acetonemagazine.org
Nuove ricette

Ciambelle marocchine

Ciambelle marocchine


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


In una ciotola mettere il lievito e versare l'acqua tiepida, circa 300 ml, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo.

In una ciotola versate farina, zucchero, essenza, al centro il composto di lievito, sale e mescolate molto bene, aggiungendo acqua tiepida fino ad ottenere un impasto molto morbido. Pasta morbida che scorre dal palmo, poi impasta a mano, fino a renderla morbida e lucente. Lasciare in un luogo caldo per circa 40 minuti.

Ho una ciotola d'acqua in cui ammollo le mani, poi prendo un po' di impasto e lo formo come una palla con un buco in mezzo. Lo metto nella padella calda e faccio così fino a terminare l'impasto.

Ho preso delle deliziose ciambelle, che ho spolverato con zucchero a velo.

Buon appetito!


Biscotti marocchini Kaab el ghazal


Come fare:
Metti tutti gli ingredienti per il ripieno in un frullatore o in un robot da cucina e mescola fino ad ottenere una pasta omogenea che può essere modellata (vedi nel video). Se necessario, aggiungere 1-2 cucchiai d'acqua. Mettere la pasta di mandorle in frigorifero fino a quando non si fa l'impasto.
Per l'impasto, mettere in una ciotola lo zucchero, il burro, il burro, il burro e l'acqua di fiori d'arancio e mescolare leggermente. Versare gradualmente l'acqua fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lavorate bene l'impasto fino a renderlo morbido e morbido. Potete anche fare l'impasto nel robot da cucina mettendo tutti gli ingredienti in una volta e versando l'acqua a poco a poco fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciare in frigo per 20-30 minuti.
Come dare la forma ai biscotti: rompere piccoli pezzi di pasta il più sottili possibile. Forma da una pasta di mandorle appiccicosa cilindrica delle dimensioni di un dito. Ricoprire le barrette di mandorle con l'impasto sottile e modellarle in un corno di gazzella (vedi video). Cuoceteli per 10-12 minuti in forno preriscaldato, a fuoco medio, controllandoli di tanto in tanto. ATTENTO
deve rimanere bianco e morbido


Pane o torte in padella

Pane o crostate in padella, o alla griglia, una ricetta tradizionale antica, contadina, semplice, con alcuni accorgimenti sensazionali, che donano una fragilità e un gusto particolari. Semplici o farciti con formaggio, cavoli, funghi, carne, zucca, mele, ciliegie, ciliegie & hellip con qualsiasi cosa!

Penso che sia la ricetta più semplice e più diffusa, cucinata ovunque in Romania, in tutte le zone, questa ricetta per Pane o torte in padella. Dette torte (nel sud-ovest del paese) o torte (nel sud-est del paese), cotte in padella con o senza grasso, sui fornelli, sulla pietra, alla prova, alla brace, semplici o farcite, dolce o salato, ne esistono tantissime varianti. E poiché questo mese, Sidy è l'ospite della sfida di tradizione e gastronomia rumena, ha proposto Pies, sono andato con piccoli e grandi a fare torte & # 128578

Chissà chi ha inventato queste torte di torta? Fin dall'antichità dai tempi tracio-daci, si parla di focacce di grano, spalmate di miele. Grandi coltivatori di grano e apicoltori e apicoltori, i Daci avevano la farina, il formaggio e il miele necessari. Nella cucina di molti popoli del mondo troviamo varie varianti di torte salate, quindi non si sa esattamente chi abbia inventato la ricetta.

Quindi perdonatemi, ma non vi dico la ricetta originale. & # 128578

Nella mia zona, nel contado di Galati e nella parte della Dobrogea verso Tulcea, si chiamano focacce, indipendentemente dal fatto che siano cotte sul fuoco o in padella, al naturale o sott'olio. E se sono ripieni, si chiamano & bdquopoale-n brau & rdquo. Non saltarmi in testa, gli viene detto. Nel nord della Moldova, & bdquopoale-n brau & rdquo si dice per quella che nella mia zona si chiama ricetta Branzoaice-see, e nell'ovest del paese, si chiama & bdquobranzoici & rdquo. Parla di strofinare il sale nelle mie ferite - d'oh! & # 128578

Mia nonna faceva sempre delle torte semplici, cotte sul fuoco o farcite con formaggio dolce o salato. Raramente con formaggio dolce, più spesso con formaggio salato di capra, mucca o pecora, che aveva. I nonni avevano sempre pecore e capre, quindi il formaggio non mancava loro.


Come prepariamo la ricetta delle olive marinate?

Si scelgono le olive (per questa ricetta sono indicate le olive verdi, ma anche quelle nere vengono bene), si separano quelle mature da quelle verdi, quindi si tolgono i semi.

Si consiglia di non toccare le olive con il metallo perché si ossidano e acquistano un brutto colore. È meglio romperlo con una pietra o pulire il nucleo con un coltello di ceramica.

Non dimenticare di proteggere le mani con i guanti, altrimenti avrai brutte mani, come quando pulisci le noci verdi. & # 128578

Le olive snocciolate vengono messe in acqua salata, proprio come i sottaceti, la pancetta, quindi 1 cucchiaio di sale per 1 litro d'acqua.

La salamoia dovrebbe coprire le olive. Metti un piatto e un peso sopra per tenerli ben coperti.

Si cambia giornalmente, al mattino e alla sera questa salamoia, e dopo 5-6 giorni si gusta. Se non sono più amari, scolare l'acqua e adagiare su tovaglioli assorbenti, che assorbiranno tutto il liquido, lasciar riposare per 1 ora, cambiando gli asciugamani, finché non rimarranno asciutti.

Ora mettete le olive in una ciotola, aggiungete a piacere i gusti che volete: aglio, peperoncino, origano, timo, basilico, finocchio, ecc.

Mescolare con olio d'oliva, mettere in vasetti e versare sopra l'olio d'oliva.

Scuotete il barattolo per far uscire l'aria, metteteci sopra qualcosa per tenere le olive ricoperte d'olio (c'è una specie di coperchio che le tiene sotto o mettete dei finocchietti, dell'aneto, un tagliere).

Si mangiano subito, si conservano a lungo in dispensa, al buio. & # 128578

Le olive marinate sono meravigliose nelle insalate, come antipasto, sono ottime in qualsiasi abbinamento. & # 128578

Vi invito a guardare la video ricetta delle olive marinate qui:

Vi lascio alcune foto dell'oliveto. E porto altre foto, farò un video, per mostrarvi come raccogliere le olive qui.


Ciambelle di Malai o Mamaliga Riciclate in `ciambelle`

* Polenta - Avevo un muso grande quanto i due palmi vicini.
**Farina - io ho usato circa 400 gr, ma dipende dalla quantità di polenta che hai e dal tipo di farina che usi

La polenta viene posta in una ciotola e schiacciata con una forchetta, quindi viene aggiunta l'essenza di vaniglia e omogeneizzata.

Mescolare il lievito con lo zucchero, aggiungere l'acqua, mescolare bene finché non si scioglie poi aggiungere un po' di farina e mescolare. Dobbiamo ottenere una crosta leggermente più spessa rispetto all'impasto dei pancake.

Coprire e lasciar lievitare. Se il lievito è buono, fate lievitare in pochi minuti.

Mentre il lievito lievita, iniziate ad aggiungere la farina sulla polenta, ma anche 3-4 cucchiai alla volta e mescolate con una forchetta. Quando l'impasto diventa già più denso e non possiamo più usare la forchetta, spostiamo la frolla sul piano di lavoro, aggiungiamo il lievito lievitato e altra farina e iniziamo ad impastare. Man mano che la farina si incorpora, aggiungiamo qualche cucchiaio di farina alla volta e impastiamo fino ad ottenere un impasto molto, molto poco appiccicoso.

Siccome la sera ho impastato l'impasto e poi non l'ho fritto, l'ho coperto con della pellicola che ho unto d'olio in modo che non si attaccasse alla crosta, e l'ho messo in frigo tutta la notte. In questo modo l'impasto lievita ma il procedimento è molto lento.

Al mattino, era solo buono da friggere. Se non vuoi tenerlo durante la notte, procedi come scritto di seguito.

Quindi, dopo aver finito di impastare e aver ottenuto l'impasto desiderato, copriamo e facciamo lievitare. Dopo che avrà raddoppiato di volume, lo capovolgiamo sul piano di lavoro infarinato e iniziamo a formare/tagliare le ciambelle con l'aiuto di un bicchiere o di un tagliabiscotti.

Prendete una teglia con le pareti più alte (in modo da non schizzare troppo) e mettete altro olio. Riteniamo che sia così lungo che quando inseriamo le ciambelle non tocchino il fondo della teglia. Le ciambelle devono galleggiare nell'olio.

Scaldate l'olio e poi, a turno, inserite altri tre pezzi e friggete una prima volta da un lato e poi girate dall'altro lato e friggete anche lì. Il loro colore deve essere dorato.

Il fuoco deve essere piccolo in modo che le ciambelle abbiano il tempo di cuocere all'interno. Sfornare con una frusta, adagiare su tovaglioli assorbenti, servire con marmellata o spolverizzata con zucchero a velo misto a cannella.

La mia opinione è che siano meglio freddi che caldi (dice il marito. Anzi.)


Nella mia biografia, Joseph Hadad the Man, ti racconto della mia infanzia umile, della mia famiglia e di come sono cresciuto, ma anche del cibo che mia madre ci preparava quando eravamo piccoli. Per molti di loro troverete le ricette alla fine del libro, così come per questa.

Gli Sfânji sono delle ciambelle che trovi per strada la mattina, negli affollati mercati di Marrakesh o Casablanca e che mia madre, proveniente da una famiglia marocchina, preparava spesso per noi a casa.

Vi invito a guardare il filmato della loro preparazione e leggere la ricetta qui sotto.

  • 1 kg di farina di frumento
  • 40 g di lievito
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 700 ml di acqua
  • 500 ml di olio di girasole

Amalgamare bene tutti gli ingredienti. Dopo aver mescolato, vedi se hai bisogno di più acqua. Il guscio deve essere legato e leggermente appiccicoso. Lasciar lievitare per 1 ora e mezza, coperto. Impastate ancora bene e lasciate coperto per un'altra ora. Scaldare il bagno d'olio, ma non farlo diventare troppo caldo. Prendete 50 g di coca cola, fate un buco nel mezzo e friggete in una pentola. Lasciare per qualche minuto fino a doratura chiara.

Possono essere serviti con miele, marmellata di mirtilli, frutti di bosco.

Tradizionalmente mangiamo Hanukkah, ma nella mia famiglia era un tabù quasi settimanale.


Cappotto & # 8211 Ciambelle cinesi al vapore

Qualche giorno fa ho dato un'occhiata ai negozi cinesi di Red Dragon 1 e 2. Tra gli altri vari ingredienti, ho comprato una scatola con i cappotti congelati.

Il mantello è l'equivalente cinese del pane occidentale. Sono molto popolari nel nord del paese, dove il riso è considerato un alimento costoso. Si consuma a colazione, o come spuntino. Possono essere semplici, come quelli che ho preso io, oppure con vari ripieni.

Vi do anche la ricetta qui sotto, perché è abbastanza facile da preparare. Certo, è solo una ricetta di base, puoi essere creativo e creare le tue varianti.

Cucina: Cinese
Difficoltà: Facile
Importo: 24 pezzi
Tempo di preparazione: 3 ore
Tempo di cottura: 20 minuti

ingredienti:
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiaini di lievito secco
300 ml di acqua tiepida
450 g di farina che cresce da sola
farina, per spolverare
2 cucchiai di salsa di soia leggera
1 cucchiaio di salsa di soia scura
2 cucchiai di vino di riso
2 cucchiaini di olio di sesamo

Istruzioni:
Sciogliere lo zucchero e il lievito in acqua tiepida e lasciar riposare per 5 minuti, finché il composto non sarà spumoso. Setacciare la farina in una ciotola, quindi aggiungere gradualmente, mescolando, il composto di lievito si ottiene un impasto sodo. Impastate per 5 minuti, poi coprite con un canovaccio umido e lasciate lievitare in luogo tiepido per circa 90 minuti.

Nel frattempo preparate la salsa mescolando in una ciotola la salsa di soia con il vino di riso e l'olio di sesamo.

Lavorare l'impasto per 5 minuti su una superficie piana, cosparso di farina, quindi arrotolare come un grosso salame. Tagliare in 24 porzioni. Cuocere le ciambelle in una vaporiera per circa 20 minuti. Servire caldo, imbevuto della salsa preparata sopra.

Consigli:
Puoi improvvisare un piroscafo usando un & # 8230 wok. Una griglia metallica è posta nel wok su cui è posto il setaccio di bambù. Passate le ciambelle al setaccio e, quando l'acqua bolle, abbassate la fiamma per mantenere l'acqua leggermente spumeggiante e coprite il wok con il suo coperchio. Il vapore cuocerà le ciambelle del cappotto.

Se non hai il vino di riso, usa una miscela di parti uguali di vino bianco con brandy, o solo vino bianco.


Video: Solo acqua e farina una ricetta deliziosa facile ma una bomba#14


Commenti:

  1. Uriens

    Ritengo che non hai ragione. Posso dimostrarlo. Scrivimi in PM, ne parleremo.

  2. Mika'il

    Sì davvero. Sono d'accordo con tutto sopra. Possiamo comunicare su questo tema.

  3. Chris

    Devi dirgli che non hai ragione.



Scrivi un messaggio