acetonemagazine.org
Nuove ricette

Eau Palm Beach Resort & Spa rompe con Ritz-Carlton e diventa ancora più sexy

Eau Palm Beach Resort & Spa rompe con Ritz-Carlton e diventa ancora più sexy



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Marchi di lusso come Waldorf-Astoria e Ritz-Carlton hanno credibilità presso i consumatori. Ma a volte, quando far parte del branco è contro di te, colpire da solo è una mossa audace che può ripagare alla grande. Caso in questione: Eau Palm Beach Resort & Spa, precedentemente The Ritz-Carlton, Palm Beach.

event_venue=###contact_name=###contact_phone=###contact_email=

Quando i proprietari hanno sentito che la loro caratteristica spa e altri elementi divertenti della proprietà venivano trattenuti per fondersi con l'immagine un po' pacata del Ritz-Carlton, hanno rotto i legami e sono diventati totalmente indipendenti. Ecco come Eau abbraccia la loro individualità con il loro stile giocoso, favoloso e unico nel suo genere:

La piscina è aperta 24 ore su 24, purché gli ospiti stiano zitti mentre gli altri dormono. Questo è fantastico per i mattinieri, o per le persone che amano fare il bagno sulla luna o per coloro che vogliono semplicemente sperimentare la piscina senza nessun altro intorno. Tranne che non otterrai quell'esperienza serena da solista durante Friday Night Adult Swim, o quando è Dive-In Movie Night, quindi controlla prima il programma.

Altrove intorno alla proprietà, puoi trovare ospiti che si godono s'mores al focolare, un DJ sulla terrazza all'aperto dello Stir Bar o champagne a lume di candela nella hall.

Ci sono altalene per adulti nel giardino egocentrico dell'Eau Spa, con una piscina per bambini sotto e un servizio di champagne. Questo non invecchia mai. Eau Spa ti serve da un luogo di benessere e un luogo di indulgenza, e sì, quei due possono coesistere. Cupcakes o piatti di frutta fresca, spremute fresche o cocktail, scegli tu. Oppure no. Avere tutto.

Tornando alla spa, i corsi e gli eventi speciali sono tanti e vari e attirano tanti locali quanti ospiti dell'hotel. Yoga sulla spiaggia, hula hoop, eventi a piedi nudi in abito nero... c'è sempre qualcosa di sano durante il giorno e spesso qualcosa di decadente di notte. In effetti, è una parte così importante dell'identità dell'hotel che i proprietari hanno scelto di prendere il nome Eau per l'intera proprietà dopo aver rotto con il Ritz-Carlton.

E cos'è questo? Perché, è champagne in omaggio nella piscina per soli adulti. Questo accade in momenti casuali, senza orari prestabiliti, perché alla proprietà piace solo sorprendere gli ospiti con meraviglie.

Eau Palm Beach

Ma gli adulti non si divertono tutto. C'è uno studio di registrazione con deck DJ in COAST, il club per ragazzi, insieme a biliardino e videogiochi. È disponibile anche un guardaroba completo di costumi, completo di accessori, trucco e una chitarra, nel caso in cui le interpolazioni vogliano registrare un video musicale o fare un servizio Insta-Glam mentre i loro genitori hanno un appuntamento notturno. Tutto questo è rigorosamente vietato agli adulti, ovvio.

E poi, ci sono le capanne private, a bordo piscina o sull'oceano, per colazioni di lavoro, feste di addio al nubilato eleganti o cene per due al chiaro di luna. Non importa quale esperienza scegli, questi sono i posti migliori della casa.


Amanti del cioccolato alla ricerca di tesori in crociera

I passeggeri delle crociere sono grandi amanti del cioccolato. La prova è nel budino, nella torta al cioccolato, nei soufflé al cioccolato e nei tartufi al cioccolato.

Considera questa confezione: la sola Carnival Cruise Line acquista più di 1,3 milioni di libbre di cioccolato ogni anno. Mezzo milione di quelle sterline vanno a fare la torta al cioccolato fondente preferita dai passeggeri: circa 4 milioni di torte consumate ogni anno nelle sale da pranzo principali delle due dozzine di navi della linea.

Per San Valentino, gli chef della Carnival Cruise Line hanno prodotto circa 60.000 fragole ricoperte di cioccolato, insieme a dessert a tema d'amore.

“Cioccolato e molte cose vanno insieme,” ha detto il mastro cioccolatiere di formazione francese Norman Love, che si occupa di tutto ciò che riguarda il cioccolato con Princess Cruises. “In crociera, le persone sono in vacanza e si divertono. C'è anche un lato romantico della crociera e anche un lato romantico del cioccolato. La crociera e il cioccolato sono fatti l'uno per l'altro.”

Il cioccolato sulle navi Princess’ 18, i cui passeggeri consumano più di un milione di sterline all'anno, proviene dai paesi in cui si coltivano semi di cacao in tutto il mondo. Come con il vino, una grande frutta produce un ottimo prodotto, con la luce del sole, il suolo e i fattori di elevazione nel creare sapori di cioccolato distinti, ha detto Love.

Il cioccolato entra in creazioni comprese quelle evidenziate nel programma di 24 ore di Princess Cruises “Chocolate Journeys” (www.chocolatejourneys.com).

Ci sono 15 dessert stravaganti a cena, bocconcini con il tè del pomeriggio, pasticcini al cioccolato a colazione e biscotti al cioccolato da sgranocchiare mentre guardi i film sotto le stelle. È anche possibile spalmare il cioccolato antiossidante sul corpo come parte di un trattamento idratante presso la Lotus Spa della linea. E ci sono sempre quelle creazioni di cioccolato cariche nei bar delle navi.

“Il cioccolato rende felici le persone,” Love ha detto. “È una cosa meravigliosa e universale che Madre Natura crea.”

Gli americani consumano più cioccolato che mai, ha aggiunto Love, sia per benefici per la salute, con uno scopo afrodisiaco in mente o semplicemente perché è così buono. “E’s cioccolato’s ora. La cioccolata è davvero calda,” disse Love.

Un recente sondaggio condotto da Wakefield Research ha mostrato che più della metà degli adulti statunitensi ammette di essere un drogato di cioccolato. Il sondaggio ha anche mostrato che il 70% delle donne preferirebbe il cioccolato al sesso.

Holland America Line mette in mostra il cioccolato belga di fascia alta in torte, muffin, creme, salse e biscotti - e creazioni più stravaganti del famoso cioccolatiere Jacques Torres, come il suo Chocolate Coconut Napoleon e Baked Chocolate Soup.

Una delle preferite dai passeggeri è la torta vulcano al cioccolato Grand Marnier al Pinnacle Grill. Amato è anche la cioccolata calda olandese servita sulle navi Holland America Line nelle giornate fresche mentre si guardano i ghiacciai che si staccano fragorosamente nel mare in Alaska.

Gli incrociatori americani non sono gli unici ossessionati dal cioccolato.

In Australia, i passeggeri delle cinque navi P&O Cruises Australia scelgono dolci anche a colazione, le navi cuociono mezzo milione di croissant al cioccolato ogni anno.

Le cambuse delle crociere britanniche P&O e della linea sorella Cunard conservano il cioccolato in tutti i tipi di forme, inclusi bastoncini per la cottura al forno, cacao in polvere, gocce di cioccolato, pastelli al cioccolato, granella di cacao e topping al cioccolato. E poi, naturalmente, ci sono leccornie messe sul cuscino di notte: le due compagnie di crociera distribuiranno quest'anno oltre 9,5 milioni di cioccolatini a cuscino incartati dal fornitore britannico Whitakers Chocolates.

Altri marchi rappresentati sulle otto navi P&O e sui tre transatlantici Cunard includono il cioccolatiere belga Callebaut e il marchio premium francese Valhrona. Per decorare le prelibatezze, quest'anno le linee ordineranno più di 2.700 libbre di granelli di cioccolato (noti anche come vermicelli).

P&O a gennaio ha introdotto un buffet di cioccolato più grande e migliore, disponibile una volta per crociera, con fontane di cioccolato fluenti, budini di pane e burro, crostate, piramidi, lecca-lecca, éclair e altre creazioni. I passeggeri P&O possono anche cimentarsi nella produzione del cioccolato con una nuova master class sul tartufo, ricette da portare a casa incluse.

“Non dovresti mai avere un menu senza cioccolato,” ha affermato Kalman Bauer, chef di sviluppo per P&O, osservando che il fondente al cioccolato e i soufflé al cioccolato sono scelte particolarmente apprezzate dagli ospiti. “Quando hai 2.600 persone a bordo di una nave, circa il 75% andrà con il cioccolato almeno una volta al giorno.”


Amanti del cioccolato alla ricerca di tesori in crociera

I passeggeri delle crociere sono grandi amanti del cioccolato. La prova è nel budino, nella torta al cioccolato, nei soufflé al cioccolato e nei tartufi al cioccolato.

Considera questa confezione: la sola Carnival Cruise Line acquista più di 1,3 milioni di libbre di cioccolato ogni anno. Mezzo milione di quelle sterline vanno a fare la torta al cioccolato calda preferita dai passeggeri: circa 4 milioni di torte consumate ogni anno nelle sale da pranzo principali delle due dozzine di navi della linea.

Per San Valentino, gli chef della Carnival Cruise Line hanno prodotto circa 60.000 fragole ricoperte di cioccolato, insieme a dessert a tema d'amore.

“Cioccolato e molte cose vanno insieme,”, ha detto il mastro cioccolatiere di formazione francese Norman Love, che si occupa di tutto ciò che riguarda il cioccolato con Princess Cruises. “In crociera, le persone sono in vacanza e si divertono. C'è anche un lato romantico della crociera e anche un lato romantico del cioccolato. La crociera e il cioccolato sono fatti l'uno per l'altro.”

Il cioccolato sulle navi Princess’ 18, i cui passeggeri consumano più di un milione di sterline all'anno, proviene dai paesi in cui si coltivano semi di cacao in tutto il mondo. Come con il vino, una grande frutta produce un ottimo prodotto, con la luce del sole, il suolo e i fattori di elevazione che creano sapori di cioccolato distinti, ha detto Love.

Il cioccolato entra in creazioni comprese quelle evidenziate nel programma di 24 ore di Princess Cruises “Chocolate Journeys” (www.chocolatejourneys.com).

Ci sono 15 dessert stravaganti a cena, bocconcini con il tè del pomeriggio, pasticcini al cioccolato a colazione e biscotti al cioccolato da sgranocchiare mentre guardi i film sotto le stelle. È anche possibile spalmare il cioccolato antiossidante sul corpo come parte di un trattamento idratante presso la Lotus Spa della linea. E ci sono sempre quelle creazioni di cioccolato cariche nei bar delle navi.

“Il cioccolato rende felici le persone,” Love ha detto. “È una cosa meravigliosa e universale che Madre Natura crea.”

Gli americani consumano più cioccolato che mai, ha aggiunto Love, sia per benefici per la salute, con uno scopo afrodisiaco in mente o semplicemente perché è così buono. “E’s cioccolato’s ora. La cioccolata è davvero calda,” disse Love.

Un recente sondaggio condotto da Wakefield Research ha mostrato che più della metà degli adulti statunitensi ammette di essere un drogato di cioccolato. Il sondaggio ha anche mostrato che il 70% delle donne preferirebbe il cioccolato al sesso.

Holland America Line mette in mostra il cioccolato belga di fascia alta in torte, muffin, creme, salse e biscotti - e creazioni più stravaganti del famoso cioccolatiere Jacques Torres, come il suo Chocolate Coconut Napoleon e Baked Chocolate Soup.

Una delle preferite dai passeggeri è la torta vulcano al cioccolato Grand Marnier al Pinnacle Grill. Amato è anche la cioccolata calda olandese servita sulle navi Holland America Line nelle giornate fresche mentre si osservano i ghiacciai che si staccano fragorosamente nel mare in Alaska.

Gli incrociatori americani non sono gli unici ossessionati dal cioccolato.

In Australia, i passeggeri delle cinque navi P&O Cruises Australia scelgono dolci anche a colazione, le navi cuociono mezzo milione di croissant al cioccolato ogni anno.

Le cambuse delle crociere britanniche P&O e della linea sorella Cunard conservano il cioccolato in tutti i tipi di forme, inclusi bastoncini per la cottura al forno, cacao in polvere, gocce di cioccolato, pastelli al cioccolato, granella di cacao e topping al cioccolato. E poi, naturalmente, ci sono dei dolcetti sul cuscino durante la notte: le due compagnie di crociera distribuiranno quest'anno oltre 9,5 milioni di cioccolatini a cuscino confezionati dal fornitore britannico Whitakers Chocolates.

Altri marchi rappresentati sulle otto navi P&O e sui tre transatlantici Cunard includono il cioccolatiere belga Callebaut e il marchio premium francese Valhrona. Per decorare le prelibatezze, quest'anno le linee ordineranno più di 2.700 libbre di granelli di cioccolato (noti anche come vermicelli).

P&O a gennaio ha introdotto un buffet di cioccolato più grande e migliore, disponibile una volta per crociera, con fontane di cioccolato fluenti, budini di pane e burro, crostate, piramidi, lecca-lecca, éclair e altre creazioni. I passeggeri P&O possono anche cimentarsi nella produzione del cioccolato con una nuova master class sul tartufo, ricette da portare a casa incluse.

“Non dovresti mai avere un menu senza cioccolato,” ha affermato Kalman Bauer, chef di sviluppo per P&O, osservando che il fondente al cioccolato e i soufflé al cioccolato sono scelte particolarmente apprezzate dagli ospiti. “Quando hai 2.600 persone a bordo di una nave, circa il 75% andrà con il cioccolato almeno una volta al giorno.”


Amanti del cioccolato alla ricerca di tesori in crociera

I passeggeri delle crociere sono grandi amanti del cioccolato. La prova è nel budino, nella torta al cioccolato, nei soufflé al cioccolato e nei tartufi al cioccolato.

Considera questa confezione: la sola Carnival Cruise Line acquista più di 1,3 milioni di libbre di cioccolato ogni anno. Mezzo milione di quelle sterline vanno a fare la torta al cioccolato calda preferita dai passeggeri: circa 4 milioni di torte consumate ogni anno nelle sale da pranzo principali delle due dozzine di navi della linea.

Per San Valentino, gli chef della Carnival Cruise Line hanno prodotto circa 60.000 fragole ricoperte di cioccolato, insieme a dessert a tema d'amore.

“Cioccolato e molte cose vanno insieme,”, ha detto il mastro cioccolatiere di formazione francese Norman Love, che si occupa di tutto ciò che riguarda il cioccolato con Princess Cruises. “In crociera, le persone sono in vacanza e si divertono. C'è anche un lato romantico della crociera e anche un lato romantico del cioccolato. La crociera e il cioccolato sono fatti l'uno per l'altro.”

Il cioccolato sulle navi Princess’ 18, i cui passeggeri consumano più di un milione di sterline all'anno, proviene dai paesi in cui si coltivano semi di cacao in tutto il mondo. Come con il vino, una grande frutta produce un ottimo prodotto, con la luce del sole, il suolo e i fattori di elevazione che creano sapori di cioccolato distinti, ha detto Love.

Il cioccolato entra in creazioni comprese quelle evidenziate nel programma di 24 ore di Princess Cruises “Chocolate Journeys” (www.chocolatejourneys.com).

Ci sono 15 dessert stravaganti a cena, bocconcini con il tè del pomeriggio, pasticcini al cioccolato a colazione e biscotti al cioccolato da sgranocchiare mentre guardi i film sotto le stelle. È anche possibile spalmare il cioccolato antiossidante sul corpo come parte di un trattamento idratante presso la Lotus Spa della linea. E ci sono sempre quelle creazioni di cioccolato cariche nei bar delle navi.

“Il cioccolato rende felici le persone,” Love ha detto. “È una cosa meravigliosa e universale che Madre Natura crea.”

Gli americani consumano più cioccolato che mai, ha aggiunto Love, sia per benefici per la salute, con uno scopo afrodisiaco in mente o semplicemente perché è così buono. “E’s cioccolato’s ora. La cioccolata è davvero calda,” disse Love.

Un recente sondaggio condotto da Wakefield Research ha mostrato che più della metà degli adulti statunitensi ammette di essere un drogato di cioccolato. Il sondaggio ha anche mostrato che il 70% delle donne preferirebbe il cioccolato al sesso.

Holland America Line mette in mostra il cioccolato belga di fascia alta in torte, muffin, creme, salse e biscotti - e creazioni più stravaganti del famoso cioccolatiere Jacques Torres, come il suo Chocolate Coconut Napoleon e Baked Chocolate Soup.

Una delle preferite dai passeggeri è la torta vulcano al cioccolato Grand Marnier al Pinnacle Grill. Amato è anche la cioccolata calda olandese servita sulle navi Holland America Line nelle giornate fresche mentre si osservano i ghiacciai che si staccano fragorosamente nel mare in Alaska.

Gli incrociatori americani non sono gli unici ossessionati dal cioccolato.

In Australia, i passeggeri delle cinque navi P&O Cruises Australia scelgono dolci anche a colazione, le navi cuociono mezzo milione di croissant al cioccolato ogni anno.

Le cambuse delle crociere britanniche P&O e della linea sorella Cunard conservano il cioccolato in tutti i tipi di forme, inclusi bastoncini per la cottura al forno, cacao in polvere, gocce di cioccolato, pastelli al cioccolato, granella di cacao e topping al cioccolato. E poi, naturalmente, ci sono leccornie messe sul cuscino di notte: le due compagnie di crociera distribuiranno quest'anno oltre 9,5 milioni di cioccolatini a cuscino incartati dal fornitore britannico Whitakers Chocolates.

Altri marchi rappresentati sulle otto navi P&O e sui tre transatlantici Cunard includono il cioccolatiere belga Callebaut e il marchio premium francese Valhrona. Per decorare le prelibatezze, quest'anno le linee ordineranno più di 2.700 libbre di granelli di cioccolato (noti anche come vermicelli).

P&O a gennaio ha introdotto un buffet di cioccolato più grande e migliore, disponibile una volta per crociera, con fontane di cioccolato fluenti, budini di pane e burro, crostate, piramidi, lecca-lecca, éclair e altre creazioni. I passeggeri di P&O possono anche cimentarsi nella produzione di cioccolato con una nuova master class sul tartufo, ricette da portare a casa incluse.

“Non dovresti mai avere un menu senza cioccolato,” ha affermato Kalman Bauer, chef di sviluppo per P&O, osservando che il fondente al cioccolato e i soufflé al cioccolato sono scelte particolarmente apprezzate dagli ospiti. “Quando hai 2.600 persone a bordo di una nave, circa il 75% andrà con il cioccolato almeno una volta al giorno.”


Amanti del cioccolato alla ricerca di tesori in crociera

I passeggeri delle crociere sono grandi amanti del cioccolato. La prova è nel budino, nella torta al cioccolato, nei soufflé al cioccolato e nei tartufi al cioccolato.

Considera questa confezione: la sola Carnival Cruise Line acquista più di 1,3 milioni di libbre di cioccolato ogni anno. Mezzo milione di quelle sterline vanno a fare la torta al cioccolato fondente preferita dai passeggeri: circa 4 milioni di torte consumate ogni anno nelle sale da pranzo principali delle due dozzine di navi della linea.

Per San Valentino, gli chef della Carnival Cruise Line hanno prodotto circa 60.000 fragole ricoperte di cioccolato, insieme a dessert a tema d'amore.

“Cioccolato e molte cose vanno insieme,”, ha detto il mastro cioccolatiere di formazione francese Norman Love, che si occupa di tutto ciò che riguarda il cioccolato con Princess Cruises. “In crociera, le persone sono in vacanza e si divertono. C'è anche un lato romantico della crociera e anche un lato romantico del cioccolato. La crociera e il cioccolato sono fatti l'uno per l'altro.”

Il cioccolato sulle navi Princess’ 18, i cui passeggeri consumano più di un milione di sterline all'anno, proviene dai paesi in cui si coltivano semi di cacao in tutto il mondo. Come con il vino, una grande frutta produce un ottimo prodotto, con la luce del sole, il suolo e i fattori di elevazione che creano sapori di cioccolato distinti, ha detto Love.

Il cioccolato entra in creazioni comprese quelle evidenziate nel programma di 24 ore di Princess Cruises “Chocolate Journeys” (www.chocolatejourneys.com).

Ci sono 15 dessert stravaganti a cena, bocconcini con il tè del pomeriggio, pasticcini al cioccolato a colazione e biscotti al cioccolato da sgranocchiare mentre guardi i film sotto le stelle. È anche possibile spalmare il cioccolato antiossidante sul corpo come parte di un trattamento idratante presso la Lotus Spa della linea. E ci sono sempre quelle creazioni di cioccolato cariche nei bar delle navi.

“Il cioccolato rende felici le persone,” Love ha detto. “È una cosa meravigliosa e universale che Madre Natura crea.”

Gli americani consumano più cioccolato che mai, ha aggiunto Love, sia per benefici per la salute, con uno scopo afrodisiaco in mente o semplicemente perché è così buono. “E’s cioccolato’s ora. La cioccolata è davvero calda,” disse Love.

Un recente sondaggio condotto da Wakefield Research ha mostrato che più della metà degli adulti statunitensi ammette di essere un drogato di cioccolato. Il sondaggio ha anche mostrato che il 70% delle donne preferirebbe il cioccolato al sesso.

Holland America Line mette in mostra il cioccolato belga di fascia alta in torte, muffin, creme, salse e biscotti - e creazioni più stravaganti del famoso cioccolatiere Jacques Torres, come il suo Chocolate Coconut Napoleon e Baked Chocolate Soup.

Una delle preferite dai passeggeri è la torta vulcano al cioccolato Grand Marnier al Pinnacle Grill. Amato è anche la cioccolata calda olandese servita sulle navi Holland America Line nelle giornate fresche mentre si guardano i ghiacciai che si staccano fragorosamente nel mare in Alaska.

Gli incrociatori americani non sono gli unici ossessionati dal cioccolato.

In Australia, i passeggeri delle cinque navi P&O Cruises Australia scelgono dolci anche a colazione, le navi cuociono mezzo milione di croissant al cioccolato ogni anno.

Le cambuse delle crociere britanniche P&O e della linea sorella Cunard conservano il cioccolato in tutti i tipi di forme, inclusi bastoncini per la cottura al forno, cacao in polvere, gocce di cioccolato, pastelli al cioccolato, granella di cacao e topping al cioccolato. E poi, naturalmente, ci sono dei dolcetti sul cuscino durante la notte: le due compagnie di crociera distribuiranno quest'anno oltre 9,5 milioni di cioccolatini a cuscino confezionati dal fornitore britannico Whitakers Chocolates.

Altri marchi rappresentati sulle otto navi P&O e sui tre transatlantici Cunard includono il cioccolatiere belga Callebaut e il marchio premium francese Valhrona. Per decorare le prelibatezze, quest'anno le linee ordineranno più di 2.700 libbre di granelli di cioccolato (noti anche come vermicelli).

P&O a gennaio ha introdotto un buffet di cioccolato più grande e migliore, disponibile una volta per crociera, con fontane di cioccolato fluenti, budini di pane e burro, crostate, piramidi, lecca-lecca, éclair e altre creazioni. I passeggeri di P&O possono anche cimentarsi nella produzione di cioccolato con una nuova master class sul tartufo, ricette da portare a casa incluse.

“Non dovresti mai avere un menu senza cioccolato,” ha affermato Kalman Bauer, chef di sviluppo per P&O, osservando che il fondente al cioccolato e i soufflé al cioccolato sono scelte particolarmente apprezzate dagli ospiti. “Quando hai 2.600 persone a bordo di una nave, circa il 75% andrà con il cioccolato almeno una volta al giorno.”


Amanti del cioccolato alla ricerca di tesori in crociera

I passeggeri delle crociere sono grandi amanti del cioccolato. La prova è nel budino, nella torta al cioccolato, nei soufflé al cioccolato e nei tartufi al cioccolato.

Considera questa confezione: la sola Carnival Cruise Line acquista più di 1,3 milioni di libbre di cioccolato ogni anno. Mezzo milione di quelle sterline vanno a fare la torta al cioccolato calda preferita dai passeggeri: circa 4 milioni di torte consumate ogni anno nelle sale da pranzo principali delle due dozzine di navi della linea.

Per San Valentino, gli chef della Carnival Cruise Line hanno prodotto circa 60.000 fragole ricoperte di cioccolato, insieme a dessert a tema d'amore.

“Cioccolato e molte cose vanno insieme,”, ha detto il mastro cioccolatiere di formazione francese Norman Love, che si occupa di tutto ciò che riguarda il cioccolato con Princess Cruises. “In crociera, le persone sono in vacanza e si divertono. C'è anche un lato romantico della crociera e anche un lato romantico del cioccolato. La crociera e il cioccolato sono fatti l'uno per l'altro.”

Il cioccolato sulle navi Princess’ 18, i cui passeggeri consumano più di un milione di sterline all'anno, proviene dai paesi in cui si coltivano semi di cacao in tutto il mondo. Come con il vino, una grande frutta produce un ottimo prodotto, con la luce del sole, il suolo e i fattori di elevazione che creano sapori di cioccolato distinti, ha detto Love.

Il cioccolato entra in creazioni comprese quelle evidenziate nel programma di 24 ore di Princess Cruises “Chocolate Journeys” (www.chocolatejourneys.com).

Ci sono 15 dessert stravaganti a cena, bocconcini con il tè del pomeriggio, pasticcini al cioccolato a colazione e biscotti al cioccolato da sgranocchiare mentre guardi i film sotto le stelle. È anche possibile spalmare il cioccolato antiossidante sul corpo come parte di un trattamento idratante presso la Lotus Spa della linea. E ci sono sempre quelle creazioni di cioccolato cariche nei bar delle navi.

“Il cioccolato rende felici le persone,” Love ha detto. “È una cosa meravigliosa e universale che Madre Natura crea.”

Gli americani consumano più cioccolato che mai, ha aggiunto Love, sia per benefici per la salute, con uno scopo afrodisiaco in mente o semplicemente perché è così buono. “E’s cioccolato’s ora. La cioccolata è davvero calda,” disse Love.

Un recente sondaggio condotto da Wakefield Research ha mostrato che più della metà degli adulti statunitensi ammette di essere un drogato di cioccolato. Il sondaggio ha anche mostrato che il 70% delle donne preferirebbe il cioccolato al sesso.

Holland America Line mette in mostra il cioccolato belga di fascia alta in torte, muffin, creme, salse e biscotti - e creazioni più stravaganti del famoso cioccolatiere Jacques Torres, come il suo Chocolate Coconut Napoleon e Baked Chocolate Soup.

Una delle preferite dai passeggeri è la torta vulcano al cioccolato Grand Marnier al Pinnacle Grill. Amato è anche la cioccolata calda olandese servita sulle navi Holland America Line nelle giornate fresche mentre si guardano i ghiacciai che si staccano fragorosamente nel mare in Alaska.

Gli incrociatori americani non sono gli unici ossessionati dal cioccolato.

In Australia, i passeggeri delle cinque navi P&O Cruises Australia scelgono dolci anche a colazione, le navi cuociono mezzo milione di croissant al cioccolato ogni anno.

Le cambuse delle crociere britanniche P&O e della linea sorella Cunard conservano il cioccolato in tutti i tipi di forme, inclusi bastoncini per la cottura al forno, cacao in polvere, gocce di cioccolato, pastelli al cioccolato, granella di cacao e topping al cioccolato. E poi, naturalmente, ci sono dei dolcetti sul cuscino durante la notte: le due compagnie di crociera distribuiranno quest'anno oltre 9,5 milioni di cioccolatini a cuscino confezionati dal fornitore britannico Whitakers Chocolates.

Altri marchi rappresentati sulle otto navi P&O e sui tre transatlantici Cunard includono il cioccolatiere belga Callebaut e il marchio premium francese Valhrona. Per decorare le prelibatezze, quest'anno le linee ordineranno più di 2.700 libbre di granelli di cioccolato (noti anche come vermicelli).

P&O a gennaio ha introdotto un buffet di cioccolato più grande e migliore, disponibile una volta per crociera, con fontane di cioccolato fluenti, budini di pane e burro, crostate, piramidi, lecca-lecca, éclair e altre creazioni. I passeggeri P&O possono anche cimentarsi nella produzione del cioccolato con una nuova master class sul tartufo, ricette da portare a casa incluse.

“Non dovresti mai avere un menu senza cioccolato,” ha affermato Kalman Bauer, chef di sviluppo per P&O, osservando che il fondente al cioccolato e i soufflé al cioccolato sono scelte particolarmente apprezzate dagli ospiti. “Quando hai 2.600 persone a bordo di una nave, circa il 75% andrà con il cioccolato almeno una volta al giorno.”


Amanti del cioccolato alla ricerca di tesori in crociera

I passeggeri delle crociere sono grandi amanti del cioccolato. La prova è nel budino, nella torta al cioccolato, nei soufflé al cioccolato e nei tartufi al cioccolato.

Considera questa confezione: la sola Carnival Cruise Line acquista più di 1,3 milioni di libbre di cioccolato ogni anno. Mezzo milione di quelle sterline vanno a fare la torta al cioccolato fondente preferita dai passeggeri: circa 4 milioni di torte consumate ogni anno nelle sale da pranzo principali delle due dozzine di navi della linea.

Per San Valentino, gli chef della Carnival Cruise Line hanno prodotto circa 60.000 fragole ricoperte di cioccolato, insieme a dessert a tema d'amore.

“Cioccolato e molte cose vanno insieme,”, ha detto il mastro cioccolatiere di formazione francese Norman Love, che si occupa di tutto ciò che riguarda il cioccolato con Princess Cruises. “In crociera, le persone sono in vacanza e si divertono. C'è anche un lato romantico della crociera e anche un lato romantico del cioccolato. La crociera e il cioccolato sono fatti l'uno per l'altro.”

Il cioccolato sulle navi Princess’ 18, i cui passeggeri consumano più di un milione di sterline all'anno, proviene dai paesi in cui si coltivano semi di cacao in tutto il mondo. Come con il vino, una grande frutta produce un ottimo prodotto, con la luce del sole, il suolo e i fattori di elevazione nel creare sapori di cioccolato distinti, ha detto Love.

Il cioccolato entra in creazioni comprese quelle evidenziate nel programma di 24 ore di Princess Cruises “Chocolate Journeys” (www.chocolatejourneys.com).

Ci sono 15 dessert stravaganti a cena, bocconcini con il tè del pomeriggio, pasticcini al cioccolato a colazione e biscotti al cioccolato da sgranocchiare mentre guardi i film sotto le stelle. È anche possibile spalmare il cioccolato antiossidante sul corpo come parte di un trattamento idratante presso la Lotus Spa della linea. E ci sono sempre quelle creazioni di cioccolato cariche nei bar delle navi.

“Il cioccolato rende felici le persone,” Love ha detto. “È una cosa meravigliosa e universale che Madre Natura crea.”

Gli americani consumano più cioccolato che mai, ha aggiunto Love, sia per benefici per la salute, con uno scopo afrodisiaco in mente o semplicemente perché è così buono. “E’s cioccolato’s ora. La cioccolata è davvero calda,” disse Love.

Un recente sondaggio condotto da Wakefield Research ha mostrato che più della metà degli adulti statunitensi ammette di essere un drogato di cioccolato. Il sondaggio ha anche mostrato che il 70% delle donne preferirebbe il cioccolato al sesso.

Holland America Line mette in mostra il cioccolato belga di fascia alta in torte, muffin, creme, salse e biscotti - e creazioni più stravaganti del famoso cioccolatiere Jacques Torres, come il suo Chocolate Coconut Napoleon e Baked Chocolate Soup.

Una delle preferite dai passeggeri è la torta vulcano al cioccolato Grand Marnier al Pinnacle Grill. Amato è anche la cioccolata calda olandese servita sulle navi Holland America Line nelle giornate fresche mentre si osservano i ghiacciai che si staccano fragorosamente nel mare in Alaska.

Gli incrociatori americani non sono gli unici ossessionati dal cioccolato.

In Australia, i passeggeri delle cinque navi P&O Cruises Australia scelgono dolci anche a colazione, le navi cuociono mezzo milione di croissant al cioccolato ogni anno.

Le cambuse delle crociere britanniche P&O e della linea sorella Cunard conservano il cioccolato in tutti i tipi di forme, inclusi bastoncini per la cottura al forno, cacao in polvere, gocce di cioccolato, pastelli al cioccolato, granella di cacao e topping al cioccolato. E poi, naturalmente, ci sono leccornie messe sul cuscino di notte: le due compagnie di crociera distribuiranno quest'anno oltre 9,5 milioni di cioccolatini a cuscino incartati dal fornitore britannico Whitakers Chocolates.

Altri marchi rappresentati sulle otto navi P&O e sui tre transatlantici Cunard includono il cioccolatiere belga Callebaut e il marchio premium francese Valhrona. Per decorare le prelibatezze, quest'anno le linee ordineranno più di 2.700 libbre di granelli di cioccolato (noti anche come vermicelli).

P&O a gennaio ha introdotto un buffet di cioccolato più grande e migliore, disponibile una volta per crociera, con fontane di cioccolato fluenti, budini di pane e burro, crostate, piramidi, lecca-lecca, éclair e altre creazioni. I passeggeri P&O possono anche cimentarsi nella produzione del cioccolato con una nuova master class sul tartufo, ricette da portare a casa incluse.

“Non dovresti mai avere un menu senza cioccolato,” ha affermato Kalman Bauer, chef di sviluppo per P&O, osservando che il fondente al cioccolato e i soufflé al cioccolato sono scelte particolarmente apprezzate dagli ospiti. “Quando hai 2.600 persone a bordo di una nave, circa il 75% andrà con il cioccolato almeno una volta al giorno.”


Amanti del cioccolato alla ricerca di tesori in crociera

I passeggeri delle crociere sono grandi amanti del cioccolato. La prova è nel budino, nella torta al cioccolato, nei soufflé al cioccolato e nei tartufi al cioccolato.

Considera questa confezione: la sola Carnival Cruise Line acquista più di 1,3 milioni di libbre di cioccolato ogni anno. Mezzo milione di quelle sterline vanno a fare la torta al cioccolato calda preferita dai passeggeri: circa 4 milioni di torte consumate ogni anno nelle sale da pranzo principali delle due dozzine di navi della linea.

For Valentine’s Day, Carnival Cruise Line chefs produced some 60,000 chocolate-covered strawberries, along with love-themed desserts.

“Chocolate and a lot of things go together,” said French-trained Master Chocolatier Norman Love, who consults on all things chocolate with Princess Cruises. “On a cruise, people are on vacation and enjoying themselves. There’s also a romantic side to cruising and a romantic side to chocolate as well. Cruising and chocolate are made for each other.”

The chocolate on Princess’ 18 ships, whose passengers consume more than a million pounds annually, comes from cacao-bean growing countries around the world. As with wine, great fruit produces great product, with sunlight, soil and elevation factors in creating distinct chocolate flavors, Love said.

The chocolate goes into creations including those highlighted in Princess Cruises’ 24-hour “Chocolate Journeys” program (www.chocolatejourneys.com).

There are 15 extravagant desserts at dinner, bites with afternoon tea, chocolate pastries at breakfast and chocolate cookies for munching while watching Movies Under the Stars. It is also possible to have anti-oxidant chocolate smeared on your body as part of a hydrating treatment at the line’s Lotus Spa. And there are always those loaded chocolate creations in ship bars.

“Chocolate makes people happy,” Love said. “It’s a wonderful, universal thing that Mother Nature creates.”

Americans are consuming more chocolate than ever before, Love added, whether for health benefits, with an aphrodisiac purpose in mind or just because it’s so good. “It’s chocolate’s time right now. Chocolate is really hot,” Love said.

A recent survey conducted by Wakefield Research showed more than half of U.S. adults admit to being a chocolate addict. The survey also showed 70 percent of women would choose chocolate over sex.

Holland America Line showcases high-end Belgian chocolate in cakes, muffins, custards, sauces and cookies – and more extravagant creations by world-renowned chocolatier Jacques Torres, such as his Chocolate Coconut Napoleon and Baked Chocolate Soup.

A passenger favorite is the Grand Marnier Chocolate Volcano Cake at the Pinnacle Grill. Also loved is the Dutch hot chocolate served on Holland America Line ships on cool days while watching glaciers thunderously calving into the sea in Alaska.

American cruisers aren’t the only ones obsessed with chocolate.

In Australia, passengers on the five P&O Cruises Australia ships go for sweet treats even at breakfast, the ships baking a half million chocolate croissants each year.

The galleys on British P&O Cruises and sister line Cunard stock chocolate in all sorts of forms including sticks for baking, cocoa powder, chocolate chips, chocolate pastels, cocoa nibs and fudge topping. And then, of course, there are treats placed on the pillow at night – the two cruise lines will distribute more than 9.5 million wrapped pillow chocolates by British purveyor Whitakers Chocolates this year.

Other brands represented on the eight P&O ships and three Cunard ocean liners include Belgian chocolatier Callebaut and French premium brand Valhrona. To decorate treats, the lines will order up more than 2,700 pounds of chocolate sprinkles (also known as vermicelli) this year.

P&O in January introduced a bigger and better all-chocolate buffet, available once each cruise, featuring flowing chocolate fountains, bread and butter pudding, tarts, pyramids, lollipops, éclairs and other creations. P&O passengers can also try their hand at chocolate making with a new truffle master class, take-home recipes included.

“You should never have a menu without chocolate,” said Kalman Bauer, development chef for P&O, noting chocolate fondant and chocolate soufflés are particularly popular guest choices. “When you have 2,600 people onboard a ship, about 75 percent will go with chocolate at least once a day.”


Chocolate Lovers Finding Treasure on Cruises

Cruise passengers are big lovers of chocolate. The proof is in the pudding – and the chocolate cake, and the chocolate soufflés, and the chocolate truffles.

Consider this confection: Carnival Cruise Line alone buys more than 1.3 million pounds of chocolate each year. A half million of those pounds go into making the passenger-favorite Warm Chocolate Melting Cake – some 4 million of the cakes consumed annually in the main dining rooms of the line’s two dozen ships.

For Valentine’s Day, Carnival Cruise Line chefs produced some 60,000 chocolate-covered strawberries, along with love-themed desserts.

“Chocolate and a lot of things go together,” said French-trained Master Chocolatier Norman Love, who consults on all things chocolate with Princess Cruises. “On a cruise, people are on vacation and enjoying themselves. There’s also a romantic side to cruising and a romantic side to chocolate as well. Cruising and chocolate are made for each other.”

The chocolate on Princess’ 18 ships, whose passengers consume more than a million pounds annually, comes from cacao-bean growing countries around the world. As with wine, great fruit produces great product, with sunlight, soil and elevation factors in creating distinct chocolate flavors, Love said.

The chocolate goes into creations including those highlighted in Princess Cruises’ 24-hour “Chocolate Journeys” program (www.chocolatejourneys.com).

There are 15 extravagant desserts at dinner, bites with afternoon tea, chocolate pastries at breakfast and chocolate cookies for munching while watching Movies Under the Stars. It is also possible to have anti-oxidant chocolate smeared on your body as part of a hydrating treatment at the line’s Lotus Spa. And there are always those loaded chocolate creations in ship bars.

“Chocolate makes people happy,” Love said. “It’s a wonderful, universal thing that Mother Nature creates.”

Americans are consuming more chocolate than ever before, Love added, whether for health benefits, with an aphrodisiac purpose in mind or just because it’s so good. “It’s chocolate’s time right now. Chocolate is really hot,” Love said.

A recent survey conducted by Wakefield Research showed more than half of U.S. adults admit to being a chocolate addict. The survey also showed 70 percent of women would choose chocolate over sex.

Holland America Line showcases high-end Belgian chocolate in cakes, muffins, custards, sauces and cookies – and more extravagant creations by world-renowned chocolatier Jacques Torres, such as his Chocolate Coconut Napoleon and Baked Chocolate Soup.

A passenger favorite is the Grand Marnier Chocolate Volcano Cake at the Pinnacle Grill. Also loved is the Dutch hot chocolate served on Holland America Line ships on cool days while watching glaciers thunderously calving into the sea in Alaska.

American cruisers aren’t the only ones obsessed with chocolate.

In Australia, passengers on the five P&O Cruises Australia ships go for sweet treats even at breakfast, the ships baking a half million chocolate croissants each year.

The galleys on British P&O Cruises and sister line Cunard stock chocolate in all sorts of forms including sticks for baking, cocoa powder, chocolate chips, chocolate pastels, cocoa nibs and fudge topping. And then, of course, there are treats placed on the pillow at night – the two cruise lines will distribute more than 9.5 million wrapped pillow chocolates by British purveyor Whitakers Chocolates this year.

Other brands represented on the eight P&O ships and three Cunard ocean liners include Belgian chocolatier Callebaut and French premium brand Valhrona. To decorate treats, the lines will order up more than 2,700 pounds of chocolate sprinkles (also known as vermicelli) this year.

P&O in January introduced a bigger and better all-chocolate buffet, available once each cruise, featuring flowing chocolate fountains, bread and butter pudding, tarts, pyramids, lollipops, éclairs and other creations. P&O passengers can also try their hand at chocolate making with a new truffle master class, take-home recipes included.

“You should never have a menu without chocolate,” said Kalman Bauer, development chef for P&O, noting chocolate fondant and chocolate soufflés are particularly popular guest choices. “When you have 2,600 people onboard a ship, about 75 percent will go with chocolate at least once a day.”


Chocolate Lovers Finding Treasure on Cruises

Cruise passengers are big lovers of chocolate. The proof is in the pudding – and the chocolate cake, and the chocolate soufflés, and the chocolate truffles.

Consider this confection: Carnival Cruise Line alone buys more than 1.3 million pounds of chocolate each year. A half million of those pounds go into making the passenger-favorite Warm Chocolate Melting Cake – some 4 million of the cakes consumed annually in the main dining rooms of the line’s two dozen ships.

For Valentine’s Day, Carnival Cruise Line chefs produced some 60,000 chocolate-covered strawberries, along with love-themed desserts.

“Chocolate and a lot of things go together,” said French-trained Master Chocolatier Norman Love, who consults on all things chocolate with Princess Cruises. “On a cruise, people are on vacation and enjoying themselves. There’s also a romantic side to cruising and a romantic side to chocolate as well. Cruising and chocolate are made for each other.”

The chocolate on Princess’ 18 ships, whose passengers consume more than a million pounds annually, comes from cacao-bean growing countries around the world. As with wine, great fruit produces great product, with sunlight, soil and elevation factors in creating distinct chocolate flavors, Love said.

The chocolate goes into creations including those highlighted in Princess Cruises’ 24-hour “Chocolate Journeys” program (www.chocolatejourneys.com).

There are 15 extravagant desserts at dinner, bites with afternoon tea, chocolate pastries at breakfast and chocolate cookies for munching while watching Movies Under the Stars. It is also possible to have anti-oxidant chocolate smeared on your body as part of a hydrating treatment at the line’s Lotus Spa. And there are always those loaded chocolate creations in ship bars.

“Chocolate makes people happy,” Love said. “It’s a wonderful, universal thing that Mother Nature creates.”

Americans are consuming more chocolate than ever before, Love added, whether for health benefits, with an aphrodisiac purpose in mind or just because it’s so good. “It’s chocolate’s time right now. Chocolate is really hot,” Love said.

A recent survey conducted by Wakefield Research showed more than half of U.S. adults admit to being a chocolate addict. The survey also showed 70 percent of women would choose chocolate over sex.

Holland America Line showcases high-end Belgian chocolate in cakes, muffins, custards, sauces and cookies – and more extravagant creations by world-renowned chocolatier Jacques Torres, such as his Chocolate Coconut Napoleon and Baked Chocolate Soup.

A passenger favorite is the Grand Marnier Chocolate Volcano Cake at the Pinnacle Grill. Also loved is the Dutch hot chocolate served on Holland America Line ships on cool days while watching glaciers thunderously calving into the sea in Alaska.

American cruisers aren’t the only ones obsessed with chocolate.

In Australia, passengers on the five P&O Cruises Australia ships go for sweet treats even at breakfast, the ships baking a half million chocolate croissants each year.

The galleys on British P&O Cruises and sister line Cunard stock chocolate in all sorts of forms including sticks for baking, cocoa powder, chocolate chips, chocolate pastels, cocoa nibs and fudge topping. And then, of course, there are treats placed on the pillow at night – the two cruise lines will distribute more than 9.5 million wrapped pillow chocolates by British purveyor Whitakers Chocolates this year.

Other brands represented on the eight P&O ships and three Cunard ocean liners include Belgian chocolatier Callebaut and French premium brand Valhrona. To decorate treats, the lines will order up more than 2,700 pounds of chocolate sprinkles (also known as vermicelli) this year.

P&O in January introduced a bigger and better all-chocolate buffet, available once each cruise, featuring flowing chocolate fountains, bread and butter pudding, tarts, pyramids, lollipops, éclairs and other creations. P&O passengers can also try their hand at chocolate making with a new truffle master class, take-home recipes included.

“You should never have a menu without chocolate,” said Kalman Bauer, development chef for P&O, noting chocolate fondant and chocolate soufflés are particularly popular guest choices. “When you have 2,600 people onboard a ship, about 75 percent will go with chocolate at least once a day.”


Chocolate Lovers Finding Treasure on Cruises

Cruise passengers are big lovers of chocolate. The proof is in the pudding – and the chocolate cake, and the chocolate soufflés, and the chocolate truffles.

Consider this confection: Carnival Cruise Line alone buys more than 1.3 million pounds of chocolate each year. A half million of those pounds go into making the passenger-favorite Warm Chocolate Melting Cake – some 4 million of the cakes consumed annually in the main dining rooms of the line’s two dozen ships.

For Valentine’s Day, Carnival Cruise Line chefs produced some 60,000 chocolate-covered strawberries, along with love-themed desserts.

“Chocolate and a lot of things go together,” said French-trained Master Chocolatier Norman Love, who consults on all things chocolate with Princess Cruises. “On a cruise, people are on vacation and enjoying themselves. There’s also a romantic side to cruising and a romantic side to chocolate as well. Cruising and chocolate are made for each other.”

The chocolate on Princess’ 18 ships, whose passengers consume more than a million pounds annually, comes from cacao-bean growing countries around the world. As with wine, great fruit produces great product, with sunlight, soil and elevation factors in creating distinct chocolate flavors, Love said.

The chocolate goes into creations including those highlighted in Princess Cruises’ 24-hour “Chocolate Journeys” program (www.chocolatejourneys.com).

There are 15 extravagant desserts at dinner, bites with afternoon tea, chocolate pastries at breakfast and chocolate cookies for munching while watching Movies Under the Stars. It is also possible to have anti-oxidant chocolate smeared on your body as part of a hydrating treatment at the line’s Lotus Spa. And there are always those loaded chocolate creations in ship bars.

“Chocolate makes people happy,” Love said. “It’s a wonderful, universal thing that Mother Nature creates.”

Americans are consuming more chocolate than ever before, Love added, whether for health benefits, with an aphrodisiac purpose in mind or just because it’s so good. “It’s chocolate’s time right now. Chocolate is really hot,” Love said.

A recent survey conducted by Wakefield Research showed more than half of U.S. adults admit to being a chocolate addict. The survey also showed 70 percent of women would choose chocolate over sex.

Holland America Line showcases high-end Belgian chocolate in cakes, muffins, custards, sauces and cookies – and more extravagant creations by world-renowned chocolatier Jacques Torres, such as his Chocolate Coconut Napoleon and Baked Chocolate Soup.

A passenger favorite is the Grand Marnier Chocolate Volcano Cake at the Pinnacle Grill. Also loved is the Dutch hot chocolate served on Holland America Line ships on cool days while watching glaciers thunderously calving into the sea in Alaska.

American cruisers aren’t the only ones obsessed with chocolate.

In Australia, passengers on the five P&O Cruises Australia ships go for sweet treats even at breakfast, the ships baking a half million chocolate croissants each year.

The galleys on British P&O Cruises and sister line Cunard stock chocolate in all sorts of forms including sticks for baking, cocoa powder, chocolate chips, chocolate pastels, cocoa nibs and fudge topping. And then, of course, there are treats placed on the pillow at night – the two cruise lines will distribute more than 9.5 million wrapped pillow chocolates by British purveyor Whitakers Chocolates this year.

Other brands represented on the eight P&O ships and three Cunard ocean liners include Belgian chocolatier Callebaut and French premium brand Valhrona. To decorate treats, the lines will order up more than 2,700 pounds of chocolate sprinkles (also known as vermicelli) this year.

P&O in January introduced a bigger and better all-chocolate buffet, available once each cruise, featuring flowing chocolate fountains, bread and butter pudding, tarts, pyramids, lollipops, éclairs and other creations. P&O passengers can also try their hand at chocolate making with a new truffle master class, take-home recipes included.

“You should never have a menu without chocolate,” said Kalman Bauer, development chef for P&O, noting chocolate fondant and chocolate soufflés are particularly popular guest choices. “When you have 2,600 people onboard a ship, about 75 percent will go with chocolate at least once a day.”


Guarda il video: Eau Palm Beach Resort u0026 Spa - VLOG #2 - The Palm Beaches in South Florida