acetonemagazine.org
Nuove ricette

Enormi violazioni della salute all'aeroporto di Pittsburgh

Enormi violazioni della salute all'aeroporto di Pittsburgh



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


L'aeroporto internazionale di Pittsburgh riceve numerose violazioni della salute nei ristoranti dell'atrio

La ristorazione in aeroporto è migliorata drasticamente nel corso degli anni, con l'aspettativa che tutti i ristoranti saranno puliti a causa delle normative federali, ma un aeroporto sembra essere indietro rispetto ai tempi. Negli ultimi due anni, l'aeroporto internazionale di Pittsburgh ha accumulato più di 270 violazioni gravi per la salute nei ristoranti dell'atrio dell'aeroporto, tra cui McDonald's, Charley's Steakery e Nature's Kitchen.

Alcune violazioni di McDonald's, che ha registrato il maggior numero di ristoranti dell'aeroporto, includono carne cruda a contaminazione incrociata con superfici sterilizzate e pulite e carne poco cotta nelle voci del menu Quarter Pounder e Angus burger. Altri punti di ristoro che hanno ottenuto un punteggio altrettanto alto in totale nelle violazioni sono stati Charley's Steakery con 31 violazioni, Nature's Kitchen con 25 violazioni critiche per la salute e nomi più familiari come la classifica della metropolitana con 18 violazioni critiche per la salute.

Il dipartimento della salute della contea di Allegheny prevede di implementare un sistema di classificazione delle lettere per l'aeroporto in aggiunta alla ricerca di ristoranti online che la contea già fornisce per calmare i nervi dei viaggiatori. Il direttore ad interim del dipartimento sanitario, il dottor Ronald Voorhees, avrebbe affermato: "Sembra che ci siano più violazioni di quante ne vorremmo... Certamente la speranza è che migliori la sicurezza alimentare in tutto il paese. Questo è l'obiettivo", al Post-Gazette di ieri.


TSA PreCheck vs. CHIARO: Riduci i tempi di sicurezza negli aeroporti

Il processo di check-in e di controllo dei controlli in aeroporto è diventato un problema e può aggiungere ore al tempo di viaggio. Ultimamente, sono stati creati sforzi per ridurre la quantità di tempo necessario per portarti dalla tua auto all'aereo pur mantenendo un alto livello di sicurezza, il più noto dei quali è TSA PreCheck.

Ma il PreCheck di TSA non è l'unico servizio là fuori volto ad accelerare il check-in e il processo di sicurezza. C'è anche CLEAR, un servizio che ti aiuta a saltare le lunghe code in aeroporto con stile.

A prima vista, ci sono alcune chiare differenze tra i due servizi. Per cominciare, TSA PreCheck è disponibile in più aeroporti. CLEAR, invece, è disponibile in 32 dei maggiori aeroporti. CLEAR è disponibile anche negli stadi di tutto il paese, un ulteriore vantaggio per gli appassionati di sport e per i partecipanti ai concerti. Sebbene le tariffe di CLEAR siano più elevate rispetto a TSA PreCheck, le loro linee negli aeroporti sono significativamente più brevi, portando i viaggiatori ai loro gate più rapidamente.

Ma quale servizio è migliore? E quale servizio dovresti scegliere? Confrontiamo i due per scoprirlo.


Naviga in questa guida di Pittsburgh

Volevamo rendere questa la risorsa più grande e migliore per la città, e siamo sulla buona strada per farlo. Ma così facendo ciò significa che questa guida è lunga. Molto lungo.

In effetti, questa guida è composta da quasi 10.000 parole e contiene collegamenti a centinaia dei nostri articoli più rilevanti.

Per semplificare le cose, abbiamo aggiunto questa funzione di navigazione che passa a diverse sezioni di questa guida. Per passare a una sezione specifica di interesse, fare clic sui seguenti collegamenti:

Se trovi qualcosa di cui vuoi leggere di più, fai clic sul link (generalmente l'attrazione o il nome dell'attività) per essere indirizzato alla nostra recensione completa. Aggiungiamo nuovi articoli al nostro sito e a questa guida settimanalmente man mano che troviamo altri posti fantastici nella regione!

Nota: Questa guida vuole essere un punto di partenza per coloro che cercano maggiori informazioni su Pittsburgh su Discover the Burgh. Poiché il nostro sito si basa sulla nostra ricerca personale di esplorare tutto in città, è sempre da considerarsi un work in progress. Se hai consigli su cose da aggiungere, per favore commenta qui sotto o contattaci!


Aereo scivola fuori dalla pista di rullaggio all'aeroporto di Pittsburgh, nessun ferito

  • Un aereo Delta è bloccato in un grande fossato all'aeroporto internazionale di Pittsburgh giovedì 11 febbraio 2021 a Moon Township. Il Boeing 717 era in partenza per Atlanta con 77 persone a bordo quando "è uscito da una pista di rullaggio" poco prima del decollo vicino a una pista. (Andrew Rush/Pittsburgh Post-Gazette via AP)
  • Un aereo Delta bloccato in un grande fossato all'aeroporto internazionale di Pittsburgh giovedì 11 febbraio 2021 a Moon Township. Il Boeing 717 era in partenza per Atlanta con 77 persone a bordo quando "è uscito da una pista di rullaggio" poco prima del decollo vicino a una pista. (Andrew Rush/Pittsburgh Post-Gazette via AP)
  • Un aereo Delta bloccato in un grande fossato all'aeroporto internazionale di Pittsburgh giovedì 11 febbraio 2021 a Moon Township. Il Boeing 717 era in partenza per Atlanta con 77 persone a bordo quando "è uscito da una pista di rullaggio" poco prima del decollo vicino a una pista. (Andrew Rush/Pittsburgh Post-Gazette via AP)
  • Un aereo Delta bloccato in un grande fossato all'aeroporto internazionale di Pittsburgh giovedì 11 febbraio 2021 a Moon Township. Il Boeing 717 era in partenza per Atlanta con 77 persone a bordo quando "è uscito da una pista di rullaggio" poco prima del decollo vicino a una pista. (Andrew Rush/Pittsburgh Post-Gazette via AP)
  • Un aereo Delta bloccato in un grande fossato all'aeroporto internazionale di Pittsburgh giovedì 11 febbraio 2021 a Moon Township. Il Boeing 717 era in partenza per Atlanta con 77 persone a bordo quando è "uscito da una pista di rullaggio" poco prima del decollo vicino a una pista verso le 18:30 di mercoledì. (Andrew Rush/Pittsburgh Post-Gazette via AP)

PITTSBURGH (AP) - Un aereo con 77 persone a bordo è scivolato da una pista di rullaggio prima del decollo all'aeroporto internazionale di Pittsburgh, ma non sono stati segnalati feriti.

Il volo Delta Air Lines 2231 stava per partire quando è scivolato parzialmente in un fosso intorno alle 18:30. Mercoledì. Il Boeing 717 era diretto ad Atlanta.

L'aereo è stato evacuato in sicurezza e tutti quelli a bordo sono stati riaccompagnati in autobus al terminal. Delta ha affermato che molti passeggeri hanno scelto di continuare il viaggio mercoledì sera tardi su un aereo alternativo fornito, mentre altri sono partiti giovedì mattina con un volo di linea regolare.

Il National Weather Service ha riportato neve leggera in quel momento, insieme a nebbia e tre quarti di miglio di visibilità.

Delta ha affermato che sta conducendo una revisione completa in coordinamento con l'Autorità aeroportuale della contea di Allegheny e "altre parti interessate dell'aviazione".

Copyright 2021 Nexstar Media Inc. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.


Il "Neighborhood 91" di Pittsburgh si rivendica come cluster globale di stampa 3D

Negli ultimi decenni, la Carolina del Sud e New York hanno costruito cluster industriali di livello mondiale producendo decine di migliaia di posti di lavoro ben retribuiti. Greenville lo ha fatto nella produzione automobilistica high-tech di Albany, nella nanotecnologia.

Ora Pittsburgh e il suo aeroporto rivendicano la loro posizione come cluster globale per la produzione additiva.

Questa primavera, "Neighborhood 91", progettato come campus per aziende e fabbriche, inizierà la costruzione su un terreno di proprietà dell'aeroporto internazionale di Pittsburgh. Il terreno è già stato sgomberato. Alla fine, la comunità industriale, condividendo idee e risorse, inclusa l'energia fornita dal gas naturale proveniente in loco, aprirà le porte alla stampa 3D. Questo è il più noto catchall dei laici per la produzione additiva.

Christina Cassotis, CEO dell'aeroporto internazionale di Pittsburgh, e il rettore dell'Università di Pittsburgh. [+] Patrick Gallagher firma un Memorandum of Understanding in occasione di un evento che annuncia Neighborhood 91 nell'ottobre 2019.

Aeroporto internazionale di Pittsburgh

Nota, momentaneamente, che questi due termini (stampa 3D e produzione additiva) sono spesso usati in modo intercambiabile. Tuttavia, la produzione additiva connota un'applicazione industriale (non di consumo) e si riferisce specificamente al processo di costruzione di oggetti aggiungendo strati su strati di materiale (plastica, leghe metalliche, qualsiasi cosa, davvero) che corrispondono a sezioni trasversali successive di tre disegni computerizzati dimensionali.

La produzione additiva, a volte chiamata "AM", fa parte del più ampio albero genealogico che è la produzione avanzata, a volte chiamata anche AM e che include anche i campi dell'automazione/robotica e della metrologia (tecnologia di ispezione).

La tecnologia di produzione additiva più comunemente utilizzata è l'estrusione di materiali. È un processo in cui un filamento continuo di materiali termoplastici viene alimentato da una grande bobina attraverso un ugello dell'estrusore della stampante in movimento e riscaldato e infine depositato su una piattaforma di costruzione, sagomata digitalmente (tramite un file CAD).

Camion te: Sunrun e Ford vs Tesla

SRAM e Autodesk reinventano la pedivella della bicicletta

La pandemia di Covid-19 ha drasticamente cambiato il modo in cui opera Biopharma

Altre forme di produzione additiva includono: getto di materiale (un processo strato per strato, simile alla stampa 2D, che prevede una testina di stampa a getto d'inchiostro che eroga goccioline di fotopolimeri termoindurenti – acrilici – solidificati sotto luce ultravioletta) Fotopolimerizzazione IVA (vasche di liquido resina solidificata mediante luce UV) getto di legante (particelle di polvere unite da agenti leganti liquidi e quindi sinterizzate in un forno) fusione a letto di polvere (polvere, sinterizzata mediante laser) deposizione di energia diretta (polvere alimentata attraverso tubi e scaricata al punto focale del laser) e foglio laminazione (lamina metallica sottile, onde ultrasoniche, alcuni tagli laser).

"La Pennsylvania occidentale ha la possibilità di diventare un centro di gravità per la produzione additiva", ha affermato il rettore dell'Università di Pittsburgh Patrick Gallagher in un'intervista telefonica all'inizio di febbraio. "Il tipo di posto in cui se sei in questo settore, puoi" non permetterti di non esserlo.”

L'obiettivo finale, ha affermato Gallagher, è quello di riunire tutti gli attori chiave lungo la catena di approvvigionamento della produzione additiva, "dai produttori di polvere ai produttori delle macchine fino alla post-elaborazione e alla spedizione, e anche i produttori stessi, tutti spalla a spalla". "

Per quanto riguarda i piani strategici pubblico-privati, questo sembra ben serrato, considerando il patrimonio manifatturiero di Iron City e la ricerca pionieristica condotta presso il Center for Advanced Manufacturing di Pitt, nonché l'ANSYS Additive Manufacturing Laboratory di Pitt per non parlare del taglio -edge AI e ricerca robotica associata a Carnegie Mellon. Inoltre, vale la pena notare che Western Pa. è a circa un'ora di auto da Youngstown, in Ohio, America Makes, il National Additive Manufacturing Innovation Institute.

"Pittsburgh ha importanti risorse nella corsa per diventare un centro di produzione 3D globale", ha affermato Charles Wessner, docente e ricercatore di Global Innovation Policy presso la Georgetown University, ed è coautore di "Regional Renaissance: How New York's Capital Region Became a Nanotecnologia Powerhouse."

"Ha la terra, un grande aeroporto, nuove fonti di energia, un enorme vantaggio con le sue eccezionali università e la presenza di promettenti aziende innovative", ha detto Wessner in una e-mail.

Pittsburgh International ha collaborato con Pitt per sviluppare il concetto all-in-one per Neighborhood 91. Avere un'intera catena di fornitura di produzione additiva in un unico sito ridurrà i tempi di produzione e ridurrà i costi. Ad esempio, ci sono piani per un deposito condiviso di polvere metallica, alleviando i costi di stoccaggio. Un altro componente chiave nel processo additivo è il gas argon. La stampa con polvere metallica richiede un'impostazione priva di ossigeno per evitare la combustione. Poiché l'azoto (il secondo gas atmosferico più abbondante) può contaminare l'edificio, cade quindi nell'argon chimicamente inerte per sostituire l'ossigeno. Primo inquilino del quartiere 91: un fornitore di gas argon, Arencibia.

La vicinanza ai voli cargo internazionali è un altro importante vantaggio per le aziende che producono componenti per i clienti lungo tutta la catena di approvvigionamento globale dispersa nello spazio.

Anche senza una zona industriale dedicata, Pittsburgh è già emersa come un centro di produzione additiva.

Tre fiumi convergono nella città di Pittsburgh e presto i giocatori di stampa 3D faranno lo stesso.

Aeroporto internazionale di Pittsburgh

Circa due anni fa, GE ha creato il suo Center for Additive Technology Advancement a Pittsburgh, sfruttando due affiliati additivi, la tedesca Concept Laser e la svedese Arcam EBM. (GE ha la maggioranza di entrambe le società). Amastan Technologies, produttore di materiali in polvere con sede a Boston, che ha acquisito AL Solutions, produttore di materiali in titanio con sede a Pittsburgh, si è recentemente rinominato 6K ed è pronto a trasferire le sue attività a Pittsburgh.

Lo scorso settembre, Pittsburgh ha visto l'inaugurazione del Mill 19, un nuovo hub per l'innovazione manifatturiera avanzata, che unisce, in un sito che un tempo era l'acciaieria più prolifica della regione, una serie di tecnologie, tra cui produzione additiva, intelligenza artificiale e automazione . La Carnegie Mellon ha sostenuto l'organizzazione no-profit Advanced Robotics for Manufacturing (ARM), che ha firmato come anchor tenant. Mill 19 è di proprietà della Regional Industrial Development Corporation (RIDC) della città.

L'Allegheny County Airport Authority, che gestisce Pittsburgh International, sarà il proprietario di Neighborhood 91. L'amministratore delegato dell'aeroporto, Christina Cassotis, sta pilotando il progetto, non solo dalla posizione di proprietario terriero, ma come partner strategico specificamente connesso con un'industria aerospaziale che sta abbracciando la produzione additiva.

In particolare, British Airways ha appena annunciato che stava esplorando la possibilità di entrare nella stampa 3D per realizzare, su richiesta, le proprie parti non essenziali, dai componenti elettrici ai tavolini e persino ai mini-spazzolini da denti.

In termini di ampi spazi aperti, Pittsburgh International, a livello di massa terrestre, è uno dei più grandi aeroporti del paese, seduto su 8.800 acri, di cui circa un terzo è destinato allo sviluppo.

"Come proprietario strategico, stavamo cercando tutte le opportunità per aumentare le nostre entrate non aeronautiche, assicurandoci anche che stessimo guardando al miglior e più alto utilizzo degli acri sviluppabili", ha detto Cassotis dei primi sforzi per convocare un grande gruppo di le parti interessate regionali per vedere quali tipi di progetti potrebbero rilanciare economicamente la regione.

Al centro di questa ricerca della visione c'era un tratto di 195 acri di proprietà dell'aeroporto, appena a ovest del terminal, che ovviamente non sarebbe mai stato residenziale e poi c'era il gas naturale estratto proprio in loco e i piani esistenti per l'aeroporto per costruire la propria rete elettrica.

"È diventata davvero una specie di tempesta perfetta", ha detto Cassotis. "Abbiamo pensato 'aspetta un attimo, c'è un'enorme industria qui che ha bisogno di un posto dove atterrare.'"

Finora, Neighborhood 91 sta ricevendo indicazioni di interesse da una varietà di aziende.

"In termini di potenziali inquilini, il limite è letteralmente il cielo", ha detto Cassotis.

Osservando ciò che Greenville nello stato settentrionale della Carolina del Sud e Albany nello stato settentrionale di New York hanno fatto con i loro cluster, gli amministratori economici di Pittsburgh si sono concentrati sulla creazione di uno per la produzione additiva, in parte perché non esiste già un epicentro globale chiaramente radicato, sebbene Monaco possa vantare di essere qualcosa di un cluster di produzione additiva naturale, in virtù della Fraunhofer Society, il più grande organismo europeo per la ricerca applicata. E, in silenzio, Charlotte, N.C., è diventata una sorta di hub per l'additivo, collegandosi non solo al rinascimento automobilistico in South Carolina, ma anche ai settori aerospaziale e medico. Il New York occidentale, nel frattempo, ha la possibilità di competere come centro di produzione additiva. Vader Systems, con sede a Buffalo, pioniere della stampa 3D, è stata recentemente acquisita da Xerox a Webster, New York, fuori Rochester. Un'entità chiamata Buffalo Manufacturing Works, gestita da EWI, sta guidando una spinta regionale verso la produzione avanzata collaborando con le fabbriche locali che cercano di innovare. (Il tentativo di Buffalo di diventare il punto zero per la produzione avanzata è stato recentemente riportato in una serie di articoli, il primo dei quali è QUI). Buffalo ha anche Moog, produttore di sistemi di controllo per aeroplani e considerato un pioniere nella produzione additiva. A un'ora di distanza, dentro e intorno a Toronto, in Ontario, la produzione additiva viene coltivata dall'Università di Waterloo.

“Ci sono molti cluster di stampa 3D in tutto il mondo, specializzati in aree come la bioprinting 3D e la ricerca, ma non ne abbiamo mai visto uno che includa tutti gli elementi della catena di fornitura AM in un unico spazio”, ha affermato il sito Web sponsorizzato di Xometry, 3DPrint.com , l'autunno scorso.

“Mentre la produzione additiva esiste da decenni, ha guadagnato maggiore attenzione negli ultimi cinque-dieci anni a causa della crescente disponibilità della tecnologia di stampa 3D nel mercato consumer”, ha spiegato Mark Barfoot, direttore dei programmi AM presso EWI.

I titoli che circondano la produzione additiva coprono una gamma di oggetti stampabili, dalle pistole ai dispositivi medici, che, secondo Barfoot, sono tutti possibili con la stampa 3D. "Questa è una tecnologia dirompente e si muove molto rapidamente", ha detto. "Ha il potenziale per trasformare il modo in cui tutto viene realizzato".

Secondo Gallagher di Pitt, la produzione additiva sembra effettivamente avere il potenziale per essere una di quelle onde di cambiamento seminali e sismiche che forse si verificano una volta ogni poche generazioni. Ha indicato gli anni '80, quando l'elaborazione di testi non ha solo cambiato il modo in cui gli uffici condividevano i promemoria, ma la tecnologia allora solo parzialmente compresa ha finito per rimodellare radicalmente tutte le attività dell'ufficio e tutta la nostra vita quotidiana.

Come accennato, l'industria aerospaziale in particolare è stata leader nella produzione additiva.

John Rice, CEO di Sigma Labs, un fornitore di software con sede a Santa Fe che serve l'industria della stampa 3D commerciale, ha recentemente dichiarato a SME Media che i metodi additivi all'avanguardia utilizzati da GE, Airbus e SpaceX si sono riversati nel settore medico, settore energetico e automobilistico.

Secondo quanto riferito, GE ha ampliato la stampa 3D nella realizzazione di motori turboelica, riducendo drasticamente il numero di parti rispetto ai metodi convenzionali.

Legioni di membri dell'industria della produzione additiva si riuniranno a "RAPID + TCT 2020" alla fine di aprile ad Anaheim. L'organizzazione ospitante SME (ex Society of Manufacturing Engineers) definisce la conferenza di quattro giorni come "la più grande e importante produzione additiva del Nord America evento dell'anno».

Naturalmente, Cassotis ha intenzione di partecipare. È un'opportunità ideale per evangelizzare il campus di produzione additiva che si riunisce a ovest dell'aeroporto di Pittsburgh.

Entro la primavera, crede, l'aeroporto avrà nominato uno sviluppatore principale per il progetto. Le lettere di intenti, comunque una manciata, stanno iniziando ad arrivare da potenziali inquilini del Quartiere 91.

Il consulente capo del progetto, Barnes Group Advisors, ha prodotto uno studio per prevedere l'impatto economico del cluster additivo nel prossimo decennio. Utilizzando ipotesi di base, Barnes Group stima che Neighbourhood 91 creerà quasi 6.000 posti di lavoro e genererà quasi 2,2 miliardi di dollari di salari.

È imperativo che Cassotis e il suo team trovino aziende che proprio ora stanno pensando di trasferirsi in nuove strutture e aperte a nuove forme di vantaggi competitivi.

Una delle maggiori sfide dell'essere o fare affidamento sullo spazio della produzione additiva è la sua catena di fornitura frammentata di attrezzature e materiali.

"Un cluster fa due cose fondamentali", ha detto lo studio del Barnes Group. "Consente ai responsabili dei processi di concentrarsi sullo sviluppo e sull'ottimizzazione del loro processo principale e crea un pool di manodopera regionale qualificato".

Cassotis sa che ci saranno ostacoli. "Naturalmente affronteremo alcuni venti contrari", ha detto. "Non sono abbastanza arrogante da pensare che non lo faremo."

Alcune domande fondamentali su cui riflettere: quanto è scalabile la tecnologia di stampa 3D? E se il ritmo di crescita si rivela più tiepido che torrido, ci saranno davvero abbastanza soldi dei contribuenti per sostenere lo sforzo negli anni a venire?

Il modello Albany mostra che con i giusti investimenti e la leadership locale, una regione può essere trasformata, secondo Wessner di Georgetown.

Il suo studio sul nano cluster di Albany mostra che la nozione di "costruiscilo e arriveranno" funziona solo fino a un certo punto.

"Le lezioni chiave di Albany: investimenti sostenuti e sostegno politico per sostenere una nuova visione per la regione", ha affermato Wessner. “La regione di Pittsburgh deve fornire la leadership e, soprattutto, i finanziamenti necessari per costruire la struttura Neighborhood 91 e attirare nuove imprese. Quando una regione si unisce a sostegno di una visione comune, può trasformarsi».

Derek Thomas, presidente di WindandSea Research con sede a Brisbane, è specializzato in consulenza tecnologica integrativa, principalmente nel settore energetico. Segue da vicino le partnership pubblico-privato in tutto il mondo e nutre grandi speranze in ciò che Pittsburgh ha pianificato. "Gli hub aggregano gli utenti in un'unica area e, così facendo, riducono al minimo i costi di fornitura dell'infrastruttura", ha affermato Thomas. "Stiamo parlando di linee elettriche, condutture, sistemi di stoccaggio, stazioni di rifornimento, porti, strade o linee ferroviarie. Aiutano anche a concentrare gli sforzi per l'innovazione e, nel caso di Neighborhood 91, a costruire una forza lavoro di produzione additiva".

Un altro livello del concetto di cluster AM one-stop si lega a scenari in cui un singolo progetto diventa abbastanza grande da ospitare il proprio hub per ridurre i costi e il tempo necessari per la spedizione delle parti di ricambio. "Questo è un grosso problema in alcune situazioni, come le miniere remote e le operazioni militari", ha spiegato Thomas. "Si potrebbe facilmente immaginare un gruppo di battaglia di portaerei con una vasta capacità AM".

Il quartiere 91 deriva il suo nome dal fatto che Pittsburgh ha 90 quartieri distinti con questo nuovo quartiere industriale che rappresenta il 91esimo.

Inoltre, il nome sembra sottilmente evocativo di quella famosa designazione della mappa "Area 51", conferendo una sorta di atmosfera fantascientifica all'impresa.


Studio COVID: cibo, agricoltura, lavoratori edili in cima alla lista dei più a rischio di morte per COVID

SAN FRANCISCO (CBS SF) — Uno studio dell'Università della California, San Francisco sui lavori a maggior rischio di morte per COVID-19 mostra cuochi di linea, operatori di macchine, lavoratori agricoli, panettieri e operai edili in cima alla lista .

Lo studio ha esaminato i settori occupazionali associati a un'elevata mortalità eccessiva durante la pandemia, con particolare attenzione ai gruppi razziali ed etnici colpiti in modo sproporzionato da COVID-19. Secondo lo studio, il lavoro essenziale di persona è una probabile sede di infezione e deve essere affrontato con una rigorosa applicazione degli ordini sanitari per gli ambienti di lavoro e le protezioni dei lavoratori.

I ricercatori hanno stimato l'eccesso di mortalità tra i californiani di età compresa tra 18 e 65 anni per settore professionale e occupazione. Dall'inizio della pandemia, questi adulti in età lavorativa hanno visto un aumento del 22% della mortalità rispetto ai periodi storici. Tuttavia, i lavoratori del settore alimentare e agricolo hanno visto un aumento del 39% della mortalità in eccesso durante la pandemia, il più alto tra tutti i settori.

Inoltre, i latinos hanno visto un aumento del 36% della mortalità e i lavoratori del settore alimentare/agricoltura latino hanno visto un aumento del 59% della mortalità. I californiani neri hanno visto un aumento del 28% della mortalità e i lavoratori al dettaglio neri hanno visto un aumento del 36%. Mentre i californiani asiatici hanno visto un aumento del 18% della mortalità, gli operatori sanitari asiatici hanno visto un aumento del 40%.

In confronto, l'eccesso di mortalità tra i californiani bianchi in età lavorativa è aumentato del 6% durante la pandemia e un aumento del 16% tra i lavoratori agricoli e alimentari bianchi.

I ricercatori hanno notato che le popolazioni latine, nere e con basso livello di istruzione affrontano rischi professionali unici perché possono costituire in modo sproporzionato la forza lavoro essenziale dello stato e perché i lavoratori essenziali spesso non possono lavorare da casa. A causa delle disuguaglianze strutturali storiche, i lavoratori essenziali a basso salario hanno anche maggiori probabilità di vivere in abitazioni affollate, con conseguente trasmissione domestica.

“I lavoratori essenziali di persona sono unici in quanto non sono protetti da politiche di ricovero in loco. In effetti, il nostro studio mostra che l'eccesso di mortalità è aumentato notevolmente nel settore agroalimentare durante il primo periodo di ricovero in loco dello stato, da fine marzo a maggio questi aumenti non sono stati osservati tra coloro che lavorano nei settori non essenziali. Sono necessarie politiche complementari per proteggere coloro che non possono lavorare da casa, hanno scritto gli autori dello studio.

Questi possono e dovrebbero includere: dispositivi di protezione individuale gratuiti, protocolli di sicurezza chiaramente definiti e fortemente applicati, test facilmente accessibili, politiche generose in materia di malattia e risposte appropriate alle violazioni della sicurezza sul posto di lavoro.

Lo studio afferma che i piani di distribuzione del vaccino devono dare la priorità ai lavoratori essenziali di persona al fine di ridurre l'eccesso di mortalità da COVID.

All'inizio di questa settimana la California ha annunciato una serie di modifiche al sistema di somministrazione del vaccino COVID-19 per dare allo stato un maggiore controllo nell'accelerare le vaccinazioni dopo che gli studi hanno mostrato che è in ritardo rispetto a tutti gli altri stati nel lancio del vaccino.

La scorsa settimana, il tracker dei vaccini COVID di Bloomberg ha mostrato che la California era l'ultima in percentuale di vaccini somministrati, con solo il 37% dei vaccini distribuiti iniettati. Sebbene la California abbia somministrato più di 1,6 milioni di vaccini - la maggior parte di tutti gli stati - ha ricevuto circa 4,4 milioni di dosi, secondo il tracker.

I ricercatori dell'UCSF hanno affermato che la loro analisi è tra le prime a identificare il lavoro essenziale di persona non sanitario come predittore della mortalità correlata alla pandemia.

"Le politiche di chiusura per definizione non proteggono i lavoratori essenziali e devono essere integrate con modifiche sul posto di lavoro e distribuzione prioritaria del vaccino", hanno affermato gli autori. “Se davvero questi lavoratori sono essenziali, dobbiamo essere rapidi e decisi nell'emanare misure che tratteranno le loro vite come tali.”


In che modo l'impero economico di Trump sta guadagnando dalla campagna 2020

La notte del 12 febbraio, un gruppo che sostiene la rielezione di Donald Trump ha ospitato uno sfarzoso gala per grandi donatori presso l'hotel Trump International che ha visto la partecipazione del presidente. Il Super Pac, soprannominato America First Action, non è estraneo all'hotel di Trump a Washington DC.

Il Super Pac, che ha raccolto quasi 48 milioni di dollari dal 2017, ha speso oltre 540.000 dollari per ospitare eventi presso l'hotel di Trump, rendendolo una delle principali fonti di entrate della campagna per l'hotel e l'azienda della famiglia Trump, secondo i dati pubblici e 1100 Pennsylvania, che tiene traccia degli eventi dell'hotel Trump.

Nel frattempo, a metà dicembre, alcuni mega-donatori hanno affittato camere costose in hotel per un evento di due giorni ospitato da Trump Victory, un comitato di raccolta fondi per la campagna del presidente 2020, che ha attirato anche Trump e il vicepresidente, Mike Pence. L'hotel sembra anche aver capitalizzato con tariffe elevate: le camere più economiche di sabato 14 dicembre durante i due giorni di riunione sono state di ben 6.719 dollari rispetto alla solita tariffa di 500 dollari, secondo il gruppo di vigilanza Crew.

Una spesa così generosa da parte dei comitati politici pro-Trump e dei loro ricchi donatori nel suo hotel evidenzia come il presidente e i suoi alleati repubblicani al Congresso stiano usando l'hotel e altre proprietà di Trump per corteggiare i grandi donatori mentre la caccia al denaro del 2020 si scalda.

Pertanto, l'aggressiva raccolta fondi di Trump dà una bella spinta al suo impero immobiliare – dal quale non si è mai dismesso – secondo i cani da guardia della campagna e i registri pubblici. Le aziende di Trump stanno letteralmente facendo soldi con la campagna 2020.

Né è la prima volta. Secondo il Center for Responsive Politics (CRP), i comitati politici alleati di Trump e il partito repubblicano hanno speso ben 18,1 milioni di dollari nelle proprietà di Trump da quando ha lanciato la sua campagna del 2016. I candidati repubblicani, i funzionari eletti e i Pac hanno versato altri 1,2 milioni di dollari nello stesso periodo.

Donald J Trump per il presidente guida il gruppo, dopo aver speso un totale di $ 14,5 milioni da quando ha iniziato la sua campagna 2016, con il Comitato nazionale repubblicano al secondo posto a $ 1,8 milioni e Trump Victory al terzo posto a $ 1,6 milioni, mostrano i dati del Centro.

"L'era Trump ha dato vita a un livello completamente nuovo di accesso politico e influenza a Washington", ha affermato Robert Maguire, direttore della ricerca di Crew. "Donatori facoltosi e interessi speciali hanno accesso a persone potenti nell'orbita del presidente Trump, incluso lo stesso Trump, e in cambio, i donatori non solo potenziano la campagna di Trump, ma lo arricchiscono personalmente spendendo denaro in proprietà da cui ancora trae profitto".

L'ingente spesa per la campagna presso l'hotel Trump e altre proprietà ha prodotto buoni dividendi.

Trump e l'RNC hanno collaborato periodicamente per organizzare importanti raccolte di fondi presso l'hotel. Secondo quanto riferito, una delle prime raccolte di fondi congiunte nel 2017 ha raccolto $ 10 milioni e nel maggio 2019, subito dopo che Trump ha lanciato ufficialmente la sua campagna di rielezione, un evento congiunto ha portato a circa $ 6 milioni.

Altre proprietà di Trump hanno assistito a un maggiore traffico di donatori, con potenziali aumenti delle entrate, mentre Trump cerca un secondo mandato. Il 17 gennaio, dozzine dei migliori sostenitori di Trump che avevano investito tra $ 100.000 e $ 250.000 per aiutare Trump a vincere nel 2020 si sono presentati al sontuoso resort Mar-a-Lago di Trump, dove la sua campagna 2020 ha ospitato una cena con il presidente che includeva anche una tavola rotonda politica colloqui e servizi fotografici.


In viaggio alle Hawaii.

Inizia a pianificare la tua prossima vacanza nel Paradiso del Pacifico dalla terraferma degli Stati Uniti.

Passa il mouse o fai clic sulle nostre sedi aeroportuali di seguito per iniziare.

* Il servizio diretto di Oakland, CA e San Jose, CA ritorna il 6/6/2021 a Lihue (Kauai).

† Inizia il servizio diretto di Las Vegas: (a) 6/6/2021 per Honolulu (Oahu) (b) 27/6/2021 per Kahului (Maui) (c) 7/7/2021 per Kona (isola di Hawaii) e ( d) 8/09/2021 a Lihue (Kauai).

‡ Il servizio non-stop di Los Angeles (LAX) inizia: (a) 6/6/2021 per Honolulu (Oahu) e Kahului (Maui) e (b) 27/6/2021 per Kona (isola di Hawaii) e Lihue (Kauai).

** Inizio del servizio non-stop Phoenix: (a) 27/06/2021 per Honolulu (Oahu) e Kahului (Maui) (b) 07/09/2021 per Lihue (Kauai) e (c) 08/09/2021 per Kona ( isola delle Hawaii).

†† Inizio del servizio diretto da San Diego: (a) 6/6/2021 per Kahului (Maui) (b) 27/6/2021 per Kona (isola di Hawaii) e (c) 29/6/2021 per Lihue (Kauai) .


Uomo ucciso in una sparatoria all'aeroporto di Vancouver

Un uomo è stato ucciso in una sparatoria all'aeroporto internazionale di Vancouver domenica pomeriggio. La polizia dice che sono ancora alla ricerca di sospetti.

La Nuova Scozia allenta le restrizioni alle persone che si spostano nella provincia

La Nuova Scozia ha annunciato modifiche alle restrizioni per le persone che si spostano nella provincia. Prima dell'annuncio di venerdì da parte del dottor Robert Strang, capo medico della sanità della provincia, alcune persone che stavano pianificando di trasferirsi in Nuova Scozia da tutto il Canada si sono lamentate del fatto che il requisito esistente secondo cui una data di chiusura doveva essere entro il 20 maggio li stava effettivamente rendendo senzatetto. Durante un briefing con i media, Strang ha ringraziato le persone che si sono trasferite in Nuova Scozia per la loro pazienza. Ha detto che le restrizioni alle frontiere erano in vigore da diverse settimane e che la provincia stava apportando alcune modifiche alle restrizioni. "Stiamo modificando i criteri per chi può trasferirsi qui rimuovendo alcuni dei requisiti relativi alla data", ha affermato Strang. Under the new rules, people can apply to move to Nova Scotia with immediate family members from the same household if they qualify under one of four categories. A purchase and sale agreement for a property showing that an offer has been accepted on or before May 1, 2021. Proof of ownership of property in Nova Scotia, and either a purchase and sale agreement for a property or notice of termination of their lease agreement in another province or territory. A minimum one-year lease signed on or before May 1, 2021. A letter of acceptance for new employment in Nova Scotia that cannot be done virtually or deferred the letter must be dated on or before May 7, 2021. There will no longer be a limit on closing dates once the applicant has a qualifying offer, Strang said. According to Strang, if applicants meet any of these criteria they must apply via the province's Safe Check-in program and provide a plan for 14 days of mandatory self-isolation. For now, only people who plan to arrive in the province by July 1 will be considered due to the high volume of applications. Those applications may take up to a week to be approved. "These changes will address the majority of concerns that we have heard over the last couple of weeks," Strang said. Sarah Romkey is delighted the changes will allow her to move from Hamilton , Ontario to Lunenburg. (Sarah Romkey) The changes were music to the ears of Sarah Romkey in Hamilton, Ont., who had previously been turned down for a compassionate exemption, but now qualifies to move back to Nova Scotia's South Shore where she grew up. Romkey and 26 other families had written to the premier asking for a change in the entry criteria. "Moving to Lunenburg is like a dream I never knew I had coming true," said Romkey, adding that her dad lives in LaHave. Romkey told CBC News she has already used the Safe Check-in to enter the province under the relaxed restrictions. Carly Temple was all set to travel with her family to Beaver Bank, N.S., from Welland, Ont., to a new life and new job until Nova Scotia's border closed. Her family will have access to their new home on May 25. But because her purchase agreement is dated May 3, she just misses the new deadline by a couple of days. Temple was denied a compassionate exemption as recently as Thursday. The uncertainty about her move has resulted in her job offer falling through. "I kept going back and forth and said, 'I'm sorry, I can't come on this date. I'm still waiting to find out when I'm allowed in the province,' and apologized," she said. "That did not meet his business needs and he had to go with another candidate because he doesn't know when I'll be allowed in." MORE TOP STORIES

Exclusive: In tactical shift, Iran grows new, loyal elite from among Iraqi militias

Iran has hand picked hundreds of trusted fighters from among the cadres of its most powerful militia allies in Iraq, forming smaller, elite and fiercely loyal factions in a shift away from relying on large groups with which it once exerted influence. The new covert groups were trained last year in drone warfare, surveillance and online propaganda and answer directly to officers in Iran's Quds Force, the arm of its Revolutionary Guards (IRGC) that controls its allied militia abroad. They have been responsible for a series of increasingly sophisticated attacks against the United States and its allies, according to accounts by Iraqi security officials, militia commanders and Western diplomatic and military sources.

Perché non ti piace questo annuncio?

Anno DominiMetti una borsa sullo specchietto della tua auto quando viaggi

Trucchi geniali per la pulizia dell'auto I rivenditori locali vorrebbero che tu non lo sapessi

COVID-19 on P.E.I.: What's happening Friday, May 21

P.E.I. Premier Dennis King says the province's plan for an 'open, safe' summer is coming next week. The province announced one new case of COVID-19 Friday, confirming its 200th case of since pandemic began. Chief Public Health Officer Dr. Heather Morrison says all the second tests for children who were potentially exposed to COVID-19 at the Leaps and Bounds Daycare in Charlottetown have come back negative. RCMP on P.E.I. are concerned about the number of complaints they are getting about large gatherings. Although it will be much like 2020, P.E.I. high schools are proceeding with their graduation and prom plans. Starting in June, junior high students on P.E.I. can receive the first dose of their COVID-19 vaccines at in-school clinics run by public health nurses. Parks Canada sites on P.E.I. are already busy as Islanders seek outside activities, which are considered low risk for spreading COVID-19. There have been 200 cases of COVID-19 on P.E.I. and 15 are considered active. There have been no deaths and two hospitalizations. Elsewhere in the Atlantic region: Also in the news These Islanders are currently eligible for a vaccine People over 12. Islanders over 40 can book an appointment for a Moderna vaccine at a pharmacy. You can find more information about how to get a vaccine here. Further resources Reminder about symptoms The symptoms of COVID-19 can include: Fever. Cough or worsening of a previous cough. Possible loss of taste and/or smell. Mal di gola. New or worsening fatigue. Male alla testa. Fiato corto. Rinorrea. More from CBC P.E.I.

Research shows humans, not geology, source of high arsenic levels in Yellowknife

New research debunks a lingering belief that "natural arsenic" significantly contributes to high levels of the toxic substance around Yellowknife. For many years, elevated levels have been attributed to natural bedrock geology, but geology experts from Queen's University say it's not so. "The high values are due to pollution from human impact … Most of the emissions are from the roasters at Giant and Con [mines]," said Dr. Heather Jamieson, a professor and geology expert from Queen's. During more than half a century of mining, 19,000 tonnes of toxic arsenic trioxide dust went up the stacks of smelters at the Giant and Con gold mines and settled on the once-pristine land and lakes in and around Yellowknife. "Most of the emissions are from the roasters at Giant and Con [mines]," says Dr. Heather Jamieson, a professor and geology expert from Queen's University.(Submitted by Heather Jamieson) The gold mining industry began in the late 1930s. Giant Mine closed in 2004, leaving a toxic legacy that has deeply changed the lives of people in Nɽilo. The new study establishes a much lower figure for naturally occurring arsenic — five times less than previous estimates for the Yellowknife region. They used tools that can distinguish particles of arsenic trioxide released from Giant Mine and Con Mine roaster stacks from natural arsenic in soil samples. Jamieson said the sampling work was done by two masters students who collected 479 soil samples which were then analyzed under a scanning electron microscope at the university. Two master's students collected 479 soil samples around the city, which were then analyzed under a scanning electron microscope at the university.(Jon Oliver/Submitted) It found arsenic trioxide in 80 per cent of samples as far as 30 kilometres from Yellowknife and researchers say this substance is a marker of mining activity. "Within about 15 kilometres of Yellowknife, arsenic is predominantly hosted in arsenic trioxide … which is an arsenic mineral that's associated with mining emissions in the region," said Michael Palmer, the study's lead author and manager of the North Slave Research Centre at Yellowknife Aurora Research Institute. "Understanding how the landscape will recover, how arsenic is dispersed and when that is going to happen is a very important and challenging question," he said. A view of the Giant Mine site outside of Yellowknife in 2017. (Chantal Dubuc/CBC) When the researchers were preparing to dig into the state of soil around Yellowknife, they met with Yellowknives Dene, with elders and the N.W.T.'s lands department, said Palmer. "We really wanted to get a sense of where people wanted information from," said Palmer. The study published in the international research journal Science of the Total Environment, calls for further research, such as where arsenic accumulates on the land and how long it will last, said Palmer. "If we think of … the recovery of this landscape," he said, "future work should be devoted to understanding how much arsenic is still washing off the landscape from these soils into lakes and rivers. And what's its ultimate fate when it ends up in lakes and rivers?" 𧷯initely from mining emissions' In the last year, Yellowknives Dene have held a demonstration at Giant Mine to demand a federal apology for the impacts to culture and life through loss of access to traditional lands. Bobby Drygeese, chairperson of the board of directors for Det'on Cho, the economic development arm of Yellowknives Dene First Nation, walks with a sign at a demonstration in Yellowknife in December of 2020. (Avery Zingel/CBC) The First Nation says a recent federal response to a petition that garnered more than 32,000 signatures simply "repeats talking points they presented to media before [YKDFN] had our first meeting with senior officials in January 2021." They say the response fails to reflect over three months of discussions between the Yellowknives Dene and government representatives. Giant Mine poisoned areas used by the Yellowknives Dene for harvesting, berry picking and other cultural activities, all infringements for which they've never been compensated. While science has dug into the question of arsenic distribution since the 1970s, it hasn't, until now, scientifically proven that the arsenic levels are caused by human activity. "There are certain arsenic minerals that are definitely from mining emissions versus other minerals that are predominantly natural," said Palmer.

Canadian dollar up for 8th straight week as speculative buying climbs

The Canadian dollar was little changed against its U.S. counterpart on Friday as encouraging U.S. factory data boosted the greenback, with the loonie adding to a streak of weekly gains and staying in reach of a six-year high. Speculators have raised their bullish bets on the Canadian dollar to the highest since November 2019, data from the U.S. Commodity Futures Trading Commission (CFTC) showed. The Canadian dollar was trading nearly unchanged at 1.2055 to the greenback, or 82.95 U.S. cents, having traded in a range of 1.2027 to 1.2094.

Bayern Munich ending season with goodbyes, possible record

MUNICH (AP) — Bayern Munich is bracing for a bittersweet end to the Bundesliga season amid a host of goodbyes on Saturday, when Robert Lewandowski will hope to break the league’s scoring record. The Poland star needs just one goal to better Bayern great Gerd Müller’s mark of 40 in a season from 1971-72, though Augsburg coach Markus Weinzierl doesn’t want to see the record broken. “Gerd Müller was my idol when I was in my youth, and he was my assistant coach with the Bayern amateurs," said Weinzierl, whose team is safe and only playing for pride. "I know him well and really look up to him, so I’d like the record to stay shared.” It will be Bayern counterpart Hansi Flick’s last game in charge before he leaves after winning every trophy he could in just under two seasons at the club. Flick is expected to take the Germany national team job once his former boss Joachim Löw steps down after the European Championship. “I’ve enjoyed this journey,” Flick said Friday of his time at Bayern. “I’m happy that the journey is coming to a close and am looking forward to what’s new.” Assistant coaches Hermann Gerland and Miroslav Klose are also leaving, with Flick’s successor Julian Nagelsmann taking his own coaching team with him from Leipzig. Defenders David Alaba, Jérôme Boateng and Javi Martínez will play their last game to end hugely successful stints at the Bavarian powerhouse. “I can guarantee that all three will play,” Flick said. The 28-year-old Alaba, who won 10 league titles with Bayern, is expected to join Real Madrid. Boateng and Martínez, who both won nine, face uncertain futures. The trio helped Bayern win Bundesliga, Champions League and German Cup trebles in 2013 and 2020. Up to 250 fans are being allowed into Bayern’s stadium for this first time this season due to falling coronavirus infection rates in the state. ___ More AP soccer: https://apnews.com/hub/soccer and https://twitter.com/AP_Sports The Associated Press

Bomb targeting Islamist leader's car kills 7 in Pakistan

QUETTA, Pakistan (AP) — A powerful roadside bomb that went off on Friday near a vehicle carrying a local leader of an Islamist political party in southwestern Pakistan killed seven people, police and a government spokesman said. It was unclear who was behind the attack in Chaman, a town in Baluchistan province. Local police chief Abdul Bashir said the attack took place when Abdul Qadir, a local leader of a faction of the Jamiat Ulema-e-Islam party, was on his way to attend a pro-Palestinian rally. Along with the seven killed, at least 15 people were wounded, he said. No one claimed responsibility for the attack and police said they were still investigating. Liaquat Shahwani, a Baluchistan government spokesman, condemned the bombing. Hours later, responding to calls from the Jamaat-e-Islami party, thousands of Islamists and members of civil society groups rallied in the capital, Islamabad, in support of Palestinians. Similar anti-Israel rallies were also held in other main cities across Pakistan, which is among few countries with no diplomatic ties with Israel. Earlier on Friday, Pakistan’s Foreign Minister Shah Mahmood Qureshi welcomed a cease-fire between Israel and the Hamas militant group that rules the Gaza Strip. Quetta is the capital of Baluchistan, where security forces in Baluchistan have been battling an insurgency for more than a decade by separatists demanding autonomy or a higher share of the province’s gas and mineral resources. Pakistani Taliban and other militants also have a presence in the province. Abdul Sattar, The Associated Press

Cuban scenes and U2: Julian Lennon shares photos in virtual show

Whether snapping daily life in Cuba or members of the Irish rock band U2, photographer and singer Julian Lennon says the pictures he most likes taking are spontaneous. "The ones that really I enjoy the most are . spur of the moment," Lennon, 58, told Reuters. The son of late Beatle John Lennon and his first wife Cynthia, Lennon is sharing a selection of his photos in a virtual exhibition called "Vision" on the website of Aston Martin Residences in Miami.

Centennial Park shooting that forced schools into lockdown didn't happen, RCMP say

A Shediac Cape man has been arrested in connection with a report last week of shots being fired in the Centennial Park area of Moncton, which police sealed off for the day while they investigated. Police now say the report was false. On May 13, Codiac RCMP got a report at about 8:30 a.m. that a vehicle had been struck by bullets. Several schools went into lockdown, police issued an Alert Ready message, and residents were told to lock their doors and stay inside below window level. But on Friday, RCMP issued a news release saying their investigation determined there had been no shooting near Centennial Park. A 36-year-old man arrested because of the allegedly false report has been released from custody and is to appear Aug. 11 at 9:30 a.m. in Moncton Provincial Court. "We know people have many questions still — as have we — but that is information that will have to come out through the court process," said Cpl. Hans Ouellette of the New Brunswick RCMP. In the news release, Ouellet said Codiac Regional RCMP were told a vehicle was struck by bullets near Millennium Boulevard and Killam Drive. More than an hour and a half later, police issued an Alert Ready message that wasn't lifted until about 6 p.m. quel giorno. An "exhaustive search of the area was conducted without the discovery of any evidence to warrant keeping the area contained," Ouellet said in the release. Throughout the day of searching, police did not elaborate on the .gunshot report or say it was about bullets allegedly fired into a vehicle. "We operate on the information we have at the time," Ouellet said. "Given the seriousness of the report, the RCMP acted in the best interests of public safety by containing the area and issuing an Alert Ready message." Police said the investigation is continuing,

Sask. family thankful for community, health workers after scary experience with COVID-19

The mayor of Carlyle, Sask., says her family's experience with COVID-19 was terrifying. "It was a very scary experience," said Jennifer Sedor. "I know of people that were in hospital and on oxygen who are in our age group, which is the 30s and 40s, and it's terrifying." Sedor said she is so grateful for the help she received from the community and health-care workers. The family's ordeal began over the Easter break when Sedor's mother-in-law, who was providing child care for her nephews, came over. Sedor's daughter contracted the virus. No one had displayed any symptoms at the time. "No one had a runny nose. Everybody was happy. They're eating. They're playing. They're doing what kids normally do, which is half the time, you know, sharing germs with each other," Sedor said. Jennifer Sedor, along with her husband, got their vaccine as soon as they could after recovering from the virus.(Submitted by Jennifer Sedor) June and Sedor isolated in two rooms away from the rest of the family after being diagnosed. June had very mild symptoms and Sedor at first didn't have any. "It was my husband [Tim] that got sick first. So that's when it kind of all started to unravel in our household," she said. Tim came down with a light fever. Friends told them to purchase a pulse oximeter, which measures your oxygen levels. They noticed his levels starting to drop and called Sask Health for advice. He ended up with pneumonia and "a fever of around 103, 104 [Fahrenheit] for a good 10 days. His breathing became very laboured," Sedor said. Tim was never hospitalized, but did make several trips to the Redvers health facility. "My husband was laying in bed and he had absolutely no idea I was on the phone with the hospital," she said. "I'm like, 'This is what he's going through. I can't get him up. I can't get him awake. He's not making sense. He's got a high fever.' They said, 'Just bring him down and we'll get him checked out.' They got him in and they got him x-rayed and got him the right medications." Carlyle Jennifer Sedor and daughter June in isolation with COVID-19.(Submitted by Jennifer Sedor) It was a full week later that Sedor herself started to get symptoms, including a fever that developed into bronchitis. "I had this really debilitating cough that really interrupted my breathing," she said. "It felt like all of my bones were inflamed. It just felt like every joint, anything that you moved was just angry, and that went on for days." Family members phoned to check in and started to get worried when she or Tim couldn't finish sentences. "It was terrifying. Absolutely terrifying." Her two older children also came down with symptoms, but never tested positive. The quarantine for the two oldest children lasted more than 30 days. Sedor wants people to know how debilitating it was for her family, but also how much support they received from the community. She said that even in a small town, COVID-19 is lurking. "It was almost like in our southeast corner that we were looking out the window and watching the world deal with this," she said. "I need people to understand that it is not far away from your home. Somewhere that you have been if you're out in the public, you crossed somebody who has been affected by COVID at this point. It's very real and it is on your doorstep." Sedor also said the province needs to balance any restrictions with other factors such as the mental health of children and the economy. She is happy with the government's phased-in approach to reopening. "I am looking forward to these benchmarks. I feel confident in the vaccine plan. And I feel confident in the amount of people in my community who are getting their shots. We've had a really positive response out here, too, to being vaccinated." Opening up doesn't mean letting our guard down, said Sedor, adding she and her husband are still suffering symptoms "The time to take this seriously is now," she said. "It's not time to give up our social distancing. It's not time to give up on our masking. It's not time to go, 'I'll get my vaccine later.'"

⟺ilure for humanity': rich world aims to end vaccine inequities

ROME (Reuters) -Rich nation leaders and big drugmakers promised on Friday to do more to bridge the startling divide in fighting COVID-19, with an increased flow of badly-needed vaccines to poorer regions. Lavishly-funded mass inoculation campaigns are helping many wealthy countries slash infections, but few shots have reached less developed nations where the virus still rages sometimes uncontrollably, drawing accusations of "vaccine apartheid". To date, some 1.53 billion doses have been administered globally, but only around 1% of them in Africa, according to the World Health Organization (WHO).


Stop 5G Hunger Strike

A hunger strike to stop 5G and to stop Italy from loosening their cell tower radiation limits was launched Tuesday 13 April 2021. It will continue until the final Italian parliamentary vote on wireless radiation threshold limits. Italy, along with countries such as China, India, Russia and Switzerland have far more restrictive wireless/cell tower radiation limits compared to the United States, Australia and Japan. However industry is aggressively working to get these countries to weaken their more restrictive cell tower radiation limits in order to deploy 5G. The vote could change the Italian wireless radiation thresholds from 6 V / m up to 61 V / m.

Stay updated with the latest news by signing up for Environmental Health Trust’s newsletter.

The initiative is promoted by the Italian Stop 5G Alliance and they also have a petition signed by over 62,000 people.

Scientific research on 5G and 4G densification shows adverse effects from wireless proliferation. Hundreds of scientists are calling to halt 5G.

Members of Parliament are speaking out during session. “Dear colleagues, with the approval of the opinions, today you have once again betrayed the promise made to the Italian people to truly protect their health, favoring the Government in its intent to raise the limits on electromagnetic emissions by jumping from the current 6 V / m at 61 V / m to RADIATE US ALL, ALWAYS, EVERYWHERE, IN A MASSIVE WAY. Continue to trivialize the concerns of over 600 ITALIAN MUNICIPALITIES and to offend their mayors who are democratically opposed to the 5G experimentation,” stated On. Sara Cunial.

“To avoid the tenfold increase in the Italian limits on electromagnetic emissions approved by the Parliamentary Commission, Alleanza Italiana Stop 5G promotes a hunger strike. Activists, politicians, mayors, doctors and technicians have already joined. More than 62,000 signatures collected.”

“What limiti are we talking about? Up to now the threshold in Italy has remained fixed at 6 V/m and 0.1 W/m2, but the intention is to bring them respectively to 61 V/m and 10 W/m2, however within the safety limits established by ICNIRP ( International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection). Let us remember that our country is the one that has so far imposed the most severe restrictions on this front among all those in the European bloc. Forcing operators to respect them, on the one hand reduces the emissions of each individual network infrastructure, but on the other pushes the telcos to install more on the territory in order to guarantee adequate coverage.”

As Dr. Joel Moskowitz points out, “I n the U.S., the maximum permissible radio frequency radiation exposure limit for the general population (uncontrolled exposure) is 10 W/m2 (10 watts per square meter) which is equivalent to the ICNIRP limit but 100 times the current limit in Italy .”

Italy has a very strong movement to stop 5G. Over 600 cities in Italy have passed resolutions to halt 5G until safety research has been completed. In March 2021 the Stop 5G Marathon was screened on Italy La Casa del Sole TV for 3 days with numerous speakers and experts including Dr. Devra Davis and Theodora Scarato of the Environmental Health Trust.

Stay updated with the latest news by signing up for Environmental Health Trust’s newsletter.

Watch an update on the hunger strike from Theodora Scarato, Executive Director of Environmental Health Trust and be sure to subscribe to EHT’s Youtube channel so you never miss a new video.

Get monthly newsletters on the latest science and policy of 5G by signing up for Environmental Health Trust’s newsletter.

Hunger Strike Participants

From 13 April 2021

Maurizio Martucci (continued)

Alessandro Pambianchi (1 day)

From 14 April 2021

From 15 April 2021

Elisabetta Lombardi (1 day)

From April 16, 2021

Annunziata De Masi (3 days)

From April 17, 2021

Sonia Lisa Chiavaroli (2 days)

From 18 April 2021

Gianluca La Camera (4 days)

From 19 April 2021

From 20 April 2021

Maria Luisa Lo Schiavo (1 day)

From 21 April 2021

Claudio Bastrentaz (2 days)

From 23 April 2021

From 24 April 2021

Anna Maria Borrelli (2 days)

From 26 April 2021

From 28 April 2021

From 29 April 2021

From 30 April 2021

According to the Italian Oasisana.com

Increasing the current limits of exposure to electromagnetic fields in a generalized way and for 24 hours constitutes a clear violation of the right to health considering that even the limits currently in force DO NOT exclude the possibility of biological effects for chronic exposures in the same way, the IARC (WHO) does NOT exclude the possibility of cancer from exposure to radio frequencies ”- Giuseppe Miserotti (ISDE environmental doctor)

I am very ready AND VERY DETERMINED to protest against this that, as a technician who works at the National Institute of Nuclear Physics – and therefore also works with Radiofrequencies – I have no doubts to define: A SILENT AND PROGRAMMED MASS ASSASSINATION !” – Francesco Litrico

We are ready to fight all the way against all the abuses, injustices, prevarications and oppressions of the systems of power. United we win! “ Fabio De Gregorio

It is necessary to oppose with every form of civil resistance to this further abuse and potential damage towards citizens, which foresees a dangerous increase in electrosmog, tenfolding the current threshold limits set by law. We therefore ask the institutions to review the national plan proposal, maintaining the current threshold limits for electromagnetic fields ”- Camillo Granchelli

“Enough electrosmog, the whole planet earth is in great danger”- Paola Manfrino

Stop 5G, let’s be strong not to succumb and let our planet succumb to the force of superpowers “- Roberta Bonardi

As an active part of the Stop 5G Emilia group, I join the hunger strike with pleasure and invite you to do so. Taking up the national appeal, we are organizing an operational online meeting in Bologna, to build critical mass and oppose with all our strength the raising of exhibition limits. Already at the current values ​​of attention, biological effects and not only have been found, especially for children and the most fragile people, the electrosensitive, what we could all become . “ Angela Donati

“I protest against 5G and the raising of threshold limits that already hurt the current figurative values ​​if they rise, it will be a continuous torture for both the electrosensitive and for other citizens. The ministers’ children will also be and the whole population will be microwaved and you know what the oven does when it turns on and cooks the food. We too will be cooked to perfection including the madmen who will change the law ”. Luigi Lai

Because even a slave can no longer tolerate his meat being used indiscriminately as a commodity or as a means for all sorts of scientific experiments! This is unacceptable for any human being who understands that he is one. Stop to 5G, Stop to human experimentation. Let’s regain our natural fundamental rights ! “ Claudio Bastrentaz

“WE SAFEGUARD AND PROTECT MOTHER EARTH AND ALL THE INHABITANTS FROM AN ELECTROMAGNETIC POLLUTION WHICH, IN ADDITION TO SICKING US WITHOUT EXCHANGE, WILL TAKE OFF DIGNITY AND FREEDOM. NO 5G ” Elisabetta Lombardi

As an urban guinea pig, I abstain from the basic activity for living, the daily nourishment, so that those who govern Italy are sensitized to curb the wild invasion of artificial electromagnetic waves .” Ombretta Diafaria

With this form of protest I express my NO to raising the limits I claim the right to health and, above all, that of our children. I am a member of the Alleanza Italiana Stop 5G and of the School Observatory, as well as the author of the book ‘Digital Children’ (The Green Lion) and a teacher of Higher Secondary School ”. Mena Senator

In France, Eugène Riguidel, the well known former winner of the double-handed Transat in 1979, went on a hunger strike, to oppose the installation of a 5G antenna 36 meters high on the outskirts of the village.

More at https://oasisana.com/2021/04/13/stop-5g-in-42-cominciano-lo-sciopero-della-fame-non-alzate-lelettrosmog/


Guarda il video: Aeroporti di Puglia, inaugurata la nuova configurazione della pista di volo