorante Beulah fa di tutto per il suo omonimo: vieni per l'hamburger decorato con salsa di ciliegie, rimani per il brownie caldo al fudge di ciliegie. La pizza in stile Detroit, quadrata e carica di formaggio, è un piatto profondo reso più profondo: uno studio sulla densità della crosta. E nella città natale preferita Buddy's, sono ingombranti e burrosi come vengono: il nostro Gayle King è un megafan.

Foto: piccoli giganti all'aperto

Non preoccuparti se non ne hai mai abbastanza della salsa dolce al C&K Barbecue del Missouri, il proprietario Daryle Brantley ne vende bottiglie in loco.

Minnesota
Delicato e dolce, il walleye (pesce dello stato del Minnesota) dovrebbe essere arrostito su un fuoco da campo. La tua prossima opzione migliore: banchettare con filetti alla griglia traballanti in mezzo all'arredamento in stile capanna di tronchi a Taverna sul Grand a San Paolo. El Trionfo a Northfield c'è un minuscolo e disordinato mercato messicano che vende autentici tacos (la carne asada e al pastor sono piccanti e succulenti) resi ancora migliori dalla loro salsa top-secret: una miscela verde infuocata e cremosa che fa tornare gli appassionati per averne di più.

Mississippi
Lo chef di New York, Floyd Cardoz, ritiene Gran colazione pessimail panino con i biscotti—uova fritta trasudante, cheddar e salsiccia appiccicoso, prosciutto di campagna o pancetta—uno dei migliori che abbia mai mangiato: "Sogno il sapore e la consistenza. Il biscotto è perfetto e la salsiccia ha la quantità perfetta di sale e spezie."

Missouri
C'è un tavolo all'aperto a C&K Barbecue a St. Louis, e la maggior parte dei giorni, puoi scommettere che il tuo petto è preso. Questo perché la tipica salsa piccante-dolce del proprietario Daryle Brantley, servita su costolette succose e carne di maiale, è una gioia per il barbecue piccante e ricca di pomodoro. "Il barbecue è molto più di un pasto", afferma il veterinario del Vietnam di 65 anni. "È un incontro di persone, cibo, divertimento, famiglia e amicizia. Il Ringraziamento dell'estate".

Montana
A Grandi Cascate, Drive-In di Ford, il suo segno simile a un obelisco un faro di gioia nostalgica, sembra un posto in cui ti imbatteresti dopo un salto tra i calzini. Vuoi un frullato? Mela verde, butterscotch, zabaione e mandorla sono solo quattro delle tue oltre 50 opzioni. Se non hai mai mangiato il pane fritto dei nativi americani, un disco di bontà fritto e gonfio, fallo su un terreno consacrato: Custer Battlefield Trading Post Cafe in Crow Agency lo serve come un taco pieno di manzo e fagioli.

Foto: piccoli giganti all'aperto

Trendy non è sempre sinonimo di gustoso, ma l'Emmy Burger di Brooklyn, succoso, gocciolante e splendidamente pretzel, è all'altezza del clamore.

Nebraska
Che si chiami bierock, runza o hamburger di cavolo, l'idea, portata negli States dai coloni tedeschi del XIX secolo, è sempre la stessa: pasta lievitata amorevolmente confezionata con carne macinata, cavolo o crauti, cipolle e, a seconda del cuoco, un po' di spezie. In Panetteria Sehnert, aperto nel 1957, questi soffici fagottini di gioia (alcuni con il buon formaggio americano) vengono sfornati freschi ogni mattina. Se hai bisogno di ulteriori carboidrati, un rotolo di burro di arachidi, imbevuto di una spessa glassa di noci, è un buon finale.

Nevada
La pluripremiata chef e ristoratrice di Los Angeles Mary Sue Milliken fantastica sul nam kao tod (insalata di riso croccante) al Loto del Siam, situato in un centro commerciale senza pretese di Las Vegas. Un riso al gelsomino tailandese alle erbe viene condito con coriandolo, cipolle verdi, peperoncini secchi macinati, zenzero, arachidi e cubetti di salsiccia di maiale acida. "Lo chef bilancia magistralmente il calore con il sapore piccante, croccante e un tocco di dolcezza. A volte ne ordino due: uno da mangiare lì e uno da portare a casa visto che lo sognerò comunque tutta la notte".

New Hampshire
Gastronomia di Biederman (precedentemente il Cellar Pub) è un punto fermo di Plymouth dal 1973, e il suo panino Balboa merita una parte del merito: viene fornito con la tua scelta di carne e formaggio extra riscaldato su un sub-roll spalmato di burro all'aglio, un condimento giustamente amato da locali.

New Jersey
Quando i cittadini di Jersey affermano che i loro bagel battono quelli di New York, spesso reggono il Angolo bagel in Freehold come prova. Sono croccanti all'esterno, golosi all'interno e ricoperti di una generosa spolverata di crema di formaggio in piccoli lotti, certamente non ortodossi, tra cui torta di compleanno e pancetta d'acero. Non sai mai cosa troverai nelle custodie al Piccola Pasticceria Chef a Princeton: crostate pere-vaniglia, bignè, bavarese composta da pan di spagna alla vaniglia con strati di mousse di fragole o lamponi e inanellati di savoiardi. Sì, sì e sì, per favore.

Courtney Foley ha sempre sognato di coltivare, quindi quando lei e suo marito, Brian, sono partiti da New York, hanno acquistato una proprietà di sette acri nel New Jersey occidentale. Per distinguersi dalle altre aziende agricole locali che vendono prodotti o uova, sono approdati alla mozzarella di bufala, un alimento di cui erano curiosi. La cosa divertente, però: Foley non si rendeva conto di come fosse fatta la mozzarella di bufala. "Ho sempre pensato che fosse solo un nome", dice Foley. "Non sapevo che in realtà provenisse dal latte di un bufalo d'acqua." Imperterriti, acquistarono alcuni dei pesanti ruminanti dal Vermont e si diedero da fare. Ora, più di dieci anni dopo, stanno producendo alcune delle uniche autentiche mozzarelle di bufala negli Stati Uniti e la vendono, insieme allo yogurt, nei mercati verdi locali, grazie ai 40 bufali d'acqua produttori di latte che vivono a Riverine Ranch, la proprietà ampliata dei Foley ad Asbury. "Questo sicuramente non è uno schema per arricchirsi rapidamente", afferma Courtney, "ma ne vale la pena". La delicata mozzarella è sontuosamente densa, con note sottilmente erbacee, mentre lo yogurt in qualche modo ha un sapore ancora più ricco di quello greco.

Nuovo Messico
Quando si è nel New Mexico, si mangiano peperoncini verdi tagliati a pezzi, arrostiti fino a renderli scuri e affumicati. Lo stile adobe Owl Bar & Cafe a San Antonio offre la delicatezza piccante su patatine croccanti, in calde e sostanziose ciotole di peperoncino o accatastati su hamburger di formaggio troppo grandi per i loro panini.

New York
Ricordi quando pensavi di essere sopra i cupcakes? Dirigi il tuo taxi verso l'Upper East Side di Manhattan, dove i cupcakes megamoist e mai stucchevoli a Due galline rosse la pasticceria in stile country ti riconquisterà (il vortice di fudge al burro di arachidi è un'estasi dolce-salata che si scioglie in bocca). Upstate, il biscotto a mezzaluna a Harrison Bakery, in Syracuse, is a cakey confection akin to New York's beloved black and white cookie, but with buttercream frosting instead of glaze. Gayle loves a beefy burger (don't even talk to her about turkey and veggie patties), and she's given her blessing to Brooklyn spot emily and its Emmy Burger: dry-aged meat, Vermont cheddar and caramelized onions, all doused in a creamy, Korean-inspired sauce and sandwiched in a pretzel roll.


The Legend: Mike Mills & the Barbecue Life

In the world of barbecue, Mike Mills is a living legend. Inducted into the Barbecue Hall of Fame in 2010, his 17th Street Barbecue joints in Southern Illinois are a keystone pilgrimage for the barbecue faithful and Memphis Championship BBQ, his outposts in Las Vegas, have established themselves as top destinations in a city of destination restaurants. As a competition barbecue cooker he led the most triumphant team in history and is a founding pitmaster of the Big Apple Barbecue Block Party, an annual New York City tradition that draws over 120,000 people to sample the country’s best barbecue over one weekend in June. Restaurants & Institutions magazine calls him “America’s most revered pit master.”

As barbecue guru, Mills consulted with Danny Meyer to create Blue Smoke, one of New York City’s pioneering barbecue restaurants and his book, Peace, Love, and Barbecue was nominated for the prestigious James Beard Award.

That book title should tell you something: for Mills, barbecue is about more than just great meat, smoked right. It’s about friendship and craft and tradition. His award winning Original Barbecue Sauce was passed down from Mama Landess, his grandmother, and he learned to barbecue from his daddy, who used to smoke meat for PTA meetings and city holidays, then mop on the family’s special sauce.

This is what Mills started with: Mama Landess’s sauce and his daddy’s expertise at the pit. He barbecued all his life for family events and for friends’ celebrations. He smoked in the parking lot at his first bar and later at 17th Street as an impetus to sell libations. Taking it a step further, he formed the Apple City Barbecue team, pioneered the use of apple wood in barbecue, developed his Magic Dust® dry rub, a mouthwatering blend of spices, and started storming the competition cooking circuit. The team took 64 first place wins in 69 competitions and won championships and grand championships at contests across the country, including a Grand Championship at the Jack Daniel’s World Invitational Barbecue Cooking Contest (where his sauce also won the Jack Daniel’s Sauce Contest that year) and four World Champion and three Grand World Champion wins at Memphis in May, known to many as the Super Bowl of Swine.

Since that first store, Mills has opened more restaurants in Illinois, stretching south to Marion and Sparta. His ribs, smoked for up to six hours over apple and cherry woods, were called Best in America by Bon Appetit magazine and he’s been featured on Good Morning America, ABC The Chew and Fox and Friends as well as has made appearances on the Food Network and Martha Stewart Radio and been hailed by the New York Times. Whether it’s Barbecue Chicken cooked slow for four hours or succulent Barbecue Pork Shoulder or Beef Brisket with 16 to 20 hours of smoke on them, Mills’s Magic Dust, his secret special spice rub, keeps people coming back. Topped with his award-winning sauce, it’s hard to get enough. And many can’t, which is why all the 17th Street Barbecue locations offer catering and have space available for private parties – a special occasion demands special barbecue.

Preaching the gospel of barbecue, Mills took his signature style and Magic Dust to Las Vegas and quickly established Memphis Championship BBQ as a go-to spot. His blend of gracious hospitality and great food garnered him spots on Bon Appetit’s Best of Las Vegas list in 2007, Bobby Flay featured it on BBQ with Bobby Flay and the Las Vegas gaming magazine called a visit to Memphis Championship BBQ “one of the top 10 things to do in The City of Lights.”

In 1988, Mills created Praise The Lard – the Murphysboro Barbecue Cook-Off, one of the cornerstone events in competition cooking. The event celebrated its 26th Anniversary in 2013. Praise the Lard is an old-fashioned tent revival celebrating the almighty pig with $25,000 in prize money and a weekend full of fun. This is the only one-day, dual-sanctioned contest on the circuit. Simultaneously judged by MBN and KCBS, the two official bodies of barbecue – it draws top barbecue talent from near and far.

Mills’s barbecue chops are honed butcher-knife sharp and he continues to soothe souls with his sweet and smoky swine. Mills is invested in barbecue whole hog, creating great food and community everywhere he goes. In the man’s own words, “Life’s too short for a half-rack.”


The New Yorker 12+

The New Yorker app is the best way to stay on top of news and culture every day, and the magazine each week.

• Get a daily blend of in-depth reporting, political commentary, cultural criticism, and humor, as seen in the magazine and online-only features from the Web site.
• Read each week’s magazine, cover to cover, and browse past issues.
• Receive alerts on breaking-news coverage by your favorite New Yorker writers.
• Listen to narrated New Yorker stories and podcasts.
• Read articles off-line and save stories to finish later, on any device.
• Flip through a nearly endless supply of New Yorker humor in the Cartoons tab.
• Play The New Yorker Crossword, and save your progress as you solve.
• Access The New Yorker Sticker Pack. Download the app, add the extension to iMessage, and liven up your texts with Christoph Niemann’s signature drawings and animations of city life.

The app is free to download. Subscribers receive unlimited access. Non-subscribers may access the app by starting a free trial. Most current New Yorker subscribers have unlimited access to the app as part of their existing subscription. Subscribers with a print-only subscription may not have unlimited access. Users who have trouble accessing unlimited stories or who wish to upgrade their access level may call Customer Service at 1-800-967-2082. All users have unlimited access to the Sticker Pack, which is free to download and requires iOS 11 or above. A subscription costs $9.99 a month or $99.99 annually, and includes a 30-day free trial, after which it will automatically renew unless auto-renew is turned off at least 24 hours before the end of the current period. Account will be charged for renewal within 24 hours prior to the end of the current period and will state the cost of renewal. Subscriptions may be managed by the user, and auto-renewal may be turned off by updating the user’s App Store Subscription settings after purchase. Any unused portion of a free trial period, if offered, will be forfeited when the user purchases a subscription to that publication, where applicable. Payment will be charged to iTunes account at confirmation of purchase.


The Big Reward: From Racing to Jazz

The first mention of New York City as "The Big Apple" was in the 1909 book "The Wayfarer in New York." In the introduction, Edward Martin writes about the dynamic between NYC and the Midwest, using the apple as an extended metaphor:

The term only started gaining traction when sports writer John J. Fitz Gerald began writing about the city's horse races for the New York Morning Telegraph. In his column, he wrote that these were "the big apples" of competitive racing in the United States.

Fitz Gerald got the term from African American stable hands in New Orleans jockeys and trainers who aspired to race on New York City tracks referred to the money prizes as the "Big Apple. He once explained the term in an article for the Morning Telegraph:

Although the audience for Fitz Gerald's articles was markedly smaller than most, the concept of "big apple" representing the best of the best—or most-sought-after of rewards or accomplishments—began to popularize across the country.

In the late 1920s and early 1930s, the nickname started to become well known outside of the northeast, as New York City's jazz musicians began referring to New York City as the "Big Apple" in their songs. An old saying in show business was "There are many apples on the tree, but only one Big Apple." New York City was (and is) the premier place for jazz musicians to perform, which made it more common to refer to New York City as the Big Apple.


Whether we're firing up the grill or tossing the world's easiest dinner into a pot of boiling water, hot dogs have a very special place in our hearts and tummies. So when it comes to.

In our book, summer is synonymous with ice cream season. We crave it in all its glorious forms, whether it's plain in a cup, sprinkle-clad in a cone or whirled into a shake . But it.

Photo: Liz Andrew/Styling: Erin McDowell

Take a Bite Out of the Four New Apples of 2019

If your home has fans of sweeter-than-usual apples, the new apple varieties for 2019 will be winners. They're hitting shelves now or coming soon, so keep an eye out.

You can always count on piles of Pink Lady, Honeycrisp (when the season hits), Red Delicious, and Granny Smith apples to be well-stocked every grocery trip. But new apple varieties are released every year to upgrade our apple tarts, apple cakes, and apple butters—not to mention apple pie. If you want to mix up your fall baking or even just the apple you pack in your lunchbox every day, keep your eyes peeled for these new types of apples. In 2019, some of the highlights include apples that are slower to oxidize (aka turn brown), and crossovers that are part Honeycrisp. Here are the new apple varieties that we know of for 2019, so you can be on the lookout on your next grocery trip.

We&rsquove been hearing a lot of buzz about Cosmic Crisp apples, and it sounds well-deserved. This new apple is a cross between Honeycrisp (we sapere how much you love these) and Enterprise apples. It's described as having a sweet and tart flavor with lots of juice. Another reason for the Cosmic Crisp buzz is that this apple is slower to oxidize and turn brown than other apples after it&rsquos been sliced, which makes it a top choice for fruit platters and cheese boards, but we'd use them in Apple-Brown Butter Bars, too.

You may have seen Envy apples at the grocery store in past years, but they&rsquove recently had a revamp. Originally imported from New Zealand, this cross between Braeburn and Royal Gala apples is now grown on the west coast in Washington, so we can get faster and fresher fruit. You can use them in cooking or baking (we'd happily try them in this apple poke cake), but their crisp texture and sweetness are best appreciated raw for snacking.

Fresh from orchards in Washington state, crisp SugarBee apples should be arriving in grocery stores in limited supply this fall. Its name comes from its sugar-sweet flavor and its top pollinator, the honeybee. SugarBees are yet another apple derived from Honeycrisps, and they&rsquore expected to become a favorite of raw apple snackers.

You&rsquoll &ldquorave&rdquo about this new apple variety thanks to its juiciness, crisp texture, and sweeter-than-most flavor. Like many other new varieties we&rsquore seeing, Rave apples are a cross with Honeycrisp and another variety (MonArk in this case). Stick to snacking or marbled caramel apples for this apple&mdashit doesn&rsquot hold up well at high heat, so baking may turn it to mush.

Now that you know your way around the new apples coming this fall, it’s time to start adding a few to your grocery list and including them in your fall recipes. Putting a tasty twist on your best apple pie recipe could be as simple as trying out a new apple!


Guarda il video: Vi porto da Del Frisco a New York