Nuove ricette

La top 10 dei più grandi flop del Food Show Slideshow

La top 10 dei più grandi flop del Food Show Slideshow


Joe Seer/ Shutterstock

Ti stai chiedendo cosa abbia combinato Roseanne Barr? No? Beh, a quanto pare non lo era nemmeno il resto dell'America. Il reality show sulla fattoria di noci di macadamia della comica alle Hawaii è stato probabilmente l'unico reality show a base di cibo che probabilmente sarebbe andato meglio come sitcom.

10) "Roseanne's Nuts" di Lifetime (una stagione, 16 episodi, 2011)

Joe Seer/ Shutterstock

Ti stai chiedendo cosa abbia combinato Roseanne Barr? No? Beh, a quanto pare non lo era nemmeno il resto dell'America. Il reality show sulla fattoria di noci di macadamia della comica alle Hawaii è stato probabilmente l'unico reality show a base di cibo che probabilmente sarebbe andato meglio come sitcom.

9) "Famous Food" di VH1 (Una stagione, 10 episodi, 2011)

Featureflash/Shutterstock

Lanciare "celebrità" nel ring del reality show a volte funziona, a volte no. In questo caso, non è stato così. Cibo famoso concorrenti presenti che vanno da Danielle Staub (alunni del vere casalinghe serie) a Heidi Montag (ex-alunni dei reality show di MTV). La premessa dello spettacolo era mettere sette "stelle" l'una contro l'altra in una competizione per aprire il proprio ristorante con sede a Hollywood. Oltre a durare solo 10 episodi, il ristorante, del vincitore Daniel Staub, Lemon Basket, ha chiuso dopo cinque mesi.

8) "Chef Academy" di Bravo (una stagione, nove episodi, 2009)

Questo spettacolo mirava a mostrare com'è veramente la scuola di cucina, vista attraverso gli occhi di nove studenti. Sfortunatamente per Bravo, lo spettacolo è stato emozionante quanto sostenere un esame finale. È uscito dopo nove episodi.

5) "Emeril" della NBC, la sitcom (Una stagione, sette episodi, 2001):

C'era una volta, Emeril Lagasse era il re del food show. Ha il suo spettacolo "stand-and-stir", il suo spettacolo dal vivo e fan accaniti lo seguivano ovunque andasse. Ha fatto il salto da Food Network a NBC attraverso una sitcom sui dirottamenti dietro le quinte che ne conseguono durante la registrazione di un programma di cucina immaginario, ma anche se tutti i suoi fan si fossero sintonizzati sugli ascolti non sarebbero stati abbastanza grandi per rendere lo spettacolo praticabile su una rete importante. Dopo soli sette episodi lo spettacolo è stato messo in una borsa per cani e presumibilmente buttato fuori con la persona che ha dato il via libera al progetto.

7) "America's Next Great Restaurant" della NBC (una stagione, nove episodi, 2011)

Helga Esteb/ Shutterstock

Guardare la gente comune proporre l'idea di un ristorante davanti a una giuria di "ricchi e famosi" del mondo culinario (incluso il fondatore di Chipotle Steve Ells) per una possibilità di finanziamento non ha colpito nel segno. Lo spettacolo ha terminato il suo ordine di nove episodi, ma i tre ristoranti che ha generato hanno chiuso tutti in pochi mesi. Ahia.

3) "2 Dudes Catering" di Food Network (una stagione, cinque episodi, 2007)

Basato su un paio di ristoratori dallo spirito libero, lo spettacolo è stato un tentativo abbastanza ovvio di attirare un pubblico più giovane. Dopo soli cinque episodi, la rete si è resa conto che fare affidamento sull'interesse dei fannulloni era in qualche modo un errore di calcolo. Ma non dispiacerti per i due tizi; Jon Shook e Vinny Dotolo hanno continuato ad aprire Animale e Figlio di una pistola, due dei ristoranti più alla moda di Los Angeles.

4) "The Gourmet Next Door" di Food Network (una stagione, sei episodi, 2007)

Amy Finley, vincitrice della terza stagione di La prossima stella della rete alimentare, ha ancorato questo show di cucina ammiccante e ti mancherà. Sembra che anche l'ospite non volesse far parte di questo programma, poiché ha lasciato il paese con la sua famiglia prima che la produzione fosse finita, rifiutandosi di filmare altri episodi.

6) "The Chopping Block" della NBC (una stagione, otto episodi, 2009)

Hemera/ Thinkstock

Come altri famosi chef d'oltreoceano con programmi televisivi di grande successo, allo chef britannico Marco Pierre White non mancano i riconoscimenti. Tuttavia, questo programma di realtà, sui concorrenti che cercano di aprire un ristorante, ha dimostrato che se gli spettatori americani vogliono guardare uno chef britannico che urla alle persone, rimarranno semplicemente con Gordon Ramsay.

2) "Kitchen Confidential" di Fox (una stagione, quattro episodi, 2005)

Helga Esteb, S. Buckley/ Shutterstock

Sapevi che Anthony Bourdain ha avuto per breve tempo una sitcom della Fox basata sul suo bestseller? Cucina confidenziale? Nemmeno noi. Lo spettacolo su un ex tossicodipendente che gestisce un ristorante non è andato a buon fine (nemmeno con Bradley Cooper come protagonista!), E la rete ha smesso di funzionare dopo soli quattro episodi.


I 10 migliori super alimenti della sinergia alimentare

Ci sono sempre più prove che alcuni componenti negli alimenti e nelle bevande che consumiamo (come minerali, vitamine e sostanze fitochimiche, fibre e grassi) interagiscono tra loro per dare al nostro corpo una protezione extra dalle malattie e un livello di salute più elevato. Questo nuovo concetto nutrizionale si chiama sinergia alimentare, e non poteva arrivare in un momento migliore, dato che sempre più baby boomer passano o si avvicinano al mezzo secolo (me compreso). Mentre scrivo il mio nuovo libro, Sinergia AlimentareSì, ho notato che 10 cibi particolari continuavano a spuntare in vari capitoli. Li chiamo i 10 Super Alimenti Synergy perché hanno tutti i tipi di potenziale sinergico per loro.

Esistono tutti i tipi di sinergia alimentare, dai diversi nutrienti che si trovano insieme nello stesso alimento intero, ai nutrienti in cibi diversi che funzionano meglio insieme, alla sinergia in determinati schemi dietetici (come la dieta mediterranea, la cucina asiatica, The Portfolio Plan). , eccetera.).

Ecco alcuni esempi di sinergia alimentare in azione dalla recente ricerca nutrizionale:

  • Pomodori e broccoli: La combinazione è risultata più efficace nel rallentare la crescita del tumore alla prostata rispetto a quanto non fosse da sola (da uno studio in cui a ratti maschi sono stati somministrati impianti di cellule tumorali alla prostata).
  • Mele con la buccia. Si scopre che la maggior parte delle proprietà antitumorali di una mela sono nascoste nella buccia. Le sostanze fitochimiche nella polpa della mela sembrano funzionare meglio con le sostanze fitochimiche nella buccia per ridurre il rischio di cancro.
  • Pomodori cotti con la buccia, insieme all'olio d'oliva. Il novantotto percento dei flavonoli (potenti sostanze fitochimiche) nei pomodori si trova nella buccia del pomodoro, insieme a grandi quantità di due carotenoidi. L'assorbimento di questi nutrienti chiave è molto maggiore quando i pomodori sono cotti e quando si mangia un po' di grasso intelligente (come l'olio d'oliva) insieme ai pomodori cotti.
  • Verdure crocifere. Due sostanze fitochimiche che si trovano naturalmente nelle verdure crocifere (cambene e indolo 3-carbinolo) erano più attive se combinate, secondo una ricerca che ha testato i composti da soli e insieme nei ratti. I ricercatori hanno scoperto che i due composti erano in grado di proteggere molto meglio i ratti dal cancro al fegato insieme. Sia il cambene che l'indolo 3-carbinolo sono noti per attivare importanti enzimi di disintossicazione che aiutano il corpo ad eliminare gli agenti cancerogeni prima che danneggino i nostri geni. Gli alimenti ricchi di cambene includono cavoletti di Bruxelles e alcune varietà di broccoli. E tutte le verdure crocifere sono ricche di indolo 3-carbinolo.

Continua

Era troppo presto per scrivere un libro su questo argomento? Mentre è vero che alcune delle ricerche nel libro provengono da studi di laboratorio o sugli animali, e sono necessarie ulteriori ricerche, l'idea della sinergia alimentare ci porta lungo un percorso che mi sento completamente a mio agio di raccomandare. È un percorso verso il consumo di più cibi integrali e vegetali e meno alimenti trasformati, un percorso che cerca l'equilibrio all'interno di ampi schemi dietetici invece di concentrarsi su uno o due cibi o ingredienti particolari. È un percorso che ci porta oltre il "basso contenuto di grassi" o il "basso contenuto di carboidrati".

La verità è che ci sono tutti i tipi di esempi di sinergia alimentare all'opera nelle ricerche pubblicate negli ultimi cinque anni. Ora sappiamo che in così tanti casi, il potere negli alimenti è nella confezione, non nei singoli componenti.

Ho imparato scrivendo Sinergia alimentare che tutta questa ricerca scientifica apparentemente disparata in realtà si riunisce in un modo che ha perfettamente senso: quando nutriamo i nostri corpi con i migliori cibi che la natura ha da offrire, i nostri corpi rispondono in natura.


I 10 migliori super alimenti della sinergia alimentare

Ci sono sempre più prove che alcuni componenti negli alimenti e nelle bevande che consumiamo (come minerali, vitamine e sostanze fitochimiche, fibre e grassi) interagiscono tra loro per dare al nostro corpo una protezione extra dalle malattie e un livello di salute più elevato. Questo nuovo concetto nutrizionale si chiama sinergia alimentare, e non poteva arrivare in un momento migliore, dato che sempre più baby boomer passano o si avvicinano al mezzo secolo (me compreso). Mentre scrivo il mio nuovo libro, Sinergia AlimentareSì, ho notato che 10 cibi particolari continuavano a spuntare in vari capitoli. Li chiamo i 10 Super Alimenti Synergy perché hanno tutti i tipi di potenziale sinergico per loro.

Esistono tutti i tipi di sinergia alimentare, dai diversi nutrienti che si trovano insieme nello stesso alimento intero, ai nutrienti in cibi diversi che funzionano meglio insieme, alla sinergia in determinati schemi dietetici (come la dieta mediterranea, la cucina asiatica, The Portfolio Plan). , eccetera.).

Ecco alcuni esempi di sinergia alimentare in azione dalla recente ricerca nutrizionale:

  • Pomodori e broccoli: La combinazione è risultata più efficace nel rallentare la crescita del tumore alla prostata rispetto a quanto non fosse da sola (da uno studio in cui a ratti maschi sono stati somministrati impianti di cellule tumorali alla prostata).
  • Mele con la buccia. Si scopre che la maggior parte delle proprietà antitumorali di una mela sono nascoste nella buccia. Le sostanze fitochimiche nella polpa della mela sembrano funzionare meglio con le sostanze fitochimiche nella buccia per ridurre il rischio di cancro.
  • Pomodori cotti con la buccia, insieme all'olio d'oliva. Il novantotto percento dei flavonoli (potenti sostanze fitochimiche) nei pomodori si trova nella buccia del pomodoro, insieme a grandi quantità di due carotenoidi. L'assorbimento di questi nutrienti chiave è molto maggiore quando i pomodori sono cotti e quando si mangia un po' di grasso intelligente (come l'olio d'oliva) insieme ai pomodori cotti.
  • Verdure crocifere. Due sostanze fitochimiche che si trovano naturalmente nelle verdure crocifere (cambene e indolo 3-carbinolo) erano più attive se combinate, secondo una ricerca che ha testato i composti da soli e insieme nei ratti. I ricercatori hanno scoperto che i due composti erano in grado di proteggere molto meglio i ratti dal cancro al fegato insieme. Sia il cambene che l'indolo 3-carbinolo sono noti per attivare importanti enzimi di disintossicazione che aiutano il corpo a eliminare gli agenti cancerogeni prima che danneggino i nostri geni. Gli alimenti ricchi di cambene includono cavoletti di Bruxelles e alcune varietà di broccoli. E tutte le verdure crocifere sono ricche di indolo 3-carbinolo.

Continua

Era troppo presto per scrivere un libro su questo argomento? Anche se è vero che alcune delle ricerche nel libro provengono da studi di laboratorio o su animali, e sono necessarie ulteriori ricerche, l'idea della sinergia alimentare ci conduce lungo un percorso che mi sento assolutamente di raccomandare. È un percorso verso il consumo di più cibi integrali e vegetali e meno alimenti trasformati, un percorso che cerca l'equilibrio all'interno di ampi schemi dietetici invece di concentrarsi su uno o due cibi o ingredienti particolari. È un percorso che ci porta oltre il "basso contenuto di grassi" o il "basso contenuto di carboidrati".

La verità è che ci sono tutti i tipi di esempi di sinergia alimentare all'opera nelle ricerche pubblicate negli ultimi cinque anni. Ora sappiamo che in così tanti casi, il potere negli alimenti è nella confezione, non nei singoli componenti.

Ho imparato scrivendo Sinergia alimentare che tutta questa ricerca scientifica apparentemente disparata in realtà si riunisce in un modo che ha perfettamente senso: quando nutriamo i nostri corpi con i migliori cibi che la natura ha da offrire, i nostri corpi rispondono in natura.


I 10 migliori super alimenti della sinergia alimentare

Ci sono sempre più prove che alcuni componenti negli alimenti e nelle bevande che consumiamo (come minerali, vitamine e sostanze fitochimiche, fibre e grassi) interagiscono tra loro per dare al nostro corpo una protezione extra dalle malattie e un livello di salute più elevato. Questo nuovo concetto nutrizionale si chiama sinergia alimentare, e non poteva arrivare in un momento migliore, dato che sempre più baby boomer passano o si avvicinano al mezzo secolo (me compreso). Mentre scrivo il mio nuovo libro, Sinergia AlimentareSì, ho notato che 10 cibi particolari continuavano a spuntare in vari capitoli. Li chiamo i 10 Synergy Super Foods perché hanno tutti i tipi di potenziale sinergico per loro.

Esistono tutti i tipi di sinergia alimentare, dai diversi nutrienti che si trovano insieme nello stesso alimento intero, ai nutrienti in cibi diversi che funzionano meglio insieme, alla sinergia in determinati schemi dietetici (come la dieta mediterranea, la cucina asiatica, The Portfolio Plan). , eccetera.).

Ecco alcuni esempi di sinergia alimentare in azione dalla recente ricerca nutrizionale:

  • Pomodori e broccoli: La combinazione è risultata più efficace nel rallentare la crescita del tumore alla prostata rispetto a quanto non fosse da sola (da uno studio in cui a ratti maschi sono stati somministrati impianti di cellule tumorali alla prostata).
  • Mele con la buccia. Si scopre che la maggior parte delle proprietà antitumorali di una mela sono nascoste nella buccia. Le sostanze fitochimiche nella polpa della mela sembrano funzionare meglio con le sostanze fitochimiche nella buccia per ridurre il rischio di cancro.
  • Pomodori cotti con la buccia, insieme all'olio d'oliva. Il novantotto percento dei flavonoli (potenti sostanze fitochimiche) nei pomodori si trova nella buccia del pomodoro, insieme a grandi quantità di due carotenoidi. L'assorbimento di questi nutrienti chiave è molto maggiore quando i pomodori sono cotti e quando si mangia un po' di grasso intelligente (come l'olio d'oliva) insieme ai pomodori cotti.
  • Verdure crocifere. Due sostanze fitochimiche che si trovano naturalmente nelle verdure crocifere (cambene e indolo 3-carbinolo) erano più attive se combinate, secondo una ricerca che ha testato i composti da soli e insieme nei ratti. I ricercatori hanno scoperto che i due composti erano in grado di proteggere molto meglio i ratti dal cancro al fegato insieme. Sia il cambene che l'indolo 3-carbinolo sono noti per attivare importanti enzimi di disintossicazione che aiutano il corpo ad eliminare gli agenti cancerogeni prima che danneggino i nostri geni. Gli alimenti ricchi di cambene includono cavoletti di Bruxelles e alcune varietà di broccoli. E tutte le verdure crocifere sono ricche di indolo 3-carbinolo.

Continua

Era troppo presto per scrivere un libro su questo argomento? Mentre è vero che alcune delle ricerche nel libro provengono da studi di laboratorio o sugli animali, e sono necessarie ulteriori ricerche, l'idea della sinergia alimentare ci porta lungo un percorso che mi sento completamente a mio agio di raccomandare. È un percorso verso il consumo di più cibi integrali e vegetali e meno alimenti trasformati, un percorso che cerca l'equilibrio all'interno di ampi schemi dietetici invece di concentrarsi su uno o due cibi o ingredienti particolari. È un percorso che ci porta oltre il "basso contenuto di grassi" o il "basso contenuto di carboidrati".

La verità è che ci sono tutti i tipi di esempi di sinergia alimentare all'opera nelle ricerche pubblicate negli ultimi cinque anni. Ora sappiamo che in così tanti casi, il potere negli alimenti è nella confezione, non nei singoli componenti.

Ho imparato scrivendo Sinergia alimentare che tutta questa ricerca scientifica apparentemente disparata in realtà si riunisce in un modo che ha perfettamente senso: quando nutriamo i nostri corpi con i migliori cibi che la natura ha da offrire, i nostri corpi rispondono in natura.


I 10 migliori super alimenti della sinergia alimentare

Ci sono sempre più prove che alcuni componenti negli alimenti e nelle bevande che consumiamo (come minerali, vitamine e sostanze fitochimiche, fibre e grassi) interagiscono tra loro per dare al nostro corpo una protezione extra dalle malattie e un livello di salute più elevato. Questo nuovo concetto nutrizionale si chiama sinergia alimentare, e non poteva arrivare in un momento migliore, dato che sempre più baby boomer passano o si avvicinano al mezzo secolo (me compreso). Mentre scrivo il mio nuovo libro, Sinergia AlimentareSì, ho notato che 10 cibi particolari continuavano a spuntare in vari capitoli. Li chiamo i 10 Synergy Super Foods perché hanno tutti i tipi di potenziale sinergico per loro.

Esistono tutti i tipi di sinergia alimentare, dai diversi nutrienti che si trovano insieme nello stesso alimento intero, ai nutrienti in cibi diversi che funzionano meglio insieme, alla sinergia in determinati schemi dietetici (come la dieta mediterranea, la cucina asiatica, The Portfolio Plan). , eccetera.).

Ecco alcuni esempi di sinergia alimentare in azione dalla recente ricerca nutrizionale:

  • Pomodori e broccoli: La combinazione è risultata più efficace nel rallentare la crescita del tumore alla prostata rispetto a quanto non fosse da sola (da uno studio in cui a ratti maschi sono stati somministrati impianti di cellule tumorali alla prostata).
  • Mele con la buccia. Si scopre che la maggior parte delle proprietà antitumorali di una mela sono nascoste nella buccia. Le sostanze fitochimiche nella polpa della mela sembrano funzionare meglio con le sostanze fitochimiche nella buccia per ridurre il rischio di cancro.
  • Pomodori cotti con la buccia, insieme all'olio d'oliva. Il novantotto percento dei flavonoli (potenti sostanze fitochimiche) nei pomodori si trova nella buccia del pomodoro, insieme a grandi quantità di due carotenoidi. L'assorbimento di questi nutrienti chiave è molto maggiore quando i pomodori sono cotti e quando si mangia un po' di grasso intelligente (come l'olio d'oliva) insieme ai pomodori cotti.
  • Verdure crocifere. Due sostanze fitochimiche che si trovano naturalmente nelle verdure crocifere (cambene e indolo 3-carbinolo) erano più attive se combinate, secondo una ricerca che ha testato i composti da soli e insieme nei ratti. I ricercatori hanno scoperto che i due composti erano in grado di proteggere molto meglio i ratti dal cancro al fegato insieme. Sia il cambene che l'indolo 3-carbinolo sono noti per attivare importanti enzimi di disintossicazione che aiutano il corpo ad eliminare gli agenti cancerogeni prima che danneggino i nostri geni. Gli alimenti ricchi di cambene includono cavoletti di Bruxelles e alcune varietà di broccoli. E tutte le verdure crocifere sono ricche di indolo 3-carbinolo.

Continua

Era troppo presto per scrivere un libro su questo argomento? Mentre è vero che alcune delle ricerche nel libro provengono da studi di laboratorio o sugli animali, e sono necessarie ulteriori ricerche, l'idea della sinergia alimentare ci porta lungo un percorso che mi sento completamente a mio agio di raccomandare. È un percorso verso il consumo di più cibi integrali e vegetali e meno alimenti trasformati, un percorso che cerca l'equilibrio all'interno di ampi schemi dietetici invece di concentrarsi su uno o due cibi o ingredienti particolari. È un percorso che ci porta oltre il "basso contenuto di grassi" o il "basso contenuto di carboidrati".

La verità è che ci sono tutti i tipi di esempi di sinergia alimentare all'opera nelle ricerche pubblicate negli ultimi cinque anni. Ora sappiamo che in così tanti casi, il potere negli alimenti è nella confezione, non nei singoli componenti.

Ho imparato scrivendo Sinergia alimentare che tutta questa ricerca scientifica apparentemente disparata in realtà si riunisce in un modo che ha perfettamente senso: quando nutriamo i nostri corpi con i migliori cibi che la natura ha da offrire, i nostri corpi rispondono in natura.


I 10 migliori super alimenti della sinergia alimentare

Ci sono sempre più prove che alcuni componenti negli alimenti e nelle bevande che consumiamo (come minerali, vitamine e sostanze fitochimiche, fibre e grassi) interagiscono tra loro per dare al nostro corpo una protezione extra dalle malattie e un livello di salute più elevato. Questo nuovo concetto nutrizionale si chiama sinergia alimentare, e non poteva arrivare in un momento migliore, dato che sempre più baby boomer passano o si avvicinano al mezzo secolo (me compreso). Mentre scrivo il mio nuovo libro, Sinergia AlimentareSì, ho notato che 10 cibi particolari continuavano a spuntare in vari capitoli. Li chiamo i 10 Synergy Super Foods perché hanno tutti i tipi di potenziale sinergico per loro.

Esistono tutti i tipi di sinergia alimentare, dai diversi nutrienti che si trovano insieme nello stesso alimento intero, ai nutrienti in cibi diversi che funzionano meglio insieme, alla sinergia in determinati schemi dietetici (come la dieta mediterranea, la cucina asiatica, The Portfolio Plan). , eccetera.).

Ecco alcuni esempi di sinergia alimentare in azione dalla recente ricerca nutrizionale:

  • Pomodori e broccoli: La combinazione è risultata più efficace nel rallentare la crescita del tumore alla prostata rispetto a quanto non fosse da sola (da uno studio in cui a ratti maschi sono stati somministrati impianti di cellule tumorali alla prostata).
  • Mele con la buccia. Si scopre che la maggior parte delle proprietà antitumorali di una mela sono nascoste nella buccia. Le sostanze fitochimiche nella polpa della mela sembrano funzionare meglio con le sostanze fitochimiche nella buccia per ridurre il rischio di cancro.
  • Pomodori cotti con la buccia, insieme all'olio d'oliva. Il novantotto percento dei flavonoli (potenti sostanze fitochimiche) nei pomodori si trova nella buccia del pomodoro, insieme a grandi quantità di due carotenoidi. L'assorbimento di questi nutrienti chiave è molto maggiore quando i pomodori sono cotti e quando si mangia un po' di grasso intelligente (come l'olio d'oliva) insieme ai pomodori cotti.
  • Verdure crocifere. Due sostanze fitochimiche che si trovano naturalmente nelle verdure crocifere (cambene e indolo 3-carbinolo) erano più attive se combinate, secondo una ricerca che ha testato i composti da soli e insieme nei ratti. I ricercatori hanno scoperto che i due composti erano in grado di proteggere molto meglio i ratti dal cancro al fegato insieme. Sia il cambene che l'indolo 3-carbinolo sono noti per attivare importanti enzimi di disintossicazione che aiutano il corpo a eliminare gli agenti cancerogeni prima che danneggino i nostri geni. Gli alimenti ricchi di cambene includono cavoletti di Bruxelles e alcune varietà di broccoli. E tutte le verdure crocifere sono ricche di indolo 3-carbinolo.

Continua

Era troppo presto per scrivere un libro su questo argomento? Mentre è vero che alcune delle ricerche nel libro provengono da studi di laboratorio o sugli animali, e sono necessarie ulteriori ricerche, l'idea della sinergia alimentare ci porta lungo un percorso che mi sento completamente a mio agio di raccomandare. È un percorso verso il consumo di più cibi integrali e vegetali e meno alimenti trasformati, un percorso che cerca l'equilibrio all'interno di ampi schemi dietetici invece di concentrarsi su uno o due cibi o ingredienti particolari. È un percorso che ci porta oltre il "basso contenuto di grassi" o il "basso contenuto di carboidrati".

La verità è che ci sono tutti i tipi di esempi di sinergia alimentare all'opera nelle ricerche pubblicate negli ultimi cinque anni. Ora sappiamo che in così tanti casi, il potere negli alimenti è nella confezione, non nei singoli componenti.

Ho imparato scrivendo Sinergia alimentare che tutta questa ricerca scientifica apparentemente disparata in realtà si riunisce in un modo che ha perfettamente senso: quando nutriamo i nostri corpi con i migliori cibi che la natura ha da offrire, i nostri corpi rispondono in natura.


I 10 migliori super alimenti della sinergia alimentare

Ci sono sempre più prove che alcuni componenti negli alimenti e nelle bevande che consumiamo (come minerali, vitamine e sostanze fitochimiche, fibre e grassi) interagiscono tra loro per dare al nostro corpo una protezione extra dalle malattie e un livello di salute più elevato. Questo nuovo concetto nutrizionale si chiama sinergia alimentare, e non poteva arrivare in un momento migliore, dato che sempre più baby boomer passano o si avvicinano al mezzo secolo (me compreso). Mentre scrivo il mio nuovo libro, Sinergia AlimentareSì, ho notato che 10 cibi particolari continuavano a spuntare in vari capitoli. Li chiamo i 10 Synergy Super Foods perché hanno tutti i tipi di potenziale sinergico per loro.

Esistono tutti i tipi di sinergia alimentare, dai diversi nutrienti che si trovano insieme nello stesso alimento intero, ai nutrienti in cibi diversi che funzionano meglio insieme, alla sinergia in determinati schemi dietetici (come la dieta mediterranea, la cucina asiatica, The Portfolio Plan). , eccetera.).

Ecco alcuni esempi di sinergia alimentare in azione dalla recente ricerca nutrizionale:

  • Pomodori e broccoli: La combinazione è risultata più efficace nel rallentare la crescita del tumore alla prostata rispetto a quanto non fosse da sola (da uno studio in cui a ratti maschi sono stati somministrati impianti di cellule tumorali alla prostata).
  • Mele con la buccia. Si scopre che la maggior parte delle proprietà antitumorali di una mela sono nascoste nella buccia. Le sostanze fitochimiche nella polpa della mela sembrano funzionare meglio con le sostanze fitochimiche nella buccia per ridurre il rischio di cancro.
  • Pomodori cotti con la buccia, insieme all'olio d'oliva. Il novantotto percento dei flavonoli (potenti sostanze fitochimiche) nei pomodori si trova nella buccia del pomodoro, insieme a grandi quantità di due carotenoidi. L'assorbimento di questi nutrienti chiave è molto maggiore quando i pomodori sono cotti e quando si mangia un po' di grasso intelligente (come l'olio d'oliva) insieme ai pomodori cotti.
  • Verdure crocifere. Due sostanze fitochimiche che si trovano naturalmente nelle verdure crocifere (cambene e indolo 3-carbinolo) erano più attive se combinate, secondo una ricerca che ha testato i composti da soli e insieme nei ratti. I ricercatori hanno scoperto che i due composti erano in grado di proteggere molto meglio i ratti dal cancro al fegato insieme. Sia il cambene che l'indolo 3-carbinolo sono noti per attivare importanti enzimi di disintossicazione che aiutano il corpo a eliminare gli agenti cancerogeni prima che danneggino i nostri geni. Gli alimenti ricchi di cambene includono cavoletti di Bruxelles e alcune varietà di broccoli. E tutte le verdure crocifere sono ricche di indolo 3-carbinolo.

Continua

Era troppo presto per scrivere un libro su questo argomento? Mentre è vero che alcune delle ricerche nel libro provengono da studi di laboratorio o sugli animali, e sono necessarie ulteriori ricerche, l'idea della sinergia alimentare ci porta lungo un percorso che mi sento completamente a mio agio di raccomandare. È un percorso verso il consumo di più cibi integrali e vegetali e meno alimenti trasformati, un percorso che cerca l'equilibrio all'interno di ampi schemi dietetici invece di concentrarsi su uno o due cibi o ingredienti particolari. È un percorso che ci porta oltre il "basso contenuto di grassi" o il "basso contenuto di carboidrati".

La verità è che ci sono tutti i tipi di esempi di sinergia alimentare all'opera nelle ricerche pubblicate negli ultimi cinque anni. Ora sappiamo che in così tanti casi, il potere negli alimenti è nella confezione, non nei singoli componenti.

Ho imparato scrivendo Sinergia alimentare che tutta questa ricerca scientifica apparentemente disparata in realtà si riunisce in un modo che ha perfettamente senso: quando nutriamo i nostri corpi con i migliori cibi che la natura ha da offrire, i nostri corpi rispondono in natura.


I 10 migliori super alimenti della sinergia alimentare

Ci sono sempre più prove che alcuni componenti negli alimenti e nelle bevande che consumiamo (come minerali, vitamine e sostanze fitochimiche, fibre e grassi) interagiscono tra loro per dare al nostro corpo una protezione extra dalle malattie e un livello di salute più elevato. Questo nuovo concetto nutrizionale si chiama sinergia alimentare, e non poteva arrivare in un momento migliore, dato che sempre più baby boomer passano o si avvicinano al mezzo secolo (me compreso). Mentre scrivo il mio nuovo libro, Sinergia AlimentareSì, ho notato che 10 cibi particolari continuavano a spuntare in vari capitoli. Li chiamo i 10 Super Alimenti Synergy perché hanno tutti i tipi di potenziale sinergico per loro.

Esistono tutti i tipi di sinergia alimentare, dai diversi nutrienti che si trovano insieme nello stesso alimento intero, ai nutrienti in cibi diversi che funzionano meglio insieme, alla sinergia in determinati schemi dietetici (come la dieta mediterranea, la cucina asiatica, The Portfolio Plan). , eccetera.).

Ecco alcuni esempi di sinergia alimentare in azione dalla recente ricerca nutrizionale:

  • Pomodori e broccoli: La combinazione è risultata più efficace nel rallentare la crescita del tumore alla prostata rispetto a quanto non fosse da sola (da uno studio in cui a ratti maschi sono stati somministrati impianti di cellule tumorali alla prostata).
  • Mele con la buccia. Si scopre che la maggior parte delle proprietà antitumorali di una mela sono nascoste nella buccia. Le sostanze fitochimiche nella polpa della mela sembrano funzionare meglio con le sostanze fitochimiche nella buccia per ridurre il rischio di cancro.
  • Pomodori cotti con la buccia, insieme all'olio d'oliva. Il novantotto percento dei flavonoli (potenti sostanze fitochimiche) nei pomodori si trova nella buccia del pomodoro, insieme a grandi quantità di due carotenoidi. L'assorbimento di questi nutrienti chiave è molto maggiore quando i pomodori sono cotti e quando si mangia un po' di grasso intelligente (come l'olio d'oliva) insieme ai pomodori cotti.
  • Verdure crocifere. Due sostanze fitochimiche che si trovano naturalmente nelle verdure crocifere (cambene e indolo 3-carbinolo) erano più attive se combinate, secondo una ricerca che ha testato i composti da soli e insieme nei ratti. I ricercatori hanno scoperto che i due composti erano in grado di proteggere molto meglio i ratti dal cancro al fegato insieme. Sia il cambene che l'indolo 3-carbinolo sono noti per attivare importanti enzimi di disintossicazione che aiutano il corpo a eliminare gli agenti cancerogeni prima che danneggino i nostri geni. Gli alimenti ricchi di cambene includono cavoletti di Bruxelles e alcune varietà di broccoli. E tutte le verdure crocifere sono ricche di indolo 3-carbinolo.

Continua

Era troppo presto per scrivere un libro su questo argomento? Mentre è vero che alcune delle ricerche nel libro provengono da studi di laboratorio o su animali, e sono necessarie ulteriori ricerche, l'idea della sinergia alimentare ci porta lungo un percorso che mi sento completamente a mio agio di raccomandare. È un percorso verso il consumo di più cibi integrali e vegetali e meno alimenti trasformati, un percorso che cerca l'equilibrio all'interno di ampi schemi dietetici invece di concentrarsi su uno o due cibi o ingredienti particolari. È un percorso che ci porta oltre il "basso contenuto di grassi" o il "basso contenuto di carboidrati".

La verità è che ci sono tutti i tipi di esempi di sinergia alimentare all'opera nelle ricerche pubblicate negli ultimi cinque anni. Ora sappiamo che in così tanti casi, il potere negli alimenti è nella confezione, non nei singoli componenti.

Ho imparato scrivendo Sinergia alimentare che tutta questa ricerca scientifica apparentemente disparata in realtà si riunisce in un modo che ha perfettamente senso: quando nutriamo i nostri corpi con i migliori cibi che la natura ha da offrire, i nostri corpi rispondono in natura.


I 10 migliori super alimenti della sinergia alimentare

Ci sono sempre più prove che alcuni componenti negli alimenti e nelle bevande che consumiamo (come minerali, vitamine e sostanze fitochimiche, fibre e grassi) interagiscono tra loro per dare al nostro corpo una protezione extra dalle malattie e un livello di salute più elevato. Questo nuovo concetto nutrizionale si chiama sinergia alimentare, e non poteva arrivare in un momento migliore, dato che sempre più baby boomer passano o si avvicinano al mezzo secolo (me compreso). Mentre scrivo il mio nuovo libro, Sinergia AlimentareSì, ho notato che 10 cibi particolari continuavano a spuntare in vari capitoli. Li chiamo i 10 Synergy Super Foods perché hanno tutti i tipi di potenziale sinergico per loro.

Esistono tutti i tipi di sinergia alimentare, dai diversi nutrienti che si trovano insieme nello stesso alimento intero, ai nutrienti in cibi diversi che funzionano meglio insieme, alla sinergia in determinati schemi dietetici (come la dieta mediterranea, la cucina asiatica, The Portfolio Plan). , eccetera.).

Ecco alcuni esempi di sinergia alimentare in azione dalla recente ricerca nutrizionale:

  • Pomodori e broccoli: La combinazione è risultata più efficace nel rallentare la crescita del tumore alla prostata rispetto a quanto non fosse da sola (da uno studio in cui a ratti maschi sono stati somministrati impianti di cellule tumorali alla prostata).
  • Mele con la buccia. Si scopre che la maggior parte delle proprietà antitumorali di una mela sono nascoste nella buccia. Le sostanze fitochimiche nella polpa della mela sembrano funzionare meglio con le sostanze fitochimiche nella buccia per ridurre il rischio di cancro.
  • Pomodori cotti con la buccia, insieme all'olio d'oliva. Il novantotto percento dei flavonoli (potenti sostanze fitochimiche) nei pomodori si trova nella buccia del pomodoro, insieme a grandi quantità di due carotenoidi. L'assorbimento di questi nutrienti chiave è molto maggiore quando i pomodori sono cotti e quando si mangia un po' di grasso intelligente (come l'olio d'oliva) insieme ai pomodori cotti.
  • Verdure crocifere. Due sostanze fitochimiche che si trovano naturalmente nelle verdure crocifere (cambene e indolo 3-carbinolo) erano più attive se combinate, secondo una ricerca che ha testato i composti da soli e insieme nei ratti. The researchers found that the two compounds were able to protect the rats against liver cancer much better together. Both cambene and indole 3-carbinol are known to activate important detoxification enzymes that help the body eliminate carcinogens before they harm our genes. Foods rich in cambene include Brussels sprouts and certain varieties of broccoli. And all cruciferous veggies are rich in indole 3-carbinol.

Continua

Was it too early to write a book about this topic? While it’s true that some of the research in the book is from lab or animal studies, and more research is needed, the idea of food synergy leads us down a path that I’m completely comfortable recommending. It’s a path toward eating more whole foods and plant foods and fewer processed foods a path that seeks balance within broad dietary patterns instead of focusing on one or two particular foods or ingredients. It’s a path that leads us beyond "low-fat" or "low-carb."

The truth is that there are all sorts of examples of food synergy at work in research published over the last five years. We know now that in so many cases, the power in food is in the package, not the individual components.

I learned while writing Food Synergy that all of this seemingly disparate scientific research actually comes together in a way that makes perfect sense: When we nourish our bodies with the best foods that nature has to offer, our bodies respond in kind.


Top 10 Food Synergy Super Foods

There's more and more evidence that certain components in the foods and beverages we consume (like minerals, vitamins and phytochemicals, fiber, and fats) interact with each other to give our bodies extra disease protection and a higher level of health. This new nutritional concept is called food synergy, and it couldn’t have come at a better time, as more and more baby boomers pass or near the half-century mark (myself included). While writing my new book, Food Synergy, I noticed that 10 particular foods kept popping up in various chapters. I call these the 10 Synergy Super Foods because they have all sorts of synergistic potential going for them.

There are all types of food synergy, from different nutrients that are found together in the same whole food, to nutrients in different foods that work better together, to the synergy in certain dietary patterns (like the Mediterranean diet, Asian cuisine, The Portfolio Plan, etc.).

Here are a few examples of food synergy in action from recent nutrition research:

  • Tomatoes and broccoli: The combination was more effective at slowing prostate tumor growth than either was alone (from a study in which male rats were given prostate tumor cell implants).
  • Apples with the peel on. It turns out that the bulk of an apple’s anticancer properties are hidden in the peel. The phytochemicals in the apple flesh seem to work best with the phytochemicals in the peel to reduce the risk of cancer.
  • Cooked tomatoes with the peel on, along with olive oil. Ninety-eight percent of the flavonols (powerful phytochemicals) in tomatoes is found in the tomato skin, along with great amounts of two carotenoids. Absorption of these key nutrients is much greater when the tomatoes are cooked and when you eat some smart fat (like olive oil) along with the cooked tomatoes.
  • Cruciferous vegetables. Two phytochemicals naturally found in cruciferous vegetables (cambene and indole 3-carbinol) were more active when combined, according to research that tested the compounds alone and together in rats. The researchers found that the two compounds were able to protect the rats against liver cancer much better together. Both cambene and indole 3-carbinol are known to activate important detoxification enzymes that help the body eliminate carcinogens before they harm our genes. Foods rich in cambene include Brussels sprouts and certain varieties of broccoli. And all cruciferous veggies are rich in indole 3-carbinol.

Continua

Was it too early to write a book about this topic? While it’s true that some of the research in the book is from lab or animal studies, and more research is needed, the idea of food synergy leads us down a path that I’m completely comfortable recommending. It’s a path toward eating more whole foods and plant foods and fewer processed foods a path that seeks balance within broad dietary patterns instead of focusing on one or two particular foods or ingredients. It’s a path that leads us beyond "low-fat" or "low-carb."

The truth is that there are all sorts of examples of food synergy at work in research published over the last five years. We know now that in so many cases, the power in food is in the package, not the individual components.

I learned while writing Food Synergy that all of this seemingly disparate scientific research actually comes together in a way that makes perfect sense: When we nourish our bodies with the best foods that nature has to offer, our bodies respond in kind.


Top 10 Food Synergy Super Foods

There's more and more evidence that certain components in the foods and beverages we consume (like minerals, vitamins and phytochemicals, fiber, and fats) interact with each other to give our bodies extra disease protection and a higher level of health. This new nutritional concept is called food synergy, and it couldn’t have come at a better time, as more and more baby boomers pass or near the half-century mark (myself included). While writing my new book, Food Synergy, I noticed that 10 particular foods kept popping up in various chapters. I call these the 10 Synergy Super Foods because they have all sorts of synergistic potential going for them.

There are all types of food synergy, from different nutrients that are found together in the same whole food, to nutrients in different foods that work better together, to the synergy in certain dietary patterns (like the Mediterranean diet, Asian cuisine, The Portfolio Plan, etc.).

Here are a few examples of food synergy in action from recent nutrition research:

  • Tomatoes and broccoli: The combination was more effective at slowing prostate tumor growth than either was alone (from a study in which male rats were given prostate tumor cell implants).
  • Apples with the peel on. It turns out that the bulk of an apple’s anticancer properties are hidden in the peel. The phytochemicals in the apple flesh seem to work best with the phytochemicals in the peel to reduce the risk of cancer.
  • Cooked tomatoes with the peel on, along with olive oil. Ninety-eight percent of the flavonols (powerful phytochemicals) in tomatoes is found in the tomato skin, along with great amounts of two carotenoids. Absorption of these key nutrients is much greater when the tomatoes are cooked and when you eat some smart fat (like olive oil) along with the cooked tomatoes.
  • Cruciferous vegetables. Two phytochemicals naturally found in cruciferous vegetables (cambene and indole 3-carbinol) were more active when combined, according to research that tested the compounds alone and together in rats. The researchers found that the two compounds were able to protect the rats against liver cancer much better together. Both cambene and indole 3-carbinol are known to activate important detoxification enzymes that help the body eliminate carcinogens before they harm our genes. Foods rich in cambene include Brussels sprouts and certain varieties of broccoli. And all cruciferous veggies are rich in indole 3-carbinol.

Continua

Was it too early to write a book about this topic? While it’s true that some of the research in the book is from lab or animal studies, and more research is needed, the idea of food synergy leads us down a path that I’m completely comfortable recommending. It’s a path toward eating more whole foods and plant foods and fewer processed foods a path that seeks balance within broad dietary patterns instead of focusing on one or two particular foods or ingredients. It’s a path that leads us beyond "low-fat" or "low-carb."

The truth is that there are all sorts of examples of food synergy at work in research published over the last five years. We know now that in so many cases, the power in food is in the package, not the individual components.

I learned while writing Food Synergy that all of this seemingly disparate scientific research actually comes together in a way that makes perfect sense: When we nourish our bodies with the best foods that nature has to offer, our bodies respond in kind.


Guarda il video: My Food Collection.. Slideshow . Vol 2