acetonemagazine.org
Nuove ricette

Carlo Cracco, due stelle Michelin di Milano, apre un nuovo ristorante in una vecchia segheria

Carlo Cracco, due stelle Michelin di Milano, apre un nuovo ristorante in una vecchia segheria



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Dopo aver aperto un ristorante che ha ricevuto due stelle Michelin, sembrerebbe che il prossimo passo logico nella carriera di uno chef sia quello di aprire un altro ristorante di alta cucina da aggiungere alle sue stelle. Ma questo non è il caso del venerato chef italiano e mastermind Chef Carlo Cracco di Cracco Peck insieme a Tanja Solci.

event_venue=###contact_name=###contact_phone=###contact_email=

Invece, il genio culinario di livello mondiale, il cui ristorante esistente occupa un posto tra i 50 migliori ristoranti del mondo, si è procurato una vecchia segheria e la sta trasformando in un ristorante a prezzi accessibili. Si chiama Carlo e Camilla in Segheria (sito web non ancora attivo), il nome del ristorante è un po' un gioco di parole. Segheria, che significa segheria, è la destinazione del ristorante, mentre Carlo e Camilla si divertono un po' con i reali britannici.

A differenza dell'altro ristorante di Cracco a Milano, Carlo e Camilla sarà più abbordabile con costi previsti di circa $ 55 USD per ospite. Ancora più di un allontanamento dal lussuoso Cracco Peck è che la segheria non ha subito alcun restauro oltre a tocchi decorativi. I commensali vedranno e sperimenteranno eleganti stoviglie vintage, lampadari in vetro e sedie di design scelti dal partner del ristorante e direttore artistico Tanja Solci.

Per contrastare esteticamente con l'ambiente, la segheria stessa è stata lasciata abbastanza intatta. Tutti i mattoni e le travi del locale rimangono intatti e visibili, così come le pareti scrostate, creando una fresca atmosfera post-industriale. Con 65 posti a sedere su un unico enorme tavolo, i partner del ristorante (il terzo è il direttore del cantiere Nicola Fanti) hanno messo insieme un ristorante di destinazione che dovrebbe offrire un'esperienza culinaria sinceramente unica.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver compiuto gli studi presso una scuola alberghiera professionale vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco fa due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell’s Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver compiuto gli studi presso una scuola professionale alberghiera vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco compie due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell's Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver compiuto gli studi presso una scuola professionale alberghiera vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco fa due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell’s Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver compiuto gli studi presso una scuola alberghiera professionale vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco fa due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell’s Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver compiuto gli studi presso una scuola professionale alberghiera vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco fa due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell’s Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver compiuto gli studi presso una scuola professionale alberghiera vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco fa due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell’s Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver completato gli studi presso una scuola professionale alberghiera vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco compie due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell's Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver compiuto gli studi presso una scuola alberghiera professionale vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco compie due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell's Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver compiuto gli studi presso una scuola alberghiera professionale vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco compie due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell's Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Carlo Cracco: uno chef stellato

Carlo Cracco è uno degli chef italiani più famosi e conosciuti ed è uno dei quattro giudici del programma televisivo Masterchef.
Cracco nasce a Vicenza nel 1965. Dopo aver completato gli studi presso una scuola professionale alberghiera vicino alla città di Vicenza, in Veneto nel 1986 si trasferisce a Milano e inizia la sua carriera professionale al fianco del grande chef Gualtiero Marchesi, primo ristorante italiano a raggiungere il tre stelle Michelin.
Decide quindi di trasferirsi in Francia per conoscere e confrontarsi con i segreti della cucina francese.
Dopo questi tre anni, è tornato in Italia, a Firenze, dove è diventato il primo chef dell'“Enoteca Pinchiorri”, che durante la sua guida ha ottenuto tre stelle Michelin.
Dopo aver affiancato Gualtiero Marchesi nel suo nuovo ristorante “L’Albereta” ad Erbusco (Brescia), si trasferisce in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie” in provincia di Cuneo, dove dopo solo un anno di apertura, guadagna la stella Michelin.
Nel 2001 lo Chef torna a Milano per l'apertura del ristorante “Cracco-Peck” dove Cracco veste i panni di Chef Executive in un lussuoso palazzo nel cuore di Milano. Il ristorante è riuscito a guadagnare due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Sempre dal 2007 Cracco è stato nominato Chef Patron, rinominando il ristorante in “Ristorante Cracco”.

Nel 2007, grazie alla sua bravura nella sua tenacia e alle sue capacità imprenditoriali, è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti del mondo.
Nel 2012 firma un'altra collaborazione con la famiglia Trussardi per occuparsi della gestione e del rinnovamento del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano.
Dal 2001 Carlo Cracco ha deciso di intraprendere anche la carriera televisiva diventando uno dei tre giudici del noto reality show Masterchef Italia. La sua durezza e impassibilità lo caratterizzano come un giudice da temere, ma in realtà incoraggia i giovani chef dilettanti a impegnarsi a fondo e capisce cosa significa veramente diventare chef in Italia.
Nel 2014 Cracco fa due passaggi per la sua carriera: diventa giudice del talent show americano Hell's Kitchen Italia e nel febbraio 2014 apre “Carlo e Camilla in Segheria”, gastro-bistrot e cocktail bar a Milano, un antica segheria caratterizzata da ampi spazi e da un lungo tavolo centrale per potenziare la convivialità legata alla tradizione culinaria italiana.


Guarda il video: CONTINENTAL. ԿՈՆՏԻՆԵՆՏԱԼ