acetonemagazine.org
Nuove ricette

I federali arrestano 2 uomini legati al furto di $ 300.000 in vini rari dal ristorante francese della lavanderia di Thomas Keller

I federali arrestano 2 uomini legati al furto di $ 300.000 in vini rari dal ristorante francese della lavanderia di Thomas Keller



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Due uomini sospettati di aver rubato diversi vini di fascia alta dalla lavanderia francese nel 2014 sono stati arrestati questa settimana

Gli uomini sono anche sospettati di aver rubato vini da un altro ristorante californiano e da un commerciante di vini a San Francisco.

Gli investigatori federali hanno incriminato due uomini per il loro presunto coinvolgimento in un massiccio furto di vino a The French Laundry, il ristorante tre stelle Michelin di Thomas Keller.

A Natale 2014, i ladri hanno fatto irruzione nel ristorante e hanno rubato $ 300.000 di vini di alto valore dalla cantina, 76 bottiglie in tutto. La collezione conteneva alcuni dei vini più costosi al mondo, tra cui Screaming Eagle e Domaine de la Romanée-Conti.

Un mese dopo, la maggior parte della scorta è stata recuperata a Greensboro, nella Carolina del Nord, a quasi 3.000 miglia di distanza. All'epoca l'identità dei ladri era sconosciuta.

Mercoledì 27 aprile, secondo il Napa Valley Register, le autorità hanno arrestato il 53enne Alfred Georgis e il 44enne David Kiryakoz in relazione al crimine. Giovedì, in un tribunale federale di San Jose, ciascuno è stato accusato di un solo capo di cospirazione per il trasporto di beni rubati e di due capi di trasporto di beni rubati.

Georgis e Kiryakoz sono anche accusati di aver rubato vini da Alexander's Steakhouse, un ristorante a Cupertino e un commerciante di vini a San Francisco.

Kiryakoz è stato rilasciato su cauzione, ma Georgis è attualmente in attesa di un'udienza per la cauzione il 4 maggio.


Testo intero

Cantavano, parlavano, chiedevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto di aver appeso sopra il ponte pedonale a Berkeley lunedì per rendere le persone consapevoli dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (Federazione americana dei dipendenti di stato, contea e municipalità) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, chiedevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink alla riunione, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto di aver appeso sopra il ponte pedonale a Berkeley lunedì per rendere le persone consapevoli dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (American Federation of State, County and Municipal Employees) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, chiedevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto che lunedì si è fermata sul ponte pedonale di Berkeley per informare le persone dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (Federazione americana degli impiegati statali, di contea e municipali) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, chiedevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto che lunedì si è fermata sul ponte pedonale di Berkeley per informare le persone dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (Federazione americana degli impiegati statali, di contea e municipali) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, pretendevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink alla riunione, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto che lunedì si è fermata sul ponte pedonale di Berkeley per informare le persone dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (Federazione americana dei dipendenti di stato, contea e municipalità) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, chiedevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto di aver appeso sopra il ponte pedonale a Berkeley lunedì per rendere le persone consapevoli dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (American Federation of State, County and Municipal Employees) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, pretendevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink alla riunione, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto di aver appeso sopra il ponte pedonale a Berkeley lunedì per rendere le persone consapevoli dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (Federazione americana degli impiegati statali, di contea e municipali) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, chiedevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto che lunedì si è fermata sul ponte pedonale di Berkeley per informare le persone dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (American Federation of State, County and Municipal Employees) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, pretendevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto di aver appeso sopra il ponte pedonale a Berkeley lunedì per rendere le persone consapevoli dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (Federazione americana degli impiegati statali, di contea e municipali) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Testo intero

Cantavano, parlavano, chiedevano, erano divertenti, seri: il gruppo di circa 100 persone riunito da Code Pink all'Oakland Federal Building martedì stava facendo tutto il possibile per dire ai poteri forti di smettere di finanziare la guerra in Iraq.

Dovevano urlare il loro messaggio sopra il traffico e il brusio di mezzogiorno in centro. "La nostra costituzione non copre i permessi audio a Oakland", ha detto Zanne Joi di Code Pink, dopo che la polizia ha vietato il sistema audio portatile del gruppo.

Mentre la maggior parte dei partecipanti era in una modalità di opposizione, condannando George Bush, Dick Cheney, Condoleezza Rice e altri, Joi ha riservato lodi alla rappresentante di Oakland Barbara Lee. "Dobbiamo ringraziare l'unica deputata che ha votato contro la guerra fin dall'inizio", ha detto alla folla esultante.

Coloro che si sono riuniti hanno anche preso tempo per onorare i caduti in guerra e lodare la terra. "Questo è il terreno che teniamo per la pace, nessuno ce lo toglierà", hanno cantato.

Indossando una maglietta "Fuck Bush", una donna che si identifica come Soul, ha parlato alla folla. Soul si è identificata come un'anarchica di Berkeley Liberation Radio e ha detto che lunedì si è fermata sul ponte pedonale di Berkeley per informare le persone dell'alto tasso di suicidi tra le truppe in Iraq e coloro che tornano a casa.

"Siamo il fertilizzante, seminando i semi del dissenso", ha detto alla folla.

Il lavoratore dell'East Bay Municipal Utility District Charles Smith, dell'AFSCME 444 (Federazione americana dei dipendenti di stato, contea e municipalità) ha tenuto uno striscione che proclamava lo "Spirito del '76" e chiedeva l'impeachment per Bush e Cheney. Smith ha detto che sperava che la gente avrebbe "cacciato a calci re George [presumibilmente Bush] dalle colonie".

Altri gruppi che hanno sostenuto la manifestazione includevano Grandmothers for Peace, Singing for Peace e United for Peace and Justice.

Dana Dillworth era in piedi a lato della folla, un enorme sigaro tra i denti e gridava: "Compra titoli di guerra, o azioni di Lockheed, Halliburton o Procter and Gamble".

Quando il Daily Planet si è avvicinato, ha detto. "Dio benedica l'America. Grazie a Dio le mie azioni continuano a salire". Dillworth ha detto di essere venuta dalla sua casa di Brisbane per deridere coloro che si arricchiscono grazie allo sforzo bellico.


Guarda il video: Ֆրանսիացի գործարարների հետ քննարկվել են համագործակցության հնարավորությունները