acetonemagazine.org
Nuove ricette

Una Pavlova diversa e un adulto felice

Una Pavlova diversa e un adulto felice



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Montate gli albumi con un pizzico di sale alla massima velocità. Quando si saranno induriti, lo noterete girando la ciotola, gli albumi montati a neve non vi cadranno in testa. Letteralmente. Quindi se hanno superato la prova, o meglio se avete superato la prova, versate lo zucchero a metà e continuate a mescolare, alla massima velocità, fino a quando tutto il composto non si indurisce e non si sente più ruvido. Alla fine, incorporare leggermente il succo di un lime fresco.

Nel frattempo, riscaldare il forno alla fase 2, 150 gradi. Carta da parati un vassoio Su una teglia da forno disegnare due cerchi con un diametro di 20 cm. Quando la meringa sarà pronta, adagiate la meringa con un cucchiaio o un pos, sulla superficie dei due cerchi appena disegnati. Infornate e infornate a 45-50 a 150 gradi, se volete una meringa beige e croccante fuori, ma morbida e appiccicosa dentro (lui, lui sono un grande fan J.O.:D). Se amate le meringhe bianche e croccanti, infornate per 2 ore a temperatura molto bassa, poi spegnete il forno e lasciate la meringa all'interno finché non si raffredda, in questo modo si asciuga, diventando super croccante.

Quando la meringa sarà fredda, iniziate ad assemblare la torta. Metti un cerchio di meringa, poi uno strato serio di panna montata, che hai preparato mescolando la panna liquida con i due cucchiai di zucchero a velo. Mettere le banane a fette e qualche fragola sopra lo strato di panna montata. Adagiate sopra il secondo cerchio di meringa, premendo leggermente, per farlo aderire. Mettere nello strato il resto della panna montata, poi le fragole, versare leggermente la copertura rimasta a piacere e grattugiare sopra la scorza di lime.

OH MIO DIO! Buon appetito!


Ingrediente: una casseruola di spinaci novelli, mezza cipolla rossa, 120 g di gorgonzola, 200 g di fragole, un cucchiaino di semi di sesamo, 70 g di noci pecan, 3 cucchiai di aceto balsamico, 3 cucchiai di sciroppo d'acero, uno o due cucchiaini di senape di Digione, 100 g di olio extra vergine di oliva, sale e pepe qb.

Preparazione: mettere in un frullatore aceto balsamico, sciroppo d'acero, senape, sale e pepe e mescolare a bassa velocità. Quindi aggiungere l'olio d'oliva e mescolare bene. Mettere le foglie di spinaci e qualche cucchiaio di salsa in una ciotola e mescolare bene, quindi aggiungere le fragole tagliate a metà, il formaggio schiacciato, la cipolla tagliata a julienne, le noci, i semi di sesamo. Mettere il resto della salsa in coppette e servire accanto all'insalata.


Il governo risolve la situazione dei 10 lebbrosi di Tichileşti. Dà loro altri 9 lei/giorno, per il cibo. Dăncilă: & # 8222Vogliamo vivere una vita decente! & # 8221

Il primo ministro Viorica Dăncilă ha annunciato, nella riunione del governo di mercoledì, una decisione che aumenterà l'indennità alimentare per i malati di lebbra di Tichileşti, nella contea di Tulcea. Sono circa 10 i malati che vivono in questo ospedale. Un mese fa, i dipendenti dell'unico lebbrosario della Romania hanno chiesto aiuto a Facebook per poter nutrire i dieci malati.

Stiamo correggendo una situazione difficile in cui si trovano i nostri simili. Mi riferisco ai pazienti ricoverati all'ospedale di Tichileşti, caso riportato anche dai media. La decisione odierna è di fornire una quantità quasi doppia per la norma alimentare quotidiana. Vogliamo dare ai pazienti una vita dignitosa, perché questo ospedale è praticamente la loro casa& # 8222, ha dichiarato Viorica Dăncilă, in apertura della riunione dell'esecutivo.

Progetto di modifica alla DG n. 429/2008 sul livello delle indennità alimentari per il consumo collettivo nelle unità sanitarie pubbliche è avviato dal Ministero della Salute.
Un dipendente dell'ospedale Tichilești di Isaccea, dove sono ricoverati una decina di malati di lebbra, ha chiesto aiuto alle persone tramite Facebook.

& # 8222Vorrei chiedere loro di donare, o dare, o fare l'elemosina con qualche verdura avanzata. Lavoro nell'unico ospedale in Romania che si occupa di malati di lebbra - Ospedale Tichilesti (Isaccea, Contea di Tulcea). Al momento abbiamo altri dieci pazienti ricoverati. Il problema è che lo stato stanzia solo 11 lei/giorno/persona per il cibo. "La quantità è molto piccola per poter fornire tre pasti al giorno e i prezzi del cibo sono come tutti sappiamo", ha detto l'impiegato dell'unità sanitaria.

Successivamente, il Ministro della Salute, Sorina Pintea, ha annunciato che presenterà al Governo un progetto di atto normativo che esonera l'Ospedale di Tichilești dalle disposizioni della DG 665/2016 sull'indennità alimentare concessa nelle strutture sanitarie, al fine di beneficiare di un aumento della tariffa per la norma alimentare.

Secondo il Ministero della Salute, la direzione dell'ospedale di Tichilești non ha mai richiesto l'integrazione di fondi alimentari o altre necessità.

& # 8222Si tratta di una situazione speciale che necessita di una risoluzione urgente. Il ministero della Salute sta già lavorando a una bozza di atto normativo che possa rimettere a posto le cose. I 10 pazienti hanno bisogno di condizioni per una vita dignitosa in questo ospedale che è praticamente la loro casa, perché qui trascorrono tutta la loro vita. Penso che questa unità debba avere un regime speciale, non può essere soggetta alle regole che si applicano in un ospedale che riceve pazienti solo per un periodo di tempo limitato e che tornano a casa dopo aver risolto il problema medico. La situazione è ancora più drammatica e richiede una soluzione rapida, perché la maggior parte di queste persone non ha più nessuno al mondo & #8221, ha affermato Sorina Pintea, dopo che il caso è apparso nello spazio pubblico.


TORTA PAVLOVA

La sua storia: Questo è davvero un dolce con la storia di una ballerina che ha ispirato un dolce facile come i suoi passi di danza.
La "paternità" di questo dolce è rivendicata sia dagli australiani che dai neozelandesi, poiché la ballerina Ana Pavlova fece un giro sia in Australia che in Nuova Zelanda nel 1926-1927 e uno chef di quel periodo le dedicò un omaggio. totu-tou della ballerina, che sarebbe stato decorato con rose di seta nei toni del rosso e del verde, ecco perché la presentazione iniziale sembra essere stata con fragole e kiwi.
Farò lo stesso questa volta.
INGREDIENTI (per 2 torte):
Per meringa
5 albumi d'uovo
un pizzico di sale
225 g di zucchero semolato o per ogni albume 3 cucchiai di zucchero a velo
1 cucchiaio di amido
1 cucchiaino di aceto di vino bianco o succo di limone

Per il ripieno
500 ml di panna liquida
1 cucchiaio di acqua di fiori (rosa, fiori d'arancio)
500 g di frutta (io ho usato kiwi, fragole e arance)
100 g di cioccolato
Metodo di preparazione:
Preriscaldare il forno a 140 gradi C.
Su un foglio di pergamena, disegnate un cerchio del diametro di 23 cm e posizionate il foglio su un vassoio, seguendo la matita verso il basso (in modo da non stampare sulla meringa).

Versare gli albumi in una ciotola capiente e cospargere di sale. Batteteli con il mixer fino a farli diventare schiuma.
Aggiungere due cucchiai di zucchero e continuare a montare gli albumi finché lo zucchero non si sarà sciolto. Metti altri due cucchiai di zucchero e fai lo stesso finché non usi tutto lo zucchero e la schiuma diventa viscosa e lucida. Incorporare (con il mixer in funzione) l'amido e l'aceto.
Versare la schiuma sulla sfoglia preparata, stendere la meringa ad uno spessore di 1-2 cm e caricare il bordo formando un bordo a crostata. (qui hai un bordo a rosetta realizzato con una cornetta per decorare)

Mettilo subito nel forno preriscaldato. Una volta messo in forno, impostare alla temperatura più bassa. Dopo circa 10 min. lasciare la porta del forno socchiusa (possibilmente sorreggerla con un cucchiaio di legno) e lasciare che la meringa inizi a dorarsi leggermente (circa 1 ora). Sfornate la meringa, adagiatela su una griglia metallica e lasciate raffreddare completamente.

Mentre il piano di lavoro si raffredda, sciogliere il cioccolato al latte a bagnomaria o nel microonde. Quindi versatela delicatamente sul piano di meringa - Questa precauzione per sigillare il piano e proteggerlo dall'acqua contenuta nella crema non è necessaria se il toro viene consumato subito dopo la posa. Lasciar raffreddare e indurire il cioccolato.
Mentre il cioccolato ricristallizza, montate la panna montata e spalmatela abbondantemente sulla superficie della meringa.
Lavare e tagliare la frutta a fette e disporle armoniosamente sulla panna montata.
Inoltre, ho decorato con fragole disegnate nel cioccolato e cioccolato disegnato in filo sottile.
Le torte sono così:


E la sezione:


Questa era la versione francese della meringa. L'ho usato questa volta perché ho servito la torta appena preparata.
Se vuoi fare il piano di lavoro qualche giorno prima, usa la versione svizzera della meringa:
Separare gli albumi, metterli in una ciotola, aggiungere il doppio del loro peso nello zucchero semolato e nel succo di mezzo limone.
In una pentola far bollire l'acqua, adagiarvi sopra la ciotola e sbattere gli albumi. Quando il composto sarà caldo al tatto, togliere la ciotola dalla padella con acqua calda e continuare a mescolare fino a completo raffreddamento (circa 10 min). Aggiungere l'amido sotto la pioggia e mescolare delicatamente.
Queste meringhe (chiamate meringhe svizzere) sono molto più resistenti all'umidità delle meringhe francesi.


Consigli:
& # 8226 Foderate la teglia con carta da forno (la meringa si staccherà facilmente).
& # 8226 Prima di montare gli albumi, teneteli a temperatura ambiente (sbatteranno meglio).
& # 8226 Gli albumi delle uova meno fresche batteranno meglio di quelli delle uova molto fresche.
& # 8226 L'amido e l'aceto stabilizzano la meringa (evitando che si lasci andare) - quindi non rinunciare a questi ingredienti.
& # 8226 È preferibile che la ciotola in cui sbatti gli albumi sia di vetro o di metallo, in nessun caso di plastica (non importa quanto bene lo lavi, la plastica trattiene il grasso).
& # 8226 Quando si separano gli albumi dai tuorli, versarli prima in una piccola ciotola, poi in una grande - per precauzione, se si rompe accidentalmente il tuorlo. Anche una piccola quantità di tuorlo è molto unta e comprometterà la vostra meringa.
& # 8226 Prepara la bezeaua. Affinché gli albumi possano montare a neve, cioè per ottenere una meringa perfetta, la ciotola e gli utensili che utilizzate devono essere perfettamente puliti. Una piccola quantità di grasso sul filo o nella ciotola può far sì che gli albumi non aumentino di volume.
& # 8226 Vuoi una combinazione speciale? Se preferisci un ripieno a contrasto, sostituisci metà della quantità di panna con yogurt naturale: si sposa perfettamente con pesche, mandorle e un cucchiaio di miele sopra. Il cioccolato ti sembra più adatto? Farcire la torta con panna montata, lamponi e cospargere molto cioccolato grattugiato - possibilmente delle spirali, che sono più attraenti!
& # 8226 La meringa croccante può essere anche una base per altri dolci.


La pandemia di COVID potrebbe portare a una crisi nella fornitura di birra e bibite. La birra può perdere la sua effervescenza

La diminuzione delle riserve di anidride carbonica negli impianti di etanolo fa temere una crisi nella fornitura di birra, bibite e acqua minerale negli Stati Uniti (USA), osserva Reuters.

I birrifici di birra e bibite utilizzano l'anidride carbonica per la carbonatazione, processo che conferisce effervescenza alla birra e alle bibite gassate.

I produttori di etanolo sono il fornitore chiave di anidride carbonica per l'industria alimentare perché cattura questo gas, che è un sottoprodotto del processo di produzione dell'etanolo, e poi lo commercializza in grandi quantità all'industria delle bevande gassate, compresi i birrifici. .

Secondo Reuters, la produzione di etanolo è diminuita drasticamente di recente a causa della pandemia di COVID-19.

In effetti, il calo della produzione di etanolo sta influenzando le forniture di anidride carbonica (CO2) all'industria alimentare e la cattiva notizia è che 34 dei 45 impianti di etanolo statunitensi hanno ridotto o addirittura interrotto la produzione, secondo il direttore della Renewable Fuel Producers Association. , Geoff Cooper.

Allo stesso tempo, i fornitori di CO2 hanno aumentato i prezzi per i clienti dell'industria della birra, per i produttori di birra, ad esempio a causa della riduzione della produzione.

E i prezzi sono aumentati in modo significativo, del 25%, secondo Bob Pease, presidente della Brewers' Association, citato da Reuters.

Il problema sta crescendo. Ci viene comunicato quotidianamente dai membri dell'associazione che questo sta accadendo. Penso infatti che la situazione riguarderà alcuni birrifici che inizieranno a fermare la produzione tra 2-3 settimane.

Bob Pease, presidente della Brewers Association:

La Brewers' Association rappresenta i piccoli produttori americani di birra artigianale, che forniscono circa il 45% del loro fabbisogno di CO2 dai produttori di etanolo.

In una lettera inviata all'inizio di aprile, il 7, al vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, l'Associazione dei produttori di gas compresso degli Stati Uniti ha stimato che la produzione di CO2 è diminuita di quasi il 20%.

Il firmatario della lettera, il presidente dell'associazione, Rich Gottwald, ha affermato che entro la metà di aprile la produzione potrebbe diminuire del 50%, in assenza di misure di sostegno in questo periodo.

Secondo Reuters, è stato chiesto ad altri produttori di bibite e bevande alcoliche che utilizzano CO2, ma non hanno ancora commentato. Tra le aziende a cui è stato chiesto il loro parere c'erano Coca-Cola, PepsiCo Inc, Constellation Brands Inc.


Una Pavlova diversa e un adulto felice - Ricette

Ho deciso di regalargli un biglietto di viaggio all'estero per il 18° compleanno di mio figlio. Un biglietto con cui può portare con sé chi vuole. ho cercato in rete offerte vacanze 2014 e ho trovato un sito che offriva le migliori offerte di prenotazione anticipata dal mercato.

Ho aspettato ancora qualche giorno in cui ho cercato perché pensavo che i prezzi sarebbero stati più convenienti ma sono rimasto spiacevolmente sorpreso di scoprire che, più si aspetta e l'estate si avvicina, i prezzi diventano più cari. Ho subito preso il telefono e ho chiamato l'azienda e ho chiesto cosa? offerte tacchino 2014 Posso offrire. Ho scelto la Turchia perché so dalle discussioni con mio figlio che gli piace molto e che vorrebbe saperne di più sulla cultura e la civiltà di questo paese. Ora può finalmente realizzare il suo sogno di volare in aereo.

Sono contento di potergli fare questo regalo meraviglioso perché non ho mai avuto una cosa del genere e mi piace sapere che posso renderlo felice. Sta a lui scegliere la persona che vorrà portare in viaggio. So che ha una ragazza a cui tiene molto e sono convinto che sarà la persona prescelta. Ecco perché ho preso un biglietto per due persone. Sapevo che non poteva andare da solo in una vacanza del genere. Qualcuno li catturerà bene.

Non ci sono commenti:

Posta un commento

Utilizzando questo modulo dai il tuo consenso affinché questo sito utilizzi e conservi esclusivamente per i commenti i dati personali che inserisci (nome, sito o account google).


RICETTE RUMENE. "Cotolette" di verdure (ricetta tra le due guerre per la vigilia dell'Epifania)

Rovistando tra gli scaffali di vecchi libri di cucina, mi sono imbattuto nel volume di un giornalista & ldquode gastro & rdquo degli anni tra le due guerre. Maria Parvulescu, la direttrice della rivista & ldquoFemeia satelor & rdquo, apparsa a Timisoara nel & rsquo30, pubblica un opuscolo - 77 pagine, che conteneva un numero fisso di 100 ricette & ndash intitolato & ldquoPostary food o 5 capitoli: Zuppe, Alimenti, Bistecche, Insalate e Dolci. Essendo la vigilia dell'Epifania, giorno di digiuno (nero veloce, per chi può mantenerlo), ho scelto la ricetta di questo giorno.

Dalla prefazione, estraggo alcuni pensieri dell'autore sul digiuno: & ldquoGesù Cristo il Figlio di Dio ha prescritto il digiuno & ndash in modo che possiamo confessare, - cioè, per essere in grado di alleggerire i nostri peccati che commettiamo quotidianamente, sia volontariamente oppure a malincuore & ndash e quindi da condividere, bisogna avere anche un corpo leggero: questo si ottiene solo attraverso il digiuno. Alcuni dicono che il digiuno è difficile, altri che il digiuno è troppo costoso, ma la verità non è dalla parte di nessuno. Sarebbe difficile digiunare se per 6 settimane l'uomo non mangiasse altro che zuppa di fagioli e insalata di patate, come fanno molti abitanti del villaggio ed è costoso solo se si prepara il polpo, tohn e si mangia solo halva, come fanno orasenii & rdquo . Le 100 ricette & ndash molte delle quali pubblicate dall'autrice, negli anni, nelle pagine della rivista da lei gestita & ndash sono di tutti i tipi, non necessariamente rumene, non necessariamente semplici.

Il capitolo & ldquoFries & rdquo mi ha incuriosito all'inizio, ma ho subito capito che nelle 9 ricette si usavano solo verdure: patate o pane di sedano, polpette di patate, porri o spinaci mi sembravano relativamente semplici. Ecco una ricetta che vi do per intero: & ldquoCotlets di diverse verdure.


La cucina di Elena

Hai bisogno di un vassoio di 28 cm di diametro:
4 albumi grandi (o 5 più piccoli), in media 180 g
8 gocce di succo di limone
un pizzico di sale
1 tazza di zucchero (200 g di zucchero)
1 cucchiaino e 1/2 di amido di mais
1 cucchiaino di aceto
1/4 tazza di cacao (1 cucchiaio pieno)

1 mango
qualche more
300 ml di panna dolce per panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo (facoltativo, preferisco non metterlo)

Per prima cosa accendi il forno a scaldare per 10-12 minuti mentre la meringa cuoce.
Mettere gli albumi con il sale e le gocce di limone nel mixer e sbattere bene per 1 minuto. Aggiungere un po' di zucchero mentre la planetaria è in funzione e continuare a sbattere per circa 5 minuti alla massima velocità. Aggiungere la fecola e l'aceto e sbattere per rendere la meringa dura, lucida ma schiumosa.

Infornare a 180° per 10 minuti e poi cuocere per circa 50 minuti con lo sportello del forno socchiuso, quanto basta per tenere il pugno di un bambino. Per i forni elettrici, impostare la temperatura a 140-150 gradi al massimo per la seconda parte della cottura. Aprire quasi completamente il forno, a cottura ultimata, in modo che il raffreddamento avvenga gradualmente.


Le storie dell'Ancora. La leggenda della Carpa e della Carașoaica

"I pescatori del Delta e del Danubio non si accontentano di battezzare il pesce per varietà, ma anche per dimensione", mi disse una volta il mio amico, che era addolcito ai piatti del delta, Radu Anton Roman. "La carpa si chiama prima ciortănică, fino a due o trecento grammi, poi ciortanica (fino a un chilogrammo!), poi crăpcean. Solo quando supera i due chili arriva dritto alla nobile carpa lime”. Ehi, ma che carpa!

In queste giornate autunnali, turbate dai benigni ricordi dell'estate, dal 18 al 31 di Brumărel, CHERHANAUA ANCORA vi invita a gustare i piatti della festa. E' IL FESTIVAL DELLA CARPA E DEL CARAS!

Il menù del giorno è stato arricchito con ricette preparate dai due pesci. Si possono degustare Carp Plachie, Carp Head Borscht, Lipovan Fish Soup e Fried Caras - anche piatti che ricordano alle papille gustative quanto sia ricca la gastronomia dei nostri villaggi vicino a fiumi e stagni, nei prati del Danubio o nel cuore del Delta.

A Cherhnaua Ancora, è stato a lungo un fan dei pasti. La salamoia di carpa - con le verdure cotte nel loro sugo e accanto i grumi dorati di polenta - si è guadagnata le lodi nel corso dell'anno. Ma ora, in vacanza, è il caso di far posto alla targa - che lo stesso Radu ha detto essere "opera di una fiera valacca, di una signora con ospiti il ​​giovedì e ifose tutti i giorni". Cucinato in modo classico, con cipolle e pomodori maturi, con qualche peperone (per il profumo dell'orto del sud) e con un pizzico di vino, questo piatto non vi farà rimpiangere nessun boccone. (Magari tra un anno, in un'altra vacanza, proveremo sua sorella, la passera di Bucovina, che aggiunge al pesce un gusto ispirato alla rinascita e al bosco: carne di. Spugne raccolte dalle conchiglie.) una vera prelibatezza del Delta. La testa - che troverai accanto a te, nel brodo - ti sfida a lasciare a tavola tutto quello che sai sulle buone maniere. La testa rosicchia fino all'ultimo osso, fino all'ultimo avaro, con. la religiosità con cui lo fanno i pescatori del Danubio, prendendo così il potere dal "fratello carpa". E se il borscht dalla testa di carpa è acido. borscht, la zuppa Lipovan è fatta secondo le salumerie delle barbe del Delta, inacidita con aceto e accompagnata da peperoncino. (Ho sentito dire che il borscht sarebbe stato acido, da qualche parte, con succo di cavolo. Non ho provato, ma i giorni non sono andati nella borsa e la gastronomia di pesce deve essere provata. Ogni giorno lasciato da Dio). Quanto alle carogne, svolazzano ansiose nella padella, aspettando che i tuoi signori le battano come diresti tu. pesci, trovandoli un buon compagno in un bicchiere di vino.

E ora che hai sistemato la pancia, parliamo. Le leggende, come è noto, hanno anche un fondo di verità: altrimenti lo stagno sarebbe troppo grande e il pesce catturato con la canna da pesca del pescatore sarebbe troppo lungo. E poiché abbiamo riportato in discussione il pescoso mondo degli stagni e dei laghi, dove trascorrono i secoli le persone ingannate da imbroglioni e farabutti, sbrogliamo il filo di una leggenda, in cui vengono catturate due creature dispettose, che sono ancora molto gustoso, con accanto mujdei e polenta!

Carpe e carassi sono le nostre stelle oggi. O, per meglio dire, la carpa e la carogna.

Non so se i vostri signori conoscono questo dettaglio, ma le carogne, al loro passaggio nel secondo anno di esistenza, da maschi si trasformano in femmine. Ecco perché, se catturi (o compri) carcasse più lunghe di 15-20 cm, troverai sempre caviale (gustoso come una carpa!). E negli stagni dove ci sono carpe e. portatori, spesso queste due specie "si sposano", e dal loro accoppiamento escono. solo vettori. Anche per questo motivo i custodi dei laghetti e degli stagni per la pesca sportiva cercano di non gettare in acqua, accanto al novellame di carpa, il carassio, perché in breve tempo lo stagno offrirebbe al piacere del pescatore solo carassi, crucian e portatori.

Questa è la realtà sul campo. O, beh, fuori dallo stagno! Ma che dire della leggenda?

Si dice che una volta fosse un bel ragazzo - con i capelli come l'oro, lunghi e pieni di anelli, con maglie d'acciaio sul suo corpo magro - che si innamorò di un lago. Ma poiché le fate dell'acqua pensavano male a qualsiasi uomo che si avvicinasse alla loro dimora (e il ragazzo voleva stare con colui per il quale i suoi talloni avevano preso fuoco, che, forse, avrebbe colto l'occasione per confessare il suo amore e farlo suo proprio), nostro figlio - il cui nome era Caras - si travestì in a. domestica. Indossava abiti da donna, ei suoi capelli erano arruffati e intrecciati in ciocche. Bussò alla porta dell'acqua e dopo essersi visto nel palazzo delle fate, cercò di infilarsi sotto la pelle. Non era difficile per lui, perché aveva una parola astuta, e la mamma Friday, che aveva pregato prima di entrare in questa avventura, aveva dotato le sue mani, che erano state capaci di girare la palizzata con l'abilità di cucire abiti di filo di seta e tessere borangico.

Caras era così degno nel suo ruolo di ragazza, che i conoscenti lo amavano (la amavano) e allevavano la cameriera accanto a loro, chiamandola "loro sorella" da allora.

Ora, non so come il Regno delle Acque sia andato in guerra con il Regno della Terra. Le persone di sopra avevano ricevuto aiuto dal Re Sole, che aveva inviato i suoi forti raggi sul lago delle fate, asciugandolo a poco a poco. Fu vista una via d'uscita da tutti questi guai: il Re della Terra, il cui nome era Carp, sposare il Cavaliere dei Cavalieri e unire i due regni. Solo quando raggiunse il palazzo nelle profondità, gli occhi di Crap caddero sulla "sorella dei mascalzoni", su Caras, quella travestita da ragazza. Non andava bene per nessuno dei due. La Fama dei Padri ha riversato su di loro la sua ira. Caras non ha avuto il tempo di gridare che non è una ragazza, è una stronza! La maledizione della stima lo ha trasformato in. pesce. Carrozza! E Crap - trasformato in contadino - non riuscì mai a calpestare la terra di cui era imperatore. Un altro prese posto sul trono reale, e la pace sedeva, silenziosa (come un pesce), tra i terrestri e le fate del lago.


    • 300 g di filetto di salmone (2 pezzi)
    • 30 g di burro
    • 2 uova
    • 30g pesmet panko
    • 2 pomodori di media grandezza
    • 10 g di prezzemolo
    • 5 g di timo verde
    • 400 g di patate
    • 100 g di barbabietole rosse bollite
    • 80 g di panna acida fermentata
    • 10 g di erba cipollina
    • 50 g di vino bianco
    • 100 g di panna dolce
    • 10 g di aglio
    • 100 g di cipolla bianca

    Tritare finemente il prezzemolo e il timo. Tagliare i pomodori a cubetti, eliminando la polpa. Per la crosta, mescolare in una ciotola metà del prezzemolo, timo, pomodori, tuorli, burro, sale e pepe. Mescolare bene gli ingredienti fino a quando la composizione diventa omogenea.

    Mettere i filetti di salmone in una teglia da forno, cospargere di sale e pepe. Prendete la composizione precedentemente preparata e spalmatela in parti uguali sui due filetti di salmone. Cuocere la padella per circa 12 minuti, fino a quando la crosta diventa marrone.

    Nel frattempo lavate le patate e lessatele in acqua salata. Quando sono pronte, sbucciatele e tagliatele a cubetti. Grattugiare le barbabietole e tritare finemente l'erba cipollina. In una ciotola capiente, mescolare barbabietole, patate, erba cipollina, panna acida, sale e pepe.

    Sbucciare e tritare finemente l'aglio e la cipolla. Per la salsa, scaldare un filo d'olio d'oliva in una padella e far appassire la cipolla e l'aglio per circa 2-3 minuti. Quindi aggiungere il vino e lasciar sobbollire finché il liquido non evapora. Quindi aggiungere la panna acida, sale e pepe e far bollire, mescolando, fino a quando la salsa diventa cremosa. Quando la salsa sarà pronta, toglietela dal fuoco e aggiungete il prezzemolo rimasto.

    Servire il salmone con la salsa e le patate alla barbabietola.


    Video: Տորթ Պավլովա - Բեզեով Սերուցքով Թխվածք - Cake Pavlova - Heghineh Cooking Show in Armenian