acetonemagazine.org
Nuove ricette

La proposta di legge sull'etichettatura degli alimenti mira a chiarire termini vaghi come "tutto naturale" e salutare

La proposta di legge sull'etichettatura degli alimenti mira a chiarire termini vaghi come



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


La legge sulla modernizzazione dell'etichettatura alimentare richiederebbe che le etichette degli alimenti siano più specifiche, a misura di consumatore e realistiche

Non dovrai più indovinare di cosa è fatto il cibo spazzatura tutto naturale.

Etichette alimentari non sono le cose più intuitive sulla faccia del pianeta. Certo, puoi comprendere il numero di calorie, ma cosa significa esattamente tutto naturale, sano o a ridotto contenuto di grassi per il consumatore medio? E perché le porzioni suggerite raramente riflettono le nostre reali abitudini alimentari? La FDA vuole risolvere la confusione sui fatti nutrizionali. I Democratici della Camera hanno presentato un nuovo disegno di legge, la legge sulla modernizzazione dell'etichettatura alimentare, che richiederebbe che tutte le etichette alimentari siano più specifiche, di facile utilizzo e realistiche.

Il disegno di legge richiederebbe linee guida specifiche per definizioni di termini ambigui come "tutto naturale", "attento alla salute" e "fatto con cereali integrali". I produttori sarebbero inoltre tenuti a elencare la quantità di zucchero non presente naturalmente nel prodotto, nonché a etichettare qualsiasi caffeina superiore a 10 mg per porzione.

"Gli americani meritano di sapere cosa c'è nel cibo che mangiano", ha detto in una dichiarazione il senatore Richard Blumenthal (D-Conn.). “Fornendo ai consumatori informazioni accurate, veritiere e concise, questa legislazione consentirà loro di fare scelte più sane e superare in astuzia proposte e promozioni ingannevoli”.

Anche le dimensioni delle porzioni sugli alimenti confezionati cambierebbero per riflettere le reali abitudini dei consumatori. In tutta onestà, chi beve comunque solo mezza lattina di Coca Cola?


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche del bambino e della famiglia: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza da fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'era un messaggio forte per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a lezioni di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche infantili e familiari: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'era un messaggio forte per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a lezioni di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche infantili e familiari: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini, e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'era un messaggio forte per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a corsi di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche del bambino e della famiglia: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini, e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'era un messaggio forte per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a lezioni di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche del bambino e della famiglia: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini, e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'era un messaggio forte per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a corsi di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche del bambino e della famiglia: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini, e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'era un messaggio forte per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a corsi di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche del bambino e della famiglia: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini, e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'era un messaggio forte per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a lezioni di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche infantili e familiari: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini, e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'era un messaggio forte per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a corsi di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche del bambino e della famiglia: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'è stato un forte messaggio per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a corsi di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.


Raccomandazioni dei genitori per interventi a livello di popolazione a sostegno delle scelte dietetiche infantili e familiari: uno studio qualitativo dallo studio Growing Up in Wales, Environments for Healthy Living (EHL)

L'obesità infantile rappresenta una sfida per la salute pubblica. Questo studio qualitativo ha esplorato le principali barriere alle scelte dietetiche affrontate dai genitori con bambini e i tipi di interventi e raccomandazioni a livello politico che vorrebbero vedere messi in atto, per promuovere un ambiente alimentare più sano.

Metodi

Sono state condotte 61 interviste semi-strutturate con potenziali genitori e genitori di bambini (61 madri e 35 padri). Le famiglie sono state selezionate in base ai livelli di privazione della comunità utilizzando il Townsend Deprivation Index per garantire un campione rappresentativo dei quartieri svantaggiati e benestanti. L'analisi tematica induttiva è stata utilizzata per analizzare i dati.

Risultati

I genitori hanno identificato i fattori scatenanti che hanno portato a scelte dietetiche malsane come la dipendenza dai fast food a causa del lavoro a turni, la mancanza di accesso al trasporto personale, l'incapacità di cucinare, le esperienze alimentari della propria infanzia, la pressione dei pari e le relazioni familiari. I genitori che hanno fatto scelte dietetiche sane hanno riferito di aver appreso abilità culinarie mentre erano all'università, frequentando corsi di cucina comunitaria, avendo accesso a cibo di qualità fornito da organizzazioni religiose e comunitarie o accesso a voucher Healthy Start. Hanno chiesto una riduzione della promozione nei supermercati di alimenti non salutari e un migliore accesso a prodotti freschi a prezzi accessibili e di alta qualità nella zona e nei supermercati. C'è stato un forte messaggio per i responsabili politici di lavorare con le aziende commerciali (produzioni alimentari) in quanto hanno risorse per ridurre i costi e indirizzare i messaggi a una popolazione diversificata. È stata richiesta la fornitura di consulenza mirata a padri, genitori appartenenti a minoranze etniche, nonché consigli e informazioni pratici e personalizzati su come acquistare, preparare, conservare e cucinare il cibo, oltre a corsi di cucina comunitaria e lezioni di cucina scolastiche migliorate.

Conclusioni

C'è bisogno di interventi a livello di comunità/popolazione diretti dai genitori che mirino a ridurre le barriere socio-ecologiche per fare scelte dietetiche salutari. I genitori desideravano miglioramenti nei pasti forniti nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli ospedali, nonché un maggiore accesso a cibi sani aumentando i punti vendita locali di cibo sano e riducendo i fast food malsani. Conoscenze e abilità potrebbero quindi essere migliorate in linea con questi miglioramenti, con la fiducia acquisita nel cucinare e conservare il cibo in modo appropriato.