Nuove ricette

Uno sguardo alle tradizioni nuziali indiane

Uno sguardo alle tradizioni nuziali indiane


Zucchero e riso e tutto bello, ecco un assaggio di cosa comporta un matrimonio indiano

I bellissimi tatuaggi all'henné sono solo un dettaglio del grande giorno.

I matrimoni indiani sono ricchi di cerimonie e tradizioni. Molte di queste tradizioni utilizzano erbe naturali, la pianta dell'henné finemente macinata e spezie.

Ecco solo alcuni dei rituali eseguiti dagli sposi davanti ai loro amici e familiari:

  • Havan (accensione del fuoco sacro) La coppia invoca Agni, il dio del fuoco, per testimoniare il loro impegno reciproco. Sandalo tritato, erbe aromatiche, riso zuccherato e olio vengono offerti al fuoco cerimoniale.
  • Rajaham (Sacrificio al fuoco sacro) La sposa mette entrambe le mani in quelle dello sposo e suo fratello poi mette il riso nelle sue mani. Insieme gli sposi offrono il riso come sacrificio nel fuoco.
  • Mangalphera (Camminata intorno al fuoco) La coppia fa quattro Mangalpheras intorno al fuoco in senso orario che rappresentano quattro obiettivi nella vita: Dharma, doveri religiosi e morali; Artha, prosperità; Kama, piaceri terreni; Moksha, salvezza spirituale e liberazione. La sposa guida per prima il Pheras, a significare la sua determinazione a stare per prima accanto a suo marito in tutta la felicità e il dolore.
  • Menhdi (cerimonia dell'henné) L'arte tradizionale di adornare mani e piedi con una pasta ricavata dalle foglie finemente macinate della pianta dell'henné. Il termine si riferisce al materiale, al design e alla cerimonia. È tradizione che i nomi degli sposi siano nascosti nel disegno, e la prima notte di nozze non deve iniziare finché lo sposo non ha trovato entrambi i nomi. Dopo il matrimonio, la sposa non deve svolgere alcun lavoro domestico fino a quando il suo Menhdi non è svanito.

Per ulteriori informazioni sulle tradizioni nuziali indiane, vai qui.


Matrimonio Cristiano

La nostra idea di un tipico matrimonio cristiano ruota attorno a vestiti bianchi spumosi, tonnellate di fiori e graziose ragazze di fiori. Sottili ed eleganti, i matrimoni cristiani sono una visione in bianco e nero, ma lo scenario è leggermente diverso per quanto riguarda i matrimoni cristiani in India. Sebbene l'essenza di base dei rituali sia la stessa di un tradizionale matrimonio cristiano, una serie di rituali etnici indiani ha avuto un impatto su quasi tutte le comunità in tutto il paese. Sono un'affascinante miscela del matrimonio cristiano minimale in stile hollywoodiano che vediamo nei film con l'aderenza a rituali pre e post matrimonio che sono essenzialmente molto indiani. Fin dagli abiti da sposa ai gioielli da sposa, i matrimoni cristiani indiani sono abbastanza diversi da ciò che immaginiamo.

Matchmaking

Il matchmaking è prevalente nelle comunità cristiane indiane e, proprio come qualsiasi altra comunità nel paese, i matrimoni combinati sono piuttosto diffusi. La principale popolazione cristiana in India è concentrata nel sud dell'India, nel nord-est dell'India e in parti delle aree costiere di Konkani. Le partite sono generalmente organizzate all'interno delle denominazioni specifiche del cristianesimo a cui appartiene la sposa o lo sposo. Ad esempio, i cattolici romani preferiranno un matrimonio con una famiglia cattolica romana e non un cristiano protestante, presbiteriano o luterano. Una volta stabilita la corrispondenza preferita, le famiglie si incontrano e se tutti sono soddisfatti, i colloqui procedono. Molto spesso, c'è un periodo di corteggiamento, in cui la sposa e lo sposo si conoscono. Se si trovano compatibili, allora avviene una proposta formale, principalmente da parte dello sposo. In alcune culture del sud dell'India, questo momento è sigillato con la discussione sulla dote e il presentarsi a vicenda con foglie di betel e noce di betel. La cerimonia è conosciuta come "badalchen".

Rituali prematrimoniali

Fidanzamento – Il fidanzamento è forse l'evento prematrimoniale più importante in un matrimonio cristiano. Dopo che la proposta formale arriva da parte dello sposo, viene fissata una data per la cerimonia di fidanzamento formale. Potrebbe essere un affare cupo e piccolo con solo amici intimi e parenti che partecipano, o potrebbe essere una festa di gala in cui i conoscenti sono invitati per una serata emozionante e piena di divertimento. Tradizionalmente, lo sposo deve presentare un anello alla sposa e lo mette al suo anulare sinistro. Questo rituale simboleggia il fidanzamento della ragazza con lo sposo. Gli anelli devono essere benedetti dal sacerdote in chiesa o nel luogo del fidanzamento. Al giorno d'oggi, la sposa offre anche allo sposo un anello che indossa all'anulare della mano destra. Lo sposo regala alla sua futura sposa anche altri doni come vestiti, profumi, fazzoletti ecc. Le due famiglie si mescolano tra loro in una festa che segue il rituale. Il fidanzamento è generalmente seguito da un periodo di corteggiamento prima che venga fissata la data effettiva del matrimonio. Il fidanzamento viene annunciato anche nelle chiese locali e talvolta anche sui giornali locali.

addio al nubilato – Dopo il fidanzamento, i parenti della sposa le lanciano un addio al nubilato. Per lo più giovani cugini e amici della sposa decidono un giorno e portano la sposa fuori per una notte allegra. Spesso organizzano una festa in cui fanno una serie di giochi, inondano la sposa di doni che potrebbe trovare utili nella sua prossima vita coniugale e la incoraggiano a cantare e ballare a suo piacimento. È tradizione che la sposa si faccia servire alle compagne una torta rosa dove ha nascosto un ditale d'argento. Si crede che l'amica della ragazza a cui viene servita la fetta di torta con il ditale sia la prossima a sposarsi. È il giorno in cui la sposa può fare tutte le sue cose preferite con le sue amiche prima di entrare in una relazione profondamente impegnata e in una vita in cui antepone la felicità degli altri alla propria. Al giorno d'oggi, sono in voga gli addio al nubilato di destinazione dove gli amici della sposa la portano via dal luogo del matrimonio a una spiaggia o in un viaggio per farle assaporare appieno i suoi momenti spensierati.

Addio al celibato – Un evento simile all'addio al nubilato è organizzato per lo sposo dai suoi amici e cugini maschi. Sebbene sia un concetto puramente occidentale, sta gradualmente guadagnando popolarità in India. Si svolge generalmente un giorno prima del matrimonio. Il concetto è che lo sposo si goda il suo ultimo giorno da scapolo. Potrebbe essere una festa in cui le donne non sono assolutamente ammesse e gli uomini della famiglia rafforzano il loro legame maschile. Sta diventando sempre più popolare organizzare un viaggio per lo scapolo nelle settimane prima del matrimonio. I preferiti tipici includono la pratica di alcuni sport d'avventura come l'escursionismo, l'arrampicata o il trekking. Per i tipici drogati di adrenalina, c'è il bungee jumping, il paracadutismo, il surf o persino le immersioni. In altri casi il gruppo potrebbe andare in una casa sulla spiaggia e godersi qualche giorno di sole e fare surf lontano dal brusio del matrimonio. La pesca o una gita al vigneto preferito dello sposo sono anche un'ottima opzione per intrattenere il futuro sposo prima che venga agganciato.

Cerimonia Roce – Questa è una specie di cerimonia di unzione che si svolge in alcune comunità cristiane indiane come quella di Goa o Konkan. È simile alla cerimonia Haldi dei matrimoni indù e si svolge alla vigilia del giorno delle nozze. Coinvolge la sposa e lo sposo che fanno un bagno rituale nelle rispettive case. Gli sposi vengono unti con l'olio, dove i partecipanti, generalmente parenti, intingono l'indice nell'olio ed eseguono il segno della croce sulla fronte degli sposi. Gocce d'olio vengono versate sulle orecchie e sulla testa, seguite da succo di cocco o polvere che viene strofinata sulla testa, sul viso, sulle mani e sui piedi. Dopo questo, la sposa/lo sposo è bagnata con acqua. L'intera cerimonia è seguita da una preghiera di canto e poi cena con bevande.

Abiti da sposa

Per un tipico matrimonio cristiano indiano, lo sposo indossa per lo più un abito formale. Di solito indossano un abito bianco o nero a seconda del tema del matrimonio. Indossa una camicia bianca e ha un fiore all'occhiello sul risvolto sinistro della giacca.

Contrariamente al concetto popolare, la sposa non indossa sempre un abito bianco spumoso. Nella maggior parte delle comunità cristiane indiane nel sud, i sari sono preferiti come abiti da sposa invece di un abito. I cristiani di Goan e Konkani preferiscono indossare abiti che sari. Questi sari sono generalmente di seta con pesanti fili d'oro zari abbinati spesso a una camicetta di broccato d'oro. Questi sari possono essere di colore bianco o oro o beige. Le spose cristiane del Kerala indossano spesso i semplici sari Kasavu bianchi con ampi bordi dorati abbinati a camicette bianche o dorate. Possono o meno abbinarlo a un velo. I sari splendidamente pieghettati sono abbinati a gioielli in oro e spesso con diamanti. Se la sposa sceglie di indossare abiti, allora indossa abiti realizzati in seta, raso o taffetà con lavorazione all'uncinetto, abbinati a un lungo velo bianco. Il velo è spesso appuntato alla testa dove la sposa per lo più sfoggia un diadema. La sposa generalmente porta un bouquet da sposa che può essere completamente bianco o può contenere fiori colorati. Simile alla sposa, le damigelle possono indossare sari o abiti in diversi colori che per lo più non sono bianchi. I loro abiti sono generalmente coordinati a colori per far risaltare magnificamente l'abito da sposa.

Rituali di nozze

L'accoglienza della sposa – La mattina del giorno del matrimonio, le parenti dello sposo visitano la casa della sposa con i suoi abiti da sposa, alcuni gioielli, vassoi di frutta secca, dolci e frutta. Il sacerdote deve benedire l'abito da sposa prima che venga consegnato alla sposa. La sposa si prepara a casa sua e parte per la chiesa con un'auto inviata dallo sposo con alcune sue amiche, generalmente damigelle. La sua famiglia segue. Viene ricevuta in chiesa dalla famiglia dello sposo ed è scortata in chiesa dal testimone dello sposo.

La messa nuziale – Prima della cerimonia nuziale vera e propria, nella maggior parte dei matrimoni cristiani indiani si tiene una messa nuziale, specialmente negli ordini cattolici romani. Durante la messa, il sacerdote esegue preghiere e canti. Il programma inizia con una preghiera di apertura alla quale gli ospiti possono unirsi. Dopo la preghiera di apertura, viene letta la Bibbia sia dal Nuovo che dall'Antico Testamento. Il versetto è scelto dal sacerdote ma la lettura può essere fatta da un membro della famiglia dello sposo o della sposa. La parte successiva del programma è il canto del Salmo, sia dagli ospiti che dal solista della chiesa. Questo è seguito dal sacerdote che pronuncia i sermoni.

I voti nuziali – Dopo aver completato la messa nuziale, il sacerdote inizia i veri e propri rituali matrimoniali pronunciando il discorso di apertura in cui pronuncia un breve discorso sulle virtù del matrimonio e in alcuni casi sugli sposi. Agli sposi viene quindi chiesto di pronunciare i voti di matrimonio. In India, i voti sono per lo più decisi dal sacerdote e la coppia li pronuncia solo dopo di lui. Essenzialmente si promettono l'un l'altro che saranno al fianco dell'altro in tutte le fasi della vita fino a quando la morte non li separi.

Solennizzazione del matrimonio – Il matrimonio viene solennizzato con il primo scambio delle fedi. Queste sono per lo più semplici fedi nuziali d'oro che vengono posizionate l'una accanto all'altra sull'anulare sinistro di entrambi gli sposi. Tra gli indiani del sud, c'è un'usanza aggiuntiva in cui lo sposo lega un Thali al collo della sposa. Thali è essenzialmente simile al Mangalsutra, avendo un ciondolo a forma di foglia con il simbolo della croce incastonato su di esso, che è infilato su una catena d'oro. Il Matrakodi o Sari nuziale viene consegnato dallo sposo alla sposa, che deve indossare sopra la testa. Successivamente gli sposi vengono benedetti dal sacerdote e dichiarati Marito e Moglie. Si tengono per mano e scendono dal palco per cercare le benedizioni degli anziani.

Rituali post-matrimonio

Ricezione - Dopo il completamento della cerimonia nuziale, la coppia esce dalla chiesa tra acclamazioni eccitate e la pioggia di coriandoli da parte degli invitati. La coppia di sposini, insieme a tutti gli invitati, si trasferisce in una sala banchetti per partecipare al ricevimento di nozze. Qui di solito c'è un banchetto di nozze e gli invitati propongono un brindisi al benessere degli sposi. Ci possono essere o meno discorsi del testimone e della damigella d'onore, ma c'è sempre il taglio della torta nuziale da parte degli sposi che si nutrono a vicenda i primi due pezzi prima che venga distribuita tra gli invitati. A volte, c'è una band dal vivo o un DJ presente per incoraggiare gli ospiti a ballare.


D: Cosa posso aspettarmi di vedere a una cerimonia di matrimonio indiana?

UN: Una delle prime cose che potrebbe sorprendere gli ospiti occidentali è il baraat, o processione dello sposo. Per questo, lo sposo arriva alla cerimonia su un cavallo bianco decorato. Gli ospiti ballano intorno a lui al ritmo di a dhol, un tamburo indiano. Dopodiché, la sposa e la sua famiglia salutano lo sposo e la coppia si scambia ghirlande floreali da indossare al collo per simboleggiare la reciproca accettazione.

Per la cerimonia, il sacerdote, lo sposo, la sposa e i genitori della sposa siedono sotto un mandap, un baldacchino simile a una chuppah ebraica. La cerimonia inizia con il kanya daan, in cui i genitori della sposa la regalano. Quindi la coppia si prende per mano e gira intorno a un piccolo fuoco chiuso (il agni) in un rituale chiamato the mangal phera.

Quindi la coppia prenderà il saptapadi, o sette passi, mentre fanno voto di sostenersi a vicenda e di vivere felici insieme. Infine, lo sposo applicherà una polvere rossa al centro della fronte della sposa e le legherà una collana di perline nere intorno al collo, a simboleggiare che ora è una donna sposata.


Diamo un'occhiata a cosa comportano le tradizioni nuziali nigeriane

Presentazioni di famiglia

I preparativi per il matrimonio nigeriano iniziano con la presentazione formale dei membri della famiglia. In questo primo incontro entrambe le famiglie si scambiano doni. Nella tribù Igbo, la famiglia del potenziale sposo riceve una lista di dote dalla famiglia della sposa.

Lo sposo dovere soddisfarli prima che gli permettano di sposare la ragazza. L'elenco varia da tribù a tribù o cultura della famiglia. Il prezzo della sposa diventa più costoso se ha una laurea o un dottorato.

Secondo le tradizionali usanze nuziali Igbo, la dote determina se lo sposo è pronto a sposarsi o meno. Le donne della famiglia della sposa ricevono i doni nuziali richiesti e danno la risposta finale agli uomini.

La dote in Nigeria è costosa, molti sposi che non possono permettersela devono porre fine alla relazione. La pianificazione del matrimonio inizia immediatamente e viene pagato l'intero prezzo della sposa. Questo accade ancora in un matrimonio moderno.

Fratelli maggiori

Le tradizioni matrimoniali nigeriane richiedono che un fratello maggiore si sposi prima del minore. Per alcune tribù, questo è solo per gli uomini mentre anche altre donne ne fanno parte.

I fratelli più piccoli rimanderanno i loro matrimoni fino ai loro fratelli maggiori si sono sposati.Se scelgono di procedere al matrimonio, non riceveranno la benedizione familiare che è fondamentale in questa cultura. Questa cultura è in parte seguita nei matrimoni di oggi.

Testare la resistenza dello sposo

Le tribù Hausa e Fulani mettono alla prova il coraggio e la resistenza dell'uomo frustandoli….. Strano! Lo sposo riceve 100 frustate prima di poter rivendicare la loro sposa per dimostrare il loro amore per loro.

Se l'uomo fa una smorfia, piange o mostra segni di dolore, il matrimonio non va avanti. La frustata non avviene più nei matrimoni di oggi a meno che non avvenga nel profondo del villaggio.

Mostrando rispetto

Le tradizioni yoruba richiedono che lo sposo ei suoi amici giacciono prostrati a terra. Questo per mostrare rispetto al famiglia della sposa.

Fanno questo rituale quattro volte durante la tradizionale cerimonia nuziale. Oggi non giacciono prostrati, si piegano in segno di rispetto.

Completi coordinati di colore

In tutta l'Africa, Nigeria e Ghana sono i migliori quando si tratta di abiti da sposa. Il rito degli abiti da sposa di famiglia è Asoebi.

Gli sposi scelgono il tessuto e il colore degli abiti da sposa. Questi sono per loro membri della famiglia, damigelle d'onore e testimoni. È facile distinguere gli invitati da diversi lati nel giorno del matrimonio.

La cerimonia nuziale

Le coppie nigeriane hanno due matrimoni , il doppio del divertimento! Un matrimonio tradizionale nigeriano è il primo seguito dalla cerimonia religiosa. Entrambe le cerimonie sono a giorni o settimane di distanza.

Gli sposi indossano i loro abiti coordinati di colore. L'abito da sposa tradizionale della tribù Igbo per una sposa nigeriana è speciale. Include una camicetta di pizzo, un caftano brillante come una gonna abbinata a perline di corallo e un laccio per la testa per la sposa.

Le spose indossano trucchi e accessori audaci e dai colori vivaci per rallegrarle per il grande giorno. La coppia indossa abiti da sposa tradizionali per i loro matrimoni culturali.

Il matrimonio religioso è un normale matrimonio bianco in abito bianco. La coppia adorna gli abiti dei paesi occidentali: un abito da sposa bianco per la sposa e un abito per lo sposo. Le coppie moderne scelgono di adornare il loro abiti tradizionali per i matrimoni religiosi.

Dopo i voti

Gli sposini si trasferiscono in pista per il loro primo ballo. La tradizione richiede che lo sposo porti la sua sposa sulla pista da ballo per mostrare la sua forza per prendersi cura di lei.

La pioggia di soldi

Mentre gli sposi ballano, gli invitati si uniscono a loro e iniziano a far piovere soldi sulla sposa. Questa è una cultura diffusa di lunga data che è ancora popolare nei matrimoni di oggi.

Le damigelle raccolgono i soldi per la custodia consegnandoli successivamente alla coppia. Le tradizioni nuziali nigeriane considerano i matrimoni come eventi vivaci. I balli sono comuni con alcuni come Azonto, kukere e skelewu che sono i più popolari.

Il ricevimento di nozze

Il cibo è una lingua d'amore per i nigeriani. Il cibo simboleggia anche la loro connessione l'uno con l'altro . Sono disponibili un sacco di cucine diverse sia tradizionali come l'igname pestato che moderne prelibatezze internazionali.

Ricorda che questi matrimoni non hanno una lista degli invitati, quindi c'è anche cibo in abbondanza per centinaia di persone presenti. Le bevande sono disponibili anche con il loro vino di palma preferito presente durante la cerimonia.

La festa nuziale va fino a notte fonda con gli ospiti che si godono cibo, bevande e musica senza sosta. Le famiglie benestanti sono note per dare le migliori feste. I matrimoni moderni stanno assumendo un DJ per intrattenere gli ospiti.

Le tradizioni nuziali nigeriane sono un grosso problema, sono piene di divertimento e cibo che non sembra esaurirsi. La loro cultura è ben conservata nonostante i secoli e con un piccolo tocco di moderno si distingue sopra le righe.


9 cose da aspettarsi quando partecipi al tuo primo matrimonio indiano

Se partecipi a un matrimonio indiano per la prima volta, questa è la tua guida su cosa aspettarti.

1. Una celebrazione di tre giorni

I matrimoni indiani spesso durano almeno tre giorni. Il primo giorno di solito prevede un Ganesha Pooja, che è un festival indù che venera il dio Ganesha. Di solito si svolge a casa con la famiglia e gli amici stretti. Il secondo giorno è riservato alla cerimonia mehndi o sangeet, in cui la sposa e i suoi ospiti adornano mani e piedi con intricati modelli di henné seguiti da spettacoli di danza e cena. Il terzo giorno consiste nella cerimonia nuziale al mattino seguita dal ricevimento la sera.

2. Luogo della cerimonia

Spesso, i matrimoni indiani si tengono nelle sale per banchetti degli hotel o nei templi indù. Ci sarà una struttura decorata, a quattro colonne, simile a un gazebo chiamata mandap dove si svolgerà la cerimonia. Le sedie saranno allestite di fronte al mandap per poter vedere la cerimonia, con le prime file solitamente riservate alla famiglia e alla festa di nozze.

3. Il rituale del fuoco santo

Il sacerdote accende un fuoco sacro chiamato agni. La coppia in genere fa un giro sette volte intorno al fuoco, a simboleggiare sette voti sacri dati l'uno all'altro. La cerimonia può durare da una a quattro ore, quindi assicurati di essere idratato e rifornito di carburante prima di trovare il tuo posto.

4. Più di un anello

Invece del tipico anello per indicare la coppia appena promessa, la sposa di solito riceve una linea di polvere rossa applicata sulla parte dei suoi capelli, insieme a una collana nera e oro chiamata mangal sutra. Questi due oggetti simboleggiano la devozione reciproca di una coppia.

5. Abiti indiani colorati

Noterai che le mode a un matrimonio indiano sono tutt'altro che sommesse, quindi più luminose sono, meglio è. La maggior parte delle ospiti femminili partecipa ai matrimoni indossando sari colorati, lehengas e abiti indiani accessoriati con gioielli scintillanti. Se non possiedi vestiti indiani, sentiti libero di indossare un vestito vivace o uno scialle. Evita di indossare il nero o il bianco, poiché questi colori hanno spesso connotazioni negative nella cultura indiana, e il rosso, poiché è il colore che solitamente indossa la sposa.

6. Mangia a bizzeffe

Preparati ad allentare il cordoncino quando partecipi a un matrimonio indiano. Con una miriade di aperitivi, stazioni di antipasti, cene a buffet e allestimenti di dessert durante l'evento di più giorni, potresti volerti dare il ritmo. Ti consigliamo di assaggiare un po' di tutto.

7. Tonnellate di persone

Ci saranno centinaia e centinaia di persone a un matrimonio indiano ed è facile lasciarsi sopraffare. Lo sposo potrebbe cavalcare un elefante o un cavallo quando farà il suo ingresso alla cerimonia. Siediti, rilassati e divertiti un sacco circondato da una gran quantità di ospiti energici.

8. Regali

Spesso, le coppie non richiedono regali in scatola. Sono quindi apprezzati contanti o buoni regalo. Aggiungi $ 1 all'importo poiché i numeri dispari che terminano con uno sono di buon auspicio nella cultura indiana.

9. La festa

Dopo la cerimonia, le famiglie della coppia organizzeranno una sontuosa festa di ricevimento per scatenarsi finalmente. Parte della celebrazione prevede un programma di accoglienza, che include discorsi e persone care che cantano, ballano e si esibiscono in scenette per la coppia. Dopo il programma si svolgerà una grande cena a buffet e una festa danzante. Porta le tue scarpe da ballo più alla moda, anche se comode: ne avrai bisogno!

Maharani Weddings è il più grande sito web per matrimoni indiani che si concentra su idee moderne ed eleganti per ispirare le future spose indiane di lusso e gli appassionati di matrimoni. Il sito di riferimento presenta contenuti giornalieri, matrimoni reali, film e i migliori fornitori in tutte le categorie di matrimoni selezionati a mano dal fondatore Shawna Gohel.


Matrimonio Punjabi

I punjabi sono persone semplici ma amanti del divertimento che credono nell'esprimere le proprie emozioni con gusto. Simile alla loro natura, i loro matrimoni riflettono la loro filosofia di vita. I matrimoni punjabi sono colorati, rumorosi, a volte esagerati, divertenti pieni di molte opportunità per cantare e ballare a squarciagola. I matrimoni punjabi possono essere semplici o sontuosi, ma assicurano divertimento e festeggiamenti illimitati. Una serie di rituali pre e post matrimonio rendono un matrimonio punjabi un affare lungo e divertente. Sebbene i punjabi non perdano l'occasione di fare festa, i loro matrimoni mostrano la loro propensione ad aderire a tradizioni secolari, anche se a volte con un tocco convenzionale. Dalle elaborate lehengas ai rumorosi baratis, dal "balla fino allo sfinimento" Sangeet all'ospite estremamente amichevole e caloroso, un matrimonio punjabi è simile a un vero ottovolante. Diamo un'occhiata ai vari Rituali di matrimonio.

Rituali prematrimoniali

Roka e Thaka - Quando tutti gli aspetti del matrimonio sembrano soddisfacenti, la famiglia della sposa visita il luogo dello sposo per offrire allo sposo la sua benedizione insieme a vari doni per la famiglia come frutta, dolci, vestiti, denaro noto anche come shagun ecc. Questa usanza è conosciuta come Roka . La sposa generalmente non è presente al Roka. La famiglia dello sposo ricambia il gesto visitando la famiglia della sposa in un giorno separato portando doni. La cerimonia di ritorno è conosciuta come Thaka. Questi due sono generalmente affari di basso profilo con solo la famiglia stretta che lo frequenta. La cerimonia Roka segna l'inizio della relazione tra le due famiglie e di solito inizia con un piccolo puja chiamato Ardaas.

Credito immagine: sriradhacaterers.com

Mangni/Sagai– Questa cerimonia segna il fidanzamento ufficiale tra la coppia. Questa è spesso una grande cerimonia e precede il matrimonio almeno di alcuni mesi. La famiglia e gli amici si riuniscono sia dalla parte della sposa che da quella dello sposo. La sposa viene nutrita con riso bollito e latte dalla famiglia dello sposo. In un clima di festa la coppia si scambia gli anelli. La cerimonia del sagai rende ufficiale il match.

Shagun e Chunni Chadai – Per celebrare l'accettazione della sposa nella famiglia dello sposo, si osserva la Cerimonia Chunni. Un gruppo di dame arriva a casa della sposa la mattina del Sagai o il giorno prima. Portano con sé l'abito che la sposa indosserà per il Sagai insieme a gioielli, dolci, frutta, mawa ecc. La parte speciale del regalo è un foulard o Chunni finemente decorato. Il Chunni è posto sul capo della sposa e il suo viso ne è coperto come un velo. Questa cerimonia è conosciuta come Chunni Chadana. Le vengono poi regalati gioielli come braccialetti o collane che sono cimeli di famiglia da sua suocera che la aiuta a indossarli. Un puntino di henné viene applicato sul palmo per celebrare la cerimonia di buon auspicio. Questi doni alla sposa sono conosciuti come Shagun.

Sangeet – Il Sangeet è una festa musicale generalmente organizzata dalla famiglia della sposa. Tradizionalmente, le signore della famiglia si riunivano e sedevano attorno alla sposa. Insieme si divertivano cantando canti nuziali popolari, stuzzicando la sposa e ballando. Anche lo sposo e alcuni membri della sua famiglia sono stati invitati a partecipare. Al giorno d'oggi, il sangeet è un evento di gala in cui entrambe le famiglie si riuniscono per godersi una divertente serata musicale. Gruppi di entrambe le parti presentano spettacoli di danza che sono spesso coreografati da esperti. È fondamentalmente una grande opportunità per le famiglie di conoscersi.

Credito immagine: Youtube

Mehendi - Mehendi è una parte indispensabile della cerimonia nuziale del Punjabi. La sposa si siede su uno sgabello speciale e le viene applicata la pasta di henné su mani e piedi. I disegni all'henné sono intricati ed elaborati e le iniziali dello sposo sono nascoste tra i vari modelli. All'essiccazione dona un colore rosso scuro. Si ritiene che più scuro è il colore del mehendi, più amore riceverà la sposa dai suoceri. In precedenza, i membri della famiglia erano soliti applicare la pasta di henné, ma al giorno d'oggi vengono assunti artisti mehendi professionisti. Anche altre donne della famiglia si fanno applicare l'henné sulle mani. Al posto dello sposo si osserva la stessa cerimonia mehendi ma su scala ridotta. Generalmente, sui palmi dello sposo viene applicato un disegno all'henné molto semplice. Durante l'intera cerimonia vengono cantati canti nuziali tradizionali.

Abiti da sposa

Lo sposo punjabi indossa tradizionalmente un set di Kurta Pyjama al matrimonio. I Kurta possono anche essere abbinati a pantaloni churidar. I disegni su questi Kurta sono generalmente sontuosi ed elaborati. Al giorno d'oggi, come standard lo sposo punjabi indossa Sherwani. Crema o bianco sporco sono i colori preferiti con molti abbellimenti con fili di zari, perline e decorazioni in pietra. Accoppia lo sherwani con un pigiama o un churidar in un colore complementare come il blu o il marrone. Indossa anche un dupatta al collo. Indossa un jooti tradizionale o mocassini più moderni con l'intero outfit. Indossa un copricapo con fili pendenti di fiori o nastri decorativi e persino fili di perle che gli coprono il viso. Questo copricapo speciale è noto come Sehra. La parte superiore della sehra è attaccata intorno alla fronte dello sposo e legata dietro la sua testa.

La sposa punjabi è uno spettacolo da vedere. Risplendente in una splendida lehenga e molti gioielli alla moda, cammina nella bellezza. Le spose punjabi sono molto esigenti quando si tratta del loro matrimonio lehenga e amano andare fino in fondo per quello perfetto. Sebbene il rosso sia il tradizionale colore del matrimonio per tutte le spose indiane, le spose punjabi sono note per scegliere altri colori come il verde, l'oro, il fucsia e l'arancione. Accoppia la lehenga con una dupatta abbinata con la quale si copre la testa. Indossa molti gioielli, alcuni dei quali d'oro, mentre alcuni potrebbero essere bigiotteria moderna. Alcuni componenti obbligatori sono maangtika, bangles, Nath, Chooda (un tradizionale braccialetto di colore rosso e avorio impostato in multipli di quattro), kamarbandh e Paijaniya. La cognata della sposa le lega ai polsi un paio di Kalire. Questi sono ornamenti d'oro o d'argento a forma di cupola con più ciondoli attaccati ad essi.

Rituali del giorno del matrimonio

Jago – La notte prima del matrimonio, la famiglia sta alzata fino a tarda notte e Jago viene festeggiato alle prime ore del mattino. Un Khada in ottone o rame è decorato con lampade di argilla. La zia materna o mami degli sposi porta il vaso sulla sua testa mentre un'altra signora proverà a scuoterlo con un lungo bastone con dei campanelli attaccati. Le donne cantano canzoni nuziali punjabi e visiteranno le case di amici e parenti che danno loro da mangiare dolci. Quindi ballano insieme prima di passare alla casa successiva.

Gana Bandhna – La mattina del giorno delle nozze, presso le rispettive case, gli sposi partecipano ad una puja. Dopo il completamento della puja, il sacerdote lega un filo sacro o mouli al polso destro. Il mouli è legato intorno a una noce di betel e un guscio noto come Kaudi. È annodato più volte intorno ai polsi per renderlo difficile da sciogliere in seguito.

Chooda Chadana – Chooda si riferisce a una serie di braccialetti rossi e avorio generalmente in una serie di multipli di quattro. Lo zio materno più anziano della sposa ha un ruolo fondamentale da svolgere in questa cerimonia. Lo zio materno o la mamma siedono per un havan durante il quale i chooda vengono purificati in una miscela liquida contenente latte e petali di rosa. La testa e il viso della sposa sono coperti durante la cerimonia poiché non dovrebbe vedere il chooda fino al momento del suo matrimonio. Lo zio materno e sua moglie fanno poi scivolare il Chooda nelle mani della sposa. Altri membri anziani toccano il chooda e danno le loro benedizioni. Petali di fiori sono piovuti sulla sposa. In questo momento le viene anche regalato il suo matrimonio Lehenga dallo zio materno. La cognata, le amiche e le sorelle della sposa si legano quindi il Kalire al polso o a uno dei suoi braccialetti, ornamenti a forma di ombrello, spesso incrostati di cocco, frutta secca o noci di betel essiccate.

Fonte immagine: dnaindia.com

Haldi – Vengono accese quattro lampade o diya e la sposa si siede su un basso sgabello di legno di fronte a loro. Viene preparata una pasta composta da legno di sandalo, curcuma, acqua di rose e olio di senape. Questa pasta viene applicata su tutto il corpo della sposa, in particolare su viso, mani e piedi, dalle donne sposate della famiglia. Si ritiene che la radiosità dei diya conferirà un bagliore eterno sul viso della sposa. Una cerimonia simile si osserva anche a casa dello sposo. I membri della famiglia si ungono l'un l'altro con la stessa pasta e prevale un'atmosfera di allegria e allegria.

Ghara Gharoli – Dopo il completamento della cerimonia Haldi, la pasta haldi essiccata viene rimossa dal viso e dal corpo della sposa. Viene quindi portata in un tempio vicino dove fa il bagno con brocche piene di acqua santa. Questo rituale è noto come Ghara Gharoli. Quindi esegue una preghiera alla divinità del tempio chiedendo benedizioni. Torna a casa sua, si fa una doccia come si deve e inizia a prepararsi con indosso i suoi abiti da sposa. Lo stesso rituale è osservato anche al fianco dello sposo.

Sarbala – Sarbala si riferisce al custode dello sposo. Generalmente per questa parte viene scelto un bambino membro della famiglia e indossa abiti simili allo sposo. Poi accompagna lo sposo al matrimonio.

Sehrbandi e Varna – The groom dresses up in his wedding sherwani and churidar. A small puja is then performed in his honor. The turban and the Sehra is sanctified by the priest during this puja. The turban and the Sehraare tied around the head of the groom by an elder male member of the family or the groom’s brother-in-law.

Image Source: Wikipedia.org

Ghodi Charna – Traditionally, the Punjabi groom sets off for the wedding venue by riding a mare. The mare is decked up in gaudy decorations and tika is applied on its head. The mare is also fed chana dal (lentil) and water by the female relatives of the groom. The groom’s sister-in-law then applies surma to the groom’s eyes to ward off evil vibes. The groom them mounts the mare in a ceremonial manner. He is then accompanied by members of his family who sets off for the wedding venue along with him. The wedding procession is accompanied by a band that plays peppy musing and the members of the wedding procession dance to it.

Image Source: YouTube.com

Agwaani and Milni – The groom along with the wedding procession arrives at the wedding venue. They are met at the entrance by the bridal party. The love and warmth that Punjabis are well-known for is very apparent during this moment where the two families smile and embrace each other. This ritual when the groom and his family arrive at the wedding venue is known as Agwaani. The groom is then welcomed by the mother of the bride with a traditional arti and tika on the forehead.

The relatives of the groom then are sought out by the corresponding relative from the bride’s side, eg. Maternal uncles of the groom are sought out by maternal uncles of the bride. They greet each other and are welcomed inside the venue. This ritual is known as Milni.

Varmala– On entering the wedding hall, the groom is led towards the stage and he is made to stand upon a small pedestal. At the designated muhurat the bride arrives at the stage and the couple exchange garlands. This is a fun-filled ceremony where there is competition among the two sides to lift either the bride or the groom higher so that the other cannot put the garland over his or her head.

Image Source: Wikipedia.org

Madhuperk– The bride and groom then proceed to the wedding mandap and the groom is offered a small bowl of water that he has to drink. He sprinkles some on his feet and drinks the rest. He is then offered a special concoction made with curd, honey, milk, ghee and other sacred essences. This is known as the Madhuperk. The groom is to take a sip off this drink before the wedding rituals commence.

Image Credit: https://kanyadaan.files.wordpress.com/2010/03/manas_kanyadaan.jpg

Kanyadaan – During this age old Vedic ritual, the bride is given away by his parents to the groom. He requests the groom through Vedic mantras to take good care of his daughter and the groom accepts the bride’s hand and promises her father that he will treat her with utmost love and respect throughout his life.

The wedding havan is lit which is the sacred fire. In Hindu custom, the fire deity is the foremost witness of a wedding. The groom is handed over a plate which has fourteen parallel lines drawn on a bed of flour with a flower. The lines symbolize fourteen vows of a marriage. The priest outlines these vows one by one through Vedic mantras the groom repeats after him and erases one line with a flower bud.

Phere– Next, the couple gets up. Then ends of their dupattas are tied in a knot and they encircle the sacred fire four times. For the first three times, the bride precedes the groom and for the final phera she has to follow the groom.

Lajahom– For this ritual, the bride’s brother pours puffed rice into her cupped hands. The bride and the groom then offer this to the fire together and seek the Fire God’s blessings. This ritual is repeated thrice.

Sindoor Daan– After completion of the Lajahom, the groom applies sindoor to the bride’s hair parting and ties the Mangalsutra around her neck. This completes the wedding rituals.

Joota Chhupai – While the groom is busy in the wedding, the bride’s sisters take hold of his shoes and hide them. When the wedding is complete and the groom steps out of the wedding mandap, they demand a ransom for returning the shoes. There is a lot of bargaining involved between the two parties and they come to an agreement. The groom has to pay the agreed upon amount in order to get back his shoes and move from the mandap.

Post-wedding Rituals

Vidaai/Doli – The bride bids a tearful goodbye to her family and throws handful of rice over her shoulder’s in her family’s direction. This way she expresses her gratitude towards them for taking care of her for so long. She is then sent off in a decorated car to her husband’s home. This return bridal procession is known as Doli.

Paani Bharna – On arrival of the Doli, the mother of the groom does an arti of the bride with a pitcher of water. After each circle, the mother-in-law attempts to take a sip of water, but the bride prevent her from drinking. She finally relents after the seventh circle. She then crosses the threshold after overturning a pot of rice with her right feet.

Mooh Dikhai – The couple is then taken to seek the blessings of the family deity. Next, the bride is seated and her veil is lifted for all of family and friends to see. The elders of the family then shower their blessings on the bride and give her gifts of cash and jewelry.

Ricezione – A lavish reception party is thrown by the groom’s family in honor of the newlyweds. A Punjabi reception is an occasion of immense joy with scrumptious meals and high-spirited music.

Pag Phera– The bride returns to her parent’s home with her husband. The parents welcome their daughter and son-in-law with a grand lunch. The couple has to spend the night at her parent’s place. The next day she returns to her husband’s home with a lot of gifts for her in-laws. This marks the end of the wedding celebrations.


Stop thief!

On the morning of the wedding, the groom visits the home of his future in-laws, where his future mother-in-law will wash his feet and offer him milk and honey. While this is underway, his future sister-in-law will try to steal his shoes! If she is successful in this game of Jutti Chupai, the groom must pay her to get them back in time for the ceremony.


The groom’s bhabi lines his eyes with surma (kohl). After this, the groom’s sisters and cousins feed and decorate his mare. varna, a ceremony that is supposed to ward off the evil eye. The cash is given away to the poor.

(means “Introductions”) The Ardas is performed by the priest (Giani) followed by the formal introductions of the main male players in the families. The example is both eldest Chachas (father’s younger brother) will come together and exchange garlands of flowers and money. After or during the wedding, ladies will do the same thing, but a much smaller affair.


Let’s look at a few of them, their origin, and modern avatars.

Kashi Yatra:

In the Tamil tradition, just before taking wedding vows, the groom pretends to have a change of heart. Instead of marrying the bride, he would rather go to Kasi and pursue sanyas (the ascetic path). Distressed father of the bride then has to persuade him to come back to the mandap and marry his daughter. This tradition is symbolic of a bygone era where the groom had a chance to decide between family and ascetic paths. Now, the focus has shifted to props needed for this ritual – umbrella, hand fan, Bhagwad Gita, and a pot of water – and the fun the guests have trying to lure the groom back!

Kanya Daan:

The Indian wedding tradition of Kanya Daan or ‘giving away the bride’ is fairly common across cultures but takes various forms depending on the community. bengalese carry the bride while Telegus bring her in a basket, but the inevitable act follows. And while this tradition is one of the most emotional moments in a wedding, for a self-respecting bride, the primary focus is to shed extra pounds before the ceremony, and not be remembered for the wrong reasons!

Marrying a tree or an animal::

The idea here is to exorcise ghosts or break the curse. When a bride’s astrological chart does not bode well for her husband, she’s married to a tree which is destroyed immediately after the actual wedding. This ensures that her actual husband is technically her second and thus saved from the bad omen. In some cases, it is a human-animal wedding that sometimes precedes an actual one. One can marry any animal, but dogs seem to be a popular choice. Thankfully, nobody expects this mock-wedding to be consummated and a regular one can follow

Welcoming the groom:

Mentre il Marwaris beat their groom with a neem stick, gujaratis wash his feet with milk & honey. Assamese relatives greet the groom with quiz and riddles, and Punjabis steal his shoes and return them only if handsomely compensated! In the tribal town of Sarsaul, instead of rose water and flowers, the groom is welcomed with tomatoes and abuses. After all, it can only get better from there!

The-day-before rituals:

Wedding rituals one day prior to the wedding also take comic forms. In this Indian wedding tradition, Sindhis prepare their groom by pouring oil on his head and breaking a pot. Sombre right? Married relatives then tear off the groom’s clothes! Batna or Haldi is a common ceremony where the couple is scrubbed with turmeric and curd. It is said to make them look their best with glowing skin and golden tone.

Other Bizarre Traditions :

Indian wedding traditions may be bizarre, but one need not look far to realise that ours are not the only bizarre ones. In Mauritania, the bride is force fed 16000 calories/day so she can achieve shapely curves and stretch marks for her big day. In Fiji, the best way to ask for permission to marry someone is to gift the bride’s family the tooth of a sperm whale!

These obscure, comic or simply illogical Indian wedding traditions may evoke a range of reactions among participants. But are not easily forgotten and are often the very elements that make a wedding memorable.


The Essential Guide to Hindu Weddings: Food and Desserts

There is no specific menu for a Hindu wedding, instead there are lot of things that sorta just show up out of habit. Indians, in my experience, like to show their love through fried food, butter, and sugar, so you can expect a lot of that if you're going to a Hindu wedding. Yeah, don't wear a belt to this real-life feast.

North Indian Hindu weddings will usually have a heavily Mughlai spread, which means lots of paneer, creamy curries, tandoori meat, and buttery naans. It's as decadent as you can get. My mother says that Indian weddings are definitely a time to show off, so what better what to show off than having the most expensive dishes (and lots of them)?

North Indian Hindu wedding will also feature meat dishes like butter chicken and lamb curry. Coastal Hindu Weddings, like Goan weddings or Fijian weddings will also include crab and fish curries.

South Indian Hindu weddings, by contrast, are usually completely vegetarian and will sport something like 100+ different dishes. The plate of choice is a banana leaf and utensils are nonexistent - it's all hands and appetite. That's like a bunch of different rice dishes, like lemon rice and curd rice, in addition to daal, sabzi, dosa, idlis, and the rest of it. You're guaranteed to leave a little pudgier from a South Indian do.

Vegetarianism is a generally new phenomena among Hindus nowadays as it is not explicitly stated in the Vedic scripture. When the caste system was at its strongest, the higher castes like the Brahmins and the Kshatriya's were able to enfore vegetarianism among the lower castes, reserving meat for themselves. It was a sign of wealth. Nowadays you see in the communities that are dominated still by higher castes, like the Maharashtrian CPKs, meat-eating is common, while it remains rarer in the communities descended from lower castes, like the Bunniyas of Haryana and Punjab.

As well, different religions cemented ideas of vegetarianism. Sikhs, as soldiers, have always eaten meat while Buddhists and Jains, who practice Ahimsa, or non-harm, are always vegetarian. So the areas mostly populated by these groups tend to also be influenced by their dietary habits - meat-eating is generally a lax subject in Punjab. South Indians are generally vegetarian because all of the South Indian food, which was around before the Aryans invaded North India, is plant-based. As well, South India is rife with Hinduism and prasads given to Lord Vishnu or Lord Krishna can only be vegetarian. South Indian vegetarianism might be more of a chick-and-egg question.

Regardless of where you're from, halva is a definite must. Moong daal halva is a universal favorite because it tends to be the most expensive, but you'll see carrot and almond halva as well. Halva is a constant for any auspicious event, so it should be flowing as freely as the champagne (unless it's a South Indian, Jain, or otherwise dry wedding in which case it'll flow like something non-alcoholic).

Barfi is also pretty common since it comes in like a billion flavors and is never missing from an Indian house. It's an easy way to knock off like 20 of your required 100 dishes. Generally the mithai are where it's at - any Hindu wedding worth its marigolds better have an assortment of ladoos, kheer, gulabjamun, rasmalai, and jalebi.

Many modern Hindu weddings will also have a giant, tiered cake at the reception that the couple cut and do that whole cake-face-smear thing. This is an obvious Western influence, but you can keep it in the right cricket-field at least by doing something like a mehndi or chai-infused cake. Solo un suggerimento.

The general rule of planning the catering for any Hindu wedding is sumptuous dishes. If you eat meat, definitely include chicken dishes like butter chicken. Paneer dishes like saag paneer and muttar paneer, along with kofta curries like aloo kofta, will make the rest of your North Indian spread extra decadent.

For South Indian weddings, expect to have many different piatti di riso on hand along with a variety of sabzis and maybe even dosa. Mithai like halva e barfi should not be missing from any feast. Occidentale wedding cakes, along with Western pastries like macarons, are becoming more and more common at weddings and will amp up your dessert table.

There have to be a lot of dishes for any sort of Hindu wedding and they all have to be fattening. Questo è tutto. Go crazy and don't forget the halva.


Guarda il video: Le tradizioni nuziali più bizzarre al mondo!