acetonemagazine.org
Nuove ricette

Cecily Strong sarà la protagonista della prossima cena dei corrispondenti della Casa Bianca

Cecily Strong sarà la protagonista della prossima cena dei corrispondenti della Casa Bianca



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Cecily Strong sarà l'intrattenitrice in primo piano della prossima cena dei corrispondenti della Casa Bianca

Cecily Strong (a sinistra) con Tina Fey.

Il membro del cast di Saturday Night Live Cecily Strong (noto anche come The Girl You Wish You Hadn't Started a Conversation with at a Party) sarà il protagonista della cena dei corrispondenti della Casa Bianca la prossima primavera, riferisce Politico.

Cecily, il cui padre è Bill Strong, ex capo dell'ufficio dell'Associated Press presso l'Illinois Statehouse, sarà l'intrattenitore in primo piano per oltre 2.000 ospiti della Casa Bianca il 25 aprile e seguirà un monologo del presidente Obama.

"Il suo umorismo politico è astuto e spigoloso, e arriva con un accento di Chicago", ha scritto il presidente della WHCA Christi Parsons in una e-mail ai corrispondenti della Casa Bianca. "Negli 82 anni di storia della nostra cena, sarà la quarta donna a ricoprire questo ruolo".

Nel 2011, Sabato sera in diretta l'allume Seth Meyers ha ricoperto lo stesso ruolo. Strong in seguito ha ospitato il segmento ricorrente "Weekend Update" con Meyers fino a quando non ha lasciato lo spettacolo per A tarda notte con Seth Meyers.

Per gli ultimi aggiornamenti su cibo e bevande, visita il nostro Notizie sul cibo pagina.

Karen Lo è un editore associato di The Daily Meal. Seguila su Twitter @appleplexy.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così gravemente l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così gravemente l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così gravemente l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.


La "cosiddetta comica" Michelle Wolf ha l'ultima risata in Trump Spat: "Saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista"

Il presidente Donald Trump ha lasciato intendere che potrebbe partecipare alla prossima cena della White House Correspondents' Association dopo che è stato annunciato che un autore avrebbe ospitato invece di un comico.

Trump sembrava felice della notizia che la WHCA aveva nominato lo scrittore Ron Chernow come l'attore principale per la cena annuale del 27 aprile.

Il presidente ha detto quanto odiasse l'apparizione della comica Michelle Wolf all'evento di quest'anno in cui ha tenuto un monologo di 20 minuti che ha preso in giro lui, sua figlia, il vicepresidente Mike Pence e l'addetta stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Trump, che non ha partecipato agli ultimi due eventi, ha twittato: "La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore al posto di un comico.

"Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse ci andrò?"

La cosiddetta comica Michelle Wolf ha bombardato così male l'anno scorso alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca che quest'anno, per la prima volta da decenni, avranno un autore invece di un comico. Buon primo passo nel ritorno di una serata e tradizione morente! Forse andrò?

&mdash Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 novembre 2018

Ma Wolf ha avuto una risposta veloce. Riferendosi al sostegno di Trump alla versione dell'Arabia Saudita sull'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, morto al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre, ha twittato: "Scommetto che saresti dalla mia parte se avessi ucciso un giornalista".

In precedenza, aveva detto che i WHCA erano "codardi" per aver scelto Chernow, la cui biografia di Alexander Hamilton ha ispirato il musical di Broadway Hamilton.

"I media sono complici. E non potrei essere più orgoglioso", ha twittato Wolf.

Per la prima volta dal 2013, la cena WHCA 2019 sarà ospitata da qualcuno che non è un comico. Chernow ha dichiarato: "L'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca mi ha chiesto di sostenere il primo emendamento e sono felice di accontentarlo.

"Anche se non sono mai stato scambiato per un cabarettista, prometto che la mia lezione di storia non sarà secca".

L'evento annuale presenta un arrosto spensierato di media e personaggi politici. Sotto gli ex presidenti Barack Obama e George W. Bush, i comici Larry Wilmore, Jimmy Kimmel, Cecily Strong, Joel McHale, Seth Meyers, Wanda Sykes e Stephen Colbert sono stati tutti ospiti.