Nuove ricette

I 12 più grandi crolli delle star del cibo e i disastri delle pubbliche relazioni

I 12 più grandi crolli delle star del cibo e i disastri delle pubbliche relazioni


Se sei una celebrità, specialmente una con un'immagine sana, cammini costantemente sul filo del rasoio. Se sei una celebrità culinaria, che si tratti di uno chef o di un presentatore di spettacoli gastronomici, una brutta mossa di pubbliche relazioni non solo può significare la fine della tua carriera televisiva, ma può anche portare alla chiusura dei tuoi ristoranti.

I 12 più grandi crolli delle star del cibo e i disastri delle pubbliche relazioni (Slideshow)

I crolli e i disastri delle pubbliche relazioni sono disponibili in tutte le forme e dimensioni. In alcuni casi sono alimentata dai social media, di solito il risultato di uno scoppio offensivo e rabbioso. In altri sono il risultato di pettegolezzi, attività illegali, bugie o semplicemente fare qualcosa di stupido. Nessuno, nemmeno la persona più famosa in vita, è immune dal fare qualcosa di stupido, e le celebrità culinarie non fanno eccezione.

In molti casi, non è l'affermazione o l'evento offensivo che è il disastro, è il modo in cui viene gestito. Quando una celebrità e la sua squadra entrano in modalità "controllo dei danni", quando è tutto a portata di mano per capire come emergere il più illeso possibile, quei primi due giorni sono cruciali. Alcuni emergono come se non fosse mai successo nulla (o se sono davvero fortunati, la gente li vede in a meglio leggero); altri finiscono con una reputazione che non si riprende mai, sponsorizzazioni perse, programmi TV cancellati e ristoranti vuoti.

Alcune celebrità culinarie, come Paula Deen, molto probabilmente non si riprenderà mai completamente dal PR negativo. Altri, come Robert Irvine, hanno gestito il loro potenziale incubo con disinvoltura, e oggi tutto è perdonato. Quindi continua a leggere per conoscere i 10 più grandi crolli delle star del cibo e i disastri delle pubbliche relazioni nella storia e ricorda che nessuno, nemmeno i presentatori di programmi di cucina perfettamente puliti, è immune dall'essere umano.


12 ricette estive di frutta e verdura

L'estate porta una ricchezza di prodotti deliziosamente maturi. Ecco una dozzina di frutta e verdura di stagione più fresche e modi appetitosi per servirli.

Gustateli da soli o su insalate, dessert e cereali.

I benefici per la salute includono:
• A basso contenuto di calorie
• Ricco di antiossidanti, che neutralizzano il danno cellulare
• Può ridurre gli effetti della malattia di Alzheimer
• Può ridurre il rischio di cancro al colon o alle ovaie

Periodo di raccolta: maggio-settembre

Queste verdure croccanti e fresche sono molto più che insalate (e trattamenti termali). Possono essere utilizzati nei gazpachos e sostituiti al sedano nelle ricette di insalata di tonno e pollo.

I benefici per la salute includono:
• Contiene silice, che migliora la carnagione e la salute della pelle
• Buona fonte di fibre, potassio e magnesio

Periodo di raccolta: giugno-novembre

La maggior parte delle persone pensa alle melanzane nella parmigiana di melanzane carica di calorie. Tuttavia, questa ricca verdura viola può essere grigliata, arrostita e gustata in una varietà di piatti estivi.

I benefici per la salute includono:
• Buona fonte di vitamine del gruppo B
• Ricco di antiossidanti
• Può ridurre i livelli di colesterolo

Periodo di raccolta: luglio-ottobre

Questo frutto carnoso ha un sapore dolce, quasi piccante che si fonde bene con frullati e altre bevande. Per una delizia estiva, affetta alcune pesche e gusta con una crema di formaggio (come Explorateur) e un bicchiere di chardonnnay.

I benefici per la salute includono:
• Buona fonte di vitamina A
• Buona fonte di potassio

Periodo di raccolta: maggio-ottobre

Con il loro sapore piccante e il caratteristico croccante, i peperoni sono un must della dieta estiva. I colori vivaci daranno vita ai piatti e aggiungeranno un bonus nutrizionale.

I benefici per la salute includono:
• Più del 100% della quantità raccomandata di vitamine A e C
• Contiene vitamina B6 e acido folico, che possono ridurre il rischio di colesterolo alto

Periodo di raccolta: maggio-dicembre

A differenza della zucca invernale, la zucca estiva ha una qualità morbida e quasi cremosa. Il suo gusto delicato funziona bene con erbe come basilico, timo e rosmarino.

I benefici per la salute includono:
• Ottima fonte di vitamina C
• Contiene acidi grassi omega-3

Periodo di raccolta: maggio-settembre

Sebbene i pomodori siano considerati un frutto, mancano della dolcezza che caratterizza quel gruppo alimentare. Tuttavia, cucinarli o grigliarli può togliere alcuni dei loro sapori amari o acidi.

I benefici per la salute includono:
• Contiene licopene, che ha proprietà antiossidanti e antitumorali
• Buona fonte di niacina, utilizzata da anni come metodo sicuro per aumentare l'HDL (colesterolo buono) e abbassare l'LDL (colesterolo cattivo)

Periodo di raccolta: giugno-ottobre

La consistenza morbida e il gusto dolce delle pere le rendono il frutto perfetto per l'estate. E il loro sapore delicato consente loro di fondersi bene con una varietà di ricette.

I benefici per la salute includono:
• Buona fonte di vitamina C e rame
• 4 grammi di fibra alimentare per porzione

A partire da maggio, goditi il ​​gusto dolce, morbido e leggermente aspro delle albicocche. Non solo sono l'aggiunta succosa perfetta a qualsiasi pasto, ma sono anche ricchi di sostanze nutritive.

I benefici per la salute includono:
• Beta-carotene e licopene per la salute del cuore
• Buona fonte di vitamina A, un antiossidante che aiuta la vista e la crescita cellulare

Sebbene i fichi secchi possano essere gustati tutto l'anno, quelli freschi sono di stagione a partire da giugno. La consistenza gommosa del frutto è una delle preferite per la cottura. Tuttavia, arrostirli nel forno rende un dolce e tenero piacere.

I benefici per la salute includono:
• Buona fonte di fibra alimentare
• 15% della quantità raccomandata di potassio e manganese

Periodo di raccolta: giugno-novembre

Il mais è stato uno dei preferiti dell'estate prima dei giorni delle griglie a gas e dei forni a microonde. Sebbene sia abbastanza dolce da essere mangiato da solo, il mais estivo ha un sapore delizioso con un po' di olio d'oliva, sale e pepe.

I benefici per la salute includono:
• Quasi il 25% di vitamina B1, che aiuta il funzionamento cognitivo
• Contiene beta-criptoxantina, un antiossidante che può ridurre il rischio di cancro ai polmoni

Periodo di raccolta: giugno-novembre

Il gombo viene spesso ignorato come verdura estiva, ma è perfetto per zuppe, conserve e stufati. Il suo gusto sottile esalta il sapore di pomodori, cipolle, mais, crostacei e brodo di pesce.

I benefici per la salute includono:
• Contiene fibre insolubili, essenziali per la salute dell'apparato digerente
• Buona fonte di vitamina B6 e acido folico


Le 12 più grandi tendenze alimentari del 2019 (quanti puoi indovinare?)

Ricordi quando la pizza sottile, gli involtini di sushi e lo yogurt greco sembravano stravaganti ed esotici? O quando facevamo la fila per ore per cupcakes glassati al burro, cavoletti di Bruxelles con pancetta e bagel con crema di formaggio color arcobaleno?

Oh, tendenze alimentari. Come non amare (e odiare)?

Per celebrare i 15 anni di Yelp, il team di data science del sito di recensioni di ristoranti ha esaminato le principali tendenze alimentari e dietetiche degli ultimi 15 anni. Per compilare i risultati, Yelp ha estratto le tendenze di tutte le recensioni — vicino a 200 milioni!— dall'anno in cui ogni frase o gruppo di frasi correlate ha raggiunto il picco, in termini di frequenza di citazione nelle recensioni di attività commerciali nelle categorie di cibo e ristoranti. Ecco le principali tendenze alimentari del 2019, così come le tendenze alimentari che hanno identificato sono in aumento e declino. (Cibi unicorno: file sotto una tendenza che non mancheremo.)

Le principali tendenze alimentari del 2019:

Ristoranti e tendenze alimentari in aumento:

  • Toast all'avocado è in costante aumento dal 2014 ed è diventata una delle più grandi ricerche alimentari del 2019.
  • Boba e Bubble Tea sono in costante aumento dal 2010 e sono sulla buona strada per essere una delle più grandi tendenze del 2019.
  • Colazione e Brunch sono in costante aumento dal 2005, continuando a salire fino al 2018 quando è sceso leggermente.
  • Succo di sedano ha raggiunto il picco di popolarità nel 2019.
  • Hamburger impossibile era quasi inesistente prima del 2016, ma è aumentato nel 2018 ed è sulla buona strada per essere una delle più grandi ricerche di cibo del 2019.
  • messicano la cucina è cresciuta costantemente negli ultimi 15 anni.
  • Caffè a tema (pensa Cat Cafes e altri pop-up) sono in costante aumento dal 2014.

Ristoranti e tendenze alimentari in declino:

  • latino americano i ristoranti sono rimasti in gran parte costanti negli ultimi 15 anni.
  • Nuovo americano è costantemente diminuito, aumentando leggermente nel 2015, prima di continuare a diminuire.
  • Colazione tutto il giorno le ricerche hanno raggiunto il picco nel 2005, sono diminuite fino al 2016 e sono lentamente aumentate.
  • Cibi arcobaleno immerso nel 2006, anche se il Formaggio Grigliato Arcobaleno a spillo nel 2018 e Bagel Arcobaleno picchiato nel 2016.
  • Latte di soia, a differenza delle altre controparti di latte alternativo, è aumentato nel 2007 ed è in costante calo.
  • Spam diminuito drasticamente nel 2005.
  • Cibi unicorno ha raggiunto il picco nel 2017 e da allora è diminuito nelle menzioni.

Le tendenze dietetiche erano ugualmente affascinanti. Abbiamo notato un tema e l'esperta di tendenze di Yelp Tara Lewis lo ha confermato: "Su Yelp, stiamo vedendo utenti abbandonare diete restrittive che mirano a ridurre le calorie, optando invece per diete che enfatizzano il consumo di cibi integrali ricchi di nutrienti per un stile di vita complessivamente più sano che è più facile da sostenere a lungo termine, non solo soluzioni rapide per la perdita di peso.

Secondo Yelp, le diete in aumento sono le seguenti:

  • cheto: Quasi inesistente su Yelp prima del 2016, Keto viene menzionato otto volte più spesso nelle recensioni di Yelp ora rispetto al 2017
  • Senza glutine: In aumento dal 2004 fino al 2014 quando ha raggiunto il suo picco, ha avuto un piccolo calo dal 2014 al 2015, quindi è rimasto stabile con un aumento delle citazioni tra il 2016 e il 2019
  • Dieta mediterranea: Ha raggiunto il picco di popolarità nel 2013, è diminuito fino al 2014, quindi è aumentato dell'80% tra il 2014 e il 2019

Puoi trovare i risultati completi del sondaggio di Yelp qui. Preparati a spendere un quantità di tempo leggendo i dati è incredibilmente divertente.


Ricetta per il disastro: la formula che ha ucciso Wall Street

Per rivedere questo articolo, visita Il mio profilo, quindi Visualizza storie salvate.

A metà degli anni '80, Wall Street si rivolse agli 'ingegneri finanziari 'quanti' per inventare nuovi modi per aumentare i profitti. I loro metodi per coniare denaro hanno funzionato brillantemente. finché uno di loro non ha devastato l'economia globale. © Jim Krantz / Index Stock Imagery, Inc. / Galleria Stock

Per rivedere questo articolo, visita Il mio profilo, quindi Visualizza storie salvate.

Un anno fa, non era impensabile che un mago della matematica come David X. Li potesse un giorno guadagnare un premio Nobel. Dopotutto, gli economisti finanziari, anche i quantistici di Wall Street, hanno già ricevuto il Nobel per l'economia e il lavoro di Li sulla misurazione del rischio ha avuto un impatto maggiore, più rapidamente, rispetto ai precedenti contributi in questo campo, vincitori del premio Nobel. Oggi, tuttavia, mentre banchieri, politici, regolatori e investitori storditi esaminano il relitto del più grande tracollo finanziario dalla Grande Depressione, Li è probabilmente grato di avere ancora un lavoro nella finanza. Non che il suo successo debba essere respinto. Ha preso un osso notoriamente duro - determinare la correlazione, o il modo in cui gli eventi apparentemente disparati sono correlati - e l'ha spalancata con una formula matematica semplice ed elegante, che sarebbe diventata onnipresente nella finanza di tutto il mondo.

Per cinque anni, la formula di Li, nota come funzione della copula gaussiana, è sembrata una svolta positiva senza ambiguità, un pezzo di tecnologia finanziaria che ha permesso di modellare rischi estremamente complessi con più facilità e precisione che mai. Con la sua brillante scintilla di gioco di prestigio matematico, Li ha permesso ai trader di vendere grandi quantità di nuovi titoli, espandendo i mercati finanziari a livelli inimmaginabili.

Il suo metodo è stato adottato da tutti, dagli investitori obbligazionari e dalle banche di Wall Street alle agenzie di rating e alle autorità di regolamentazione. Ed è diventato così profondamente radicato - e stava facendo guadagnare così tanto alla gente - che gli avvertimenti sui suoi limiti sono stati ampiamente ignorati.

Poi il modello è crollato. Le crepe hanno iniziato a comparire presto, quando i mercati finanziari hanno iniziato a comportarsi in modi che gli utenti della formula di Li non si aspettavano. Le crepe sono diventate veri e propri canyon nel 2008, quando le rotture nelle fondamenta del sistema finanziario hanno inghiottito trilioni di dollari e messo in serio pericolo la sopravvivenza del sistema bancario globale.

David X. Li, è sicuro dirlo, non otterrà quel Nobel presto. Un risultato del crollo è stata la fine dell'economia finanziaria come qualcosa da celebrare piuttosto che da temere. E la formula della copula gaussiana di Li passerà alla storia come determinante nel causare le perdite insondabili che hanno messo in ginocchio il sistema finanziario mondiale.

Come si potrebbe? formula pack un pugno così devastante? La risposta sta nel mercato obbligazionario, il sistema multimiliardario che consente ai fondi pensione, alle compagnie assicurative e agli hedge fund di prestare trilioni di dollari a società, paesi e acquirenti di case.

Un legame, ovviamente, è solo un IOU, una promessa di restituire il denaro con gli interessi entro determinate date. Se un'azienda, ad esempio IBM, prende in prestito denaro emettendo un'obbligazione, gli investitori esamineranno molto attentamente i suoi conti per assicurarsi che abbia i mezzi per ripagarli. Maggiore è il rischio percepito, e c'è sempre alcuni rischio: maggiore è il tasso di interesse che l'obbligazione deve sostenere.

Gli investitori obbligazionari sono molto a loro agio con il concetto di probabilità. Se c'è una probabilità dell'1% di insolvenza ma ottengono due punti percentuali in più di interesse, sono in vantaggio sul gioco in generale, come un casinò, che è felice di perdere grosse somme ogni tanto in cambio di profitti la maggior parte di il tempo.

Gli investitori obbligazionari investono anche in pool di centinaia o addirittura migliaia di mutui. Le potenziali somme in gioco sono sbalorditive: gli americani ora devono più di 11 trilioni di dollari per le loro case. Ma i pool di mutui sono più disordinati della maggior parte delle obbligazioni. Non esiste un tasso di interesse garantito, poiché la quantità di denaro che i proprietari di abitazione rimborsano collettivamente ogni mese è una funzione di quanti hanno rifinanziato e quanti sono insolventi. Non c'è certamente una data di scadenza fissa: il denaro si presenta in blocchi irregolari mentre le persone pagano i loro mutui in momenti imprevedibili, ad esempio quando decidono di vendere la loro casa. E la cosa più problematica è che non esiste un modo semplice per assegnare una singola probabilità alla possibilità di default.

Wall Street ha risolto molti di questi problemi attraverso un processo chiamato tranching, che divide un pool e consente la creazione di obbligazioni sicure con un rating creditizio tripla A privo di rischio. Gli investitori nella prima tranche, o fetta, sono i primi ad essere pagati. I prossimi in fila potrebbero ottenere solo un rating di credito doppia A sulla loro tranche di obbligazioni, ma saranno in grado di addebitare un tasso di interesse più elevato per sopportare la possibilità di insolvenza leggermente più elevata. E così via.

". la correlazione è ciarlataneria"
Foto: foto AP/Richard Drew

Il motivo per cui le agenzie di rating e gli investitori si sentivano così al sicuro con le tranche tripla A era che credevano che non ci fosse modo che centinaia di proprietari di case sarebbero tutti inadempienti sui loro prestiti allo stesso tempo. Una persona potrebbe perdere il lavoro, un'altra potrebbe ammalarsi. Ma quelle sono calamità individuali che non influiscono molto sul pool dei mutui nel suo insieme: tutti gli altri stanno ancora effettuando i pagamenti in tempo.

Ma non tutte le calamità sono individuali e il tranching non aveva ancora risolto tutti i problemi del rischio di pool di mutui. Alcune cose, come il calo dei prezzi delle case, colpiscono un gran numero di persone contemporaneamente. Se il valore della casa nel tuo quartiere diminuisce e perdi parte del tuo capitale, ci sono buone probabilità che anche i tuoi vicini perdano il loro. Se, di conseguenza, sei insolvente sul tuo mutuo, c'è una maggiore probabilità che anche loro falliranno. Questa si chiama correlazione, il grado in cui una variabile si muove in linea con un'altra, e misurarla è una parte importante per determinare quanto siano rischiose le obbligazioni ipotecarie.

Investitori Piace rischio, finché possono valutarlo. Quello che odiano è l'incertezza, non sapere quanto sia grande il rischio. Di conseguenza, gli investitori obbligazionari e i prestatori di mutui vogliono disperatamente essere in grado di misurare, modellare e la correlazione dei prezzi. Prima che arrivassero i modelli quantitativi, l'unico momento in cui gli investitori si sentivano a proprio agio a mettere i loro soldi in pool di mutui era quando non c'era alcun rischio, in altre parole, quando le obbligazioni erano garantite implicitamente dal governo federale attraverso Fannie Mae o Freddie Mac.

Eppure durante gli anni '90, con l'espansione dei mercati globali, c'erano trilioni di nuovi dollari in attesa di essere utilizzati per prestiti a mutuatari in tutto il mondo, non solo chi cercava mutui, ma anche aziende e acquirenti di auto e chiunque avesse un saldo sulla propria carta di credito —se solo gli investitori potessero mettere un numero sulle correlazioni tra di loro. Il problema è atrocemente difficile, specialmente quando parli di migliaia di parti mobili. Chiunque l'abbia risolto guadagnerebbe l'eterna gratitudine di Wall Street e molto probabilmente anche l'attenzione del comitato Nobel.

Per capire meglio la matematica della correlazione, considera qualcosa di semplice, come un bambino in una scuola elementare: chiamiamola Alice. La probabilità che i suoi genitori divorzino quest'anno è di circa il 5 percento, il rischio che si prenda i pidocchi è di circa il 5 percento, la probabilità che veda un insegnante scivolare su una buccia di banana è di circa il 5 percento e la probabilità che vinca l'ape di spelling della classe è di circa il 5 percento. Se gli investitori negoziassero titoli in base alle possibilità che queste cose accadano solo ad Alice, scambierebbero tutti più o meno allo stesso prezzo.

Ma succede qualcosa di importante quando iniziamo a guardare due bambini invece di uno, non solo Alice ma anche la ragazza a cui siede accanto, Britney. Se i genitori di Britney divorziano, quali sono le possibilità che divorzino anche i genitori di Alice? Ancora circa il 5 percento: la correlazione è vicina allo zero. Ma se Britney ha i pidocchi, la possibilità che Alice abbia i pidocchi è molto più alta, circa il 50 percento, il che significa che la correlazione è probabilmente nell'intervallo 0,5. Se Britney vede un insegnante scivolare su una buccia di banana, qual è la possibilità che lo veda anche Alice? Davvero molto alto, dal momento che si siedono uno accanto all'altro: potrebbe essere fino al 95 percento, il che significa che la correlazione è vicina a 1.E se Britney vince l'ape spelling della classe, la possibilità che Alice vinca è zero, il che significa che la correlazione è negativa: -1.

Se gli investitori negoziassero titoli in base alle possibilità che queste cose accadano ad entrambi Alice e Britney, i prezzi sarebbero dappertutto, perché le correlazioni variano molto.

Ma è una scienza molto inesatta. La semplice misurazione di quelle probabilità iniziali del 5% comporta la raccolta di molti punti di dati disparati e il loro sottoporre a tutti i tipi di analisi statistiche e di errore. Cercando di valutare le probabilità condizionali, la possibilità che Alice prenda i pidocchi Se Britney ottiene i pidocchi—è un ordine di grandezza più difficile, dal momento che quei punti dati sono molto più rari. A causa della scarsità di dati storici, è probabile che gli errori siano molto maggiori.

Nel mondo dei mutui, è ancora più difficile. Qual è la possibilità che una data casa diminuisca di valore? Puoi guardare la storia passata dei prezzi delle case per darti un'idea, ma sicuramente anche la situazione macroeconomica della nazione gioca un ruolo importante. E qual è la possibilità che se una casa in uno stato diminuisce di valore, anche una casa simile in un altro stato diminuirà di valore?

Ecco cosa ha ucciso il tuo 401 (k) *

La funzione della copula gaussiana di David X. Li è stata pubblicata per la prima volta nel 2000. Gli investitori l'hanno sfruttata come un modo rapido e fatalmente imperfetto per valutare il rischio. Una versione più breve appare sulla copertina di questo mese di * Wired.

Nello specifico, questa è una probabilità di default congiunta, la probabilità che due membri qualsiasi del pool (A e B) siano entrambi insolventi. È ciò che cercano gli investitori e il resto della formula fornisce la risposta.

La quantità di tempo tra ora e quando ci si può aspettare che A e B siano inadempienti. Li ha preso l'idea da un concetto della scienza attuariale che traccia ciò che accade all'aspettativa di vita di qualcuno quando il coniuge muore.

Un concetto pericolosamente preciso, poiché non lascia spazio all'errore. Le equazioni pulite aiutano sia i quanti che i loro manager a dimenticare che il mondo reale contiene una quantità sorprendente di incertezza, confusione e precarietà.

Questo accoppia (da cui il termine latino copula) le singole probabilità associate ad A e B per ottenere un unico numero. Gli errori qui aumentano enormemente il rischio che l'intera equazione esploda.

Le probabilità di quanto tempo A e B possono sopravvivere. Poiché queste non sono certezze, possono essere pericolose: piccoli errori di calcolo possono farti correre un rischio molto maggiore di quanto indichi la formula.

L'onnipotente parametro di correlazione, che riduce la correlazione a una singola costante, cosa che dovrebbe essere altamente improbabile, se non impossibile. Questo è il numero magico che ha reso irresistibile la funzione della copula di Li.

Entra Li, una stella matematico cresciuto nella Cina rurale negli anni '60. Ha eccelso a scuola e alla fine ha conseguito un master in economia presso la Nankai University prima di lasciare il paese per ottenere un MBA presso la Laval University in Quebec. A ciò sono seguite altre due lauree: un master in scienze attuariali e un dottorato in statistica, entrambi presso l'Università di Waterloo dell'Ontario. Nel 1997 è atterrato alla Canadian Imperial Bank of Commerce, dove la sua carriera finanziaria è iniziata sul serio, in seguito si è trasferito a Barclays Capital e nel 2004 è stato incaricato di ricostruire il suo team di analisi quantitativa.

La traiettoria di Li è tipica dell'era quantistica, iniziata a metà degli anni '80. Il mondo accademico non avrebbe mai potuto competere con gli enormi stipendi offerti dalle banche e dagli hedge fund. Allo stesso tempo, erano necessarie legioni di dottori di ricerca in matematica e fisica per creare, valutare e arbitrare strutture di investimento sempre più complesse di Wall Street.

Nel 2000, mentre lavorava presso JPMorgan Chase, Li ha pubblicato un articolo in Il giornale del reddito fisso intitolato "On Default Correlation: A Copula Function Approach." (Nelle statistiche, una copula viene utilizzata per accoppiare il comportamento di due o più variabili). per modellare la correlazione predefinita senza nemmeno guardare i dati storici di default. Invece, ha utilizzato i dati di mercato sui prezzi degli strumenti noti come credit default swap.

Se sei un investitore, al giorno d'oggi hai una scelta: puoi prestare direttamente ai mutuatari o vendere credit default swap agli investitori, assicurandoti contro quegli stessi mutuatari inadempienti. Ad ogni modo, ottieni un flusso di reddito regolare - pagamenti di interessi o pagamenti assicurativi - e in entrambi i casi, se il mutuatario fallisce, perdi un sacco di soldi. I rendimenti di entrambe le strategie sono pressoché identici, ma poiché è possibile vendere un numero illimitato di credit default swap contro ciascun mutuatario, l'offerta di swap non è vincolata allo stesso modo dell'offerta di obbligazioni, quindi il mercato dei CDS è riuscito a crescere molto rapidamente . Sebbene i credit default swap fossero relativamente nuovi quando uscì la carta di Li's, presto divennero un mercato più grande e più liquido rispetto alle obbligazioni su cui si basavano.

Quando il prezzo di un credit default swap sale, ciò indica che il rischio di default è aumentato. La svolta di Li è stata che invece di aspettare di raccogliere dati storici sufficienti sui default effettivi, che sono rari nel mondo reale, ha utilizzato i prezzi storici del mercato dei CDS. È difficile costruire un modello storico per prevedere il comportamento di Alice o Britney, ma chiunque potrebbe vedere se il prezzo dei credit default swap su Britney tendeva a muoversi nella stessa direzione di quello su Alice. Se così fosse, allora c'era una forte correlazione tra i rischi di default di Alice e Britney, come valutato dal mercato. Li ha scritto un modello che utilizzava il prezzo piuttosto che i dati di default del mondo reale come scorciatoia (presupponendo implicitamente che i mercati finanziari in generale, e i mercati dei CDS in particolare, possano valutare correttamente il rischio di default).

Era una brillante semplificazione di un problema intrattabile. E Li non ha semplicemente smussato radicalmente la difficoltà di elaborare correlazioni, ha deciso di non preoccuparsi nemmeno di provare a mappare e calcolare tutte le relazioni quasi infinite tra i vari prestiti che costituivano un pool. Cosa succede quando il numero dei membri del pool aumenta o quando si mescolano correlazioni negative con quelle positive? Non importa tutto questo, disse. L'unica cosa che conta è il numero di correlazione finale: una cifra pulita, semplice e sufficiente che riassume tutto.

L'effetto sul mercato della cartolarizzazione è stato elettrico. Armati della formula di Li, i quanti di Wall Street hanno visto un nuovo mondo di possibilità. E la prima cosa che hanno fatto è stata iniziare a creare un numero enorme di titoli tripla A nuovi di zecca. L'utilizzo dell'approccio della copula di Li significava che le agenzie di rating come Moody's, o chiunque volesse modellare il rischio di una tranche, non avevano più bisogno di interrogarsi sui titoli sottostanti. Tutto ciò di cui avevano bisogno era quel numero di correlazione, e ne sarebbe uscito un rating che dicesse loro quanto fosse sicura o rischiosa la tranche.

Di conseguenza, qualsiasi cosa potrebbe essere raggruppata e trasformata in un'obbligazione tripla A: obbligazioni societarie, prestiti bancari, titoli garantiti da ipoteca, qualunque cosa tu voglia. I pool conseguenti erano spesso noti come obbligazioni di debito garantite o CDO. Potresti tranche quel pool e creare una sicurezza tripla A anche se nessuno dei componenti fosse esso stesso tripla A. Potresti anche prendere tranche con rating più basso di Altro CDO, mettili in un pool e tranchesali, uno strumento noto come CDO-squared, che a quel punto era così lontano da qualsiasi obbligazione, prestito o mutuo sottostante effettivo che nessuno aveva davvero idea di cosa includesse. Ma non importava. Tutto ciò di cui avevi bisogno era la funzione copula di Li.

I mercati CDS e CDO sono cresciuti insieme, nutrendosi a vicenda. Alla fine del 2001, i credit default swap in essere erano di 920 miliardi di dollari. Alla fine del 2007, quel numero era salito alle stelle a più di $ 62 trilioni. Il mercato dei CDO, che ammontava a $ 275 miliardi nel 2000, è cresciuto fino a $ 4,7 trilioni entro il 2006.


I 14 più grandi crolli delle celebrità del 2010

Armi illegali, dipendenza, violenza domestica, condotta disordinata da ubriachezza, falsi divorzi, irruzione nelle banche, porto di armi negli spogliatoi, oh. e afferrando l'inguine di un ragazzo.

Purtroppo, queste non sono pazze trame di Hollywood: questi sono esempi dei comportamenti davvero cattivi e spesso perversi esibiti dalle celebrità nel 2010 che hanno segnato loro un posto nella 4th Annual Top Celebrity Meltdowns List di Pop Tarts.

E secondo l'esperto di comportamento umano Patrick Wanis, le celebrità stanno diventando più stupide di stagione in stagione.

“La società continua ad essere ossessionata dall'adorazione e dall'idolatria delle celebrità, mentre molti di loro continuano a esporsi come i peggiori modelli possibili, impegnandosi nel peggior comportamento possibile e rivelando che fama, fortuna e potere non garantiscono la felicità ma garantiscono miseria, dolore e sofferenza se non sei radicato e se hai problemi repressi o irrisolti", ha detto.

Senza ulteriori indugi, diamo un'occhiata ai pezzi grossi che hanno toccato il fondo più duramente.

14. Wesley Snipes. Le parole tassa e Snipes non sono mai state ben associate, ma sembra che tutto abbia finalmente raggiunto la star di Hollywood. All'inizio di dicembre l'attore di alto profilo, che ha guadagnato 13 milioni di dollari per il sequel di "Blade: Trinity", ha iniziato a scontare una condanna a tre anni in una prigione federale in Pennsylvania per mancata presentazione della dichiarazione dei redditi.

13. Sean Penn. L'attore vincitore del premio Oscar non è esattamente noto per il suo temperamento pudico, ma sembra che alcuni non imparino mai la lezione. Nel maggio di quest'anno, Penn è stato condannato a 36 ore di gestione della rabbia e tre anni di libertà vigilata a seguito di un selvaggio alterco con un paparazzo avvenuto a Brentwood, in California, circa sette mesi prima della sua comparizione in tribunale. Penn si è così infuriato che avrebbe preso a calci ripetutamente il fotografo, danneggiando fisicamente lui e la sua macchina fotografica.

12. Larry King. Il leggendario presentatore della CNN ha chiesto il divorzio dalla sua settima moglie, Shawn Southwick, nell'aprile di quest'anno tra accuse esplosive di aver portato a letto la sorella minore e di averla inondata di regali sontuosi del valore di oltre un milione di dollari, mentre anche Shawn è stata coinvolta in affermazioni di aver avuto un ragazzo giocattolo (l'allenatore di baseball per i loro figli piccoli) sul lato. Da allora la coppia ha annullato la procedura di divorzio nel tentativo di salvare il loro matrimonio di 13 anni mentre King si ritira dal suo concerto alla CNN.

11. Francisco "K-Rod" Rodriguez. I New York Mets caduti in disgrazia si sono dichiarati colpevoli di tentato assalto e due capi di condotta disordinata a seguito di un incidente in cui avrebbe preso a pugni il padre della sua ragazza nella club house della squadra. Non è un buon modo per impressionare possibili futuri suoceri.

10. Lil Wayne. Lil Wayne, che ha avuto l'album più venduto del 2008 e ha vinto un Grammy come miglior album rap con "Tha Carter III", quest'anno ha scontato una pena detentiva di otto mesi dopo essersi dichiarato colpevole di tentato possesso di armi e aver ammesso di aver avuto un carico , pistola semiautomatica calibro .40 sul suo autobus dopo un concerto di Manhattan./

9. Washington Wizards Gilbert Arenas e Crittenden di Javari. Sono stati sospesi dall'NBA senza paga e sono diventati oggetto di indagine della polizia dopo che è emerso che l'all-star dell'NBA Gilbert Arenas e il suo compagno di squadra dei Wash ton Wizards Javaris Crittenton si sono sparati a vicenda negli spogliatoi della squadra durante una disputa della vigilia di Natale. un debito di gioco.

8. Strappato strappato. L'attore di 79 anni, vincitore di un Emmy, ha interpretato il capo dell'agenzia che monitora gli alieni sulla terra in “Men in Black”, ma nella vita reale il suo comportamento è stato bizzarro come quello di qualsiasi creatura dello spazio. A gennaio, Rip Torn è stato arrestato per aver fatto irruzione in una banca vicino alla sua casa nel Connecticut mentre trasportava un'arma da fuoco carica. Presumibilmente era così ubriaco che pensava che fosse casa sua.

7. Paris Hilton. Un periodo in galera nel 2007 per aver violato i suoi termini di libertà vigilata per DUI non ha messo questa perenne principessa delle feste sulla retta via. La Hilton è stata beccata con della cocaina nella sua borsa Chanel al Wynn Hotel di Las Vegas ad agosto. Ha detto che i 1.300 dollari nella borsa erano suoi, ma la borsa non lo era, e nemmeno la sostanza illegale. Destra. Hilton ha finito per dichiararsi colpevole di due reati minori e ora deve completare un programma di abuso di droga, pagare una multa di $ 2.000 e servire 200 ore di servizio alla comunità. La parte peggiore è che il proprietario del Wynn l'ha bandita dalle sue proprietà. Questo deve ferire.

6. Heidi Montag e Spencer Pratt. La star di "Hills" affamata di fama, Heidi Montag, ha chiesto il divorzio a luglio dopo una drammatica separazione dal marito Spencer Pratt che includeva storie di un sex tape venduto a Vivid Entertainment. Poi a settembre la petizione è stata ritirata. A novembre Pratt ha confessato che il "divorzio" è stato messo in scena nel tentativo di dare una spinta alla carriera malata di Montag. Ma a parte il piccolo complotto delle pubbliche relazioni, quest'anno il triste duo ha anche annunciato la loro intenzione di dichiarare bancarotta dopo aver accumulato milioni di debiti, e in un disperato tentativo di attirare l'attenzione, la signora Montag si è persino sottoposta a una dozzina di interventi di chirurgia plastica per alterare completamente il suo aspetto. Oh, ha anche chiamato i poliziotti da sua madre che si è presentata a casa sua "senza preavviso". Come mai? Montag era irritato, la mamma ha criticato il suo nuovo esterno stroncato e nascosto sulla televisione nazionale. Come potrebbe!

5. Andy Dick. Mentre era ancora in libertà vigilata da quel famigerato incidente del 2008 in cui ha tirato giù il top di una ragazza adolescente, il comico Andy Dick si è ritrovato ancora una volta accessoriato con le manette della polizia dopo essere stato arrestato per due accuse di abuso sessuale dopo un'apparizione al Funny Bone Comedy Club in Gennaio. La polizia ha dichiarato che Dick ha tentato di tentare l'area genitale di due vittime e, secondo TMZ, avrebbe aggredito una terza persona che non ha sporto denuncia.

4. Jesse James. Pochi giorni dopo che la (ora ex) moglie Sandra Bullock ha vinto l'Academy Award e si è sgorgata dall'impareggiabile sostegno di suo marito, è stato rivelato al mondo che la sensazionale "Monster Garage" Jesse James aveva avuto una lunga relazione extraconiugale con la spogliarellista Michelle "Bombshell" McGee. Molti altri presto si fecero avanti per proclamare anche lo status di amante.

3. Lindsay Lohan. L'ex tesoro "Disney" è riuscita a fare questa lista tre volte negli ultimi quattro anni, e sembra che il suo comportamento autodistruttivo abbia impedito a chiunque di essere davvero in grado di aiutarla. Dopo aver violato i termini della sua libertà vigilata per DUI del 2007, Lohan si è trovata dietro le sbarre durante l'estate, seguita da una riabilitazione forzata dal tribunale. Ma a poche settimane dal rilascio, è risultata positiva alla cocaina e ora è nascosta a Betty Ford fino all'inizio del nuovo anno con una carriera in frantumi e voci di pesanti debiti.

2. Charlie Sheen. La star di "Due uomini e mezzo" si è dichiarata colpevole di aver abusato di sua moglie Brooke Mueller il giorno di Natale dell'anno scorso ed è stato fortunato a fuggire con una condanna di soli 30 giorni di riabilitazione, ma altri dei suoi modi ribelli dovevano ancora venire in ottobre. La polizia è stata chiamata in un hotel di New York a seguito di una chiamata al 911 della sicurezza che affermava che sedie e tavoli erano stati trovati in disordine nella stanza di Sheen. Secondo quanto riferito, è stato trovato nudo e ubriaco all'interno della stanza spazzatura, dove secondo quanto riferito si era fatto di cocaina con una prostituta.

1. Mel Gibson. All'inizio di quest'anno, numerose conversazioni telefoniche registrate con Gibson che si imbarcava in invettive razziste, sessiste e volgari sono state "trapelate" online nel mezzo di un'aspra battaglia per la custodia tra l'attore di serie A e la sua ex fiamma, in cui Gibson ha minacciato di bruciare il figlio di Oksana Grigorieva. Casa. Aggiungendo più dramma al mix, la polizia sta anche indagando sulle affermazioni secondo cui la nativa russa Grigorieva ha tentato di estorcere denaro a Gibson per tacere.


Con la stagione delle vacanze alle porte, è tempo di riportare questo post sul blog &hellip Leggi di più >

Le agenzie gemelle GroundFloor Media (GFM) e CenterTable navigano sui confini sfocati tra marketing, pubbliche relazioni e pubblicità, online e offline. Il team di GFM crea e gestisce messaggi dall'inizio tramite un intermediario fino al consumatore finale, mentre il team di CenterTable crea messaggi che interagiscono direttamente con il consumatore finale. Entrambe le agenzie lavorano con una vasta gamma di clienti - dal cibo e bevande alla salute e benessere alla tecnologia e telecomunicazioni - che ci offrono costantemente opportunità innovative e creative per raggiungere un nuovo pubblico. Abbiamo sviluppato questo blog per condividere le nostre esperienze, consigli e commenti del settore con altri comunicatori. Speriamo che vi piaccia!


Disastri delle ricette 2016!

È il giorno più bello dell'anno, se vuoi vedere tutte le cose che ho completamente incasinato nel 2016!

Questo è uno dei miei post preferiti da scrivere ogni anno – e in realtà sono tornato indietro mese per mese e ho trovato cose di cui mi ero completamente dimenticato. Quest'anno è stato baaaad. Non credo che sia stato così terribile come l'anno scorso, ma è stato comunque difficile. Potrei anche dedicare un intero post alla ricetta del libro di cucina non riesce. grinta.

Questo è il settimo anno in cui condivido i miei disastri e oooooh ce ne sono stati di grandiosi. Vedi qui per gli anni precedenti:

E vediamo il peggio del peggio uscire dalla mia cucina.

Waaaaaay troppo succedendo qui in questa bella vista. Chorizo, formaggio queso, orzo integrale… è un'ottima ricetta! Per disastro. Volevo amarlo così tanto, ma era un disastro completo pieno di troppi componenti.

Mi piace questa ricetta (e in realtà l'ho menzionata nei miei video la scorsa settimana) ma le foto sono venute terribilmente. La salsiccia affettata o la kielbasa non sono la mia timoneria. Mi sembra sempre così terribilmente GROSSO.

Innanzitutto, cosa sto facendo provando a usare questa ciotola come una legittima … bene… CIOTOLA?

In secondo luogo, questa è la pasta più blanda conosciuta dall'uomo.

Terzo, quanto è scomoda la mia forchetta. E quello è formaggio di capra? O feta? Non lo so nemmeno io.

Queste barrette di biscotti avevano così tanta speranza. Ma erano AF secchi. La fine.

Il mio pane all'aglio e formaggio ha letteralmente iniziato a sbriciolarsi al centro. Non credo di aver seguito una ricetta, perché a quanto pare so tutto. Non puoi dirlo?

Uff. Questo è stato orribile. Penso di essere tornato al 2009 o qualcosa del genere con questa foto e la ricetta dei muffin frittate. La foto più poco appetitosa di sempre. Muffin all'uovo che non erano nemmeno buoni. Sai che la vita è brutta se aggiungo sriracha.

Sembrano le barrette di muesli gommose più perfette, non è vero?!

No, non lo fanno. Erano un folle pasticcio friabile.

La mia torta di meringa al limone era così liquida che non si poteva nemmeno tagliare. PERCHÉYYYYYYYY.

Per essere vero, ho NOOOO idea di cosa stesse succedendo qui. Penso che stessi cercando di fare un sorbetto alla mora o alla fragola o qualcosa del genere. Come puoi vedere, è venuta benissimo.

Se ti è piaciuto il gelato annacquato.

E. L'intero “oh-ho-messo-palette-di-gelato-sul-mio-bancone-in-un-modo-super-artistico” mi ha funzionato davvero bene. NON.

Questa insalata era buona in teoria ma un disastro nella vita reale. Volevo che ci fossero cavoli e patate fingerling ma anche uova sode e pancetta e apparentemente formaggio blu e c'era davvero troppo da fare quando ho provato di nuovo la ricetta. Stava cercando di essere troppe cose per troppe persone. Erano come tre ricette in una.

Ricordi i muffin alla banana all'olio d'oliva che ho condiviso qualche mese fa?

I primi tentativi sono stati un completo disastro. E non ho idea di cosa ho fatto.

Oh ragazzo. Non sembra solo DELIZIOSO. Il pollo cremoso di Digione non ha funzionato così bene per noi. Ho bruciato il pollo e la salsa era densa e pesante. Ick. Poi ho provato a buttarlo sulla pasta ed è stato come NOOOOO.

Ero così entusiasta di fare questa torta di pere natalizia con la crosta ritagliata di fiocchi di neve!

Ne è uscito con i bordi bruciati e altri pezzi completamente crudi, consolidando il fatto che posso fare schifezze con la crosta di torta.

Due settimane fa ho provato a preparare delle crepes di pan di zenzero da condividere subito prima di Natale. Hanno completamente succhiato. Ho preparato la ricetta al volo e non è uscito niente di commestibile.

E proprio la scorsa settimana, ho usato la mia ricetta di gingersnap preferita e ho ottenuto questo risultato. Non riuscivo a capire DOVE avevo sbagliato, finché non l'ho fatto altre TRE volte nello stesso identico modo. E mi sono reso conto che ho raddoppiato il burro per ogni lotto, ma non il resto degli ingredienti. Cosi 'intelligente.

Ci sono stati molti altri fallimenti quest'anno e anche alcuni che erano normali ricette per la cena o il pranzo. Questi sono sicuramente i punti salienti però. Oltre a far cadere sette galloni di salamoia di tacchino sul pavimento della cucina la mattina del Ringraziamento. È STATO FANTASTICO.


Incidente di Fukushima

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l'articolo.

incidente di Fukushima, chiamato anche incidente nucleare di Fukushima o Incidente nucleare di Fukushima Daiichi, incidente nel 2011 alla centrale di Fukushima Daiichi (“Numero Uno”) nel nord del Giappone, il secondo peggior incidente nucleare nella storia della produzione di energia nucleare. Il sito si trova sulla costa del Pacifico del Giappone, nella prefettura di Fukushima nord-orientale, a circa 100 km (60 miglia) a sud di Sendai. L'impianto, gestito dalla Tokyo Electric and Power Company (TEPCO), era costituito da sei reattori ad acqua bollente costruiti tra il 1971 e il 1979. Al momento dell'incidente, erano operativi solo i reattori 1–3 e il reattore 4 fungeva da deposito temporaneo per le barre di combustibile esaurito.

I funzionari della TEPCO hanno riferito che le onde dello tsunami generate dalla scossa principale del terremoto in Giappone dell'11 marzo 2011, hanno danneggiato i generatori di riserva presso l'impianto di Fukushima Daiichi. Sebbene tutti e tre i reattori in funzione siano stati spenti con successo, la perdita di potenza ha causato il guasto dei sistemi di raffreddamento in ciascuno di essi nei primi giorni del disastro. L'aumento del calore residuo all'interno del nocciolo di ciascun reattore ha causato il surriscaldamento e la parziale fusione delle barre di combustibile nei reattori 1, 2 e 3, portando a volte al rilascio di radiazioni. Il materiale fuso è caduto sul fondo dei recipienti di contenimento nei reattori 1 e 2 e ha praticato fori considerevoli nel pavimento di ciascun recipiente, un fatto emerso alla fine di maggio. Quei fori hanno parzialmente esposto il materiale nucleare nei nuclei. Esplosioni derivanti dall'accumulo di gas idrogeno pressurizzato si sono verificate negli edifici di contenimento esterni che racchiudono i reattori 1 e 3 rispettivamente il 12 marzo e il 14 marzo. I lavoratori hanno cercato di raffreddare e stabilizzare i tre nuclei pompandovi acqua di mare e acido borico. A causa delle preoccupazioni per la possibile esposizione alle radiazioni, i funzionari del governo hanno stabilito una zona interdetta al volo di 30 km (18 miglia) intorno alla struttura e un'area territoriale di 20 km (12,5 miglia) di raggio intorno all'impianto, che copriva quasi 600 km quadrati (circa 232 miglia quadrate) - è stato evacuato.

Una terza esplosione si è verificata il 15 marzo nell'edificio che circonda il reattore 2. A quel tempo si pensava che l'esplosione avesse danneggiato la nave di contenimento che ospitava le barre di combustibile. (In realtà, l'esplosione ha perforato un secondo foro nella nave di contenimento, il primo foro era stato creato in precedenza da materiale nucleare fuso che è passato attraverso il fondo della nave.) In risposta, i funzionari del governo hanno designato una zona più ampia, che si estendeva per un raggio di 30 km intorno allo stabilimento, all'interno del quale ai residenti è stato chiesto di rimanere al chiuso. L'esplosione, insieme a un incendio innescato dall'aumento della temperatura nelle barre di combustibile esaurito immagazzinate nel reattore 4, ha portato al rilascio di livelli più elevati di radiazioni dall'impianto.

Nei giorni seguenti, circa 47.000 residenti hanno lasciato le loro case, molte persone nelle aree adiacenti alla zona di allarme di evacuazione di 20 km si sono preparate a partire e i lavoratori dell'impianto hanno fatto diversi tentativi per raffreddare i reattori utilizzando cannoni ad acqua montati su camion e acqua caduta dagli elicotteri. Questi sforzi hanno avuto un certo successo, che ha temporaneamente rallentato il rilascio di radiazioni, tuttavia, sono stati sospesi più volte dopo che il vapore o il fumo in aumento hanno segnalato un aumento del rischio di esposizione alle radiazioni.

Mentre i lavoratori continuavano i loro tentativi di raffreddare i reattori, la comparsa di livelli aumentati di radiazioni in alcune riserve alimentari e idriche locali ha spinto i funzionari giapponesi e internazionali a emettere avvertimenti sul loro consumo. Alla fine di marzo, la zona di evacuazione è stata ampliata a 30 km intorno all'impianto e si è scoperto che l'acqua dell'oceano vicino all'impianto era contaminata da alti livelli di iodio-131, risultato della fuoriuscita di acqua radioattiva attraverso fessure nelle trincee e tunnel tra la pianta e l'oceano. Il 6 aprile i funzionari dell'impianto hanno annunciato che quelle crepe erano state sigillate e più tardi quel mese i lavoratori hanno iniziato a pompare l'acqua irradiata in un edificio di stoccaggio in loco fino a quando non poteva essere adeguatamente trattata.

Il 12 aprile i regolatori nucleari hanno elevato il livello di gravità dell'emergenza nucleare da 5 a 7, il livello più alto della scala creata dall'Agenzia internazionale per l'energia atomica, collocandola nella stessa categoria dell'incidente di Chernobyl, avvenuto in Unione Sovietica nel 1986. Non è stato fino alla metà di dicembre 2011 che il primo ministro giapponese Noda Yoshihiko ha dichiarato stabile l'impianto, dopo che l'arresto a freddo dei reattori è stato completato.

Quando il modello di fallout è stato compreso meglio, un ulteriore corridoio di terra che copre circa 207 km quadrati (80 miglia quadrate) e si estende dalla zona iniziale di 20 km è stato anche designato per l'evacuazione nei mesi successivi al disastro. Mesi dopo, i livelli di radiazioni sono rimasti elevati nella zona di evacuazione e i funzionari del governo hanno osservato che l'area potrebbe essere inabitabile per decenni. Tuttavia, hanno anche annunciato che i livelli di radiazioni sono diminuiti abbastanza in alcune città situate appena oltre la zona di allarme di evacuazione originale di 20 km da consentire ai residenti di tornare alle loro case lì. Sebbene molte aree situate all'interno della zona di allarme di evacuazione di 20 km e della zona ampliata (un'area chiamata zona "difficile da tornare") continuassero a rimanere vietate a causa degli elevati livelli di radiazioni, i funzionari hanno iniziato a consentire attività limitate (attività commerciali attività e visite ma non alloggio) in altre aree precedentemente evacuate con livelli di radiazione moderatamente elevati. A partire da luglio 2013, sono stati revocati gli ordini di evacuazione in alcune aree caratterizzate da livelli di radiazioni inferiori sia all'interno che al di là della zona di allerta evacuazione di 20 km. A marzo 2017 tutti gli ordini di evacuazione nelle aree al di fuori della zona di difficile ritorno (che ha continuato a sequestrare circa 371 km quadrati [circa 143 miglia quadrate]) erano stati revocati. Uno studio del 2016 sugli effetti dell'incidente su pesce e prodotti marini ha mostrato che il livello di contaminazione è diminuito drasticamente nel tempo, sebbene la radioattività di alcune specie, in particolare lo scorfano stanziale, sia rimasta elevata all'interno della zona di esclusione.

Un secondo, ma più piccolo, incidente nucleare si è verificato nell'agosto 2013, quando circa 300 tonnellate (330 tonnellate) di acqua irradiata utilizzata nelle operazioni di raffreddamento in corso nei reattori 1, 2 e 3 sono state scaricate nel paesaggio circostante l'impianto di Fukushima Daiichi. I funzionari della TEPCO hanno riferito che la perdita era il risultato di una valvola aperta nel breve muro di barriera che circondava molti dei serbatoi utilizzati nello stoccaggio dell'acqua radioattiva. La fuga di notizie è stata così grave da indurre l'Autorità per la regolamentazione nucleare del Giappone a classificarla come incidente nucleare di livello 3.

Gli editori dell'Enciclopedia Britannica Questo articolo è stato recentemente rivisto e aggiornato da Melissa Petruzzello, Assistant Editor.


12 Dolci tradizionali colombiani da provare

Se hai un debole per i dolci o anche una voglia occasionale di dolci, questo 12 Dolci Tradizionali Colombiani Da Provare il post è per te!

Ci sono molte varianti di questi dessert in tutta l'America Latina e puoi persino aggiungere il tuo tocco speciale a loro. Trovo che la maggior parte dei dessert colombiani sia piuttosto deliziosa e avvincente, ma oggi condivido la mia top 12.

Fammi sapere qual è il tuo dolce colombiano preferito!

1. Salpicón de Frutas: Questo semplice e delizioso cocktail alla frutta è il dessert perfetto in una giornata estiva.

2. Arequipe: Sono cresciuto mangiando arequipe o dulce de leche ed è uno dei miei dolci preferiti. In Colombia serviamo arequipe con obleas o cracker salati o talvolta come base per altri dolci.

3.Cholados Colombiano: Questo dessert è un incrocio tra un dessert ghiacciato, un cocktail di frutta e una bevanda e deriva dalla regione di El Valle in Colombia. È fatto con ghiaccio tritato, frutta fresca, latte condensato, frutto della passione (maracuyá) e sciroppo di mora colombiana (mora) ed è condito con cocco grattugiato e una ciliegia al maraschino. Fa un meraviglioso dessert estivo!

4.Cocada Blanca: Questo è un dolce tradizionale e popolare in Colombia. Esistono diverse varianti di questo trattamento meravigliosamente dolce, tuttavia, l'ingrediente principale è sempre cocco grattugiato (coco), mentre gli altri ingredienti dipendono dalla regione e dalla famiglia.

5. Flan de Coco: Coconut Flan è molto popolare sulla costa della Colombia.

6. Enyucado: Questa è una ricetta tradizionale della costa atlantica della Colombia. È una torta fatta con yuca grattugiato, formaggio, cocco e semi di anice stellato ed è dolce con una consistenza meravigliosa.

7. Arroz con Leche: Questa versione del budino di riso in stile colombiano è dolce, cremosa e deliziosa. Ci sono diverse varianti di Arroz con Leche in America Latina e questa è la mia ricetta di famiglia, che è molto facile da realizzare.

8. Torta Nera: Cresciuto in Colombia, non era una festa di compleanno, matrimonio, anniversario o qualsiasi altro evento speciale senza Torta Negra (torta nera).

9. Natalia: Questa è una crema pasticcera dolce che viene tradizionalmente servita durante le riunioni di Natale colombiane. Ci sono molte varianti di questo piatto in tutto il paese ma questa Natilla è la ricetta di mia nonna ed è molto speciale per me.

10. Merengón de Fresas: Questo è un dolce tradizionale a base di meringa colombiano. Il classico Merengón è ripieno di panna montata e guanabana, un popolare frutto colombiano. Ci sono anche altre varianti di questo dolce che sono riempite con vari frutti freschi, come fragole, pesche e more colombiane (mora).

11. Dolce di Brevas: Conosciuto anche come "Brevas Caladas”, sono semplicemente fichi cotti in uno sciroppo di canna da zucchero (panela) e serviti con formaggio fresco bianco sul lato ed è assolutamente delizioso".

12. Postre de Natas: Non sono sicuro di come tradurre al meglio Postre de Natas in inglese, ma posso dirti come farlo! Fondamentalmente è un dolce fatto facendo bollire più volte il latte e togliendo la schiuma o crema che si forma ogni volta che viene bollito. La schiuma viene posta in una pentola diversa e poi mescolata con uno sciroppo zuccherino, uova, uvetta, mentre alcuni aggiungono anche del rum.


In caso di emergenza: cosa non fare

CHIUNQUE ha suggerito che tutta la pubblicità è buona pubblicità chiaramente non ha mai immaginato l'ondata di catastrofi che ha travolto le società di alto profilo nell'ultimo anno, distruggendo alcune delle reputazioni più meticolosamente adattate sulla terra.

La Toyota, celebrata per le macchine ingegneristiche così assolutamente affidabili da sembrare noiose, ha subito rivelazioni che i suoi modelli più popolari a volte hanno accelerato per ragioni misteriose. Il gigante energetico BP, che una volta si presentava come un visionario ambientale, ora affronta il futuro con una nuova identità: capostipite della peggiore marea nera della storia americana. E l'icona di Wall Street Goldman Sachs, un giocatore d'élite nel set di colletti bianchi e bretelle, si è trovata derisa in Rolling Stone come "un grande calamaro vampiro avvolto intorno al volto dell'umanità, che infila inesorabilmente il suo imbuto di sangue in tutto ciò che odora come i soldi". Il mese scorso, Goldman ha accettato di pagare 550 milioni di dollari per saldare le accuse di frode sui titoli federali.

"Si trattava di vere implosioni di reputazione", afferma Howard Rubenstein, il luminare delle pubbliche relazioni che rappresenta i New York Yankees e la News Corporation. "In tutti e tre i casi, le aziende si sono trovate sotto attacco proprio per i tratti che erano centrali per i loro forti marchi globali e identità aziendali".

Le implosioni dell'immagine, ovviamente, non sono state confinate al mondo degli affari. Il mago del basket LeBron James si è ritrovato disprezzato come narcisista dopo il suo abbandono televisivo nazionale di Cleveland. Le conversazioni registrate della star di Hollywood Mel Gibson con la sua ex fidanzata gli hanno assicurato una fatturazione apparentemente permanente come The Worst Guy Ever.

Ma per i membri della tribù protettiva conosciuta come l'industria della gestione delle crisi, gli scandali che stanno conquistando i titoli dei titoli nel regno delle imprese comportano una posta in gioco molto più alta, minacciando la linfa vitale di colossi globali del valore di centinaia di miliardi di dollari. Le calamità hanno fornito una fornitura a vita di casi di studio da estrarre per lezioni sulle migliori pratiche, nonché insidie ​​da evitare quando arriva il disastro.

Secondo la saggezza popolare, le tre società al centro di questi fiaschi hanno peggiorato i loro problemi non rispettando il protocollo stabilito: quando la storia è brutta, rivelala immediatamente - parti terribili incluse - per non essere costretto a tornare sui tuoi passi e scivolare nella morte spirale di credibilità perduta.

L'Allegato A nel libro di lezioni sulla gestione diretta delle crisi è il richiamo di massa di Tylenol nel 1982, dopo la morte di sette persone che hanno ingerito antidolorifici contaminati. Johnson & Johnson ha prontamente riconosciuto che parte del suo prodotto era stato avvelenato e ha ritirato le bottiglie dagli scaffali dei negozi.

Dal punto di vista di molti che sono pagati per estrarre le aziende da situazioni terribili, Toyota, BP e Goldman hanno esacerbato i loro guai rifiutando di confessare prontamente, gettando la colpa altrove o assumendo atteggiamenti contraddittori con il pubblico, il governo e i media.

"Le aziende che in genere gestiscono bene le crisi, non se ne sente mai parlare", afferma James Donnelly, vicepresidente senior per la gestione delle crisi presso il colosso delle pubbliche relazioni Ketchum, che - come molti professionisti contattati per questo articolo - ha richiesto elaborate promesse che non sarebbe stato raffigurato come parlando di una particolare azienda. “Non ci sono molte novità quando l'azienda si assume la responsabilità e va avanti. I buoni esempi di gestione delle crisi raramente finiscono sventolando la bandiera della vittoria. Finiscono con un sussurro, ed è finita in un giorno o due".

Ahimè, gli ultimi mesi sono stati caratterizzati da pochi sussurri e una buona dose di spettacoli teatrali ad alto contenuto di decibel: le sirene si sono dirette verso un altro incidente della Toyota recriminazioni su come gli uccelli nel Golfo del Messico sono stati coperti da un dibattito nero sulla proprietà di Goldman che vende investimenti progettati per fallire. I fatti di base erano così sgradevoli da sottomettere il potere detergente dell'additivo industriale americano noto come spin.

Il che fa sorgere una domanda: alcune crisi sono così gravi che la vittoria delle pubbliche relazioni semplicemente non è nel menu? E, se sì, cosa deve fare un'azienda in difficoltà?

Eric Dezenhall, uno stratega delle comunicazioni a Washington che ha lavorato alla Casa Bianca per il presidente Ronald Reagan, sostiene che il manuale standard è inutile quando i fatti sono sufficientemente sgradevoli. (Lo saprebbe. Una volta ha rappresentato Michael Jackson dopo le accuse di molestie su minori.)

Il signor Dezenhall è particolarmente sprezzante nei confronti del classico imperativo di "uscire di fronte alla storia", come se la rapida divulgazione fornisse un'inoculazione contro tutte le brutte realtà. Quando i fatti sono orribili, sostiene, la migliore soluzione alle pubbliche relazioni potrebbe essere semplicemente quella di assorbire il martellamento e tornare al lavoro, evitando il tipo di stupidi espedienti di comunicazione che possono peggiorare le cose.

Considera Tiger Woods. La sua ormai famigerata passione per le donne diverse da sua moglie ha affascinato la nazione, torturando nel contempo gli sponsor aziendali che hanno pagato somme gigantesche per associare i loro marchi alla sua immagine vincente.

"Cosa doveva fare Woods?" chiede Mr. Dezenhall in un saggio nella pubblicazione Ethical Corporation. “Convoca una conferenza stampa immediata e snocciola un elenco di amiche che dichiarano: ‘Tiffany, sì Trixy, no, Amber, non ricordo. '? E se Woods avesse anticipato una confessione, questo avrebbe indotto i media, i blogger, gli esperti, le cameriere di Hooters e tutti gli altri a premiarlo collettivamente con il loro silenzio? Non una possibilità."

Più o meno lo stesso si può dire per BP, Toyota e Goldman, suggerisce, con i tentativi di conquistare l'affetto del pubblico quasi certi di essere visti come non sinceri fintanto che i problemi reali persistevano: petrolio che si riversava nell'oceano, automobili che si schiantavano, profitto di Wall Street mentre ordinario persone hanno sofferto.

"Le due cose a cui è molto difficile sopravvivere sono l'ipocrisia e il ridicolo", dice il signor Dezenhall. “È il colmo dell'arroganza presumere che nel bel mezzo di una crisi il pubblico brami castagne di saggezza da persone che vogliono uccidere. L'obiettivo non è convincere la gente a non odiarli. È per convincere la gente a odiarli di meno".

Un disastro, peggiorato

Mettendo da parte i limiti della gestione delle crisi, gli addetti ai lavori condividono generalmente la sensazione che le aziende al centro dei recenti eventi abbiano commesso gravi errori. In cima alla lista c'è BP.

"È stato uno dei peggiori approcci di pubbliche relazioni che abbia mai visto nei miei 56 anni di attività", afferma il signor Rubenstein. “Hanno cercato di essere opachi. Avevano tutte le scuse del libro. Avrebbero dovuto accettare subito la responsabilità e riconoscere il disastro che hanno dovuto affrontare. Fondamentalmente pensavano di poter uscire dalla catastrofe. Non funziona così".

Non è così, protesta la compagnia energetica."Fin dall'inizio della crisi, BP si è fatta avanti e ha accettato la responsabilità", afferma Andrew Gowers, che supervisiona le comunicazioni di BP. “Abbiamo organizzato una massiccia risposta marittima. È stata la risposta più grande che ci sia mai stata".

Per BP, qualsiasi fuoriuscita minacciava di minare la sua immagine come una nuova generazione di società energetica, sensibile all'ambiente. In una campagna pubblicitaria iniziata nel 2000, BP ha reinterpretato le sue iniziali per indicare Beyond Petroleum, con pannelli solari e turbine eoliche.

"BP ha preso la decisione anni fa di presentarsi come un modello in un settore piuttosto controverso", afferma Eddie Reeves, ex vicepresidente per le relazioni con i media presso Merrill Lynch. "Ricordo di aver sentito qualcuno parlare di come Beyond Petroleum sarebbe stato il poster per questa nuova mentalità ambientale, e qualcun altro che diceva: 'Sì, funzionerà fino a quando non avranno la loro esplosione di impianto.'"

BP non era estranea agli incidenti. Un'esplosione in una raffineria in Texas nel 2005 ha ucciso 15 lavoratori, provocando una multa federale di 50,6 milioni di dollari. L'anno successivo, una perdita di un oleodotto in Alaska portò a BP 20 milioni di sanzioni. Ma quegli eventi sono diventati note a piè di pagina dopo l'esplosione letale in una piattaforma petrolifera offshore nel golfo ad aprile.

La società ha pubblicato le prime stime suggerendo che poco petrolio stava raggiungendo l'acqua, forse 1.000 barili al giorno. Scienziati esterni hanno contestato questa cifra e hanno fatto pressione sul governo federale per espandere la stima a cinque volte tanto. Così è andato avanti per settimane, i numeri si sono gonfiati e ogni revisione ha messo in dubbio la veridicità di qualsiasi cosa BP potesse dire.

Alla fine, le stime di consenso presumono che quasi 60.000 barili al giorno si riversassero nell'acqua, con un volume totale vicino ai cinque milioni di barili.

"La BP ha perso molta credibilità quando si è scoperto che non erano stati chiari sulla quantità di petrolio fuoriuscito", afferma Lucio Guerrero, che, in qualità di ex portavoce di Rod R. Blagojevich, il governatore dell'Illinois sotto accusa, ha una profonda conoscenza dell'arte della gestione fiduciaria. "Una volta che perdi credibilità, questo è il bacio della morte."

BP ribatte di aver offerto i migliori numeri in tempo reale possibile, pur sottolineando sempre che le stime erano soggette a modifiche.

"C'era un'enorme pressione per menzionare un numero", afferma il signor Gowers. "Non abbiamo sottovalutato la portata della fuoriuscita".

Sulla bobina principale dei passi falsi di BP, gli strateghi citano il suo sforzo di deviare la colpa per la fuoriuscita attribuendo la responsabilità agli appaltatori. Ciò ha fatto apparire la BP insensibile, come se fosse focalizzata sull'evitare la responsabilità legale piuttosto che fare il bene di coloro le cui vite erano state capovolte: le famiglie degli 11 lavoratori dell'impianto di perforazione morti nell'esplosione e le comunità che traggono i loro mezzi di sussistenza dal golfo. (BP ha rifiutato di commentare tali affermazioni.)

La società ha dovuto fare i conti con un classico dilemma aziendale di bilanciare i consigli dei consulenti con considerazioni completamente diverse, secondo persone che hanno familiarità con le deliberazioni di BP che hanno richiesto l'anonimato perché il consiglio era confidenziale.

In tempi di crisi, i professionisti della comunicazione e gli avvocati spesso perseguono programmi contrastanti. Gli strateghi delle comunicazioni sono inclini a placare la rabbia pubblica con espressioni di preoccupazione, mentre gli avvocati avvertono che la contrizione può essere interpretata come un'ammissione di colpa in cause potenzialmente costose.

Per BP, questa tensione è esplosa in vista a maggio, quando i dirigenti sono andati a Capitol Hill con i funzionari di due dei suoi appaltatori: Transocean, che possedeva la piattaforma offshore che è esplosa, e Halliburton, che ha aiutato BP nella perforazione. I dirigenti delle tre società hanno rinnegato ogni colpevolezza mentre si puntavano il dito l'un l'altro.

"Quello che ha urlato è che gli avvocati hanno il controllo", dice il signor Reeves. "Tutto ciò che ha fatto è stato rendere tutti ancora più irritati con loro."

Molti analisti affermano che la BP ha sbagliato nel mettere il suo messaggio nelle mani del suo amministratore delegato, Tony Hayward. Inclinato verso abiti gessati, il signor Hayward si è trovato nelle comunità costiere del sud americano, dove i pescatori di gamberetti indossavano tute macchiate alla ricerca di un pescato ora inquinato dall'inventario zampillante della sua compagnia. Le sue parole di rammarico sono state pronunciate con un accento britannico e ha complicato il suo compito con una serie di espressioni sgradevoli.

"Il Golfo del Messico è un oceano molto grande", ha detto Hayward al Guardian durante il dibattito sull'entità della fuoriuscita. "La quantità di volume di olio e disperdente che vi stiamo inserendo è minuscola rispetto al volume totale dell'acqua".

Quattro giorni dopo, ha detto a un giornalista televisivo che "l'impatto ambientale di questo disastro è stato probabilmente molto, molto modesto".

Quando si è scusato con le persone danneggiate dalla fuoriuscita - dicendo a un intervistatore televisivo: "Siamo spiacenti per l'enorme interruzione che ha causato alle loro vite" - ha aggiunto due frasi che avrebbero messo in ombra tutto il resto. "Non c'è nessuno che vuole questa cosa più di me", ha detto. "Rivorrei indietro la mia vita."

Con questo, il signor Hayward ha aperto le porte all'inferno del morso del suono. Le bande di giornalisti schierate sulla fuoriuscita ora avevano una narrativa da cartone animato su cui appoggiarsi, invece dello sconcertante mélange di congetture scientifiche che era stata la loro storia prima: ecco la società malvagia, guidata da un ricco insensibile con un accento stravagante (non importa che il signor Hayward non è nato ricco e non ha frequentato nessuna delle scuole patrizie britanniche).

Gli esperti hanno sottolineato allegramente che la vita che desiderava recuperare prevedeva milioni di dollari di risarcimento, un punto rafforzato quando si è congedato dal disastro per trascorrere del tempo con la famiglia - a una regata.

Alla fine, BP ha ridotto al minimo la presenza del signor Hayward, pubblicando annunci pubblicitari con dipendenti BP delle comunità del Golfo che stavano lavorando diligentemente per ripulire il disordine, una decisione che attira elogi dai gestori della crisi come un modo migliore per trasmettere preoccupazione.

"Le pubblicità che hanno con i nativi dell'area di New Orleans che lavorano per BP sono molto migliori", afferma il signor Reeves, l'ex dirigente di Merrill Lynch.

Più tardi, il signor Hayward ha passato le redini della BP a Robert Dudley, che ha portato il credito di strada come operatore competente insieme a un utile pedigree come nativo del Mississippi con un accento per dimostrarlo.

I travagli del signor Hayward illustrano un'altra pericolosa lezione dal manuale di gestione della crisi: sebbene gli strateghi costringano costantemente i dirigenti ad attenersi alla sceneggiatura, le gaffe improvvisate sono comuni. Alcuni di questi sono radicati nella cultura di C.E.O.-dom. I capi sono abituati a essere obbediti come autorità, il che li rende fiduciosi nelle loro capacità di incantare e persuadere, una caratteristica che può causare problemi quando il pubblico non è più una stanza piena di subalterni ma un gruppo di interrogatori del Congresso o un branco di giornalisti che brandiscono la registrazione dispositivi.

Eppure, alla fine, potrebbe esserci stato poco che la BP avrebbe potuto dire per migliorare la rabbia pubblica mentre il petrolio continuava a vomitare, inondando la coscienza nazionale, in particolare date le realtà moderne delle notizie via cavo 24 ore su 24. Più di ogni altra azienda in crisi, la BP ha dovuto fare i conti con il potere di un'immagine cruda e onnipresente: il petrolio che sgorga nell'acqua. Poiché ha tentato senza successo di tappare la perdita con vari aggeggi Rube Goldberg, qualsiasi strategia di comunicazione era soggetta a ritorni controproducenti.

"BP potrebbe scusarsi ogni giorno", afferma Keith Michael Hearit, professore di comunicazione alla Western Michigan University. “Potrebbero avere una situazione in cui il C.E.O. va in pellegrinaggio ambientale e cade in ginocchio salendo su una montagna, e non gli servirebbe a niente. Fino a quando il petrolio non si è fermato, non c'era nulla che potesse essere fatto per migliorarlo, ma c'erano molte cose che si potevano dire per peggiorarlo".

Buona volontà sciupata

Toyota ha avuto una mano più forte da giocare, dicono gli strateghi. Raro è il consumatore con affetto per una compagnia petrolifera, ma Toyota ha goduto di un'immensa benevolenza. Era la più grande casa automobilistica del mondo, con auto a prezzi ragionevoli che offrivano eccellenti prestazioni e chilometraggio del gas. Aveva stereotipi culturali che lavoravano a suo favore: l'immagine della società giapponese disciplinata con standard di qualità senza compromessi.

Tutto ciò ha suggerito che Toyota avrebbe potuto conquistare la comprensione del pubblico se fosse stata vista come schietta.

"Quando sei nel mix di queste situazioni davvero ottuse in cui nessuno conosce veramente i fatti, in un certo senso i fatti sono meno importanti della tua posizione nei confronti dei fatti", afferma Mr. Reeves, ex dirigente delle relazioni con i media di Merrill Lynch. “Le persone sono ragionevoli. Sanno che le aziende commettono errori e le persone perdoneranno un errore onesto. Non perdoneranno un insabbiamento disonesto”.

Gli strateghi esprimono stupore per il fatto che un'azienda con i vantaggi reputazionali di Toyota abbia ripetutamente respinto le segnalazioni di problemi, comunicate principalmente attraverso comunicati stampa - che hanno sottolineato una posizione simile a una fortezza - e quindi confermato a malincuore frammenti di prove, assicurando che la storia si sarebbe svolta con incrementi dannosi.

"Toyota ha fatto saltare in aria", afferma Brad Burns, che gestiva le comunicazioni presso WorldCom, il gigante delle telecomunicazioni livellato da uno scandalo contabile del 2001. “È stata la proverbiale morte per mille tagli. Sapevano di avere problemi molto tempo fa, che si trattasse di un problema meccanico o di un errore dell'operatore, ma sapevano di avere un problema da risolvere.

“E invece di mettere la sicurezza pubblica sui profitti, sembra che abbiano ascoltato gli avvocati della responsabilità del prodotto e l'hanno totalmente perso. È un danno al marchio".

Il signor Burns afferma che la sua esperienza in WorldCom, che ha fatto i conti con lo scandalo prima di vendersi a Verizon nel 2005, ha messo a nudo i vantaggi della trasparenza.

"Più velocemente ti scusi e lo fai bene, più velocemente va via", dice. "Più a lungo si ostruisce, peggio diventa." ("Oh, a proposito", aggiunge, "non è stato d'aiuto quando il tuo ex team di gestione è andato in giro in manette.")

Immagine

I coordinatori delle comunicazioni di Toyota affermano che l'azienda non ha mai evitato i problemi, anche se avrebbero voluto essere stati più rapidi nell'impiego dei massimi dirigenti.

"Abbiamo commesso molti errori", afferma Jim Wiseman, dirigente delle comunicazioni presso Toyota Motor North America. “Avremmo potuto essere là fuori ancora di più. Avremmo dovuto esserlo. Stiamo cercando di intraprendere varie azioni per imparare da questo”.

La crisi è iniziata lo scorso settembre, quando la National Highway Traffic Safety Administration ha emesso un avviso secondo cui i tappetini di alcuni veicoli Toyota sembravano intrappolare i pedali dell'acceleratore, causando picchi di accelerazione. Lo stesso giorno, Toyota ha annunciato il richiamo di 3,8 milioni di veicoli.

L'amministrazione ha concluso che il problema del tappetino era probabilmente la causa di un precedente incidente di una Lexus, un incidente che ha ucciso quattro persone.

Una settimana dopo il richiamo, l'amministratore delegato di Toyota, Akio Toyoda, ha rilasciato il primo di una serie di scuse. "Quattro preziose vite sono state perse", ha detto ai giornalisti. “I clienti hanno acquistato le nostre auto perché pensavano che fossero le più sicure. Ma ora abbiamo dato loro motivo di grave preoccupazione. Non posso iniziare a esprimere il mio rimorso".

Eppure, anche se il signor Toyoda si è scusato, la società ha offerto quella che in seguito sembrava una falsa rassicurazione, sottolineando che se i clienti rimuovevano i tappetini discutibili, non c'era nient'altro di cui preoccuparsi. Toyota ha affermato in un comunicato stampa che una revisione da parte dell'amministrazione per la sicurezza non ha riscontrato altri problemi con i veicoli Toyota. Ciò ha portato a un immediato rimprovero da parte dell'agenzia federale, che ha bollato l'affermazione come "imprecisa e fuorviante".

Alla fine di novembre, la Toyota aveva annunciato che avrebbe sistemato i pedali dell'acceleratore su quattro milioni di veicoli per evitare che si impiglino sui tappetini. La società ha nuovamente dichiarato il problema contenuto. "Siamo molto fiduciosi di aver affrontato questo problema", ha detto all'epoca un portavoce della Toyota, Irv Miller.

Eppure, il mese successivo, quattro persone sono morte in Texas quando una Toyota Avalon è uscita di corsa da una carreggiata ed è finita in uno stagno. La polizia ha trovato i tappetini nel bagagliaio dell'auto. Toyota afferma che la causa dell'incidente deve ancora essere determinata.

Mentre crescevano i rapporti secondo cui i pedali dell'acceleratore potevano rimanere attaccati anche quando i tappetini non erano implicati, Toyota ha lottato internamente con quanto rivelare, secondo i documenti successivamente forniti agli investigatori del governo.

Il 16 gennaio, mentre i dirigenti della Toyota si preparavano a recarsi a Washington per colloqui con i regolatori, Katsuhiko Koganei, coordinatore delle comunicazioni presso Toyota Motor Sales USA, ha inviato una nota ai suoi colleghi esortando l'azienda a non discutere i problemi meccanici nei pedali dell'acceleratore a parte il problema del tappetino, perché né la causa né il rimedio appropriato per tali problemi erano stati identificati. Ha aggiunto che se i dirigenti affrontassero l'argomento, ciò "potrebbe sollevare un altro disagio dei clienti".

L'e-mail del signor Koganei ha suscitato una risposta agitata da parte del signor Miller. "Abbiamo una tendenza al guasto meccanico nei pedali dell'acceleratore di un certo produttore su alcuni modelli", ha risposto. “Il tempo di nascondersi su questo è finito. Dobbiamo essere chiari".

Più tardi quel mese, quando Toyota annunciò il richiamo di altri 2,3 milioni di auto, riconobbe che i pedali dell'acceleratore a volte si attaccavano anche quando i tappetini non erano un problema, sottolineando al contempo che nessun incidente grave era collegato al problema.

"La nostra indagine indica che esiste la possibilità che alcuni meccanismi del pedale dell'acceleratore possano, in rari casi, bloccarsi meccanicamente in una posizione parzialmente depressa", ha affermato Miller in un comunicato stampa.

Secondo un altro portavoce della Toyota, Mike Michels, il linguaggio accuratamente calibrato dell'azienda è stato scritto pensando alle disgrazie di un'altra casa automobilistica: Audi.

A metà degli anni '80, i veicoli Audi 5000 furono richiamati dopo le segnalazioni di improvvise accelerazioni accusate di centinaia di incidenti. L'Audi è passata all'offensiva, sostenendo che i conducenti avevano erroneamente premuto l'acceleratore quando intendevano premere il freno. Audi in seguito ha rivendicato la rivendicazione da una revisione della National Highway Traffic Safety Administration, ma incolpare il cliente si è rivelata una costosa strategia di pubbliche relazioni.

Un quarto di secolo dopo, quando Toyota riconobbe rari problemi con i suoi acceleratori, si lasciò spazio per sostenere in seguito che a volte i conducenti erano in colpa, evitando di dirlo direttamente.

"La lezione di Audi è che non importa quanto tu sia convinto che il guidatore abbia commesso un errore, è molto sensibile da suggerire", afferma il signor Michels.

Come BP, Toyota aveva un amministratore aziendale di un altro paese che a volte inciampava davanti a un pubblico americano. Mentre si scusava con i legislatori a Capitol Hill, il signor Toyoda parlava un inglese con un forte accento e leggeva a fatica i suoi appunti mentre un gruppo di assistenti vestiti di grigio sedeva dietro di lui, muovendosi nervosamente mentre lottava per pronunciare "condoglianze".

"All'epoca dissi: 'Oh mio Dio, non comunica con noi'", ricorda il signor Rubenstein, il dirigente di lunga data delle pubbliche relazioni. "Dovrebbe avere qualcuno che conosca davvero la nostra società americana."

Il signor Michels sostiene che nessuno avrebbe potuto sostituire il capo a Capitol Hill. "Avresti fatto notare ai membri del Congresso che non era lì", dice.

Ma la performance di Mr. Toyoda al Congresso potrebbe anche aver soppiantato un'immagine positiva della società giapponese estremamente efficiente con un altro stereotipo giapponese: una profonda avversione alla vergogna.

"Credevano nella strategia giapponese di metterci un coperchio e forse esploderà", afferma Howard Anderson, esperto di gestione delle crisi presso la Sloan School of Management del M.I.T. "L'ostruzionismo ti mette solo nei guai."

Tuttavia, cercare un modo per aggirare una dolorosa resa dei conti pubblica sembra essere un approccio quasi universale alle crisi aziendali. A lungo termine, il modo migliore per un'azienda in difficoltà potrebbe essere riconoscere rapidamente i propri errori. Ma per gli esseri umani bloccati con il compito di rivelare dettagli imbarazzanti qui e ora, dissimulare e ritardare può essere il modo più semplice per superare la giornata.

Una forza degli esseri umani è la loro capacità di imparare dagli errori, governati, come sono, dalla paura e dalla vergogna. Ma le burocrazie aziendali sono essenzialmente strutturate per mettere a tacere il sentimento nella ricerca del profitto, rendendole meno inclini ad assorbire le lezioni dei precedenti disastri.

"Tendiamo ad antropomorfizzare le società", afferma il signor Hearit del Michigan occidentale. “C'è questo mito della razionalità manageriale, l'idea che le aziende possano imparare. Beh, non hanno anima da calciare. Non puoi mettere una società in galera".

Soprattutto, la gestione delle crisi viene condotta con lo stress e l'insonnia sovrapposti al consueto faziosità e politica che affliggono qualsiasi grande organizzazione. Il signor Dezenhall, lo stratega, è divertito dalle crisi che si intravedono nei film, dove le persone siedono ai banchi di computer sincronizzati, parlando con calma nelle cuffie.

"La realtà è il caos assoluto", dice. “Nessuno sa quali siano i fatti. Gli avvocati stanno cercando di far licenziare i consulenti PR e i consulenti P.R. criticano gli avvocati. Tutti si disprezzano. È una situazione totalmente ingestibile. Una società in crisi non è una società. È un insieme di individui in preda al panico motivati ​​dall'autoconservazione”.

Focus laser sui profitti

Se c'era panico e caos all'interno di Goldman Sachs, l'azienda lo teneva nascosto, mantenendo una posizione di comunicazione coerente durante il suo passaggio con un controllo indesiderato: rendi poco.

Tuttavia, optando per una difesa aggressiva, la società sembra aver intensificato le critiche. Come molti esperti di comunicazione vedono, Goldman ha preso una serie di rivelazioni sgradevoli ma non paralizzanti su come ha tratto profitto prima, durante e dopo una crisi finanziaria globale e, attraverso una strategia di pubbliche relazioni costruita sull'arroganza e l'insensibilità all'umore nazionale, si è trasformata in un simbolo degli imbrogli di Wall Street.

Data la perdita di posti di lavoro, case e risparmi legati alla crisi finanziaria, Wall Street doveva affrontare aspri interrogativi sul suo ruolo nel crollo. Goldman, in particolare, sembrava certo di dover affrontare un esame speciale grazie ai suoi ingenti profitti, alla sua vicinanza a momenti cruciali della crisi e all'ubiquità dei suoi ex dirigenti nei corridoi del potere di Washington.

Il primo round di interrogatorio di Goldman è iniziato sulla scia del salvataggio federale da 85 miliardi di dollari dell'American International Group, il gigante assicurativo, nel 2008. Goldman possedeva polizze assicurative di A.I.G. su alcuni dei suoi investimenti ipotecari.Analisti, giornalisti e autorità federali hanno sollevato dubbi sul fatto che Goldman abbia beneficiato ingiustamente dei fondi dei contribuenti utilizzati per salvare A.I.G.

Tali domande sono state alimentate dal curriculum di uno dei principali artefici del salvataggio, il segretario al Tesoro Henry M. Paulson Jr., che in precedenza aveva guidato Goldman. (Mr. Paulson ha affermato di non aver mai preso provvedimenti per beneficiare specificamente Goldman, cercando solo di rafforzare il sistema finanziario nel suo insieme.)

Come Toyota, Goldman ha avuto dibattiti interni su come essere disponibile ad affrontare domande acute, con alcuni addetti ai lavori che sostengono una rapida e sfacciata divulgazione dei suoi rapporti con A.I.G. per evitare di infiammare l'ira pubblica, secondo persone a conoscenza delle deliberazioni che hanno chiesto l'anonimato perché i colloqui erano riservati.

Mentre il Congresso continuava a esaminare il ruolo di Wall Street nella crisi, gli investigatori federali hanno reso Goldman la prima grande azienda ad affrontare le spese legali associate alla debacle immobiliare della nazione.

Ad aprile, la Securities and Exchange Commission ha intentato una causa accusando Goldman di frode sui titoli nella commercializzazione di un investimento ipotecario costruito per fallire senza informare completamente i clienti della sua provenienza. Il gestore di hedge fund che ha selezionato i contenuti dell'investimento, John A. Paulson, ha beneficiato enormemente, ma le banche dall'altra parte dell'accordo hanno perso più di $ 1 miliardo, secondo la S.E.C. completo da uomo.

Alcuni analisti sostengono che Goldman, nell'adottare una posizione difensiva per le domande su come abbia catturato un grosso pezzo dell'A.I.G. salvataggio, si è effettivamente messo di fronte a un treno in corsa: un S.E.C. determinato a trovare un caso di alto profilo che eclisserebbe le critiche secondo cui non era riuscito a controllare efficacemente Wall Street.

Una volta che la S.E.C. ha presentato il suo caso, blogger ed esperti lo hanno sequestrato come prova che Goldman stava truccando il gioco finanziario. Altri hanno criticato la causa come fragile.

Goldman ha sostenuto di non aver fatto nulla di male, affermando di aver semplicemente consentito a investitori sofisticati di fare scommesse opposte sul mercato dei mutui.

Gli analisti affermano che questa potrebbe essere stata una difesa legale intelligente - Goldman alla fine ha risolto il caso per una scheggia dei suoi profitti - ma agli occhi del pubblico, ha intensificato le opinioni secondo cui Goldman non aveva giocato in modo equo. Non importa il suo presunto ruolo nel consentire il commercio americano: Goldman stava ora respingendo le accuse di frode sostenendo che, in sostanza, aveva gestito un gigantesco casinò, in cui aveva informazioni privilegiate.

Quanto hanno giocato male queste rivelazioni? Il signor Anderson, al M.I.T., vede dei paralleli con lo scandalo degli abusi sessuali nella Chiesa cattolica romana.

"I sacerdoti pensavano che avrebbero dovuto proteggersi l'un l'altro piuttosto che i bambini a loro affidati", dice. “Goldman ora ha lo stesso problema. Si scopre che "facciamo soldi prima per noi stessi e poi per i nostri clienti", quando dovrebbe essere il contrario. Questo li ferirà per anni".

Goldman ha dovuto affrontare un'ulteriore complicazione in quanto la sua attività era arcana e molti dei suoi prodotti erano esotici. Toyota e BP hanno affrontato crisi più chiare che potrebbero essere trasmesse con una semplice immagine o frase: si poteva vedere il petrolio sporcare il golfo, le auto sfrecciare fuori controllo. Goldman è stato accusato di non aver rivelato i dettagli di qualcosa chiamato obbligazione sintetica del debito collateralizzato, un termine che ha spinto i lettori a cercare rifugio nella sezione sportiva.

Gli esperti dicono che l'oscurità avrebbe potuto funzionare a favore di Goldman, se la compagnia avesse adottato una posizione conciliativa. Ma Goldman ha concluso che l'oscurità dell'attività della banca potrebbe essere la fonte dei suoi problemi, afferma il suo capo delle comunicazioni aziendali, Lucas van Praag.

"I problemi che abbiamo non sono radicati in cattive comunicazioni", afferma. “Sono una funzione diretta del nostro modello di business. Una delle cose che abbiamo imparato è che potrebbe essere perfettamente legale, ma se è troppo complicato da spiegare a persone normali e razionali, allora forse è un business in cui non dovremmo essere coinvolti".

Come BP, Goldman ha visto i suoi problemi aggravati dal sarcasmo sconsiderato del suo amministratore delegato, Lloyd C. Blankfein, che ha detto a un giornalista del Sunday Times di Londra che considerava le banche come "opera di Dio". Ecco un altro kit di storie lanciato alla stampa, una narrazione facilmente digeribile per sostituire il noioso lavoro di spiegare gli accordi finanziari strabilianti di Goldman.

Alcuni sostengono che la notorietà di Goldman possa avere poca importanza per i principali costituenti della banca: azionisti e clienti. Sia Toyota che BP vendono prodotti ai consumatori ordinari, rendendo la manutenzione dell'immagine una preoccupazione cruciale. Goldman, d'altra parte, generalmente limita il suo lavoro al servizio di persone, aziende e governi estremamente facoltosi. Il suo successo non dipende dall'essere apprezzato, ma dall'essere rispettato per una ricerca che a volte tira nella direzione opposta, accumulando profitti, anche in mezzo a calamità.

Gli analisti affermano che i problemi di PR di Goldman sono aggravati da una realtà più grande di qualsiasi istituzione: è una delle principali banche di investimento in un momento in cui le banche di investimento sono amate quanto le cimici dei letti, le compagnie aeree e il Congresso.

"È un problema fare oscene somme di denaro in modi che nessuno capisce nel mezzo di un tracollo economico", suggerisce il signor Dezenhall. "Non credo che ci sia un modo per far amare alla gente una banca che guadagna soldi nel bel mezzo di una recessione".

Ritorno alle loro basi

I bambini bloccati sulle montagne russe spaventose a volte chiudono gli occhi e aspettano che la corsa finisca. Quindi, a quanto pare, gli adulti a capo di gigantesche società in crisi. Questa è la spiegazione convenzionale di come tre imprese di enorme successo siano riuscite a prolungare e approfondire la loro agonia di pubbliche relazioni.

"Queste aziende hanno commesso gli stessi errori", afferma il signor Rubenstein. “Hanno infranto la regola cardinale della gestione delle crisi: non sembravano avere un piano di crisi in mano. Cercavano di ridurre al minimo la portata dei loro problemi e non sembravano mai mostrare comprensione per la situazione in cui si trovavano".

Ma forse capirono, e ciò che capirono acutamente era che tutte le loro opzioni erano scarse. Non c'era niente che potessero fare se non tornare alle loro ragioni fondamentali di esistenza: fare prodotti petroliferi, fare automobili, fare soldi.

"Possiamo sederci davanti alle telecamere e batterci il petto quanto vogliamo, ma ciò che conta è se siamo in grado di continuare a realizzare prodotti di alta qualità", afferma Wiseman di Toyota.

Cinque anni fa, Tyco International, la società di sicurezza elettronica e servizi finanziari, è stata definita nella sfera pubblica dalle stravaganze del suo amministratore delegato, L. Dennis Kozlowski, e del suo capo delle finanze, che insieme sono stati condannati per aver sottratto milioni alle casse della società. Per il compleanno di sua moglie, il signor Kozlowski ha speso circa $ 2 milioni per un baccanale in una tenuta sarda, dove una replica in scultura di ghiaccio del David di Michelangelo ha servito un flusso di vodka dai suoi genitali.

Ecco un problema di pubbliche relazioni apparentemente fatale. Eppure, oggi, Tyco è ancora in movimento. Resisteva non facendo girare l'infilabile, ma accumulando silenziosamente contratti.

"Non era che l'amministratore delegato in TV tenesse in braccio un cucciolo", afferma il signor Dezenhall. “Devi avere un'aspettativa realistica di ciò che le comunicazioni possono realizzare. Nessuno dice mai: 'Oh, è una comunicazione meravigliosa. Ci sentiamo bene ora.' ”


DUFF GOLDMAN E LORRAINE PASCALE CONDUCONO DODICI FORNAI DI SPERANZA IN UN INTENSO BOOT CAMP SURETE ALIMENTARE I PEGGIORI PASTICCIERI IN AMERICA

PR Newswire, NEW YORK e 29 agosto 2016
Duff Goldman e Lorena Pascale hanno arruolato dodici dei panettieri più disastrosi del paese per un estenuante boot camp su Food Network&rsquos I peggiori fornai d'America. Le due stelle dei dolci tentano di plasmare questi maestri dei relitti di torte e dei colossali fallimenti dei biscotti fino a quando un aspirante fornaio notevolmente migliorato non raggiunge il livello della perfezione della pasticceria. I fornai senza talento saranno divisi in due squadre e nell'arco di sei settimane, a partire da Domenica 2 ottobre alle 22:00 ET/PT, Duff e Lorraine cercheranno di trasformare la loro squadra di reclute in esperti di pasticceria. In base alle loro prestazioni e ai loro progressi in una serie di sfide dolci e salate, le reclute verranno ristrette ogni settimana fino a quando solo due rimarranno in piedi per affrontarsi in un'intensa battaglia di panetteria per la possibilità di vincere il primo premio di $ 25.000 e guadagnare vantandosi diritti per il caposquadra.

&ldquoIl pubblico ha apprezzato le disavventure comiche e le trasformazioni commoventi delle reclute su I peggiori cuochi d'America, quindi era naturale che una nuova serie di disastri da forno avesse la possibilità di cuocere la felicità", ha affermato Didi O'Hearn, Senior Vice President Programming, Food Network e Cooking Channel. &ldquoI famosi fornai, Duff Goldman e Lorraine Pascale, sono la coppia perfetta per guidare le reclute attraverso il divertente campo di addestramento su I peggiori fornai d'America.&rdquo

Don si perde la prima di I peggiori fornai d'America 2 ottobre alle 22 su @foodnetwork Tweet

Le reclute impareranno presto che il campo di addestramento non è una passeggiata. Alla prima, Duff e Lorraine valutano le abilità dei concorrenti sfidandoli a creare dessert ispirati alle immagini e alle ricette di FoodNetwork.com. Dopo aver assistito ai loro errori di cottura, Duff e Lorraine si rendono conto che devono iniziare con le basi della cottura e iniziare con un classico biscotto di zucchero. I prossimi episodi presentano prelibatezze terrificanti per Halloween, decorazione di torte nuziali, concorsi di torte e dolci a forma di animale. Il peggior fornaio di ogni squadra che crolla sotto la pressione sarà eliminato. La stagione culminerà quando le due reclute rimaste si affronteranno nella battaglia finale della panetteria. Quello che si è trasformato di più andrà a casa con il primo premio di $ 25.000 e renderà orgoglioso il suo leader!

Gli spettatori che desiderano di più possono andare dietro le quinte della competizione e rivivere i peggiori momenti di cottura su FoodNetwork.com/WorstBakers. Possono anche unirsi alle battute di cottura su Twitter usando #WorstBakers.

Duff Goldman si è laureato in storia e filosofia all'Università del Maryland, nella contea di Baltimora. Ha poi continuato a studiare al Culinary Institute of America a Greystone, e da lì ha continuato a lavorare in diverse destinazioni culinarie acclamate, tra cui French Laundry, Vail Cascade Hotel e Todd English&amp#39s Olives prima di tornare a Baltimora nel 2000 per diventare uno chef personale. Nel marzo 2002, ha aperto Charm City Cakes, e presto è diventato un nome familiare nello show di successo di Food Network Asso di torte, andato in onda per 10 stagioni. Duff attualmente è il co-conduttore di Campionato di pasticceria per bambini, e funge da giudice su Food Network&rsquos Campionato di pasticceria natalizia e Campionato di pasticceria primaverile. Nel 2011, Duff è stato nominato per due premi della James Beard Foundation per Best TV Food Personality/Host e Best Television Program. Ha pubblicato il suo primo libro di cucina nel 2015 dal titolo, Duff Bakes: pensa e cuoci come un professionista a casa. Oltre a possedere e gestire Charm City Cakes, Charm City Cakes West e Duff's Cake Mix, Duff è anche scultore, artista e musicista e ha un'affinità nell'indossare le sue maglie da hockey.

Lorraine Pascale è meglio conosciuta per la sua serie di serie TV di successo, tra cui BBC 2&rsquos La cottura al forno diventa facile, la cucina casalinga diventa facilee Cooking Channel&rsquos Cibo fresco, veloce e facile. Attualmente è giudice di Food Network&rsquos Campionato di pasticceria natalizia e Campionato di pasticceria primaverile. Oltre alle sue serie TV, è autrice di 6 libri best-seller e ha realizzato un documentario, Fostering & Me, in cui ha esaminato la propria esperienza di affidamento da bambina e le esperienze dei bambini adottivi. Prima della sua carriera in cucina, Lorraine era una top model. Dopo la nascita di sua figlia, ha sperimentato altre carriere, tra cui diventare ipnoterapeuta, interior designer e meccanico, prima di frequentare la Leith's School of Food and Wine.

I peggiori fornai d'America è prodotto da Optomen Productions LLC, una All3 Media Company.

FOOD NETWORK (www.foodnetwork.com) è una rete, un sito Web e una rivista di lifestyle unici che collegano gli spettatori al potere e alla gioia del cibo. La rete si sforza di essere la migliore amica degli spettatori e #39 nel cibo e si impegna a guidare insegnando, ispirando, responsabilizzando e intrattenendo attraverso il suo talento e la sua esperienza. Food Network è distribuito mensilmente a più di 100 milioni di famiglie statunitensi e fino a 35 milioni di utenti web unici. Dal lancio nel 2009, la base tariffaria di Food Network Magazine&amp#39 è cresciuta di 13 volte ed è ora la terza rivista mensile più grande in edicola, con oltre 12,4 milioni di lettori. Con sede a New York, Food Network ha una crescente presenza internazionale con programmi in oltre 150 paesi, comprese reti 24 ore su 24 nel Regno Unito, in Asia e nella regione Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA). Scripps Networks Interactive (NASDAQ: SNI), che possiede e gestisce anche Cooking Channel (www.cookingchanneltv.com), HGTV (www.hgtv.com), DIY Network (www.diynetwork.com), Travel Channel (www.travelchannel. com) e Great American Country (www.gactv.com), è il manager e il socio accomandatario.

Contatto stampa:
Julie Chudow
Telefono: 646-638-7636 E: [email protetta]
*Immagini e clip ad alta risoluzione disponibili su richiesta