acetonemagazine.org
Nuove ricette

La nostra assunzione di zucchero dovrebbe essere dimezzata, afferma l'OMS

La nostra assunzione di zucchero dovrebbe essere dimezzata, afferma l'OMS


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Versare una lattina di soda potrebbe avere un serio impatto sulla salute, poiché solo una lattina supera la quantità di zucchero assegnata al giorno.

Con diabete e problemi cardiaci in aumento, il consumo di cibi e bevande zuccherate è sicuramente un problema, sia a livello nazionale che internazionale. Ci sono quasi sette cucchiaini di zucchero in una sola lattina di cola. L'Organizzazione Mondiale della Sanità a Ginevra sta ora dicendo che dovremmo effettivamente dimezzare la nostra assunzione giornaliera di zucchero, dal 10% del consumo calorico giornaliero fino al 5%, che sarebbe l'equivalente di circa sei cucchiaini di zucchero ogni giorno per la media Americano.

"Le ultime prove scientifiche mostrano che negli adulti esiste un'associazione tra la riduzione dell'assunzione di zuccheri e la riduzione del peso corporeo", ha detto al Daily Meal Tarik Jasarevic, un rappresentante dell'Organizzazione mondiale della sanità. "E nei luoghi in cui le persone consumano meno di sei cucchiai di zucchero al giorno, ci sono livelli più bassi di carie".

Ma non tutti sono così pronti a saltare su questi nuovi suggerimenti di assunzione giornaliera. L'Accademia di nutrizione e dietetica ha affermato di non raccomandare ancora un'assunzione giornaliera di zucchero o una limitazione.

"L'Accademia incoraggia invece a ridurre cibi e bevande con zuccheri aggiunti o dolcificanti contenenti energia", ha affermato un rappresentante.


Dolci incubi: una guida per ridurre lo zucchero

Lo zucchero ci rende più grassi e più malati. Eppure non ci rendiamo ancora conto di quanto stiamo mangiando. Dato che il governo del Regno Unito sta valutando l'imposizione di una tassa, esaminiamo come ridurre senza perdere tempo. In più: ricette alternative

Non così dolce. Fotografia: Nick Ansell/PA

Non così dolce. Fotografia: Nick Ansell/PA

Ultima modifica il mar 9 lug 2019 09:40 BST

La scioccante verità sulle nostre abitudini di zucchero esce dalla bocca delle ragazze. "Non è inaudito per me rimuovere tutti e 20 i denti da latte da un bambino di due anni", afferma Claire Stevens, consulente in odontoiatria pediatrica. Questo è un caso estremo, ma anche in un giorno "normale" può facilmente scoprire di aver estratto più di 100 denti dopo aver visto il suo elenco di giovani pazienti. Ciò che la frustra di più è che la carie dentale è quasi sempre prevenibile. I giganti dell'industria alimentare che vendono prelibatezze zuccherate possono provare a incolpare il grasso quando si tratta di obesità, ma non è il grasso a marcire i denti. Nel frattempo, gli ultimi dati mostrano che circa i due terzi degli adulti in Inghilterra sono in sovrappeso o obesi.

"Stiamo mangiando troppo zucchero ed è dannoso per la nostra salute", ha riassunto il solido rapporto di Public Health England Sugar Reduction: the Evidence for Action (pdf), nell'ottobre 2015. È convinto del legame dello zucchero con l'obesità, il cui costo è di £ 5 miliardi all'anno e si prevede che raddoppierà nei prossimi 25 anni.

Come parte del rapporto, PHE ha pubblicato linee guida sul consumo di zucchero. Potresti pensare che un latte alla vaniglia e un muffin ai mirtilli siano una colazione abbastanza innocua, infatti insieme forniscono più dell'assunzione giornaliera totale di zuccheri aggiunti raccomandata per gli adulti - circa 30 g (l'equivalente di circa sei cucchiaini da tè) al giorno.

La scorsa settimana, Cancer Research UK e UK Health Forum hanno sollecitato un'azione per ridurre l'assunzione di zucchero di bambini e adolescenti dopo che il suo studio ha scoperto che non solo 700.000 nuovi casi di cancro potrebbero essere collegati all'obesità e all'eccesso di peso nei prossimi 20 anni, ma così potrebbero milioni di casi di diabete di tipo 2, malattie coronariche e ictus. Un terzo dei bambini di età compresa tra 10 e 11 anni è già al di sopra di un peso sano e una volta che ciò accade, spesso continua nell'età adulta, come dimostrano cupamente le statistiche sulla salute pubblica.

Gli specialisti sanitari mettono in guardia sulle conseguenze dell'aumento dell'obesità da quasi 15 anni. Tuttavia, solo negli ultimi mesi il legame con lo zucchero ha iniziato a colpire nel segno. Campagne, come Sugar Rush di Jamie Oliver lo scorso agosto, hanno evidenziato quanto viene aggiunto al nostro cibo. Questa è stata seguita da una settimana di sensibilizzazione allo zucchero organizzata da Action on Sugar. Quest'anno la pressione continua a crescere. La scorsa settimana è stata la settimana della sensibilizzazione sull'obesità, nota come gennaio. E una nuova campagna di salute pubblica chiamata Sugar Smart è stata lanciata da Change4Life, volta ad aiutare le persone a fare scelte alimentari più sane. I genitori riceveranno presto volantini tramite la scuola elementare dei loro figli, mentre la TV e le slot digitali stanno aiutando a portare il messaggio. Come parte della campagna, c'è un'app gratuita per telefono Sugar Smart che ti consente di vedere la quantità di zucchero totale in un prodotto, semplicemente scansionando il codice a barre.

Tutte queste campagne riconoscono che non esiste una soluzione magica: richiede una combinazione di misure. Ma l'unico passo su cui sembrano essere d'accordo è una tassa sulle bevande zuccherate, qualcosa che ancora nell'ottobre 2015 il governo si rifiutava di prendere in considerazione, in parte a causa delle sue connotazioni di stato balia, nonché, si può supporre, enorme lobbying da parte dell'industria . Tuttavia, la pressione della lobby sanitaria, unita al sostegno nazionale alla riduzione dello zucchero da parte dei supermercati – Tesco, Aldi, Morrisons, Co-op e Asda – l'hanno costretta a dare un'altra occhiata. Molti adolescenti bevono una lattina di bibita al giorno. Con circa nove cucchiaini di zucchero in una lattina, questo da solo li spinge oltre le linee guida raccomandate con scarsi (se presenti) benefici nutrizionali. Se il prezzo li convincesse a scegliere invece le versioni dietetiche, farebbe davvero la differenza per la loro salute. PHE ha suggerito di tassare le bibite zuccherate al 20%, altri ritengono che dovrebbe essere più alto. "La tassa dovrebbe essere del 50% se si vuole ridurre il consumo", afferma Tam Fry del National Obesity Forum.

La pressione è attiva. A febbraio il governo annuncerà una strategia sull'obesità infantile e si ritiene che questa possa finalmente includere quella tassa sulle bevande zuccherate. Ma anche se ciò accade, andrà solo fino a un certo punto. Con circa un quarto degli adulti ora classificati come obesi, è tempo che mettiamo davvero in discussione le nostre scelte alimentari.


Come ridurre lo zucchero aggiunto l'ha aiutata a perdere il peso indesiderato

Per perdere peso, Fantocone ha deciso di concentrarsi su una specifica area problematica della sua dieta: lo zucchero aggiunto, un ingrediente che si trova comunemente nelle pietanze americane e che è presente in quasi il 60 percento delle calorie che derivano dal consumo di alimenti ultra-elaborati degli americani, secondo uno studio pubblicato nel novembre 2015 sulla rivista BMJ aperto.

"Principalmente per me, [è] sicuramente vero che lo zucchero è probabilmente una delle cose più avvincenti che puoi mettere nel tuo corpo", dice Fantocone. “Anche oggi, se mangio zucchero in modo coerente o un paio di volte durante la settimana, noterò che ne vorrò ancora di più. Ho dovuto costruire quella consapevolezza in me stesso che era quello che stava succedendo".

Fantocone ha iniziato a leggere le etichette degli ingredienti, prestare attenzione alla quantità di zucchero negli alimenti e fare sostituzioni intelligenti, come olio d'oliva e verdure fresche invece del sugo per pasta confezionato, che comunemente contiene zucchero aggiunto.

Si è concentrata sull'assunzione di abbastanza proteine ​​da cibi come uova, tacchino e yogurt, oltre a molte verdure e una quantità moderata di grassi sani, come l'avocado, per tenere a bada la voglia di zucchero.

Per spuntini, Fantocone mangiava frutti di bosco o una manciata di noci e si impegnava a bere 100 once d'acqua ogni giorno. Ha piantato un orto nel suo cortile e ha cucinato tutti i suoi pasti in anticipo per assicurarsi di avere sempre cibo sano a portata di mano. "La pentola a pressione è un vero toccasana", dice.


Come ridurre l'assunzione di zucchero per perdere peso

La perdita di peso è un problema difficile per molte persone. Un colpevole che spesso sabota i piani dietetici è lo zucchero. Questa sostanza dolce è ricca di calorie e povera di nutrienti. Lo zucchero è anche bramato da molte persone, il che rende difficile mangiare senza di esso. Sebbene non sia necessario eliminare completamente lo zucchero per perdere peso, è necessario ridurne il consumo. L'American Heart Association riporta che gli uomini non dovrebbero avere più di 150 calorie, o 9 cucchiaini da tè, di zucchero aggiunto al giorno e le donne non dovrebbero avere più di 100 calorie o 6 cucchiaini da tè al giorno. Il consumo di zucchero aggiunto in eccesso può aumentare il rischio di morire di malattie cardiache. Esistono alcune strategie per ridurre il consumo di zucchero più facilmente, aumentando così la probabilità di perdere chili.


Zucchero: dovremmo eliminarlo dalla nostra dieta?

Lo zucchero sembra aver sviluppato una reputazione come il lupo cattivo in relazione alla salute. Notizie mediche oggi hanno riportato numerosi studi che associano l'assunzione di zucchero con un aumento dell'invecchiamento, malattie cardiovascolari, obesità e persino cancro. Tale ricerca ha portato molti esperti di salute in tutto il mondo a chiedere una riduzione dell'assunzione raccomandata di zucchero, con alcuni che affermano che dovremmo eliminare completamente lo zucchero. Ma fa davvero così male alla nostra salute? Indaghiamo.

Condividi su Pinterest Lo zucchero è un carboidrato cristallino che rende gli alimenti dolci. Ne esistono di molti tipi diversi, tra cui glucosio, fruttosio, lattosio, maltosio e saccarosio.

In parole povere, lo zucchero è un carboidrato cristallino che rende gli alimenti dolci. Esistono molti tipi diversi di zucchero, tra cui glucosio, fruttosio, lattosio, maltosio e saccarosio, noto anche come zucchero da tavola.

Alcuni di questi zuccheri, come glucosio, fruttosio e lattosio, si trovano naturalmente in frutta, verdura e altri alimenti. Ma molti degli alimenti che consumiamo contengono zuccheri "aggiunti", zucchero che aggiungiamo noi stessi a un prodotto per esaltarne il sapore o lo zucchero che è stato aggiunto a un prodotto da un produttore.

Le fonti più comuni di zuccheri aggiunti includono bibite, torte, crostate, cioccolato, bevande alla frutta e dessert. Una sola lattina di cola può contenere fino a 7 cucchiaini di zucchero aggiunto, mentre una tavoletta di cioccolato di media grandezza può contenere fino a 6 cucchiaini.

Si tratta di zuccheri aggiunti che sono stati citati come fattori che contribuiscono a molti problemi di salute. Nel dicembre 2014, MNT riportato su uno studio sulla rivista Cuore aperto affermare che gli zuccheri aggiunti possono aumentare il rischio di ipertensione, anche più del sodio. E nel febbraio 2014, uno studio condotto dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha associato un'elevata assunzione di zuccheri aggiunti con un aumento del rischio di morte per malattie cardiovascolari (CVD).

Forse più fortemente, gli zuccheri aggiunti sono stati associati al significativo aumento dell'obesità. Negli Stati Uniti, più di un terzo degli adulti è obeso, mentre il tasso di obesità infantile è più che raddoppiato nei bambini e quadruplicato negli adolescenti negli ultimi 30 anni.

Uno studio del 2013 pubblicato su L'American Journal of Clinical Nutrition ha suggerito che il consumo di bevande zuccherate aumenta l'aumento di peso sia nei bambini che negli adulti, mentre un documento di revisione dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) rileva che un aumento del consumo di tali bevande è correlato all'aumento dell'obesità.

A sostegno di queste associazioni c'è il dottor Robert Lustig, endocrinologo pediatrico dell'Università della California-San Francisco e autore del libro Fat Chance: la verità nascosta sullo zucchero, che afferma che lo zucchero è una sostanza "tossica" da cui stiamo diventando dipendenti.

Uno studio del 2008 condotto da ricercatori dell'Università di Princeton, NJ, ha scoperto che i ratti abituati a consumare una dieta ricca di zuccheri mostravano segni di abbuffate, brama e astinenza quando la loro assunzione di zucchero era ridotta.

Condividi su Pinterest Dr. Lustig: “Dobbiamo svezzarci. Abbiamo bisogno di addolcire le nostre vite. Dobbiamo rendere lo zucchero un piacere, non un alimento base per la dieta”.

“Dobbiamo svezzarci. Abbiamo bisogno di addolcire le nostre vite. Dobbiamo rendere lo zucchero un piacere, non un alimento dietetico", ha detto il dott. Lustig Il guardiano nel 2013.

"L'industria alimentare è diventata un alimento base della dieta perché sanno quando ne compri di più", ha aggiunto. “Questo è il loro gancio. Se qualche produttore di cereali senza scrupoli uscisse e allacciasse i tuoi cereali per la colazione con la morfina per farti comprare di più, cosa ne penseresti? Lo fanno invece con lo zucchero”.

Nel suo popolare blog, Goop, Gwyneth Paltrow cita la dipendenza dallo zucchero come uno dei motivi per cui ha deciso di abbandonare completamente lo zucchero.

"La linea di fondo è che lo zucchero agisce sui percorsi di dipendenza e ricompensa nel cervello più o meno allo stesso modo di molte droghe illegali", scrive. "Lo zucchero è fondamentalmente una droga socialmente accettabile, legale e ricreativa con conseguenze mortali".

Le statistiche mostrano che siamo certamente una nazione di amanti dello zucchero aggiunto. Secondo un rapporto del CDC, gli adulti negli Stati Uniti hanno consumato circa il 13% del loro apporto calorico giornaliero totale da zuccheri aggiunti tra il 2005-2010, mentre il 16% dell'apporto calorico totale di bambini e adolescenti proveniva da zuccheri aggiunti tra il 2005-2008.

Questi livelli sono ben al di sopra di quelli attualmente raccomandati dall'OMS, che afferma che non dovremmo consumare più del 10% delle calorie giornaliere totali da zuccheri "liberi", sia quelli naturali che quelli aggiunti ai prodotti dal produttore.

Nel 2013, invece, MNT riportato su uno studio del Prof. Wayne Potts e colleghi dell'Università dello Utah, sostenendo che anche il consumo di zuccheri aggiunti ai livelli raccomandati può essere dannoso per la salute, dopo aver scoperto che tali livelli riducono la durata della vita nei topi.

La serie di studi che riportano le implicazioni negative dello zucchero aggiunto ha portato l'OMS a presentare una proposta per rivedere le sue raccomandazioni sullo zucchero aggiunto nel 2014. L'organizzazione ha emesso una bozza di linee guida affermando che vorrebbe dimezzare l'assunzione giornaliera di zucchero gratuita raccomandata dal 10% al 5% .

"L'obiettivo di questa linea guida è fornire raccomandazioni sul consumo di zuccheri liberi per ridurre il rischio di malattie non trasmissibili negli adulti e nei bambini", ha spiegato l'OMS, "con un'attenzione particolare alla prevenzione e al controllo dell'aumento di peso e della carie dentale".

Inoltre, sembra che molti esperti di salute, nutrizionisti e persino celebrità come Gwyneth siano saliti su un carrozzone "senza zucchero". Ma è anche possibile eliminare completamente lo zucchero da una dieta? Ed è sicuro?

Lo ha detto la biochimica Leah Fitzsimmons, dell'Università di Birmingham nel Regno Unito Il Daily Mail:

“ Eliminare tutto lo zucchero dalla tua dieta sarebbe molto difficile da ottenere. Frutta, verdura, latticini e sostituti del latte, uova, alcol e noci contengono tutti zucchero, che ti lascerebbe con poco altro da mangiare oltre a carne e grassi, decisamente non molto salutare.

Molte persone si rivolgono ai dolcificanti artificiali come alternativa allo zucchero, ma secondo uno studio riportato da MNT nel 2014, questi dolcificanti potrebbero ancora favorire il diabete e l'obesità.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Natura, suggerisce che i dolcificanti artificiali - tra cui saccarina, sucralosio e aspartame - interferiscono con i batteri intestinali, aumentando l'attività dei percorsi associati all'obesità e al diabete.

Inoltre, hanno scoperto che il consumo a lungo termine di dolcificanti artificiali era associato ad aumento di peso, obesità addominale, livelli più elevati di glucosio nel sangue a digiuno e aumento dei livelli di emoglobina glicosilata.

"Insieme ad altri importanti cambiamenti avvenuti nella nutrizione umana, questo aumento del consumo di dolcificanti artificiali coincide con il drammatico aumento delle epidemie di obesità e diabete", osservano gli autori. "I nostri risultati suggeriscono che i dolcificanti artificiali potrebbero aver contribuito direttamente a migliorare l'esatta epidemia che loro stessi avrebbero dovuto combattere".


Come ridurre lo zucchero nella torta

Abbiamo sentito questa domanda sulla nostra Hotline di Baker così spesso che abbiamo deciso che sarebbe stato meglio trovare una risposta ben studiata. Quindi, più test e molte torte dopo, ecco il verdetto:

È possibile ridurre lo zucchero nella torta? Assolutamente sì: impara come ottenere i migliori risultati.

A differenza di molti altri prodotti da forno, la torta di successo si basa in parti uguali su ingredienti e tecnica. Mentre qualsiasi impasto per muffin può essere mescolato, messo in una padella e cotto alla perfezione, le torte sono più schizzinose.

Quattro tipi di torta: la tecnica è la differenza

I panettieri professionisti, infatti, dividono le torte in quattro tipologie distinte, in base alla tecnica di preparazione: frullati, mantecati, pan di spagna, e schiuma.

Torta mista

La torta blended è la più semplice: metti semplicemente tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolali insieme. La torta di mele all'antica ne è un esempio.

Lo zucchero non crea volume in queste torte, ma fornisce semplicemente dolcezza e umidità. Le torte miste hanno in genere una consistenza da media a grossa e sono spesso cotte in un unico strato: pensa alla torta di fogli.

Una volta superata questa torta di base, però, la trama si infittisce (così come la pastella).

Torta alla crema

Questo tipo di torta si basa sulla "scrematura" (sbattendo insieme) il burro e lo zucchero fino a quando non diventano chiari e soffici. Questo crea volume e consistenza, queste torte possono essere alte, come la nostra classica ciambella alla vaniglia, o più dense, come la torta di libbra con panna acida e zucchero di canna nella foto sopra. Ma sono uniformemente a trama fine.

Pan di Spagna

Un altro percorso verso la stessa destinazione è il pan di spagna, ad esempio Hot Milk Cake, che inizia con una miscela ben montata di uova e zucchero, invece di burro e zucchero. Il pan di spagna tende ad essere più umido della torta alla crema, ma per il resto è abbastanza simile.

Torta di schiuma

E poi ci sono le torte in stile schiuma - Angel Food Cake, per esempio. Gli albumi e lo zucchero, sbattuti fino ad ottenere una densa meringa, danno vita a torte dalla consistenza super leggera, ma anche un po' secca e "elastica": queste torte non si sfaldano alla sola vista della forchetta, e quindi sono ottime da farcire e rotolare (pensate a Bûche de Noël).

Ridurre lo zucchero nella torta: il test

Ho messo la testa insieme a Melanie Wanders, una talentuosa fornaia che lavora nella nostra King Arthur Flour Bakery e insegna anche nella nostra scuola di panificazione. Dopo aver concordato un piano, Mel ha testato tre diverse ricette per ciascuno di questi quattro generi di torte (misto, crema, pan di spagna, schiuma). Ha usato diverse quantità di zucchero in ciascuno, come segue:

  • il originale ricetta
  • l'originale con a 10% di riduzione dello zucchero
  • l'originale con a 25% di riduzione dello zucchero
  • l'originale con a 50% di riduzione dello zucchero

Ridurre lo zucchero in torta: i takeaway

I risultati di Mel sono sorprendenti per entrambi. Dopo anni passati a credere che l'utilizzo dell'intera quantità di zucchero in una ricetta per una torta sia fondamentale per la consistenza della torta, ora possiamo dire che non è necessariamente così.

Dice Mel, "Questo è stato un progetto davvero sorprendente per me. Avevo previsto di vedere molte differenze di altezza e colore tra i metodi di miscelazione, ma non è stato così".

Prendiamo i nostri dati e traiamo alcune conclusioni che puoi mettere in pratica con le tue ricette di torte preferite.

Riduci subito lo zucchero in qualsiasi torta del 10%

Dopo aver studiato i risultati del test di Mel, composto da una dozzina di ricette diverse che rappresentano quattro tipi di torta, riteniamo che sia possibile ridurre lo zucchero in qualsiasi ricetta di torta del 10% senza comprometterne il sapore o la consistenza.

In effetti, Mel riferisce che le torte tipo schiuma sono migliori con una riduzione del 10%: "Ho sentito che la struttura [con una riduzione dello zucchero del 10%] era la migliore in tutte e tre le ricette che ho testato - non c'era affondamento".

Ora, questa riuscita riduzione dello zucchero del 10% è applicabile a ogni ricetta di torta nell'universo? Non posso garantirlo. Ma sono sicuro che puoi prendere la tua ricetta della torta preferita, ridurre lo zucchero del 10% ed essere molto felice del risultato.

Il modo più semplice per ottenere questa riduzione del 10%? Rimuovere 5 cucchiaini da ogni tazza di zucchero richiesto nella ricetta.

Ridurre lo zucchero nelle torte frullate fino al 50%

"Non ho trovato alcuna differenza in nessuno dei quattro livelli di zucchero nelle torte miste [originale e riduzioni del 10%, 25% e 50%] oltre a quanto ti piacciono le cose dolci", ha detto Mel. "E per le torte che contengono già la frutta, penso che il fornaio possa decidere di utilizzare uno qualsiasi degli importi di riduzione".

L'unica riserva che abbiamo con questa approvazione generale della riduzione dello zucchero all'ingrosso è per la torta al cioccolato (ad es. Cake Pan Cake). L'amaro del cacao richiede un certo livello di dolcezza per mantenerlo appetibile. Quindi, se stai riducendo lo zucchero nella torta al cioccolato, inizia con il 10% e poi riducilo da lì.

Ridurre lo zucchero nelle torte alla crema fino al 25%

Mel preferisce una riduzione di zucchero del 10% rispetto all'originale nelle torte alla crema. Tuttavia, "Passare a una riduzione del 25% o più sarebbe troppo per la maggior parte dei panettieri, secondo me", ha detto, aggiungendo che al 25% ha avuto problemi con la mantecazione e con la separazione della pastella.

Tuttavia, se vuoi ridurre lo zucchero nella tua ricetta di torta alla crema preferita del 25%, ti esorto a fare il tuo test. Ho provato una riduzione del 25% in Brown Sugar Pound Cake (sopra) e sicuramente ho trovato la torta meno dolce. Ma abbassare il livello originale di dolcezza ha permesso al sapore del burro di trasparire. E la consistenza della torta, anche se un po' più secca, era perfettamente accettabile.

Non leggere la forma di queste fette come indicativa di quanto siano alte le torte: sono tagliate dal fondo.

Ridurre lo zucchero nei pan di spagna fino al 25%

Entrambi troviamo che una riduzione dello zucchero del 25% nelle ricette di pan di spagna è perfettamente accettabile. Come per le torte alla crema, la ridotta dolcezza fa emergere altri sapori. E la loro consistenza è eccellente: umida, a grana fine e alta.

Parlando di consistenza, però, troviamo che i pan di spagna tendono a soffrire quando si taglia il loro zucchero del 50%. Mentre sono ancora a grana fine, non salgono così in alto e diventano sgradevolmente gommosi.

A sinistra, torta di cibo per angeli con il 100% del suo zucchero a destra, zucchero ridotto del 50%. Vedi come si è ristretta nella padella la torta a ridotto contenuto di zucchero? È considerevolmente più pesante e più corto della torta piena di zucchero.

Ridurre lo zucchero nelle torte di schiuma del 10%

Cuocere una torta con il cibo degli angeli? Vai avanti, riduci lo zucchero del 10%. Oltre a ciò, però, rischi di compromettere la consistenza. Dice Mel: "Ridurre lo zucchero di oltre il 10% nelle torte di schiuma si traduce in cambiamenti di consistenza e un sapore di uova che è troppo pronunciato per me".

E la percentuale del fornaio?

I fornai esperti sanno come manipolare gli ingredienti nelle loro ricette preferite utilizzando la percentuale del fornaio: confrontando il peso di ciascun ingrediente in una ricetta con il peso della farina.

Esempio: la tua ricetta di torta gialla preferita richiede 1 tazza e mezzo (298 g) di zucchero e 2 tazze (241 g) di farina. 298 ÷ ​​241 = 1,24. La percentuale di zucchero del fornaio in questa ricetta è del 124%: non atipica per una torta.

Dopo aver calcolato la percentuale di zucchero del fornaio per ciascuna delle ricette testate, in tutte le loro iterazioni, suggerirei che una percentuale di zucchero del fornaio tra l'80% e il 125% produrrà risultati affidabili in tutti i tipi di torta. Un'eccezione è la torta di schiuma: dovresti limitarti a ridurre lo zucchero in questi non più del 10%. Per le torte di cibo degli angeli di alto livello, ciò si traduce in una percentuale di un fornaio da qualche parte a nord del 200%. Per torte piatte in schiuma che verranno arrotolate come un rotolo di gelatina, mantieni la percentuale del fornaio intorno al 110%.

In conclusione: molti test, molti dati, un sacco di torta!

Onestamente, non aver paura di ridurre lo zucchero nelle tue ricette di torte preferite. Inizia con una semplice riduzione del 10%: 5 cucchiaini da tè prelevati da ogni tazza di zucchero. Se ti piacciono i risultati (e non stai cuocendo una torta tipo cibo angelico), rimuovi più zucchero la prossima volta. Scoprirai presto cosa funziona meglio per te e per la tua famiglia.

Vuoi altri suggerimenti per ridurre lo zucchero nella tua cottura? Leggi questi post:


Tassa sullo zucchero

Molti attivisti sanitari vogliono vedere una tassa sullo zucchero, con i leader dei medici che si sono uniti all'appello questa settimana.

La British Medical Association ha affermato che un prelievo del 20% sulle bevande zuccherate sarebbe un passo avanti verso l'obiettivo a lungo termine di tassare un'ampia gamma di prodotti nella lotta contro l'obesità.

Il governo ha detto che non introdurrà una tassa sullo zucchero.

Venerdì, il capo del NHS, Simon Stevens, ha affermato che il prezzo delle bevande zuccherate dovrebbe essere aumentato per pagare il salario di sussistenza.

Il sig. Stevens ha affermato che andrebbe a beneficio di genitori, figli e lavoratori a basso reddito.

Si è fermato prima di raccomandare una tassa sullo zucchero, ma ha detto che se non ci fossero stati progressi nella riduzione dello zucchero dalle diete sarebbe necessario un "backstop normativo".

Rispondendo ai commenti, Ian Wright della Food and Drink Federation, ha affermato che l'"ossessione" per un singolo ingrediente è stata "inutile per i consumatori che cercano di ottenere diete più sane equilibrate e per le aziende di alimenti e bevande che desiderano aiutare i clienti verso tutte le raccomandazioni dietetiche".


20 motivi per mangiare meno zucchero lavorato che non hanno nulla a che fare con la perdita di peso

Non allarmarti, ma qualcosa si nasconde nel tuo cibo. Una sostanza potenzialmente dannosa si nasconde in molti cibi che non avresti mai sospettato, dai cereali che hai mangiato a colazione al condimento della tua insalata.

Lo zucchero è diventato il nemico pubblico n. 1 quando si tratta della salute degli americani. Nel tentativo di ascoltare gli ordini dei medici e le linee guida del governo sul consumo di meno grassi e colesterolo, gli americani si sono rivolti a cibi "sani" a basso contenuto di grassi che erano effettivamente carichi di zucchero.

L'American Heart Association raccomanda di limitare gli zuccheri aggiunti a non più di 6 cucchiaini al giorno per le donne e 9 cucchiaini al giorno per gli uomini (o 100 e 150 calorie, rispettivamente).

In realtà, mangiamo modo di più: quasi 12 cucchiaini al giorno per le donne e più di 17 cucchiaini per gli uomini, secondo uno studio del 2016. Parco S, et al. (2016). Fattori sociodemografici e comportamentali associati all'assunzione di zuccheri aggiunti tra gli adulti statunitensi. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5068358/

Nel suo stato naturale, lo zucchero è un carboidrato relativamente innocuo di cui il nostro corpo ha bisogno per funzionare. È presente in frutta, verdura e latticini come composto chiamato fruttosio o lattosio. Il problema si presenta quando lo zucchero viene aggiunto agli alimenti durante la lavorazione per il sapore, la consistenza o il colore.

Mangiare troppo zucchero aggiunto ha molti effetti sulla salute, il più ovvio è l'aumento di peso. Lo zucchero aggiunto aumenta i livelli di insulina, incasina il metabolismo e fa sì che quelle calorie si trasformino direttamente in grasso della pancia.

La perdita di peso è solo uno dei tanti possibili vantaggi di ridurre le cose dolci. Di seguito sono riportati altri 21 motivi legittimi - oltre a adattarsi ai tuoi jeans attillati - per domare quel dente dolce per sempre.

1. Può abbassare la pressione sanguigna

Un'elevata assunzione di zuccheri aggiunti può portare ad un aumento di peso, che può aumentare il rischio di ipertensione. Gli zuccheri aggiunti possono anche aumentare la pressione sanguigna da soli. In effetti, la ricerca mostra che lo zucchero può essere un problema tanto grande quanto il sale quando si tratta di ipertensione. Di Nicolantonio JJ, et al. (2014). I cristalli bianchi sbagliati: non sale ma zucchero come eziologico nell'ipertensione e nelle malattie cardiometaboliche. DOI: 10.1136/openhrt-2014-000167

L'ipertensione aumenta il carico di lavoro del cuore e può danneggiare le arterie nel tempo. Alla fine, questo può portare a malattie cardiache, infarto, ictus, danni ai reni e malattie delle arterie.

Inoltre, le persone che ottengono dal 17 al 21 percento delle loro calorie giornaliere dallo zucchero aggiunto corrono un rischio maggiore del 38 percento di morire di malattie cardiovascolari rispetto a quelle che ottengono solo l'8 percento delle loro calorie dallo zucchero aggiunto. Yang Q, et al. (2014.) Aggiunto assunzione di zucchero e mortalità per malattie cardiovascolari tra gli adulti statunitensi. DOI: 10.1001/jamainternmed.2013.13563

2. Può abbassare il colesterolo cattivo

Quando mangi troppo zucchero, il tuo fegato pompa il colesterolo LDL (cattivo) extra. Una dieta ricca di zuccheri riduce anche il colesterolo HDL (buono). Insieme, LDL alto e HDL basso possono portare a arterie ostruite e malattie cardiache.

La ricerca ha dimostrato che le donne che bevono molte bevande zuccherate hanno livelli di colesterolo HDL più bassi rispetto a quelle che non lo fanno. Yu Z, et al. (2018.) Associazione trasversale tra assunzione di bevande zuccherate e biomarcatori cardiometabolici nelle donne statunitensi. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6788288/

3. Potrebbe ridurre il rischio di infarto

Più malattie cardiache equivalgono a un rischio maggiore di attacchi di cuore. Le arterie bloccate impediscono a una quantità sufficiente di sangue ricco di ossigeno di raggiungere il cuore. Le persone che mangiano più zucchero hanno un notevole aumento del rischio di infarto rispetto alle persone con un minor consumo di zucchero. de Mulder, et al. (2013.) Regolazione intensiva del glucosio nella sindrome coronarica acuta iperglicemica: risultati dello studio randomizzato BIOMarker per identificare il rischio acuto di una sindrome coronarica-2 (BIOMArCS-2) studio sul glucosio. DOI: 10.1001/jamainternmed.2013.10074

Un semplice scambio per ridurre il rischio: elimina la soda. Le bevande zuccherate sono legate ad un aumentato rischio di malattie coronariche. Inoltre, ci sono un sacco di deliziose acque gassate sul mercato in questi giorni (ti stiamo indicando, La Croix).

4. Potrebbe ridurre il rischio di diabete

Nonostante alcune opinioni online contrarie, mangiare zucchero non provoca il diabete. Detto questo, una dieta ricca di zuccheri contribuisce all'aumento di peso, il che fa aumentare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

L'accumulo di grasso rende il tuo corpo più resistente agli effetti dell'insulina. Per compensare, il pancreas pompa più insulina. Alla fine, il tuo pancreas non può tenere il passo con l'aumento della domanda del tuo corpo e la glicemia aumenta.

5. Può aiutare a prevenire la malattia del fegato grasso

Come suggerisce il nome, la malattia del fegato grasso è un accumulo di grasso nel fegato. Quando ingrassi, aumenta anche il tuo fegato. Quel grasso in più può danneggiare il fegato al punto da non riuscire a filtrare adeguatamente il sangue.

La malattia del fegato grasso è un fattore di rischio comune e significativo per il diabete, gli attacchi di cuore e persino il cancro. La buona notizia è che potresti essere in grado di combatterlo con un importante aggiustamento della dieta.

Uno studio su ragazzi adolescenti con malattia del fegato grasso ha scoperto che una dieta a basso contenuto di zuccheri ha migliorato significativamente la loro condizione. Schwimmer JB, et al. (2019.) Effetto di una dieta a basso contenuto di zucchero libero rispetto alla dieta abituale sulla steatosi epatica non alcolica nei ragazzi adolescenti: uno studio controllato randomizzato. DOI: 10.1001/jama.2018.20579

6. Può aiutare a ridurre il rischio di cancro

Sebbene la ricerca non abbia dimostrato che lo zucchero provoca direttamente il cancro, ci sono alcuni collegamenti piuttosto convincenti tra i due. Le cellule cancerose, come le altre cellule del tuo corpo, usano lo zucchero come combustibile. E mangiare una dieta ricca di zuccheri porta ad un aumento di peso, che è un preciso fattore di rischio per il cancro.

Uno studio del 2013 ha scoperto che le diete ricche di zuccheri raffinati, così come la carne e altri prodotti animali, erano collegate a un maggior rischio di cancro al pancreas. Bosetti C, et al. (2013). Modelli dietetici basati sui nutrienti e rischio di cancro al pancreas. DOI: 10.1016/j.annepidem.2012.12.005

Dopo aver seguito i soggetti per più di 2 decenni, i ricercatori di un altro studio recente hanno scoperto che gli zuccheri e le bevande zuccherate aumentavano il rischio di cancro dell'endometrio di tipo 1 tra le donne in postmenopausa. Inoue-Choi M, et al. (2013). Assunzione di bevande zuccherate e rischio di cancro dell'endometrio di tipo I e II nelle donne in postmenopausa. DOI: 10.1158/1055-9965.EPI-13-0636

7. Puoi respirare più facilmente

Una dieta ricca di zuccheri può contribuire al rischio di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). La connessione potrebbe derivare da alti livelli di zucchero nel sangue, che influiscono negativamente sulla funzione polmonare. I ricercatori hanno trovato forti legami tra BPCO e diabete di tipo 2. Mamillapelli C, et al. (2019). BPCO e diabete di tipo 2. DOI: 10.2174/1573398X15666190211155640

8. Avrai più energia

Se stai cercando una barretta di cioccolato per ravvivarti e farti superare la crisi lavorativa pomeridiana, potresti rimanere deluso. In effetti, l'idea stessa di una "corsa allo zucchero" potrebbe essere un mito.

Una meta-analisi europea di 31 studi ha rilevato che lo zucchero non ha fornito alcun impulso energetico. In effetti, i partecipanti si sono sentiti ancora più stanchi e meno vigili dopo aver consumato cibi e bevande zuccherati. Mantantzis K, et al. (2019). Corsa allo zucchero o incidente allo zucchero? Una meta-analisi degli effetti dei carboidrati sull'umore. DOI: 10.1016/j.neubiorev.2019.03.016

For a real pick-me-up, rely on slow-burning carbs and high protein foods. Spread some peanut butter on an apple or put a slice of cheese on whole grain bread.

9. It will help keep your brain sharp

You may have been warned that sweets can eat away at your tooth enamel. What’s even scarier is that sugar can eat away at your brainpower.

Research shows that a high sugar diet negatively affects mental function. In a sense, sugar might rewire your brain. Eating too much of it can alter the structure of the hippocampus — the part of your brain where your memories take hold. Reichelt AC, et al. (2018). Dietary influences on cognition. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6071323/

10. You may be less likely to get dementia

There’s a strong link between blood sugar and dementia, which researchers have been trying to figure out for years. People with diabetes are at higher risk for Alzheimer’s disease. Some researchers even refer to Alzheimer’s as “type 3 diabetes.”

The connection could have to do with the way your brain responds to insulin, a hormone that moves sugar from your blood into your body’s cells.

A 2018 study illustrated the connection. After following more than 5,000 people for 10 years, the authors found that participants with high blood sugar had faster rates of mental decline than those with normal blood sugar. Zheng F, et al. (2018). HBA1C, diabetes and cognitive decline: The English Longitudinal Study of Ageing. DOI: 10.1007/s00125-017-4541-7

11. It may reduce your risk of depression

Eating sweets produces a quick sugar “high,” but that rush is short-lived. Several studies have linked diets high in sodas, juices, pastries, and other sugary foods to depression.

One study found that older adults who drank more than four servings of soda per day were 30 percent more likely to be diagnosed with depression than people who drank unsweetened water, coffee, or tea. Guo X, et al. (2014). Sweetened beverages, coffee, and tea and depression risk among older US adults. DOI: 10.1371/journal.pone.0094715

There are a few possible reasons for the connection. One is that sugar increases inflammation in your body, which can have a depressive effect on mood. Sweets also affect your body’s insulin response in a way that might alter your hormone levels. Knüppel A, et al. (2017). Sugar intake from sweet food and beverages, common mental disorder and depression: Prospective findings from the Whitehall II study. DOI: 10.1038/s41598-017-05649-7

12. You’ll break your addiction to the sweet stuff

Turns out, drugs aren’t the only substance you need to “just say no” to. You can get hooked on sweets too. When you eat lots of sugar, your brain releases chemical messengers like dopamine, which make you feel good.

Researchers have learned from animal studies that rats who “binge” on excessive amounts of sugar develop symptoms of physical addiction and signs of withdrawal when they stop. Wiss DA, et al. (2018). Sugar addiction: From evolution to revolution. DOI: 10.3389/fpsyt.2018.00545

Eating too much sugar shuts down healthy dopamine signaling. The result: It takes more and more sugar to fire off those same pleasure signals.

13. You’ll feel less “hangry”

Eating too much sugar might trick your brain into constantly thinking you’re hungry. In part, this is because sugar contributes to weight gain. Excess weight makes your body resistant to the effects of leptin, a hormone that normally signals your brain that you’re full.

Foods that are high in sugar are also low in protein and other nutrients that fill you up. So shortly after you eat a slice of cake or a candy bar, you’re ready to eat again.

Focus on whole, unprocessed foods, sans sweetener, to minimize that annoying “hangry” feeling and stay full longer.


Explore:

Use healthy oils (like olive and canola oil) for cooking, on salad, and at the table. Limit butter. Avoid trans fat.

Drink water, tea, or coffee (with little or no sugar). Limit milk/dairy (1-2 servings/day) and juice (1 small glass/day). Evita le bevande zuccherate.

The more veggies &mdash and the greater the variety &mdash the better. Potatoes and French fries don’t count.

Eat plenty of fruits of all colors

Choose fish, poultry, beans, and nuts limit red meat and cheese avoid bacon, cold cuts, and other processed meats.

Eat a variety of whole grains (like whole-wheat bread, whole-grain pasta, and brown rice). Limit refined grains (like white rice and white bread).

Incorporate physical activity into your daily routine.

A monthly update filled with nutrition news and tips from Harvard experts—all designed to help you eat healthier. Iscriviti qui.

Explore the downloadable guide with tips and strategies for healthy eating and healthy living.


How to Count Your Sugar Intake

This article was co-authored by Sami Skow. Sami Skow is an ACE Certified Nutritionist and Health Coach based in New Jersey. Sami specializes in advising clients on a ketogenic diet and has an Instagram following of over 30,000. She has been a Health Coach since 2014.

There are 10 references cited in this article, which can be found at the bottom of the page.

This article has been viewed 84,132 times.

Sugar is everywhere. It's loaded into our soft drinks and candy we add it to our coffee in the morning it's hidden in frozen foods and soups and even in health drinks that are supposed to be so good for us. Sugar is fine in moderation. However, too much of it can cause weight gain which may lead to diabetes, high blood pressure or heart disease. Figuring how much sugar you eat in a day requires you to read food labels and track the types of food you eat each day. Once you find out how much sugar you typically consume, you can decide whether or not you should decrease the amount of sugar you consume.



Commenti:

  1. Brenton

    Mi scusi per quello che sono consapevole di interferire... questa situazione. Abbiamo bisogno di discutere. Scrivi qui o in PM.

  2. Tzefanyahu

    Ci sono post interessanti, ma questo è semplicemente fantastico!

  3. Tojami

    Agree, this remarkable opinion

  4. Rupert

    Mi scuso per aver interferito ... ma questo argomento è molto vicino a me.Posso aiutare con la risposta.

  5. Rheged

    dove mondo dispettoso?

  6. Baal

    Credo, che non hai ragione. Suggerisco di discuterne. Scrivimi in PM, ne parleremo.



Scrivi un messaggio